019 – Domande su Vite Passate – La Reincarnazione e la difficoltà nel ricordare (1 parte)

Pagina 1 su 5

Angel: Benvenuti. Risponderò a tutte le vostre domande sulle Vite Passate.

Studente: Ciao Angel! Io sento tanta nostalgia per la dimensione spirituale e spesso mi ritrovo a dire che non voglio più reincarnarmi su questa terra. Si tratta di un programma Low oppure perché la mia anima ha un vago ricordo di una dimensione diversa e migliore di questa?

Angel: Benvenuta. Tanti di noi, prima di ricordare le proprie vite passate, sentono questa sorta di nostalgia verso i mondi e le dimensioni più positive, in quanto in questo pianeta abbiamo conosciuto molte figure del male; come la violenza e la sofferenza in tutte le sue forme. Ma è proprio questa la ragione per la quale ci siamo reincarnati, di nuovo, su questo pianeta: per fare qualcosa di concreto, anziché lasciare che questo pianeta rimanga solo nelle mani del male, quindi in mano alle persone malvagie. Sinché non ricordi le tue vite passate, ti domandi perché sei nato qui: per una punizione? Per un karma negativo che stai subendo? Perché sei masochista? Niente di tutto questo. Sei nato qui per fare qualcosa di buono, che faccia comprendere alle altre persone che non c’è solo il male, non c’è solo la via negativa, esiste anche il bene e anche la possibilità di aiutare il prossimo. Se ti fissi a guardare solo i lati negativi di questo pianeta, la tua vita sarà per sempre cupa. Siamo nati qui per una ragione molto più importante, per aiutare il resto della popolazione a guardare il lato positivo della vita, del mondo, e per impegnarci ad aumentare il Bene. Non siamo nati qui per fissarci sui lati negativi della vita e vedere soltanto quelli; né tantomeno siamo venuti sin qui per fare finta che il male non esista, perché non è ignorando la sofferenza che si può eliminare dalla nostra e dalla vita degli altri. Per eliminare la sofferenza da te, e dalla vita delle persone che ami, bisogna che ti rendi conto del motivo per cui sei nata qui: non per criticare il mondo, non per avere nostalgia degli altri, ma per far conoscere alle altre persone il lato buono dell’umanità. Ora ti trovi qui per una buona ragione e non è ignorandola per tutta la vita che porterai a compimento la tua missione e ragione di reincarnazione su questo pianeta. Perciò quando ricorderai le tue vite passate, ti renderai conto che ti sei reincarnata qui per una ragione che dovresti portare a termine, e non soltanto per perdere tempo e immaginare quanto sarebbe bello essere altrove.

Studente: Perché la maggior parte di noi possiede il ricordo solo della vita in atto e non di tutte le vite passate compiute?

Angel: Perché durante la reincarnazione, quindi durante il passaggio dell’Anima da un corpo all’altro, esiste un processo che chiameremo azzeramento dei ricordi, che nasconde le tue memorie delle vite precedenti non appena ti reincarni in un nuovo corpo umano. Infatti, questa regola funziona su questo pianeta, ma non in tutte le dimensioni in cui è possibile reincarnarsi! Durante l’azzeramento dei ricordi, tutte le tue memorie rimangono impresse nella tua Anima, ma tu come nuova persona non ricordi nulla di ciò che è accaduto prima di questa vita, a causa dell’azzeramento. Solo attraverso il Risveglio delle proprie capacità Psichiche è possibile ricordare le proprie vite passate.

Studente: Intendi dire andando da una cartomante, da un ipnotista, o qualcosa del genere?

