• Home
  • Step 1
  • 21 – Domande su Low Frequency – Natura e Low: la distinzione (1 parte)

21 – Domande su Low Frequency – Natura e Low: la distinzione (1 parte)

Pagina 1 su 5

Studente: Ciao Angel, prima di iniziare ti ringrazio per tutto quello che fai. Ho notato nella mia vita un grande cambiamento in positivo in diversi settori da quando frequento questa Scuola! E tu sei UNICA. Sono emozionata all’idea di poterti scrivere… è incredibile quello che dici sulle interferenze del Low. Mi rendo conto sempre di più di come cerca in tutti modi di tenermi bassa e di interferire con il mio risveglio. Vorrei chiederti: il Low Frequency è la coscienza del pianeta che ci tiene legati ad esso per impedirci di riconoscere la nostra vera identità. La mente del pianeta è la Natura che dirige tutto e controlla anche le nostre vite? Perché la Natura vuole impedire il nostro risveglio? Avevo sempre pensato fino ad ora che la Natura facesse parte del disegno di Dio invece mi sembra di capire che essa voglia impedirci di Risvegliarci e quindi di entrare in contatto con noi stessi e con Dio. Perché? Cosa cambierebbe per lei se noi decidessimo della nostra vita? Potrebbe temere che ci dirigessimo verso l’autodistruzione e quindi verso la distruzione del pianeta? È auto conservazione? Oppure è una coscienza “malata” che vuole solo controllarci tutti?

Angel: Ciao! Innanzitutto, la Natura e il Low non sono la stessa cosa ma fanno entrambe parte della Mente di Gaia. Ecco forse il motivo per cui ti sei confusa: hai pensato che fossero la stessa cosa perciò è normale che ti sia sorta la domanda del perché la Natura dovrebbe volerci legare. Non è la Natura il problema bensì quella parte bassa della mente di Gaia che ci tiene troppo legati a questo pianeta. Potremmo infatti definirla la parte energetica più bassa del pianeta, la sua vibrazione più opprimente; a differenza della Natura che invece è la sua parte più evoluta. Naturalmente stiamo parlando della parte più evoluta di questo pianeta, in quanto al di fuori esistono vibrazioni molto più alte di quella presente nella Natura di questo; ecco perché per evolverci spiritualmente non ci basta andare in un parco e stare a contatto con la Natura ma dobbiamo invece anche praticare per evolverci su vibrazioni superiori a quelle che troviamo qui su Gaia. Come ho spiegato negli articoli precedenti, nell’esempio della palude, potremmo chiederci come mai il pianeta dovrebbe creare delle zone della Terra così pericolose per noi, così sporche o negative. Il Low Frequency è come quella zona paludosa della mente di Gaia: ci tiene legati, impigliati nelle basse frequenze, perché il Low vuole che restiamo tutti obbedienti agli istinti da lui inseritici, come devono fare gli insetti e gli animali. Quando il Low si rende conto che vogliamo uscire dai suoi schemi, alzando il nostro tonale, ci riabbassa per riportarci sotto il suo controllo. Lo fa perché la mente del pianeta si aspetta e pretende che tutto ciò che nasce al suo interno le appartenga fino alla fine; ciò significa che pretende che noi, come Anime, le dobbiamo appartenere, non solo nel corpo ma anche nella totale esistenza. La mente del pianeta è abituata a riciclare le energie, così fa nascere gli insetti, poi essi muoiono e ricicla le energie per farne nascere di nuovi. Vorrebbe fare la stessa cosa con gli umani e con la maggior parte lo fa. Però non tutti gli umani sono uguali, questo perché una parte di noi non è nata solo per lavorare, mettere su famiglia e basta, ma siamo nati come Anime che hanno uno scopo di vita che va ben oltre. Noi lavoriamo, mettiamo su famiglia, ma il nostro scopo di vita non è solo questo, lo facciamo perché seguiamo le istruzioni di questo gioco chiamato Matrix e perché ci piace farlo ma non è la ragione per la quale siamo nati. Altre persone invece sì, e non c’è da negarlo, perché sono loro stessi a dirlo: “Io ho scoperto la ragione per cui esisto solo da quando è nata mia figlia” e va bene così. Altre persone invece sono nate per qualcosa di più perché non sono solo Coscienze ma sono Anime. La mente di Gaia possiede un lato molto buono che vuole avvicinarsi a Dio che noi conosciamo con il nome di Natura; infatti la Natura è la parte del pianeta più vicina alle alte vibrazioni. Invece, il Low Frequency è la parte più bassa del pianeta, è la zona più paludosa energeticamente, che tenta di mantenere il controllo eccessivo su di noi. Bisogna, però anche anticipare che il Low non è sempre stato così ma è diventato più pressante a causa di ragioni che spiegherò molto più dettagliatamente nelle prossime lezioni. Infatti, tempo addietro, il Low era molto più leggero di come lo conosciamo oggi.

