• Home
  • Step 2
  • 038 – Domande su Ripulire l’energia – Capisci come essa influenza la tua energia interna (3 parte)

038 – Domande su Ripulire l’energia – Capisci come essa influenza la tua energia interna (3 parte)

Pagina 1 su 8

Angel: Buonasera a tutti! Oggi risponderò alle vostre domande sulla Pulizia energetica interna.

Studente: Ciao Angel e a tutti! La pulizia energetica è la mia tecnica preferita! Dopo mi sento davvero rinata, ripulita e splendente! Non ne potrei davvero più fare a meno! Avrei due piccole domande. Hai detto che non possiamo assorbire energia negativa perché il nostro intento è assorbire energia bianca purissima ma, a volte, quando sono molto arrabbiata o triste vedo nell’aria delle chiazze rosse (onestamente questo accadeva prima che iniziassi a praticare, infatti da quando medito grazie ad ACD è capitato raramente). La domanda è se la pulizia energetica oltre a ripulire il nostro interno agisce anche all’esterno se abbiamo dell’energia negativa vicino… e quando ripuliamo qualcun altro a distanza, se non tagliamo i fili e le connessioni, quali sono le possibili conseguenze? Spero di essermi spiegata bene!

Angel: Ciao, riguardo alla prima domanda, è un po’ confusa. Nel senso che mentre stai meditando, non assorbi energia oscura per sbaglio, perché il tuo intento è richiamare prana positiva, che ti faccia stare bene. Ma al di fuori della meditazione, ovvero quando viviamo le nostre giornate Low, è normale che se non sei cosciente tutto il giorno puoi assorbire molta energia negativa durante le più svariate situazioni, ad esempio quando lavori e ti stressi o quando battibecchi con qualcuno anche per pochi istanti e per banalità; questo accade e molto spesso, specialmente se sei arrabbiata o triste. È ciò che accade da sempre: quando sei triste assorbi e crei maggiore energia negativa in te; ecco perché dovremmo cercare di essere sempre positivi durante il giorno. Ma è una cosa che fai involontariamente, non di certo quando pratichi. Quando mediti ti alzi ad una vibrazione più alta anche senza che te ne renda conto, ed è per questo che ti allontani dalle energie negative da cui invece sei più facilmente influenzabile quando sei incosciente durante il giorno (quando ti trovi nel Low). Mentre pratichi sai che cosa vuoi ottenere, dentro di te segui il tuo desiderio e quindi l’intento di stare meglio, inoltre sei più cosciente quindi è ovvio che non attirerai energia negativa volontariamente. Non devi avere dubbi su questo. Ad ogni modo, anche se dovessi vedere delle chiazze rosse in giro, questo non significa che le stai assorbendo, significa solo che l’energia del luogo in cui ti trovi è un po’ negativa o si è sporcato lì per lì ma puoi ripulirlo senza preoccuparti, perché se ci agisci fai in fretta a ripulire. Se vedi delle chiazze rosse intorno a te non significa che le stai respirando e assorbendo, cioè le stai vedendo davanti a te in una stanza, non la stai vedendo che entra dal tuo naso o dalla bocca; perciò non avere timore di questo perché sono paure inutili. Riguardo la seconda domanda: la pulizia dell’energia in primo luogo pulisce la nostra energia interna, ma come effetto secondario aiuta a pulire anche il luogo in cui ci troviamo, anche se ripeto è un effetto secondario quindi ovviamente l’effetto è inferiore rispetto a quello che ha sul nostro interno; però c’è, questo è certo. Se volessi concentrarti particolarmente sulla pulizia del luogo, dovresti praticare la tecnica della pulizia esterna che come effetto secondario avrebbe anche la pulizia interna, che si tratterebbe di un effetto inferiore ma comunque esistente. Quando pratichiamo su qualcun altro, lontano o vicino, a prescindere dalla tecnica che svolgiamo su di lui (che sia dalla Protezione, alla Guarigione, a qualunque altra tecnica) è importante – conclusa la pratica – tagliare bene i fili per vari motivi: il primo è perché il Low sfrutterà questo filo per abbassarti ulteriormente. In pratica, senza che tu e l’altra persona lo sappiate ovviamente, il Low usa il potere che ha su quella persona per agganciare anche a te Low e pesantezze varie, che mirino a farti arrivare più pesantezza durante il giorno, quindi meno voglia di praticare, più pensieri per la testa, anche ossessioni, oppure pensieri che seppure non siano proprio negativi sono comunque molto bassi di frequenza e molto ripetitivi, quindi ti tengono ancorato lì, fra i mille pensieri.