Pagina 2 su 5

Angel: No assolutamente. Intendo dire risvegliando le tue capacità psichiche! Se andassi da una cartomante o da chiunque altro che ti “raccontasse” le tue vite passate, non staresti ricordando, ma staresti soltanto ascoltando un racconto, che fra l’altro non potresti essere sicuro al 100% che sia tutto vero. Io mi riferisco ai ricordi veri, veri quanto quelli che possiedi di questa vita. Attraverso un percorso di risveglio delle proprie capacità psichiche, quindi di pratica per evolvere le tue sensorie, inizierai a ricordare le tue vite passate frammento dopo frammento, come ricordi veri e concreti. Non a caso ti trovi qui in Accademia: perché stavi cercando un percorso spirituale che ti permettesse di trovare il Risveglio. Quindi se deciderai di praticare sulle tue memorie di vite passate come ti ho consigliato, i ricordi arriveranno.

Studente: Reincarnarsi rappresenta sempre e comunque una possibilità di costruirsi un’anima?

Angel: Sì assolutamente, di costruirsi e di evolvere la propria Anima. Vita dopo vita evolviamo le nostre conoscenze riguardanti questo pianeta, le nostre capacità e i nostri metodi per concretizzarci. Tanti credono che la reincarnazione sia un atto a sé, ovvero che ti reincarni soltanto perché devi. In verità tu scegli di reincarnarti, perché quando sei l’Anima fuori dal corpo hai le idee ben chiare per il tuo futuro: sai che vuoi fare qualcosa di buono per il mondo, ma per farlo devi compiere qualcosa dall’interno; quindi reincarnarti all’interno del pianeta. Quando di reincarni, devi necessariamente passare per il processo di azzeramento che ti farà dimenticare tutto di te: chi sei, la ragione per cui sei qui, come fare per ricordarti chi eri, dimentichi tutto quanto! Ma prima di reincarnarti lo sapevi già, si tratta di un passaggio che andava fatto e tu hai scelto di farlo. Anche se ora, siccome non ricordi nulla, non comprendi le “assurde” ragioni per le quali avresti dovuto scegliere di reincarnarti qui. Eppure si tratta di ragioni ben più logiche e meno assurde di quanto ora comprendi. Ma siamo qui per questo.

Studente: Dimenticare la vita/le vite precedenti con la reincarnazione è sempre una scelta consapevole? In questo caso potremmo forse decidere di ricordare questa vita quando saremo nel corpo della prossima se lo volessimo?

Angel: Il processo di azzeramento non è una nostra scelta, ma una regola di questo pianeta. Sei tu che hai deciso di reincarnarti in questo pianeta, ma se avessi potuto scegliere, naturalmente avresti preferito “ricordare tutto” sin da subito. Ma non appena entri e quindi ti reincarni in un corpo umano, ecco che si attiva il processo di azzeramento, e che tu lo voglia o no, dimentichi tutto del tuo passato. Solo praticando puoi ricordare, memoria dopo memoria, le tue vite precedenti e comprendere quindi le vere ragioni per cui sei nato qui.

Studente: Mi pare di aver capito che il reincarnarsi è più una necessità per l’Anima, che una “legge”. È così?

Angel: Esatto, non è affatto una legge. È una decisione che noi come Anima prendiamo, perché sappiamo che la reincarnazione ci permette di evolverci e ci permette di compiere una missione molto importante su questo pianeta.

Studente: Ma questo ciclo può essere sciolto? Cioè, voglio dire, possiamo smettere di reincarnarci?

Pagina 3 su 5

Angel: Essendo una decisione, non è un ciclo che si può o si deve sciogliere, sarebbe come chiedersi: “Posso smettere di vivere?” Certo che potresti sceglierlo, ma perché dovresti farlo? Se tu volessi, potresti smettere di reincarnarti, ma è una scelta che prendi quando sei un’Anima senza corpo, perché in quel momento sei completamente cosciente di te. Ora, invece, non sei affatto cosciente di te, perché l’unica vita che ricordi è quella presente. Ed è troppo poco per comprendere le ragioni per le quali la tua Anima, dopo tutte le reincarnazioni che ha voluto compiere, ha scelto ancora una volta di reincarnarsi e di permetterti di essere qui oggi. So bene che ci sono persone insoddisfatte della propria vita, che parlano dell’ipotetica legge-ciclo di reincarnazione che “bisogna distruggere” per non reincarnarsi mai più, ma diciamolo chiaramente: staresti andando contro la tua stessa Anima, perché è lei a volere la reincarnazione, in quanto le permette di vivere nuove esperienze, di evolversi e di compiere missioni per lei importanti. Non siamo qui per una condanna, siamo qui perché l’abbiamo voluto noi; a prescindere che tu ora lo ricordi oppure no, è stata la tua Anima a volersi reincarnare ed è giusto che tenti di comprendere le sue decisioni, anziché andarle contro senza neanche sapere il motivo.