Pagina 2 su 5

Studente: Rileggerò tutta la lezione a fondo dall’inizio ma ora che hai risposto è tutto molto più chiaro. Grazie.

Studente2: Ciao Angel e ciao a tutti, sono felice di fare parte di questa splendida famiglia ed è bello essere tutti insieme contemporaneamente qui a lezione. Grazie per la tua super pazienza soprattutto con me che sono un po’ imbranata e sbaglio tante cose, grazie perché ci accetti con tutti i nostri difetti, dubbi e perplessità e ci aiuti a trovare la giusta strada, com’è successo e sta succedendo con me e per questo ti sarò infinitamente grata e non sarà mai abbastanza tutto ciò che potrei fare per sdebitarmi con te che sei unica nell’universo! Ormai risiedi nel mio cuore a vita. Vorrei sapere: il Low Frequency ha qualcosa a che fare con la forza di gravità?

Angel: Ciao! È un piacere aiutarvi. La forza della gravità più che del Low Frequency è una regola di questo Matrix. In un certo senso è una delle regole che caratterizza il Matrix di questo pianeta, infatti in altri pianeti la gravità è diversa. Su altre dimensioni, la forza di gravità è addirittura inversa, a seconda delle regole del Matrix che si trovano su quella dimensione. Ma ci arriveremo per gradi; ciò che è importante al momento è riconoscere la semplice differenza fra Matrix e Low. Il fatto è che tanti parlano di questi due argomenti come fossero uno solo perché purtroppo non hanno compreso le differenze; un po’ come si parla di terzo occhio e di chakra della mente come fossero la stessa cosa, sebbene invece si tratti di due argomenti separati. Eppure fra Matrix e Low ci sono grandi differenze e le capirete sempre meglio attraverso questo percorso.

Studente: Ciao Angel, grazie ancora della possibilità di poterti fare delle domande, lo trovo davvero molto utile. Volevo fare questa domanda riguardo a quando dici che la Natura è la parte del pianeta più vicina a Dio; suppongo che questo sia il motivo per cui stando in mezzo alla natura, il Low fa meno effetto ed è più piacevole meditare. Avrei una domanda un po’ più complessa ma spero di non andare troppo avanti o addirittura fuori tema. Se ho capito bene, la Natura fa parte della mente di Gaia e regola tutto con meccanismi perfetti da permettere la vita sulla Terra ma si occupa anche di compiere azioni necessarie alla sua sopravvivenza. Quindi mi chiedo: quando ci sono eventi o agenti esterni che potrebbero mettere in pericolo l’equilibrio che ha creato, la vita degli esseri umani sulla Terra o addirittura la stessa esistenza di Gaia (inquinamento, cambiamenti climatici tramite scie chimiche, bombe atomiche e disastri nucleari, giusto per rendere l’idea), in che modo si difende? Potrebbe anche compiere gesti estremi? Io ho sempre pensato che quando non ne può proprio più fa tipo un “tabula rasa”, un “reset totale” per poi ripartire da capo. Non so come spiegarlo ma sento la leggenda del diluvio universale come una sorta di metafora che ci viene raccontata per spiegare questo concetto e la fine delle civiltà passate che erano molto più evolute della nostra attuale. Non è che magari ci troviamo qui proprio per portare la Luce di Dio ed evitare che questo succeda nuovamente? Scusami se mi sono allontanato troppo dal discorso Low Frequency, grazie mille Angel.

