• Home
  • Step 2
  • 056 – Domande su che cos’è l’Aura – Aura negativa e manipolatrice (2 parte)

056 – Domande su che cos’è l’Aura – Aura negativa e manipolatrice (2 parte)

Pagina 1 su 9

Angel: Bentornati in questa nuova lezione sull’Aura! Potete iniziare con le vostre domande.

Studente: Ciao Angel, ciao a tutti. Se non ho capito male l’aura influenza quindi la nostra mente inconscia. Quello che abbiamo dentro tale mente, come l’immagine di noi stessi, i traumi passati e le convinzioni, in realtà sono nella nostra aura e la mente li “decifra”, oppure “capta”. Giusto? Quindi ogni intervento nella mente, energeticamente parlando, anche solo il pensare positivo, agisce nell’aura? Allora anche il Low, in realtà, si lega e influenza la nostra aura che, a sua volta, influenza il nostro modo di pensare?

Angel: Partiamo dal fatto che il Low agisce da ogni punto della nostra vita, sia da dentro che da fuori. Agisce da dentro, attraverso il nostro cervello grazie all’utilizzo del regolatore, e agisce da fuori, attraverso le altre persone che ci influenzano. Quindi agisce da dentro, influenzando – attraverso il regolatore – il nostro cervello che ci impone di pensare ciò che il Low vuole che pensiamo (es. pensieri scettici, che ci impediscono di evolverci) e poi lavora dall’esterno per inviarci persone che, con i loro pensieri, con le loro aure, con la loro energia mentale ci influenzino e ci leghino a loro. In questo modo il Low usa le stesse persone per legarle l’una all’altra, affinché si crei una ragnatela in cui tutti sono ragni che continuano a tessere fili sugli altri, per impedirsi a vicenda di uscirne e quindi Risvegliarsi. I nostri pensieri creano la nostra aura, ma al contempo, se la nostra aura è programmata (ad es. negativamente dai nostri traumi vissuti nel passato, o a causa di altre persone che ci stanno influenzando) essa stessa influenza i nostri pensieri interni, creando un loop energetico. Quindi bisogna prendere il comando della propria aura cosicché rispetti le nostre decisioni, i nostri intenti, anziché influenzarci e tenerci soffocati dalle nostre stesse energie mentali, ricordi, traumi, etc. Detto questo, tutte le nostre memorie vengono memorizzate nella nostra aura, quindi ricordi, sentimenti, pensieri, etc; ma questo non significa che la nostra mente o il nostro cervello non possieda nessuna memoria. Anche il nostro cervello possiede memoria, però è molto ridotta rispetto a quella presente all’interno dell’aura; infatti esso, per ricordare molte più informazioni, le riprende dall’aura e le traduce per noi in ricordi. L’importante è capire che il cervello non è completamente vuoto di memoria, ovviamente!

Studente: Ciao Angel e ciao a tutti, intanto volevo ringraziarti per tutto ciò che fai per la nostra evoluzione e per aver dato a tutti la possibilità di partecipare alle tue lezioni sull’Aura. Ripassando il secondo documento ho letto che i vecchi ricordi e le informazioni, anche se non le ricordiamo, rimangono lo stesso sempre impresse nell’aura, da cui non verranno mai cancellate. Ovviamente esistono le eccezioni, ma sono casi rari. Per casi rari cosa intendi? Come vengono cancellati definitivamente dalla nostra aura? Grazie.

Angel: Ciao! Beh non stiamo parlando di casi naturali ovviamente, in quanto di natura l’Aura memorizza e trattiene tutti i ricordi dentro di sé. I casi eccezionali di cui parlo sono casi di gravi attacchi psichici ricevuti, nei quali l’aura viene attaccata pesantemente per tanto tempo e con grande forza psichica. A quel punto si può rovinare l’aura di una persona con gravi conseguenze, tanto da rimpicciolirla, spaccandogli pezzi d’aura e inevitabilmente tagliandogli energie che andranno a perdere anche memorie. Però non è così facile come sembra, per fortuna! Ma bisogna considerare il fatto che esiste la possibilità. Ecco perché è così importante praticare per rinforzare e proteggere la propria aura. Ripeto che non accade di natura, ma solo subendo gravi attacchi psichici.