Studente: Qual è l’esatto fine della reincarnazione? Ho capito che serve all’anima per fare esperienza, ma perché si reincarna così tante volte e perché decide di farlo? Ho letto che il nostro “fine” è la liberazione da questo ciclo. Ma perché invece di praticare per sviluppare certe abilità che ci insegni, non pratichiamo direttamente per questa liberazione, così potremmo impiegare tutte le energie per questo?

Angel: Cosa pensi di raggiungere con l’eliminazione della reincarnazione? Pensi che esista un paradiso dove le anime andranno a divertirsi e stare bene, e che la vita su questo mondo ci sia stata imposta come una sorta di livello da superare? Mi vengono i brividi a pensare che c’è davvero qualcuno che vuole raggiungere la fine della propria vita, della propria anima. Ti ripeto che sono consapevole che esistono persone insoddisfatte della propria vita, che vedono come unica soluzione la fine, quindi la morte della propria anima; perché è di questo che si tratta. Ci siamo reincarnati su questo pianeta per nostra scelta, con l’idea di fare qualcosa di buono per questo mondo. Esiste il male? Sì, perché esistono persone oscure reincarnate in questo mondo. Quindi tante altre Anime si sono reincarnate qui, per aiutare questo pianeta a non crollare nelle mani degli oscuri, che vorrebbero distruggerlo. Abbiamo scelto noi di nascere qui, perciò puoi perdere tempo a remare contro la tua Anima e aggiungerle altri ostacoli per il raggiungimento del suo successo, per il compimento della sua missione su questo pianeta, oppure puoi iniziare a stare dalla sua parte e tentare di comprendere le sue ragioni: non dico che sia facile comprendere il suo volere, ma quantomeno tenta di comprendere il motivo per cui la tua Anima ha scelto di nascere qui, senza aggiungerle altri pesi, che ne ha già abbastanza.

Studente: Lo scopo della reincarnazione è legato solo all’eterna lotta tra il bene e il male o è legato ad altro?

Angel: La reincarnazione è prima di tutto un grande aiuto per noi, perché ci permette (alla nostra Anima) di vivere esperienze molto diverse fra loro, di raffinare le nostre conoscenze su più materie, di conoscere Anime nuove con le quali condividere momenti o lunghi periodi di vita assieme, di evolverci su tutti i fronti. Inoltre, è una grande possibilità per riuscire a compiere un cambiamento sul pianeta che abbiamo scelto, in questo caso il pianeta Terra, che da vita in vita cerchiamo di dirigere verso una via più pacifica. Non è facile, perché tante altre persone tentano di condurla verso la sofferenza, il male continuo, la violenza: sono nate proprio per questo.