Pagina 2 su 8

Purtroppo sottovalutiamo questo aspetto e pensiamo che sia di poco conto, che alla fine sia una piccolissima percentuale di peso che non ci cambia la giornata. Invece ce la cambia eccome! Perché se tagliamo i fili, per davvero, e prendiamo l’abitudine di tagliarli tutti i giorni, ci togliamo di dosso così tante pesantezze che la giornata cambia rapidamente. Ti ritrovi ad avere più tempo libero, più voglia, più energia, più motivazione e più creatività, che puoi sfruttare sui vari campi (sia creatività per le tecniche e le pratiche spirituali, che per faccende più materiali come hobby e passioni) e soprattutto aumenta la tua fiducia in te stesso, aumenta la tua idea di potercela fare. Se invece non tagli i fili, non ti rendi minimamente conto di quanto le persone ti abbassino e ti buttino giù, ed è questo il brutto, che non te ne rendi conto quindi pensi di essere tu fatto così e pensi che sia tutto normale. Il punto è che se non tagli i fili, non ti rendi conto minimamente delle differenze che ci sono rispetto a quando invece li tagli. Inoltre, quando pratichiamo su una persona, creiamo una connessione voluta, (ovviamente, altrimenti non riusciremmo nella tecnica) e dopo averla conclusa ci basterebbe tagliarla e con questo piccolo gesto che non ti fa davvero fatica, ed è veramente semplice da attuare, risolveresti qualunque problema. Invece no, vogliamo credere che tagliare i fili non sia essenziale e ci dimentichiamo di praticarlo. Così inizia immediatamente l’arrivo delle botte Low, tutte poco evidenti, perché tutte queste botte (che sia sonnolenza, che sia fatica, che siano pensieri che frullano in testa senza stop) le accettiamo immediatamente in noi pensando che sia tutto normale; quindi non ci rendiamo conto che sia Low, perché pensiamo sia roba nostra. Ecco le ragioni essenziali per cui bisogna sempre, sempre sempre, tagliare i fili dall’altra persona. Non c’è da avere paura, perché stiamo parlando di Low, però non bisogna pensare che se qualcosa non è aggressivo e non ci mette paura allora possiamo caricarcene i pesi addosso come se nulla fosse. Ok i fili non ci fanno paura ma non per questo dobbiamo restare legati da loro e sottomessi alla pesantezza del Low che passa attraverso di essi. Se tagliamo le connessioni ci togliamo un sacco di problemi!

Studente: Grazie volevo una conferma su questo! Grazie, Angel! Non so come abbia fatto a sfuggirmi questo passaggio fondamentale! Io taglio i fili mattina e sera ma non dopo aver praticato su qualcuno! Praticamente un’idiozia! Ecco perché è fondamentale ripassare e leggere rileggere le lezioni! Da oggi seguirò il tuo consiglio e taglierò i fili anche subito dopo aver praticato su qualcuno. Grazie di cuore.

Studente2: Grazie Angel, molto utile questa risposta. Più di una volta mi è capitato di sbagliare, non tagliando i fili ad esempio dopo aver praticato su qualcuno. Me ne sono accorta proprio leggendo gli articoli di stasera! Grazie!

Studente3: Ciao Angel, la mia domanda riguarda la pulizia energetica. Quando la pratico a distanza, ultimamente, soprattutto su delle persone, mi viene più pratico in alcune occasioni “avvicinare” la loro frequenza a me, per praticare meglio. Non so se riesco a spiegarmi, ma intendo che invece ad essere io ad andare energeticamente da loro, mi aggancio alla frequenza e la avvicino, praticando come se quella persona fosse vicina a me, ad esempio nella mia stanza. Ho provato in questo modo in un paio di occasioni anche con la guarigione energetica e se da una parte mi sembra di fare un buon effetto dall’altra al contrario ho dubbi sulla riuscita della tecnica sul fare effetto nella realtà, in quanto mi viene il dubbio di stare solamente visualizzando, in quanto l’energia di quella persona non si trova realmente nella mia stanza… Spero di essermi spiegata… Grazie infinite per tutto il tempo che ci stai dedicando e per questo meraviglioso percorso! Grazie di cuore!