Pagina 2 su 9

La perdita della memoria mentale è dovuta a danni nel cervello, che ovviamente sono altrettanto gravi; per esempio chi ha assunto droghe per molti anni, si ritrova ad avere gravi problemi di memoria, perché ha danneggiato il suo cervello. Quindi perdere la memoria (mentale) non significa che l’aura sia stata danneggiata, perché l’aura continua a contenere le informazioni dentro di sé. Il discorso cambia se è l’aura ad essere danneggiata gravemente, perché in quel caso l’energia viene perduta. Per evitare incomprensioni è giusto che ti dica che, se l’aura viene danneggiata e quindi alcune memorie vengono perdute, non significa che quei ricordi “spariscono” dalla tua vita. In altre parole, se ipoteticamente qualcuno riuscisse a cancellarti i ricordi della tua infanzia, non significa che il tuo vissuto sparisca e che non avrai più un’infanzia, cambiandoti così il passato. Significa solo che il ricordo è sparito. Ma ti ripeto che è un’eccezione decisamente rara, l’ho nominata perché è giusto conoscere le varianti, ma non crediate che sia così facile che avvenga.

Studente: Perfetto Angel, grazie mille per la spiegazione!

Studente2: Un saluto a te Angel e a tutti, approfitto per ringraziarti per tutto quello che fai e per la possibilità di partecipare a queste lezioni. Tu dici che se non ricordiamo qualcosa non è perché il ricordo è stato cancellato, ma perché il nostro cervello non riesce a decodificare quel codice impresso nell’Aura, che tuttavia ci rimarrà impresso per sempre. Leggendo questo mi sono chiesto se anche i ricordi dei sogni finiscono nell’Aura, e in quel caso, se faccio un incubo molto brutto poi questo mi rimarrà impresso nell’Aura per sempre? E magari andrà a influenzare anche i miei pensieri o la visione dell’Aura?

Angel: Ciao! I sogni sono un discorso un po’ a parte, perché non avvengono proprio su questa dimensione, ma avvengono su un’altra dimensione, appunto sulla dimensione dei sogni. Alcuni di essi ci possono influenzare davvero molto anche nella dimensione fisica (ovvero quella in cui viviamo ora); te ne accorgi quando alcuni sogni, seppure siano soltanto sogni, ti lasciano una bruttissima sensazione anche da sveglio, anche per tutta la giornata. Non sto parlando di sogni premonitori o simili, ma sogni che tu riconosci come “completamente fantasiosi”. Un esempio di sogno assurdo può essere che sogni tua madre 40enne che trova l’amante e scappa in America, e tu piangi disperato perché non la vedrai mai più; sebbene tua madre abbia 70anni e di sicuro non ha nessuna voglia di trovarsi un’amante con cui scappare. Quindi si tratta di un sogno completamente fantasioso, ma per assurdo, tutto il giorno rimani con quella strana angoscia che, di logica, non ha né capo né coda. Infatti non è stato il sogno in sé a farti stare male, ma l’energia che c’è dietro: probabilmente mentre dormivi ti è successo qualcosa, sei stato attaccato o simili, e quando ti svegli pensi sia colpa di ciò che hai sognato, senza riconoscere che la colpa è dell’attacco subìto mentre dormivi. Però per rispondere alla tua domanda, i sogni avvengono su un’altra dimensione e perciò non influenzano la tua aura. Al massimo, ciò che può influenzare la tua aura è quell’angoscia che ti rimane tutto il giorno, perché è quell’angoscia che poi sporcherà l’energia della tua aura, non il sogno. Poi certo, esiste sempre l’eccezione, quindi magari un sogno ti rimane così impresso che diventa un tuo pensiero e così viene immagazzinato fra i ricordi dell’aura; perché ricordiamoci che noi non siamo solo aura, noi siamo la mente, quindi se tu pensi e ripensi ad una cosa, quel pensiero va ad influenzare l’aura. Però la grandissima maggioranza dei sogni restano nella dimensione dei sogni, per così dire.

Studente: Grazie sei stata chiarissima come sempre.

Pagina 3 su 9

Studente2: Hai detto che i ricordi dei sogni non vanno a finire nell’aura, ma allora come faccio a ricordarmi i sogni? Se il magazzino dei ricordi è l’aura, da dove prendo il ricordo di un sogno? Grazie mille!