Angel: Ciao, ritengo che la tua sia una domanda molto importante. Partiamo subito dal fatto che ovunque ti giri, ovunque vai e con chiunque parli, ci sarà sempre qualcuno che cercherà di inculcarti l’idea che gli umani siano il problema del mondo, che noi umani siamo il nemico della Terra, che noi la stiamo distruggendo, che a causa nostra il pianeta sta soffrendo etc etc. e a quel punto viene spontaneo pensare che il pianeta voglia liberarsi di noi, che voglia ucciderci o dimezzare la popolazione, magari attraverso “catastrofi naturali” per vivere meglio in nostra assenza. La verità è molto diversa ma sin quando ascolterai la voce degli ignoranti e dei depressi, ti convincerai che il pianeta voglia far estinguere la razza umana per riportare la serenità sulla Terra e che lo stia facendo attraverso vari mezzi.

Pagina 3 su 5

Peccato, però, che quei mezzi non appartengono al pianeta, bensì vengono simulati attraverso la tecnologia. Il primo metodo che verrebbe da pensare potrebbero essere i terremoti che distruggono abitazioni o intere città, per i quali qualcuno cerca di convincerci che la Terra abbia deciso spontaneamente di mettere in moto quel terremoto per ucciderci tutti e liberarsi di noi. La verità è molto diversa! La maggior parte dei terremoti di oggi non sono affatto naturali ma sono prodotti dall’utilizzo di tecnologie mirate a creare danni al pianeta. E da chi è controllata questa tecnologia? Da precise e poche persone che hanno idee molto oscure verso questo pianeta. Ti basti pensare che esistono gruppi di persone che ritengono l’umanità troppo poco evoluta per essere al loro livello e che loro (questi gruppi di persone) siano gli unici a meritare di vivere mentre gli altri dovrebbero morire. A questo punto hanno cercato di diffondere l’idea che la razza umana vada dimezzata e molte persone comuni ripetono questa pappardella a memoria, senza neanche capire quante assurdità escano dalla loro bocca. Quindi partiamo subito dalla realtà che l’umano non è il problema di questo pianeta altrimenti non ci avrebbe nemmeno dato la vita. Esistono persone molto oscure che vogliono farci distruggere con le nostre stesse mani ma non siamo tutti come loro. Loro creano il problema all’interno del pianeta per eliminarci, poi ci danno le colpe di queste catastrofi da loro create, affinché decidiamo di auto eliminarci con le nostre stesse mani. In altre parole loro prendono l’arma e distruggono la vita, poi dicono a noi che è tutta colpa nostra, che semplicemente il fatto che noi esistiamo è la causa di tutti i mali. Mi fermo qui perché l’argomento è molto vasto e approfondiremo in seguito. Il punto è che gli umani fanno parte di questo pianeta e sono davvero molto importanti per Gaia. Però siamo tanto ignoranti, tanto da credere che noi stessi siamo il problema, che la nostra colpa è quella di esistere, senza renderci conto che il vero problema è l’oscurità. Gli umani non sono di natura oscura, è l’oscurità che ci rovina. Quando vedi un neonato, quando guardi un bambino piccolo negli occhi, potresti mai pensare che lui sia l’incarnazione del male? No, perché guardandolo ti rendi conto che l’umano di natura è buono, è positivo, è luce, è amore. Soltanto dopo, crescendo fra mille ingiustizie e sofferenze, finisce per commettere anche lui errori e azioni negative. Guarda negli occhi un neonato e dimmi se hai il coraggio di dire che lui sia nato oscuro. A quel punto capisci che il problema non sono gli umani come popolo ma sono le interferenze oscure che cercano di infilarci pensieri oscuri nella mente, che successivamente diventeranno azioni dannose per noi e per gli altri. Quindi cito la tua domanda:
“Quando ci sono eventi o agenti esterni che potrebbero mettere in pericolo l’equilibrio che ha creato, la vita degli esseri umani sulla Terra o addirittura la stessa esistenza di Gaia (inquinamento, cambiamenti climatici tramite scie chimiche, bombe atomiche e disastri nucleari, giusto per rendere l’idea), in che modo si difende? Potrebbe anche compiere gesti estremi? Io ho sempre pensato che quando non ne può proprio più fa tipo un “tabula rasa”, un “reset” totale per poi ripartire da capo.”
Ti rispondo che il Pianeta e quindi la sua Natura è molto, molto intelligente, anche se spiritualmente ancora un po’ troppo incosciente. Però, lei a differenza nostra, mette davanti la Vita prima dell’orgoglio personale. Prima di distruggere tutto cercherà mille soluzioni per far tornare il tempo sereno, a differenza nostra che, appena qualcosa non ci piace più o ci sembra rotta, la buttiamo via subito senza tentare di riaggiustarla. Qui però non stiamo parlando di un oggetto rotto ma della vita. Se durante la tua vita ti sei rotto un piede, hai deciso di punto in bianco di tagliartelo? No, ovviamente prima hai cercato mille soluzioni per risolvere il problema, perciò il piede ce l’hai ancora. Ecco, il pianeta non distrugge l’umanità di punto in bianco, nemmeno con il diluvio universale che, fra l’altro, è un’altra di quelle storie che ci sono state raccontate diversamente da com’è accaduto realmente, proprio come l’estinzione dei dinosauri che non è avvenuta così “facilmente e velocemente” come ci viene fatto credere. Il pianeta, seppure con i suoi tempi che potrebbero non essere immediati, cerca delle soluzioni per risolvere tutti i problemi che gli esseri viventi dentro di lui potrebbero accidentalmente causare al suo interno. Da non credere che tutti i problemi del mondo siano “opera dell’uomo” perché il pianeta sa gestire molto bene le nostre “opere” anche quando errate.