Pagina 4 su 5

Ecco perché siamo nati anche noi, qui: per fare qualcosa che impedisca a questo bellissimo pianeta di venire rovinato dalla violenza e dalla sofferenza, che lo renderebbero invivibile. Pensaci: cosa non ti piace di questo pianeta? I luoghi? Gli animali? Le persone? No, nulla di tutto ciò. Quello che davvero non ti piace sono le azioni crudeli, la malvagità, le violenze, le varie sfaccettature del dolore. Non sono le persone a non piacerti, sono le sofferenze che certe persone infliggono alle altre. Ma da cosa derivano queste azioni? Da persone oscure che manipolano gli altri per spingerli a commettere azioni spregevoli. In altre parole non disprezzi l’umanità, ma disprezzi quelle precise persone manipolate dall’oscurità che fanno del male al prossimo. Ecco: da vita in vita ci reincarniamo qui, per cercare di risolvere questo problema. Ma per farlo, prima di tutto dobbiamo riconoscere qual è il vero problema di questo mondo, che non sono gli esseri umani, ma è l’oscurità che manipola gli esseri umani! Senza oscurità, le persone di questo mondo sarebbero tutte molto, molto più buone e altruiste. Se ora conosci un’umanità schiva, egoista e violenta, è perché l’oscurità sta cercando di distruggere le nostre menti e farci cadere nell’abisso. Non credere di essere diverso da loro: anche tu, disprezzando l’umanità, stai facendo del male al prossimo. Non è facile portare un cambiamento, infatti richiede molto tempo, ma da vita in vita scegliamo di reincarnarci qui per tentare di portare il bene in questo mondo, affinché non vinca l’oscurità. Possiamo scegliere di arrenderci e criticare questo mondo, disprezzarlo e guardarlo morire, o possiamo fare qualcosa di molto più buono per fare in modo che si rialzi: possiamo aiutarlo.

Studente: Grazie Angel. Quando noi scegliamo di reincarnarci, potremmo decidere di reincarnarci in un’epoca passata? Ad esempio: se noi moriamo in questa vita, anno 2014, ci possiamo reincarnare nell’anno 1000 e sempre sul pianeta Gaia?

Angel: Su questa stessa dimensione, di questo stesso pianeta, non possiamo farlo. Però possiamo decidere di reincarnarci in altre dimensioni molto simili a quella che conosciamo oggi, che sta vivendo in un periodo simile al nostro passato, per esempio, simile al nostro Antico Egitto, o ad epoche più vicine alla nostra. Infatti, ci sono alcune dimensioni molto simili alla nostra, che sono “indietro” rispetto ai nostri tempi, ma che durante il loro tempo stanno percorrendo eventi pressappoco simili ai nostri, anche se non identici. In quel caso quindi è possibile farlo.

Studente: Posso reincarnarmi in un’epoca passata e scegliere di farlo accanto alla me/alla mia vita del passato? Quindi possono esistere più me proprio materialmente nello stesso tempo? Quando si dicono episodi di sosia identici, con cose in comune riguardo gli aspetti di vita di ognuno (stessi nomi, stesse situazioni però abitano in due località diverse etc) si tratta di più vite passate che si incontrano?

Angel: No, non è possibile reincarnarsi dove ti sei già reincarnato, accanto ad un’altra tua reincarnazione. Questa domanda mi sembra un po’ troppo la trama di un film. Bisogna prestare attenzione a non cadere in trappole di “troppe idee contrastanti” che ti fanno perdere di vista il vero significato e obiettivo della reincarnazione. Riguardo i sosia, che esistono in questo pianeta ed è risaputo, non si tratta di più reincarnazioni della stessa Anima che contemporaneamente si è incarnata in più corpi; è invece un fenomeno molto interessante che dipende dal pianeta in cui ci troviamo. È una sorta di “stampino” che commette l’errore di ripetersi, che fa nascere corpi umani molto simili e non solo nell’aspetto. Come un bug, queste persone si ritrovano ad avere somiglianze molto forti nelle esperienze capitate durante la loro vita (esempio: ad entrambi è morta la madre all’età di 3 anni), anche nelle esperienze sentimentali (entrambi si sono sposati con donne che possiedono lo stesso nome) e via discorrendo. Si tratta di somiglianze troppo evidenti per fingere che sia solo un caso, su questo non hai affatto torto! Ma sono persone distinte, non sono la stessa persona nata più volte nello stesso periodo.

Pagina 5 su 5

Studente: Prima di entrare in un corpo e quindi prima di reincarnarci, sappiamo esattamente cosa succederà durante tutta la sua vita?