Angel: Come ho già detto, anche la nostra mente ha memoria, come ce l’ha il nostro cervello; la nostra aura memorizza tutti i nostri ricordi ma questo non significa che il cervello ne venga completamente svuotato, compresa la mente. Ecco perché ricordi i sogni, ed ecco anche perché la grandissima maggioranza dei sogni non li ricordi affatto; perché questi non vengono memorizzati nell’aura.

Studente: Ciao Angel, volevo ringraziarti per questa nuova lezione, ogni argomento che tratti è per noi una grande crescita. Leggendo i documenti, hai scritto che nell’aura risiede ogni nostra memoria, ma i ricordi solo di questa vita o anche di vite passate? Oppure con la nuova vita, tutti i ricordi dall’aura si resettano? E poi volevo chiederti se già con la protezione psichica proteggiamo anche la nostra Aura, oltre ovviamente alle tecniche specifiche.

Angel: Ciao! Esatto, come ho già detto alla studentessa di prima, in ogni vita abbiamo un’aura praticamente nuova, quindi all’interno ci trovi solo i ricordi della vita presente. Però esistono alcune informazioni, negli strati dimensionali dell’aura più distanti, che possono aiutarti a decifrare alcuni ricordi di vite passate. Però, ti assicuro che questa pratica è più difficile che ricordare le vite passate attraverso le tecniche che ti ho insegnato nei libri Vite Passate; quindi non si tratta di una scorciatoia per ricordarle prima, ma di una pratica più complessa che certamente ti permette di scoprire informazioni interessanti, ma ci vuole molto più allenamento e sensoria allenata. Detto questo, con la protezione psichica stai proteggendo la tua aura ma non basta, certo aiuta, ma non può proteggere l’aura completamente; ecco perché sarebbe meglio dare una rinforzata all’aura, attraverso le tecniche specifiche.

Studente: Grazie mille Angel, è tutto molto chiaro!

Studente2: Ciao cara Angel, grazie per l’opportunità che ci dai. A pagina 3 del documento “Come l’aura ci influenza” dici che il colore nero nell’aura preannuncia oscurità. Quindi si presume che l’aura è stata bucata da influenze negative recando maledizione, fattura o possessione. Dici che è rarissimo vedere un’aura scura, perché? Io faccio pulizia energetica, taglio fili, rinforzo aura, protezione; quando pratico le tecniche che ci hai insegnato, la mia aura scura dal lato destro si schiarisce fino a essere luminosa, dopo qualche giorno torna scura anche se meno compatta. Ho ragione di credere di aver ricevuto un forte attacco psichico, in quanto nella mia famiglia da troppi anni ormai si verificano malanni fisici, problemi relazionali, economici e malattie varie. Sono convinta che qualcuno ha volutamente mandato programmi energetici negativi sulle aure di tutta la famiglia con l’intento di annientarci. In questo caso le tecniche che ho detto sopra sono sufficienti o ci vuole una tecnica più potente? Ho l’impressione di non uscirne più, perché gli eventi negativi continuano in famiglia.

Angel: Un’aura nera preannuncia oscurità, il più delle volte perché la stessa persona è oscura e si nutre di queste energie. Però, nel caso si vedano chiazze di energia nera nell’aura, che è ben diverso, possono significare attacchi ricevuti e che stai vedendo proprio come chiazze nere all’interno della tua aura, oppure larve, etc. Dipende, perché il colore nero non ha un solo significato, nel senso che se vedi nero non significa una cosa sola.

Pagina 4 su 9

Tante cose potresti vederle color nero, anche un’entità ombra, ma non è detto che sia oscurità pura; semplicemente la vedi nera perché non hai ancora la vista energetica abbastanza sviluppata per vederne altri colori. Noi terrestri abbiamo una visuale di colori davvero ristretta, perciò magari vedi le entità color nero, ma invece potrebbero essere color blu scuro, marrone scuro, viola scuro, insomma esistono tante varianti che però con occhio non allenato non riesci a vedere, limitando la tua visuale ad un solo colore scuro che interpreti come nero. Infatti la maggior parte delle persone vedono le entità o bianche o nere, io invece le vedo quasi sempre colorate, perché vedo il loro colore dimensionale, che si può vedere solo con occhio allenato. Detto questo, dico che è rarissimo vedere un’aura nera, proprio perché è rarissimo che una persona oscura, che si nutre di prana nera, sia ancora viva. Nutrirsi di prana nera è davvero pericoloso, ti fa ammalare velocemente. Tu dici di vedere una parte della tua aura scura, ma non perché tu mediti respirando prana nera, o perché compi sacrifici umani che ti sporcano l’aura; anche perché di sicuro non saresti qua altrimenti. Vedi quella zona dell’aura scura perché lì c’è dell’energia negativa che si è infilata dentro la tua aura e che con la pratica devi ripulire; che potrebbe trattarsi di una larva, ecco perché si ripresenta così spesso.