Pagina 4 su 5

Il problema vero nasce quando precisi individui scelgono, volontariamente, di creare armi per distruggere il pianeta dall’interno. Permettimi di dirti che non è colpa dei cittadini comuni se il mondo sta soffrendo così tanto perché ci sono armi ben peggiori che alcune persone specializzate stanno utilizzando miratamente per distruggere la popolazione e l’intero pianeta poco per volta. Loro pensano di essere gli unici a meritare di vivere perciò stanno lavorando per distruggere il resto della popolazione con l’idea che siano troppo stupidi per meritare di vivere. Che sia vero che gli umani siano stupidi o no, ciò non significa che qualcuno si possa auto-eleggere capo degli altri e fare sterminio. Basta che apri gli occhi e ti rendi conto di quante persone, nella storia, ci abbiano provato; ecco, ce ne sono tante altre che ci stanno provando ancora oggi ma in maniera più nascosta. La parte peggiore è che faranno credere agli umani che sia tutta colpa nostra, per il semplice fatto che esistiamo. Permettimi di dirti che gli umani non sono stupidi ma ignoranti, questo sì. Ecco perché tante persone, senza nemmeno sapere quello che stanno dicendo, ripetono a pappagallo: “Noi siamo il problema, dovremmo morire tutti”. Beh, che devo dirti, che inizino da loro stessi, ma non se la prendano con chi invece ha tutta l’intenzione di vivere.

Studente: Ciao Angel, volevo fare un paio di domande per chiarirmi qualche particolare: sono solo curiosità quindi se ritieni che non siano istruttive puoi anche non rispondere, va benissimo lo stesso.  Nella prima lezione sul Low hai detto che Natura e Low sono due coscienze distinte del pianeta. Questo mi è un po’ difficile da capire nel senso che generalmente associo ad un essere vivente una sola coscienza, quindi anche per Gaia credevo ne avesse una sola. Non escludo nulla a priori quindi può anche essere così, però è una cosa nuova e volevo una conferma. Hai descritto Low e Natura come due intenti diversi della stessa mente, essendo costituiti della stessa energia del pianeta ma con due obiettivi diversi. Visto che il Low è quell’energia intelligente che cerca di mantenere gli esseri viventi nella bassa vibrazione per poterli comandare completamente. È così? Grazie.