Pagina 3 su 8

Angel: Capisco cosa intendi, ma ti consiglio di non agire in questo modo, sia perché rischi di perdere più tempo, energie e avere meno risultati, sia perché nel frattempo stai connettendo maggiormente l’energia di quella persona nella tua stanza che comporta anche connettere il suo Low in casa tua, la sua pesantezza. Quando pratichi su una persona tu non devi esserne influenzata, sei tu che devi influenzare lei con la tua energia (per esempio andando a Proteggerla) non è lei che deve influenzare te lasciando il suo Low in casa tua. Così come stai agendo ora non è così produttivo come sembra. Quindi ti consiglio di essere sempre tu quella che deve spostarsi energeticamente per andare nel luogo interessato e fare effetto su quello; non “portare il luogo” da te, perché ha poco senso sia perché farai meno effetto sulla questione, sia perché ti starai addossando più pesi che altro. Sei tu che devi fare effetto su di lui, o lui che deve fare effetto su di te? Perciò sii tu a spostarti energeticamente e dirigerti verso quel luogo, o verso quella persona; non il contrario. Quando hai concluso, ricordati di tagliare bene i fili e le connessioni. Il mio consiglio ti servirà per moltissime altre tecniche che imparerai nel futuro, quindi inizia già da ora a prendere l’abitudine di agire in questo modo.

Studente: Buonasera a tutti. È una cosa che mi chiedo spesso, visto che ho un bambino piccolo. Nel contesto capricci, quando si arrabbia e piange emana energia negativa? Come bisogna comportarsi in quel caso, devo ripulire l’energia dell’ambiente tutte le volte?

Angel: Prima di tutto è importante che ti chiedi il perché si lamenta, si arrabbia e piange. Troppo spesso sottovalutiamo il linguaggio dei bambini perché pretendiamo che loro comunichino come gli adulti, ma non sono adulti! Sono appena entrati in questo mondo, non conoscono sin dalla nascita il nostro modo di comunicare come se fosse dovuto, non sono ancora capaci di spiegare con termini precisi cosa esattamente stanno provando, perché stanno soffrendo, che cosa li disturba. A partire dal neonato, al bambino un po’ più grande, ignoriamo di continuo che il loro linguaggio è molto più “diretto” del nostro. Quando il bambino piange, soffre o “fa i capricci”, chiediamoci cosa c’è dietro, quale tipo di energia lo ha colpito per farlo reagire così. Troppe volte ignoriamo che i bambini sono le prime vittime che subiscono le energie negative e le assorbono tutte, come spugne, e non è colpa loro se dopo cercano di sfogare nell’unico modo che conoscono. Tu come scarichi il tuo stress? Prima che imparassi a meditare probabilmente cercavi di scaricarlo in altri modi, c’è chi lo scarica in maniera sana (facendo sport, allenandosi e stancandosi fisicamente per scaricare la tensione) o chi lo scarica in maniera meno sana (giocando con i videogiochi, passando molte ore nei social network) o ancora chi nasconde (ma non scarica!) il proprio stress su vizi ben peggiori (come l’alcool, andando a bere tutte le sere o alzando il gomito in casa; con il fumo, oppure con i giochi d’azzardo..) e chi invece ha potuto conoscere la Meditazione e sicuramente si libera dello stress attraverso di essa. Ma i bambini non scaricano in nessuno di questi modi, perché non gli è stato insegnato dai genitori. Quindi non sanno di essere stressati, non sanno che potrebbero scaricare la tensione con lo sport e con la meditazione, perciò sfogano nell’unico modo che conoscono che è quello di piangere, lamentarsi, fare capricci. Anche se il bambino fa i capricci verso un giocattolo ad esempio, il suo vero obiettivo non è il giocattolo in sé in quanto è solo una qualsiasi valvola di sfogo. Se non è il giocattolo è un’altra cosa, tante volte è un capriccio a vuoto, nel senso che nemmeno loro sanno dire il perché stanno facendo i capricci, ed è ovvio, non sanno dirlo perché non sanno spiegarti che non è una ragione fisica per cui sono nervosi, bensì è un fattore energetico.