Studente: Se una persona ha un’aura prevalentemente rossa o nera è scontato che sia una persona negativa o i colori possono prescindere dall’atteggiamento e dall’indole della persona stessa? Più un Aura è sviluppata e più coesiste in diverse dimensioni, visto questo, è possibile che esistano esseri o oggetti senza Aura? Grazie per le risposte.

Angel: Se una persona possiede un’aura rossa e nera, è quasi certo che sia una persona molto negativa, che non per forza s’intende che tratti arti oscure, ovvero che usi le tecniche oscure, ma può significare anche “solo” che si tratti di una persona molto falsa, traditrice, vigliacca, che usa le altre persone solo per il proprio interesse e che le succhia sino all’osso, proprio come una larva umana. Può trattarsi di una persona in apparenza educata e gentile, di sicuro non si riconosce subito da come parla, ma la sua “cattiveria” fondata sui comportamenti di vita gli sporca l’aura rendendola rossa; poi, quando sei sempre molto approfittatore, finisci per attrarti energie negative addosso che ovviamente non sai controllare, per esempio ti arrivano larve addosso, attacchi, etc, ed ecco il perché delle chiazze nere sull’aura rossa. Poi è certo che esistono sempre le eccezioni, però l’aura rossa l’ho vista davvero in poche persone: nei ladri, negli imbroglioni, nei truffatori, in coloro che vivono nutrendosi della vita degli altri, in pratica nelle larve umane. Non esiste oggetto né tantomeno essere vivente che non possiede l’aura, altrimenti non esisterebbe egli stesso in questa dimensione fisica, né in nessun’altra dimensione.

Studente: Com’è possibile che una persona oscura e una persona positiva possano avere la stessa aura verde?

Angel: Beh, innanzitutto l’aura verde non è per forza positiva, dipende da tanti fattori, ma di solito l’aura verde identifica una persona che ha seri disturbi di salute o addirittura mentali; tantissime volte ho visto l’aura verde nelle persone che hanno avuto un passato di droghe. Quindi non è proprio una bella cosa, ma ripeto che dipende sempre da caso a caso e di quale verde stiamo parlando. Sta di fatto che il colore dell’aura, come spiegato negli articoli sulla Visione dell’Aura, non può identificare con precisione il carattere di una persona. Ho spiegato perfettamente le ragioni per cui due persone completamente diverse, di carattere, di capacità, di tutto, potrebbero avere entrambi l’aura dello stesso colore, ad esempio gialla, arancione, viola, e via discorrendo; noi abbiamo uno spettro di colori troppo ristretto, quindi alla fine vediamo solo “pochi” colori nelle aure. Ma allenando la nostra vista energetica possiamo iniziare a vedere molti più colori dimensionali e riconoscere che anche quelle due aure “color verde” hanno colori molto diversi; per esempio una è color verde brillante, lucente, mentre l’altra è verde fogna. Capisci che c’è una grande differenza.

Pagina 5 su 9

Studente: L’aura è molto grande nel caso di persone coscienti e positive. Può essere grande anche in senso negativo? Es: persone molto malvagie. Mi è venuto questo dubbio.