Angel: Ciao! Ho scelto volontariamente di utilizzare il termine coscienza anche se immaginavo che avrebbe portato un attimo di confusione in un primo momento. Naturalmente il pianeta è vivo e possiede una Coscienza che potremmo identificare come la sua Anima, quindi una parte molto evoluta, come la potremmo possedere noi, anche se al momento può risultare difficile immaginare questo pianeta come “vivo”, se hai sempre visto il pianeta come un semplice insieme di roccia e acqua. Eppure anche il pianeta è vivo e possiede una Coscienza, anche se diversa da come ce l’aspettiamo. Il Low e la Natura sono due facoltà della sua mente, un po’ come le possiedi tu e il tuo corpo. Il tuo cervello dirige il tuo corpo fisico, parte dal cervello il movimento che poi il tuo corpo compirà. Allo stesso tempo però, tu hai anche tante altre facoltà, per esempio quella di ricordare, che è molto diversa dalla facoltà di muovere il corpo. È solo un esempio per farti capire che il Low e la Natura fanno entrambe parte di questo pianeta, seppure si tratti di due capacità molto diverse. Ho deciso di utilizzare il termine coscienza perché sia la Natura che il Low Frequency sono talmente grandi e talmente intelligenti che possiamo parlare di loro come fossero due intelligenze separate seppure facciano entrambe parte dello stesso pianeta. Se vogliamo parlare della tua capacità di muovere il corpo, o della tua capacità di ricordare, sembrerebbe che si tratti di due azioni completamente diverse e lontane fra loro, eppure per compierle devi utilizzare per entrambe il cervello. Anche il pianeta possiede una mente, che seppure diversa dalla nostra, possiede anch’essa una sorta di intelligenza che coordina le funzioni vitali (che chiamiamo Natura) ma possiede anche altre facoltà, una delle quali si chiama Low Frequency. Quindi l’esistenza della Natura non esclude l’esistenza del Low, o viceversa, in quanto il tuo cervello ti permette di compiere una miriade di azioni, non soltanto una escludendo le altre. Perciò ho deciso di utilizzare il termine “coscienze” per farvi comprendere quanto siano grandi e intelligenti entrambe ma non bloccatevi su quel termine, perché è chiaro che il pianeta possegga un’unica “Coscienza” intesa come “Anima”. Spero che ora sia tutto più chiaro.

Pagina 5 su 5

Il fatto è che quando si pensa a Low e Natura come due istinti della stessa coscienza, si passa subito sull’idea che la Natura sia troppo buona per “tenerci tutti legati”, dimenticandosi che sono due istinti distinti e non un’unica cosa. Ecco perché ho deciso di descriverli come fossero due intelligenze separate: soltanto per aiutarvi a riconoscere chi si occupa di cosa.

Studente: Ciao Angel! Mentre leggevo l’articolo sul Low (all’una di notte da solo nella mia stanza) si sono verificate nell’arco di 10 minuti tre distrazioni a cui non avrei mai fatto caso se tu non me le avessi fatte notare. Mi è squillato il telefono, è passato uno sotto casa mia con lo stereo a bomba in macchina e hanno cominciato a fare dei lavori notturni con il martello pneumatico (abito vicino a un’autostrada) tutto ciò ripeto nell’arco di 10 minuti! Sono sconvolto e allo stesso tempo sempre più appassionato. Non vedo l’ora di proseguire nella lettura dei prossimi argomenti.

Angel: Questo per farti comprendere che il Low esiste e vuole distrarti dall’evoluzione spirituale, ma questo è solo l’inizio e te ne accorgerai sempre di più. Se ti rendi conto che il Low esiste, capisci sempre meglio quanto sia importante che noi ci evolviamo per uscirne e diventarne liberi; altrimenti non s’ingegnerebbe così tanto per distrarci con queste misere soluzioni, che però purtroppo tante volte funzionano. Per oggi abbiamo concluso ma vi invito a scrivere tutte le vostre domande nella sezione apposita. Risponderò il prima possibile. Nel frattempo, attendo di leggere le vostre considerazioni a conclusione di questo articolo, nei commenti qui sotto! Buona serata!

Fine pagina 5 su 5. Se hai gradito l’articolo, commenta qui sotto descrivendo le tue sensazioni durante la lettura o la pratica della tecnica proposta.
Questo documento è di proprietà di https://www.accademiadicoscienzadimensionale.com/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Accademia di Coscienza Dimensionale, A.C.D. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©
61+

219 Commenti

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commento *

Nome *
Email (opzionale)


  1. Grazie delle spiegazioni, è tutto chiaro! molto interessante il tema delle persone oscure che tentano di distruggere noi ed il pianeta… Non vedo l’ora di arrivare all’articolo che spiega come mettergli i bastoni tra le ruote 😎 anche se forse ho intuito come…
    Proseguiró questo percorso con un obiettivo in più e raddoppiata determinazione!!