Angel: Tutto tutto no. Però l’Anima, prima di reincarnarsi, può conoscere a grandi linee come sarà la sua vita attraverso la reincarnazione in quel preciso corpo. Bisogna però specificare che tutto dipende dall’evoluzione psichica di quell’Anima, in quanto alcune riescono a vedere davvero poco riguardo il loro futuro, mentre altre, già prima di reincarnarsi, riescono a vedere molti più dettagli della vita che verrà. Quindi dipende.

Studente: Grazie Angel. Ma ricordare le proprie vite passate, a cosa serve davvero? Serve solo ad accrescere il proprio ego personale?

Angel: Ego? Ricordare la tua vita significa accrescere il proprio ego? Mi pare che il termine ego venga utilizzato come fosse una virgola, sin troppe volte senza una vera ragione obiettiva. Prova a pensare la difficoltà che prova una persona a vivere quando soffre di alzheimer; ti sembra una bella cosa? In sostanza loro non ricordano, hanno dei grossi vuoti di memoria che gli impedisce di riconoscere addirittura il volto dei propri figli, o dei propri cari. Non ricordano ciò che hanno vissuto in questa vita, ciò che hanno fatto. Pensi che, se potessero scegliere di ricordare tutto ciò che hanno vissuto, non lo sceglierebbero? Pensi che sceglierebbero di vivere con questa malattia, per non “accrescere il proprio ego” di ricordare la propria vita? Permettimi di dirti che qui l’ego non c’entra un bel niente! Non stiamo parlando di vantarsi con gli amici delle proprie vite passate, che probabilmente è la ragione per la quale alcune persone che conosci mirano a ricordarle… ma qui oggi stiamo parlando di ricordare il proprio passato, di ricordare ciò che abbiamo vissuto prima di questa vita, di ricordare chi eravamo prima di ora! Non mettiamo in mezzo argomenti e parole che non c’entrano nulla in questo contesto. Ricordare le tue vite passate ti permetterebbe di capire chi sei realmente, ti aiuterebbe a non commettere errori che hai già compiuto e sopportato in vite precedenti. Ti permetterebbe di riconoscere le persone che hai già conosciuto in vite passate, sia quelle che hai amato e che ti hanno amato, sia quelle che ti hanno fatto soffrire, o che hai fatto soffrire, per stare all’erta da loro o per scusarti con loro di quanto successo. Forse, alcuni, vedono le proprie vite passate come figurine da scambiare con gli amici o di cui vantarsi con gli altri, allora sì che potremmo parlare di ego. Ma ricordare le proprie vite passate non ha questi scopi banali e insignificanti; ricordare le tue vite passate ti permetterebbe di comprendere tutto di te, tanto da migliorare la tua vita notevolmente.

Studente: Desidero chiederti: non riconoscersi e non accettarsi nel proprio corpo fisico, penso all’omosessualità, può essere dovuto al ricordo, non consapevole, dell’altro precedente corpo in cui si è vissuto?

Angel: Sì assolutamente. L’omosessualità, molto spesso, deriva proprio dalle influenze che subiamo dalle nostre vite passate. Trattandosi del sesso opposto, potrebbe spingere la persona di oggi a desiderare nuovamente di amare ad esempio le donne, pur essendo lei stessa donna in questa vita. Molto spesso accade se nella vita precedente eri uomo, per cui in questa vita ti porti appresso i ricordi e gli istinti della vita precedente, che ti spingono ad amare ancora le donne, pur avendo un corpo diverso oggi. Troverai un importantissimo capitolo che riguarda l’omosessualità all’interno del libro Il Sigillo delle Vite Passate, perciò ti consiglio vivamente di leggerlo perché ti permetterà di comprendere molto di più riguardo l’argomento appena citato.

Studente: Grazie Angel della magnifica lezione di oggi. Non dimenticherò quanto mi hai aiutata.