Angel: Dipende tutto se stiamo parlando di persone praticanti oppure no. La grandezza dell’aura non dipende da quanto sei buono o da quanto sei cattivo, ma da quanto pratichi. Potresti essere la persona più buona del mondo, ma se non pratichi la tua aura potrebbe essere molto debole e fragile, perché indebolita dagli attacchi oscuri ricevuti dalle persone malvagie. Allo stesso tempo potremmo parlare delle persone malvagie, che se non praticano avranno un’aura molto più debole e marcia, ma se invece praticano, potrebbero avere un’aura molto più forte e imponente della persona buona descritta prima. L’evoluzione psichica, per esempio lo sviluppo delle proprie capacità extra-sensoriali, non dipendono solo dalla bontà della persona, bensì da quanto pratica. Ci sono persone buone al mondo ma per niente evolute spiritualmente, e persone molto negative che sanno utilizzare le proprie facoltà psichiche, quindi su certi aspetti sono più evoluti di altri. Il sesto senso è un senso normalissimo, anche se ce lo hanno fatto passare come qualcosa di anormale, paranormale, esterno a noi. In realtà il sesto senso ci appartiene da sempre, quindi proprio come la vista e l’udito, non importa se sei una persona buona o cattiva, perché li possiedi ugualmente. È chiaro che se parliamo di evoluzione spirituale intesa come connessione a Dio, allora ovviamente il discorso cambia, perché le persone buone sono molto più connesse a Dio rispetto alle persone malvagie; ma anche qui dipende tutto da quanto la persona pratica, perché non basta ritenersi buoni per evolversi spiritualmente. D’altro canto qui stiamo parlando di aura, quindi buona o non buona tutto dipende unicamente da quanto pratica la singola persona.

Studente: Leggendo il primo articolo su “Cos’è l’Aura” c’è scritto che spesso ci si lascia ingannare dall’apparenza dell’aura di una persona, poiché ci soffermiamo solo sugli strati più superficiali dell’aura e non andiamo in profondità. Per cui una persona buona ma che ha l’aura un po’ sgualcita dai problemi che ha affrontato durante la sua vita ci risulterà poco piacevole, come l’aura di una persona ingannatrice e approfittatrice. Ma gli strati superficiali dell’aura di queste due persone non dovrebbero essere comunque diversi dato che in un caso l’aura è stata rovinata dal suo percorso di vita mentre nell’altro si tratta di una persona approfittatrice e basta? Non dovremmo comunque percepire le persone in maniera diversa?

Angel: Gli strati sono diversi, certamente, ma le persone non nascono con un sesto senso super sviluppato, al contrario, tutte le persone di questo pianeta nascono con un forte regolatore e Low interno. Ciò significa che il tuo sesto senso non ti permette sin da subito di riconoscere le enormi differenze degli strati dell’aura della gente, ma ne rimani ingannata da una prima sensazione, che sarà negativa in entrambi i casi; oltre questo non sarai capace di decifrare, sino a quando non svilupperai il tuo sesto senso. Quindi anche se nelle due aure c’è grande differenza, tu non sarai capace di riconoscerla – senza lo sviluppo pratico del sesto senso – quindi confonderai facilmente una persona sofferente con una persona negativa, e viceversa, finendo per trattare male la persona sofferente perché la confondi per negativa, e impegnandoti a trattare bene e avere pietà della persona negativa convinta che sia una persona sofferente. Questo è un grande problema, perché si finisce per trattare male i buoni e trattare bene i cattivi, ed è uno dei tanti problemi causati dal sesto senso addormentato; ecco perché dobbiamo Risvegliarci!

Pagina 6 su 9

Studente: Come scritto nel documento, anche a me capita di incontrare delle persone che mi generano una sensazione quasi di nervosismo e di repulsione solamente vedendole e senza una ragione apparente. A volte succede che questa persona comincia a parlarmi, lo fa anche in modo educato e la sensazione precedente svanisce o almeno si riduce di molto. Ora mi viene da pensare che sebbene la loro natura sia negativa, forse anche inconsciamente tendono a mascherarla con dei modi apparentemente normali: è così o ci può essere una spiegazione diversa?

Angel: Certamente, le sensazioni di repulsione e nervosismo di solito non sbagliano, perché non si tratta solo di antipatia, ma senti che c’è qualcosa che non va in quella persona e tante volte hai ragione. Poi però lei inizia a parlarti e, in modo gentile, riesce a farti credere che tu abbia sbagliato tutto sul suo conto e che in realtà sia una brava persona, perché gentile. Ovviamente certe volte potresti scoprire davvero di esserti sbagliato, ma tantissime altre volte invece, con la sua gentilezza, riesce a nascondere le sue vere intenzioni. Le persone più sono malvage e più sono capaci di usare la finta gentilezza per riuscire ad ingannarti, scoprendo la loro vera identità tante volte troppo tardi. Quindi è bene che presti attenzione alle sensazioni che provi quando conosci qualcuno, senza partire prevenuto con l’idea che se è gentile significa per forza che nasconde qualcosa; ma senza neanche farti cullare troppo dagli allori per poi ritrovarti la pugnalata alla fine. Le apparenze possono ingannare, specie se quella persona è furba ed è abituata a ingannare la gente mascherando le sue vere intenzioni con una faccia gentile ed educata. Resta sempre cosciente e ti renderai conto dell’identità dell’altra persona prima che sia già troppo tardi.