Pagina 4 su 8

Sono nervosi perché in quel momento un tipo di energia negativa li ha colpiti, e loro non sanno come liberarsene e cercano disperatamente di scaricare attraverso il pianto, le lamentele, appunto i cosiddetti capricci. I bambini sono molto più percettivi degli adulti e non cercano subito una spiegazione razionale con cui zittire il proprio sentire, ma comunicano immediatamente ciò che stanno provando. “Mi sento triste = piango”. Se un bambino piange dal nulla, metti da parte tutte le idee che ci vengono inculcate sui bambini, ma cerca di ascoltarlo di più, cerca di capire il perché sta piangendo. La maggior parte delle volte in cui i neonati piangono, è perché vedono o percepiscono energie negative che li stanno colpendo e che ovviamente sono troppo deboli per contrastare, quindi subiscono, di conseguenza soffrono e piangono a dirotto per i dolori fisici ed emotivi provocati da quella negatività; e come peggio ancora, i genitori pensano che siano solo capricci e si infastidiscono se il bambino piange. Anziché lasciarlo piangere e stressarti dandogli le colpe, presta più attenzione alle energie che lo colpiscono. Prima ancora di pensare a ripulire l’energia della casa dopo che il bambino piange, pensando che sia lui a sporcare l’energia, chiediti perché sta piangendo e concentrati piuttosto a praticare la Protezione sulla casa e su di lui, affinché non ci siano energie negative a colpirlo. È questo il giusto modo di reagire: proteggere il bambino dalle energie negative, assicurandogli un ambiente positivo e pulito, ma soprattutto schermato dalle influenze energetiche che possono entrare dall’esterno in qualunque momento, sia di giorno che di notte. Troppe volte i genitori sopravvalutano se stessi, perché pensano “Sinché guardo il bambino e lo tengo sott’occhio, non può accadergli nulla di male… e se piange dal nulla, significa che è un capriccio, perché lo stavo guardando e non è successo nulla che potesse dargli fastidio o fargli male, quindi non ha ragione di piangere!” ed è qui che si sbagliano. Tu non hai la vista energetica sviluppata, quindi non vedi cosa realmente accade in quella stanza. Tu puoi vedere solo gli eventi fisici, per esempio se il bambino cade o sbatte contro qualcosa e si fa male, puoi vedere questo, ma non puoi vedere se un’energia negativa lo sta colpendo, o se c’è un’entità negativa che lo sta destabilizzando, perché non hai ancora sviluppato la tua vista energetica. Il suo sviluppo dipende da te e da quanto pratichi quella tecnica. Quindi non vedi ciò che accade al bambino nel sottile, ed è per questo che credi stia piangendo senza ragione, ma in verità la ragione c’è, solo che tu non puoi vederla e a causa di ciò, ignori la possibilità che ci sia qualcosa che non va e dai tutte le colpe al bambino. “Se lui piange, è colpa sua”; ma in verità se lui piange è perché c’è una ragione dietro. Se è stressato, triste e cerca di sfogare, concentrati immediatamente a Proteggere la casa e la stanza in cui il bambino si trova in quel momento, perché significa che c’è un’energia negativa che lo sta seriamente disturbando. Se dopo aver Protetto, il bambino smette immediatamente di piangere e improvvisamente diventa felice e giocoso, chiediti perché! Attenzione: ho detto “se dopo aver Protetto”, non ho detto “se dopo che hai pensato di iniziare a proteggere…” perché un conto è pensarlo, un conto è agire e farlo. Pensare di proteggere non è Decidere di proteggere, e molti confondono il pensarci con l’agire. Vedrai che se decidi di proteggere ancor meglio tutte le volte che il bambino si lamenta, in casa nascerà una bella atmosfera e il bambino si lamenterà sempre meno, farà meno capricci e avrà meno pianti isterici e dal nulla, come invece accade quando non proteggi abbastanza. Vedi bene che l’abbastanza non lo decidi tu, ma i fatti. Se vedi che il bambino piange di punto in bianco, significa che il tuo “abbastanza” non basta realmente. Detto ciò vedrai che non ci sarà bisogno di fare una pulizia energetica ad ogni suo capriccio, sia perché se proteggi meglio non ne farà più così tanti, sia perché il problema di fondo è l’energia negativa che è già presente e che colpisce il bambino, non tanto il suo metodo di scaricare lo stress (il pianto). Pulisci l’energia della casa e proteggi e vedrai che tutto migliorerà.

Pagina 5 su 8

Studente: Ciao a tutti, ci sono persone che pur essendo ignare di tutto ciò che riguarda l’energia riescono ad averne la maggior parte delle volte una buona e pulita, lo fanno in modo inconscio? O c’è qualche differenza di base tra chi come me ne viene colpito continuamente dall’esterno e loro?