Angel: Auguro una splendida serata a tutti voi! Ci ritroviamo qui per le prossime lezioni sull’argomento. Nel frattempo, vi consiglio di praticare le tecniche che vi ho insegnato, affinché i ricordi delle vite passate riaffiorino in voi. A presto!

Studenti: Ciao Angel, Grazie!

Fine pagina 5 su 5. Se hai gradito l’articolo, commenta qui sotto descrivendo le tue sensazioni durante la lettura o la pratica della tecnica proposta.

 

Questo documento è di proprietà di https://www.accademiadicoscienzadimensionale.com/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Accademia di Coscienza Dimensionale, A.C.D. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©

 

71+

279 Commenti

Rispondi a Tella Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commento *

Nome *
Email (opzionale)


  1. Foto del profilo di reporter

    Sembra che il ciclo della vita debba purificarsi di reincarnazione in reincarnazione. Le azioni umane non invogliano a farlo, ma l intento nobile dell Anima ci guida per fortuna.

  2. Foto del profilo di Giulia

    Hai ragione, sarebbe uno spreco di tempo provare nostalgia ossessiva e farebbe deconcentrare dal presente. Se siamo qui oggi un motivo c’è ed è per portare del bene a questo pianeta perché pieno di oscurità. Quello che non ci piace non è la vita umana perché essa è buona di natura, è quel che gli oscuri hanno inserito nella nostra società a tal punto da trovare un mondo pieno di sentimenti negativi che si scontrano tra persone dello stesso pianeta che non concepiamo, è assurdo pensare che ci facciamo la guerra tra di noi umani perché non ci rendiamo conto che c’è qualcos’altro che ci manipola alle spalle e che vuole distruggere tutto quello che di buono esiste al mondo… Ci reincarniamo qui per questo, consapevoli di non poter ricordare nulla delle nostre vite precedenti e del nostro passato, di chi siamo veramente per cercare di essere utili, solamente utili per il pianeta, per una parte di Dio che non deve morire. Portare il cambiamento è complicato e serve tempo ma soprattutto volontà, quindi di vita in vita ci reincarniamo perché ci crediamo, perché è l’unica cosa che esiste ed è importante perché si tratta di Vita contro Morte.. Noi ci reincarniamo di volta in volta perché l’unico modo per fare effetto su questo pianeta è agire dall’interno, per questo è una diceria il credere di dover bloccare i cicli di reincarnazione, in quanto proprio grazie ad essi noi possiamo nascere e non morire, nonostante tantissime persone divulgano questa informazione spacciandola per veritiera facendo accrescere solamente l’odio verso la loro esistenza, perché le persone soffrono e si ritrovano a sperare di non volersi più reincarnare, desiderose di voler scappare dai problemi e da tutto il marcio che esiste qui, non sapendo che possono uscirne anche rimanendo in vita, trovando un percorso spirituale che permetta di capire davvero che guarda caso loro amano la Vita, non la morte, nonostante quest’ultima renda ciechi alla meraviglia di esistere. Perché o ci si ritrova ormai bloccati, o purtroppo non si comprende; la comprensione non ha mai fine ma tantissime persone non se rendono conto nemmeno un poco ogni giorno… In questo pianeta è possibile che esistano sosia che hanno avuto anche un vissuto simile al proprio perché esiste il riciclaggio di energie e vengano create persone come se fossero uno stampino e delle volte può capitare di trovare due soggetti che sembrano la stessa persona ma che di fatto sono due distinte, quindi non possessori della stessa Coscienza/Anima anche perché di fatto non possono esistere due reincarnazione della stessa Anima nello stesso periodo storico. Mentre l’essere gay dipende da vite passate in cui si era del sesso opposto, in questa vita si viene influenzati dalla precedente nonostante si abbia il corpo dell’altro sesso. Molto affascinante. Grazie mille Angel

  3. Foto del profilo di Diamante

    Riletto…. sempre utile ripassare e rileggere le domande e le risposte.