Studente: Ho capito, poi forse anche il fatto che mentre ti parla si viene distolti dalla percezione, diciamo energetica, focalizzandosi più su quello che ti sta dicendo e si tende ad essere meno coscienti.

Studente2: Un po’ come i venditori, come ha descritto Angel nei suoi articoli, quando cercano di convincerti a venderti qualcosa nonostante non ti serva veramente. Questo perché sono stati in grado di persuaderti e quindi di influenzarti affinché tu comprassi quello specifico prodotto.

Angel: Esattamente, così ti distrae con tante belle parole e nel frattempo ti trae in inganno.

Studente: Sì, hai fatto proprio l’esempio giusto. Ho un’altra domanda sempre in tema. Quando si pensa ad una persona negativa, anche se distante fisicamente, e si prova quella sensazione di angoscia, è perché si crea un collegamento tra le rispettive aure e quindi non è solo dovuta ad un pensiero personale come può essere ad esempio un brutto ricordo?

Angel: Quando si parla di energia non esiste la distanza, quindi non dipende solo dall’aura, ma proprio dalla connessione telepatica che si crea fra te e quella persona, che porta spontaneamente ad uno scambio di informazioni/energie; in questo caso senti quella sensazione di angoscia perché pensando a quella persona ti sei connessa ad un’energia negativa, quindi è ciò che hai percepito. Il Distacco serve proprio a questo: per poter percepire gli altri senza venire sopraffatti dalle sensazioni che la loro “presenza” ci porta.

Pagina 7 su 9

Studente: Ciao Angel, vorrei chiederti come posso interpretare il seguente episodio. A me è successo che una delle mie più care amiche che pratica yoga da anni e non solo (è una persona molto aperta alla crescita spirituale), dopo quasi 10 anni di amicizia, un bel giorno ha iniziato ad accusarmi di cose inesistenti. Ha incominciato a dirmi che lei vedeva finalmente la vera persona che ero e cioè cattiva e invidiosa, che percepiva e vedeva una brutta energia attorno a me da un anno ormai, che poteva vedere i miei pensieri etc. Ammetto che un atteggiamento del genere non me l’aspettavo proprio e addirittura mi accusava di cose che non avevo mai fatto e pensato, sostenendo che lei vedeva e sentiva l’energia negativa in me. Io non la riconoscevo: aveva gli occhi e il sorriso indemoniato e mi ha anche detto cose davvero cattive, e non si faceva ammorbidire dalle mie parole e dal tentare di fargli capire che si stava sbagliando, quanto meno per le accuse infondate che mi stava rivolgendo. Io non ho passato un bel periodo ma ora sto meglio e non volevo assolutamente infondere “energie negative” sugli altri, anzi! Mi sono anche isolata perché ciò non avvenisse. Comunque per concludere vorrei chiederti: visto che sono stata io il soggetto di attribuzione di questa aura negativa, cosa devo fare? Chiedo un tuo suggerimento e consiglio. PS: altre amiche mi hanno detto che nonostante il brutto periodo infondevo energia positiva. Grazie.