Angel: Ciao, tu dici che abbiano un’energia pulita, perché dici questo? Chi lo dice? Lo sostieni tu, ma loro non sanno cos’è l’energia quindi nemmeno sanno di averla pulita; e nemmeno tu lo sai, dato che hai appena iniziato il percorso di conoscenza sull’argomento e non sai ancora riconoscere chi realmente ha l’energia pulita da chi invece ce l’ha sporca. Non si può giudicare l’energia di una persona dalla sua apparenza o dal suo modo di comportarsi con te. Probabilmente ritieni che esse abbiano un’energia pulita perché sono persone che verso di te si comportano bene, sono buone o gentili, al che ritieni abbiano l’energia positiva e pulitissima. Ma l’energia non si sporca solo se tu per primo ti comporti male o sei cattivo con il prossimo, ma si sporca anche se sei triste, stressato, se le altre persone ti fanno soffrire o gli eventi della vita ti fanno stare male. Quindi non esiste solo l’energia oscura ovvero che tu in prima persona agisci con cattive intenzioni verso gli altri; ma esiste anche l’energia negativa o bassa, che ti colpisce quando sei stressato, triste, quando soffri. Questa è energia negativa che possiamo toglierci di dosso, ripulendoci con la pratica sulla Pulizia. Non c’è nulla di strano in questo, e non c’è nulla di cui vergognarsi. Vorresti dire che tu non hai mai passato un solo momento in cui hai sofferto, o in cui eri triste o arrabbiato per qualcosa? Certo che li hai passati; questi potrebbero ritenersi energia positiva? No, di certo non si tratta di energia positiva, bensì negativa. La sofferenza è una bassa vibrazione; bassa non significa oscura, sono due termini completamente diversi. Perciò quando soffri tocchi basse vibrazioni ed è importante ripulirsi da queste, perché tali energie ti rimangono impresse e ne attraggono delle altre, con il tempo, che ti condurrebbero ad altre sofferenze come un loop senza fine. A prescindere che si pensi di avere un’energia positiva o meno, ciò non toglie che tutti siamo vittime di energie negative e come tali è importante Ripulirsi l’energia più volte.

Studente: Grazie per questa lezione. Ho letto in uno dei documenti che se ripulisco la mia energia i comportamenti degli altri in qualche modo cambiano; questo avviene solo in positivo? Mi domandavo se una persona sia negativa e l’altra invece sia positiva e si sia ripulita l’energia, la prima persona (quella negativa) cosa può pensare/fare? Può risporcare l’energia della persona positiva con l’invidia ad esempio?

Angel: Ci sono molte svolte che la situazione può prendere; di solito accade che quando una persona vibra verso un’energia più pulita, più elevata, le persone intorno a lei che erano lì solo per portarle problemi, invidie, disturbi, si distaccheranno spontaneamente, perché seguendo la nostra natura tendiamo a venire respinti dalle persone che hanno vibrazioni diverse dalle nostre e ci agganciamo a quelli che invece hanno vibrazioni simili, o a chi ha vibrazioni che noi vorremmo imitare. Per vibrazioni non s’intende il carattere o la personalità della persona, e nemmeno la sua vita, perché potrebbe trattarsi di persone estremamente diverse da noi caratterialmente, o di esperienze di vita opposte alle nostre, eppure c’è qualcosa (la vibrazione) che ci fa sentire molto vicini, molto simili, ed è questo che ci collega. Renditi conto come più frequenti persone basse e di zero valori, le cosiddette brutte compagnie, anche quando vuoi uscirne e cambiare giro continui ad attirare a te persone simili a loro che nemmeno si conoscono fra di loro quindi non capisci come sia possibile che “arrivano tutte da te”, eppure si comportano uguale alle precedenti e sembrano le loro copie, solo con volti diversi. Ciò accade perché stai attirando a te persone di quelle vibrazioni, e questo purtroppo non riesci a controllarlo, se non inizi un vero Percorso spirituale che ti insegni a farlo, come accade in ACD.

Pagina 6 su 8

Quindi se inizi a praticare, mediti e ti ripulisci l’energia, è normale che le persone che prima ti circondavano per approfittare di te, per farti soffrire o per usarti, quindi con cattive – seppure nascoste molto bene – intenzioni su di te, si inizino a distaccare all’improvviso e cambiare rotta; allontanandosi da te. Altre persone cercheranno di restare ancora collegati a te per continuare a rubarti energie e prenderti tutto ciò che possono, pur essendo persone negative, e a quel punto spetta a te prendere coscienza e decidere di distaccarti da esse, senza aspettare che accada sempre tutto da solo. Delle volte spetta a noi prenderci la responsabilità, decidere della nostra vita, non dobbiamo sempre aspettare che accada da solo. Nel frattempo, più ti ripulisci l’energia e la mente, più attiri a te persone di quella vibrazione più elevata, che ripeto possono essere anche molto diverse da te caratterialmente, o di esperienze di vita, eppure ci sarà qualcosa a collegarvi di molto più profondo che l’apparenza; si tratterà di vibrazioni elevate, e quelle ti portano sempre grandi cose, sia come eventi che come belle persone. Per questa ragione non restarci male quando una persona si allontana da te, si distacca, bensì chiediti cosa realmente avesse portato di buono nella tua vita; niente? Allora capisci perché, dopo che ti ripulisci l’energia per distaccarti dalla negatività, certe persone si distaccano. È naturale ed è un bene!