Angel: Sinceramente appena hai iniziato la frase con “la mia amica che pratica yoga da anni” ho pensato subito “Ok, qui non finisce bene!”, infatti poi ho letto il seguito della tua domanda e hai descritto esattamente ciò che mi aspettavo. Questo perché alcuni percorsi, specie a seconda del loro “maestro”, ti spingono verso una via di assoluta esaltazione, dove tu sei perfetto e tutto il resto del mondo è marcio, invidioso di te, meno evoluto di te, meno importante di te; ci sei solo tu, come essere supremo e migliore di tutti, il più risvegliato, mentre tutti gli altri sono lì solo per invidiarti e al massimo servirti. Ecco poi che fine fanno queste persone: letteralmente impazziscono da un giorno all’altro, accusando i propri amici, trattando male amici e parenti, con i quali sino al giorno prima andavano d’accordo, e tanto altro ancora. Poi a causa di questi percorsi malati, perché è di questo che si tratta, ci passano anche tutti gli altri percorsi che invece sono seri e professionali, finendo per essere accomunati come fossimo tutti uguali, “tutti pazzi”, proprio come ho spiegato negli articoli del 1 Steps. Mi è piaciuta la precisione con cui hai descritto “gli occhi e il sorriso indemoniati” tipico da chi segue un percorso fondato sull’auto esaltazione, che in tutti quegli anni non fa altro che allontanarli dal vero Risveglio e dalla verità, mentre si convincono di averla trovata: basta esaltare se stessi e convincersi di essere migliori degli altri per risvegliarsi, no? Detto questo ti consiglio di farti scivolare di dosso tutte quelle brutte cose che ti ha detto e che evidentemente ti hanno ferita, perché si vede che non sei tu il problema, ma lei e le sue convinzioni. Qui non c’entra nulla l’aura, qui c’entra che ci vuole educazione prima di tutto, rispetto delle altre persone e anche un pizzico di sanità mentale, che non guasta mai. Capisco che certe cose possano ferire e farti stare male, però quando una persona inizia a mostrare cambi di umore e di comportamento così eccessivi, tanto da incolparti di cose che non hai fatto, è meglio stargli lontano, perché non porteranno nulla di buono. La testa gli è partita, lascia che vada dove meglio crede, tu invece resta cosciente e non farti toccare dalle sue inutili aggressioni verbali. Certe persone meglio perderle, perché se le tieni accanto ti portano soltanto tanti problemi e confusione. Metti da parte quella delusione e riprenditi il sorriso, che non devi farti togliere da una persona simile!

Studente: Ciao Angel, ho letto il documento sull’aura e ritrovo perfettamente una mia esperienza. Quando sono accanto ad una persona (per fortuna capita raramente) per tutto il giorno, l’indomani mi sento a terra, mi sento negativa. Lo so che è questo soggetto che mi trasferisce questa negatività, perché è una persona passiva, depressa etc. La mia domanda è: nell’immediato come posso respingere questa negatività?

Pagina 8 su 9

Angel: Ciao! Nell’immediato, quando ti trovi lì davanti a quella persona, ti consiglio di respirare profondamente e concentrarti sul rinforzo della tua aura, oppure sul rinforzo della tua protezione psichica; in entrambi i casi, utilissimi, resta cosciente di quello che stai facendo affinché la pesantezza e la negatività di quella persona non riescano ad influenzarti e quindi a farti stare male. Se pratichi subito quando ce l’hai faccia a faccia, senza aspettare a quando se ne va, ti renderai conto che l’effetto sarà molto più forte, perché la sua energia negativa non fa proprio in tempo ad entrare in te e influenzarti; se invece aspetti al dopo per praticare, gli stai dando tutto il tempo di entrare in te, influenzarti, farti abbassare etc. Recuperare la situazione più tardi diventa difficile, meglio agire subito!

Studente: Intanto ti ringrazio infinitamente Angel. Ho letto che l’energia negativa può entrare nell’aura e creare problemi in vari ambiti della vita e credo anche nella salute di una persona. Ma questa energia poi si esaurisce da sé? Se la persona non conosce il modo per neutralizzarla, quanto può andare avanti a creare problemi nella vita di quella persona?

Angel: Beh dipende, perché certe volte si esaurisce da sé, fa una botta e poi finisce; altre volte invece questa energia continua sino a diventare un vero e proprio programma nell’aura della vittima, la quale non riesce più a distaccarsene; quindi continua a ripetersi e provocare danni che proseguiranno negli anni, perché la vittima non è capace di liberarsene. Diventa quasi un loop che porta le situazioni negative a ripetersi, o meglio, la sfortuna continua a ripetersi, proponendo scenari sempre diversi, ma in ognuno finisce per andare storto qualcosa. È questo che succede quando è presente un’energia negativa divenuta ormai un programma energetico.

Studente: Buonasera Angel. Abbiamo sempre parlato di un’aura negativa che influenza negativamente un’altra aura, di una positiva che respinge quella negativa, ma vorrei capire se ci fossero casi in cui l’aura positiva, anziché allontanare quella negativa non la possa influenzare positivamente e quindi aiutarla. D’altronde, ci hai spiegato che noi, con la nostra aura, influenziamo tutto ciò che ci sta attorno. E come mai succede o non succede?

Oppure l’aiutare un’altra aura lo si può fare solo con le tecniche?

Angel: Certo può succedere, però bisogna comprendere che dipende tanto anche da quanto quella persona voglia realmente cambiare il suo carattere e quindi essere aiutata. Per fare un esempio, tante volte mi viene chiesto perché una persona che ha l’aura negativa, se si avvicina a noi (si spera che la nostra aura sia positiva) non cambia e non diventa positiva. Certo che a volte può succedere, a seconda del motivo per il quale quella persona sia negativa; ma altre volte no, perché la nostra aura non “impone” agli altri di dover essere anche loro persone buone e positive. La nostra aura può influenzare positivamente qualcuno, ma se quella persona non vuole essere positiva, non vuole stare bene o non vuole essere buona, c’è poco che si possa fare, non puoi imporre a qualcuno di diventare buono o positivo, perché appena girerà l’angolo ritornerà esattamente com’era prima, negativa o malvagia. Anzi, è un peso per noi che ci perdiamo tempo a presso. È questo che intendevi?

Pagina 9 su 9

Studente: È proprio questo ciò che chiedevo! Grazie mille Angel! Grazie mille per i tuoi consigli! Grazie a queste lezioni mi sto concentrando molto sull’aura, quindi sto cercando di studiare ogni singola cosa che mi succede durante la giornata e tutto ciò che mi sta attorno.

Angel: Molto bene! Per oggi la lezione si conclude qui, ma se avete altre domande non esitate ad inviarmele attraverso questo box. Risponderò al più presto. Intanto vi auguro la buonanotte e ci risentiamo alla prossima lezione!

Studente: Grazie mille Angel per la lezione. Essere presente a queste lezioni tenute da te è sempre un’esperienza arricchente, grazie davvero.

Studente: Lezione fantastica, Angel sei incredibile, grazie e buonanotte a tutti!

Studente: Grazie mille Angel, una lezione fantastica e veramente bellissima! Tre ore e mezza quasi e sono volate! Grazie mille, è stato fantastico! E buon riposo, buonanotte a tutti. Ciao!

Studente: Grazie mille Angel è stata una lezione super interessante! Grazie per il tuo tempo e per tutto!

Studente: Lezione stupenda davvero! Buonanotte a tutti e grazie Angel per le tue magnifiche risposte!

Studente: Lezione fantastica! Ti superi ogni volta Angel! Grazie infinite!

Studente: Grazie Angel! Bellissima lezione, buonanotte!

Angel: Buonanotte a tutti!

Fine pagina 9 su 9. Se hai gradito l’articolo, commenta qui sotto descrivendo le tue sensazioni durante la lettura o la pratica della tecnica proposta.
Questo documento è di proprietà di https://www.accademiadicoscienzadimensionale.com/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Accademia di Coscienza Dimensionale, A.C.D. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©
51+

142 Commenti

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commento *

Nome *
Email (opzionale)


  1. Molto ben strutturato, complimenti per le belle delucidazioni che dai.
    Grazie

  2. E’ confortante sapere che attraverso le tecniche possiamo difenderci dalla negatività ed allo stesso tempo migliorare noi stessi.Grazie per la diffusione di questa preziosa conoscenza.

  3. Influenze sono dappertutto, molto chiari i concetti e molto ben spiegata, bella lezione!

  4. Lezione molto interessante, ho imparato cose nuove, grazie angel

  5. Domande e risposte sempre interessanti, l’argomento aura è fondamentale per poter dirigere al meglio la nostra vita, grazie!

  6. Grazie mille per questa lezione Angel! Le risposte che dai fanno capire quanto sia importante praticare sulla propria aura per ripulire da energie manipolanti che vengono dall’esterno e che vogliono decidere della nostra vita.

  7. Queste lezioni sull’aura sono state davvero utilissime, grazie Angel per tutte le ore che ci hai dedicato! ❤️