Studente: Ho riletto anche l’articolo con le domande sulla tecnica di pulizia energetica: pratico con costanza la tua tecnica che trovo prodigiosa nei suoi effetti benefici; sui miei cari (i miei figli che vivono lontano, ad esempio) pratico quotidianamente la protezione con la bolla, alla quale ora voglio abbinare anche la tecnica a distanza per ripulire la loro energia, dato che loro non praticano. Vorrei sapere se c’è una sequenza temporale oppure no; immagino però che prima si debba partire con la bolla, e poi ripulire dall’interno.

Angel: In realtà non devi per forza seguire una sequenza, perché tutte queste tecniche si aiutano e stimolano a vicenda, a prescindere da quale pratichi prima e quale dopo; l’importante è praticarle. È una bellissima cosa che decidi di praticare anche sugli altri per aiutarli, perché tutte le volte che pratichi su di loro stai portando una botta di fortuna e di belle esperienze che possono arrivargli sia nella vita materiale che nella vita emotiva, come grandi soddisfazioni personali; inoltre è un grande allenamento per te. Ovviamente non tralasciare le pratiche su te stessa, che non devono mai mancare.

Studente: Ciao Angel, innanzitutto grazie per queste fantastiche lezioni! Quando faccio pulizia energetica e comincio a respirare prana, mi succede di percepire dei punti del corpo che sono più “sporchi” di altri. È come se ci fossero dei punti che sono più scuri dove è presente una energia sporca ed ecco che la prana converte questi punti neri in punti bianchi come se sovrasta con l’energia pura l’energia sporca. Noto che a volte, e non so se è un errore, visualizzo proprio questo processo, è insistente questa visualizzazione ed è abbastanza simile a quando faccio guarigione energetica, perché oltre a visualizzare l’energia sento proprio fisicamente dei punti dove l’energia lavora. Ora ho il dubbio che a volte stia facendo pulizia energetica ma sconfino in guarigione energetica allo stesso tempo, anche se so bene che sono due tecniche ben diverse. Consigli di non visualizzare e usare l’intento e lasciare che l’energia lavori o comunque come tecnica processata in questo sistema va bene comunque? Senza contare che a volte percepisco durante la tecnica, fili da tagliare, presenze ingombranti etc. che a volte disturbano l’intento. Grazie mille!!

Pagina 7 su 8

Angel: Va bene come stai facendo. L’unico consiglio che posso darti è di fare in modo di concentrarti bene sull’obiettivo che vuoi raggiungere in questa precisa pratica e quindi concentrarti solo su quella. Quindi se hai iniziato con la pulizia energetica, concludi con la pulizia energetica, e non con tutt’altra tecnica. Poi al massimo finita quella sessione, puoi passare alla guarigione energetica, che di sicuro ti aiuterà e avrà un effetto maggiore. Ma non mischiare le due tecniche passando da una all’altra ripetutamente, bensì concentrati solo su una per volta. Inoltre, succede che la tua mente traduca una zona del corpo in cui l’energia è più bassa, in un’immagine mentale che può essere una zona nera; ovviamente non fissarti su quell’immagine perché è solo il modo del tuo cervello per tradurre ciò che il sesto senso ha percepito e cercare di comunicartelo; ma non fissarti su di essa! Piuttosto concentrati a ripulire meglio quella zona del corpo, senza avere timore o pensieri contorti. Con serenità ripulisci l’energia e vedila mentre si riequilibra e splende.

Studente: Ciao Angel. Un programma energetico può essere appiccicato alla frequenza di una persona tanto da far allontanare tutti o da far venire brutti pensieri riguardanti questa persona?

Angel: In questo caso stiamo parlando della sua Aura, non della sua frequenza, e stiamo parlando di programmi annessi alla persona che troverai ben argomentati negli articoli sull’Aura. Praticando la pulizia energetica e in particolar modo, in questo caso, la pulizia dell’Aura, ti concentri sul togliere questi programmi di cui parli. Se nell’aura di una persona sono presenti energie che fungono da programmi energetici possono attirare ulteriori energie negative che porterebbero sfortune e problemi in tutti gli ambiti alla persona in questione. Quindi porterebbe anche ad aumentare i pensieri negativi/pessimistici in lei e allontanare da lei le persone positive, per attrarre quelle negative. L’Aura è molto importante perché attraverso di essa noi influenziamo e veniamo influenzati, e la maggior parte delle volte accade senza che ce ne accorgiamo e senza che rispetti i nostri desideri, ma che faccia l’opposto. Per far sì che la tua aura attiri ciò che tu desideri, e non ciò che più temi o che vorresti allontanare, bisogna che prosegui con lo studio e la pratica sull’Aura (di cui trovi tutto all’interno di questi Steps) e approfondisci l’argomento.

Studente: Quando ripulisco la mia energia vedo un fascio di luce bianco sia dentro di me sia un po’ di luce anche all’esterno, è normale? Quando era visualizzazione e non vedevo proprio ciò che accadeva il fascio di luce era più preciso, mentre ora vedo più luce esternamente al corpo, perché?

Angel: Sì certo, è normale! L’energia che ti ripulisce dentro si diffonde anche fuori. Quando andiamo a ripulire l’energia, partiamo dall’interno del corpo, visualizzando questo fascio di luce che poi lo “espandiamo” anche al di fuori del corpo per ripulire tutto il corpo e l’aura anche all’esterno e non solo all’interno, perché con questa tecnica noi andiamo a ripulire tutta la nostra energia che non si ferma solo all’interno del corpo ma si estende anche attorno a noi, sebbene in misure inferiori. Se poi desideri concentrarti soprattutto sulla tua energia più esterna, ti concentri sulle tecniche del rinforzo dell’aura. Se invece il tuo obiettivo è ripulire l’energia interna, prosegui con questa tecnica. Poi ovviamente come effetto secondario ti ripulisce un po’ anche quella esterna (della tua aura, quindi pur sempre la tua energia personale, da non confondere con l’energia dell’ambiente) che seppure secondario dà un bell’aiuto.

Pagina 8 su 8

Studente: Ciao Angel! Volevo condividere un’esperienza che ho avuto qualche giorno fa. In pratica era qualche ora che avevo fitte al cervello, pensavo fossero energie negative che mi colpivano quindi provavo a difendermi da esse con la Bolla però vedevo che tornavano. Poi verso sera sono andato in bagno a lavarmi i denti e di sfuggita allo specchio ho visto un robo nero vicino alla testa e alla Corona. Mi sono lavato i denti e sono andato in camera a ripulire l’aura e mi stava pulendo in una maniera incredibile! Stavo un sacco meglio! Dopo un po’ poi sono andato a fare un po’ di sport fuori e mentre mi allenavo ho avuto in un’istante una fitta molto forte e un pensiero negativo passato che ho sentito come se fosse schizzato via insieme a quella schifezza nera! Mi ha fatto comprendere ulteriormente quanto sia importante avere un’energia pulita e quanto gli attacchi restino nell’aura se non ci mettiamo sotto a praticare per toglierceli. Oltre a questo volevo fare una domanda. Quando ripulisco la mia energia, o medito, molto spesso avverto spasmi muscolari in molte parti del corpo. Ho capito che è l’energia che si ripulisce e smuove le energie stagnanti nel corpo e nell’aura ma c’è dell’altro? Grazie, non si potrebbe vivere senza i tuoi insegnamenti e la tua presenza nella nostra vita!

Angel: Sì, gli spasmi muscolari, SE avvengono proprio mentre stai praticando le tecniche, accadono la maggior parte delle volte perché stai muovendo forte l’energia, quindi a volte succede per esempio che stai meditando profondo, molto profondo, allora il corpo energetico si sta come “allargando” e ti fa uno spasmo per esempio al braccio. Succede ed è piuttosto comune e normale; però gli spasmi accadono qualche volta, non così spesso come mi sembra di capire dalla tua domanda, perché se accade spesso e soprattutto in momenti fuori dalla pratica (quindi mentre ti trovi nella tua comune routine) non è tanto normale. Altre volte può succedere quando ad esempio, praticando bene, ti stai ripulendo da un blocco energetico o anche fisico che era lì da molto tempo e a cui il corpo si era ormai abituato, ma praticando bene lo stai staccando, e a volte questo “distacco” può darti uno spasmo veloce, poi passa. Perciò può accadere per varie ragioni, ma in genere accade perché si sta muovendo l’energia o il corpo energetico. Certo, diverso è se accade in momenti completamente Low in cui non stavi praticando, ed è ovvio che in tal caso non sia normale. Proprio come è diverso quando ti viene per esempio il fastidio al chakra della Mente dopo aver meditato molto, da quando invece ti viene mentre ti trovi nel Low e non stavi affatto praticando in quel momento: nel primo caso accade perché stai assorbendo molta energia e il chakra si sta allargando, quindi è un ottimo segnale, molto più che positivo! Nel secondo caso invece significa che ti stanno vampirizzando o attaccando, quindi non è affatto una cosa positiva se ti fa male il chakra durante momenti Low. Poi è chiaro, dipende sempre dal fastidio o dolore, perché bisogna analizzare caso per caso tutte le volte. A grandi linee è così.

Studente: Grazie mille della risposta!! Nell’ultimo periodo sento proprio come il corpo fisico ed energetico si stiano “rigenerando”, grazie mille Angel!

Angel: Per oggi concludiamo qui la lezione, ma se avete altre domande in merito potete inviarle nella pagina apposita. Qui sotto invece, vi invito a commentare la lezione di oggi e/o raccontare la vostra esperienza in merito alla pratica sulla pulizia energetica interna.

Studente: Bellissima lezione, Angel! Super interessante! Messaggio ricevuto! Grazie di tutto e sogni d’oro.

Studente: Davvero una lezione spettacolare, grazie di tutto Angel!!

Studente: Wow quante informazioni questa sera! Alcune poi mi hanno emozionato! Grazie mille Angel per aprirci giorno dopo giorno sempre di più gli occhi! Grazie mille davvero!

Studente: Sei dolcissima, Angel! Lezione splendida! Grazie e a presto.

Studente: Lezione Bellissima, e domande molto interessanti molto simili alle mie a cui oggi ho ricevuto risposta!! Grazie Angel buonanotte.

Studente: Grazie per la lezione, è stata bellissima. A presto!

Fine pagina 8 su 8. Se hai gradito l’articolo, commenta qui sotto descrivendo le tue sensazioni durante la lettura o la pratica della tecnica proposta.
Questo documento è di proprietà di https://www.accademiadicoscienzadimensionale.com/ .Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Accademia di Coscienza Dimensionale, A.C.D. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©

16+

66 Commenti

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commento *

Nome *
Email (opzionale)


  1. E si, mi sono imparata a prestare più attenzione del perché succedono determinate cose e avvolte non è davvero facile perché si ci lascia sopraffare dalla situazione momentanea, ma se si agisce subito non si subisce, è una lezione che bisogna ricordarsela sempre. La pulizia energetica è fantastica io adoro la tecnica, e devo dire che mi ha aiutata molto con i dolori alla testa. Grazie mille Angel. 💓

  2. Interessantissima lezione, tutte esperienze molto belle e soprattutto risposte eccellenti. Questo argomento è molto importante devo ricordarmi di farlo molto più spesso. Grazie Angel.

  3. La testimonianza dello studente che è riuscito a rimuovere l’energia nera aleggiante sopra la corona mi ha fatto venire voglia di praticare più spesso pulizia energetica e dell’aura!! Mi risuona tanto il fatto che si attirano persone con vibrazioni e frequenze simili alle nostre

  4. Articolo molto molto utile. Soprattutto quello che hai detto sui bambini. Certo non è sempre facile restare fuori dal Low ,ma facendo un passo alla volta cercherò di migliorare 🙂 Grazie delle preziosissime risposte 🙏🏻

  5. Lezione molto molto utile…soprattutto quello che hai detto sui bambini . Non è per niente facile sconfiggere il Low ,ma un passo passo alla volta cercherò di migliorare 🙂 Grazie delle preziosissime risposte !

  6. La spiegazione applicata sui bimbi e’ utilissima. Per quanto riguarda i dolori fisici non mi e’ cosi semplice individuarne la causa, se fisica o energetica.

  7. Articolo esaustivo, non ero a conoscenza che si può praticare anche sui bambini importante l impiego su di loro perché molto deboli ne prendo coscienza per aiutare i piccoli che conosco. Prendo coscienza anche del fatto che non bisogna aspettare che tutto si risolve da se ma prendendo decisioni e allontanando le persone che ci vampirizzano.grazie mille

  8. Molto interessante anche il punto di vista sui bambini. Sono cose a cui normalmente non si presta attenzione ed invece è fondamentale, per loro soprattutto.

  9. appena finito di leggere,manco ho commentato….sono andato a fare la tecnica del taglio di fili e la pulizia energetica :)))) comunque come sempre argomentazioni molto interessanti….con alcune domande riesci a capire meglio l’argomento

  10. Molto utili i consigli rimarcati sul taglio fili dopo aver eseguito una tecnica su altri o semplicemente a fine giornata per staccarsi il low da addosso.
    Come pure le spiegazioni sulla pulizia energetica e sull’essere positivi, sempre per staccarci dal low e dalle persone negative. Meditazione e pulizia energetica sono utili per toglierci da addosso persone negative, ma per chi resta comunque a vampirizzare la nostra energia, dobbiamo decidere di intervenire e non aspettare sempre che le cose accadano da sole.

  11. Tutto chiaro, molto interessante la risposta sul comportamento dei bambini e anche sugli spasmi muscolari e i movimenti d’energia, visto che li sento molto spesso.