• Home
  • Step 1
  • 04 – Il Low Frequency – Il nemico del Risveglio (1 parte)

04 – Il Low Frequency – Il nemico del Risveglio (1 parte)

Questo articolo è disponibile anche in formato Audio, se desideri ascoltarlo clicca qui

Pagina 1 su 3

Per iniziare a riconoscere la presenza del Low Frequency nelle nostre vite, bisogna farsi un’idea di come funziona il Matrix, del quale ti ho già parlato nell’articolo precedente. Il Matrix è il videogioco sul quale stiamo passando la maggior parte della nostra vita, pensando che sia tutto reale. Il Low Frequency è l’esatto meccanismo che ci fa credere tutto questo, lasciandoci vivere all’interno del videogioco per non farci ricordare della nostra vera ragione di vita. Il Low Frequency è la bassa frequenza nella quale viviamo abitualmente, fatta di mille pensieri, mille cose da fare, ma soprattutto mille contrattempi e imprevisti che non servono ad altro se non a riempire ogni minuto delle tue giornate, affinché tu non possa fermarti neanche un momento a riconoscere chi tu sia realmente. Il Low Frequency è la vibrazione sulla quale viviamo, che ci tiene legati ad una vita frenetica nella quale, anche quando abbiamo la giornata di riposo, la occuperemo o la sprecheremo, anziché godere del tempo per ragionare sul motivo per il quale siamo nati. Il Low Frequency però è molto più intelligente di una semplice vibrazione base: essa è una funzione, una sorta di coscienza di questo pianeta che ci tiene legati, per impedirci di riconoscere la nostra vera identità e uscire dalla bassa frequenza, trovando così il Risveglio.

Il pianeta in cui viviamo possiede una mente, una vera e propria mente intelligente che la rende viva a tutti gli effetti. La sua mente, come la nostra, possiede diverse facoltà, per così dire è capace di muovere la vita al suo interno. La mente del pianeta possiede due funzioni particolarmente importanti, che sono molto diverse fra loro ma altrettanto importanti da comprendere subito: una è la Natura, l’altra è il Low Frequency. Seppure entrambe facciano parte della mente di questo pianeta, si tratta di due funzioni distinte e su certi aspetti molto diverse fra loro. Infatti, la Natura è ciò che di più positivo esiste in questo mondo, mentre il Low Frequency è l’altra faccia della medaglia: la più bassa vibrazione di questo pianeta. In questo articolo infatti ti spiegherò la differenza fra Natura e Low Frequency, in quanto fanno parte entrambe della mente del pianeta ma sono due funzioni molto diverse fra loro, tanto che riconoscerai la Natura come la vibrazione più alta che si può trovare su questo pianeta e il Low, invece, come la vibrazione più bassa. In questo percorso ci concentreremo ad analizzare il Low Frequency e a comprenderlo, con calma, in quanto si tratta di un argomento molto profondo, ma altrettanto complesso da comprendere se decidi di approcciarti a lui con superficialità. Partiamo dalla comprensione della Natura.

Ciò che da sempre chiamiamo Natura fa parte della mente del Pianeta, ma che da altrettanto tempo non ci rendiamo conto di quanto diriga le nostre vite. Essa è la coscienza che dirige le vite di ogni essere vivente di questo pianeta, compresi insetti, piante ed ogni singolo organismo, di terra o di mare. Essa è la Natura che fa sbocciare i fiori nel periodo esatto, è la natura che spinge le api ad impollinare dei precisi fiori, è la natura che organizza la gerarchia nelle famiglie degli insetti e degli animali. Tutto ciò che funziona in questo mondo deriva dalla Natura, nient’altro che dalla mente del pianeta in cui ci troviamo. La Natura non è affatto casuale, ma è molto precisa, perché sa come organizzarsi per trovare la giusta armonia per far continuare la vita sulla Terra, in modo lineare e senza interruzioni. Perciò la Natura è il nome che diamo a quella capacità della mente del pianeta, dimenticandoci però del vero significato di questo termine. Infatti, oggi parliamo della Natura quasi sminuendola, senza renderci conto che tutto ciò che esiste in questo pianeta è stato organizzato perfettamente, tanto che nessuno al mondo avrebbe potuto ideare dei meccanismi così precisi da incastrarsi fra di loro in modo così spontaneo. Quando parliamo di Natura, la sminuiamo pensando che sia tutto accaduto senza che nessuno facesse niente, non rendendoci conto che tutto questo funziona perché la mente del Pianeta è al vertice di tutto, dirigendo le vite di piante, animali e insetti. La Natura dirige la vita di ogni singolo essere vivente sulla Terra, di conseguenza, dirige anche la nostra.

Pagina 2 su 3

Quella facoltà della mente del Pianeta, che chiamiamo Natura, è qualcosa di eccezionale, perché riesce a portare avanti la vita anche quando si trova in grandi difficoltà, ideando qualche nuovo meccanismo, come la nascita di una nuova pianta, che servirà proprio a risolvere quel problema avvenuto all’interno della Terra. L’altra faccia della medaglia però è il Low Frequency, che è associato alla Natura e approfitta di questo meccanismo per avere controllo sulla nostra vita, impedendoci di uscire dagli schemi e trovare la nostra identità. In sostanza, mentre la Natura dirige la nostra vita, il Low Frequency ne prende il controllo.

Ciò che abbiamo ignorato da tutta la vita è che la Natura di questo pianeta non dirige solo gli eventi delle piante, insetti e animali, ad esempio facendo nascere delle situazioni affinché il percorso della natura prosegua anche quando un frammento del meccanismo viene a mancare; ma dirige anche la vita degli umani. Ciò che abbiamo ignorato, è che la Natura non è soltanto erba, fiori e insetti, ma è tutto ciò che ci circonda. La sua coscienza dirige noi umani, quanto dirige gli insetti, seppure a noi questo concetto ci sembri differente soltanto perché gli insetti si creano una tana e noi creiamo edifici. Da sempre ignoriamo che la mente del Pianeta in cui viviamo, decide le nostre vite, imponendocele come lui decide che debbano essere. Se inizi a ragionare in quest’ottica, ti rendi conto che se per la mente del Pianeta è tanto facile organizzare ogni singolo evento della natura per farlo combaciare e proseguire la vita, talvolta compiendo veri e propri miracoli “della natura”, è altrettanto facile per il pianeta organizzare ogni singolo evento della tua vita, per farla andare nel modo che lui ha deciso per te. Mentre il pianeta ha la capacità di far nascere la vita al suo interno, sfruttando la Natura, possiede anche la facoltà di mantenere tutte le menti (umane, animali, vegetali) nate su questo pianeta estremamente legate a lui, attraverso il Low Frequency. Sinché pensiamo alla Natura solo come insetti e fiorellini, allora tutto ci sembra troppo semplice, bello e tranquillo. Di sicuro, se non ci fosse la Natura a dirigere le vite di tutti gli esseri viventi, non ci sarebbe più vita: infatti lei decide come i ragni debbano comportarsi e proseguire la loro vita, spingendoli sino alla situazione in cui moriranno. Questo meccanismo funziona per ogni singolo essere vivente: la Natura sceglie come devi nascere e come devi morire, a prescindere che a te piaccia oppure no. Tutto questo sarebbe perfetto, se non fosse che noi non siamo ragni: siamo esseri umani, provvisti di una Coscienza che merita di Risvegliarsi e riconoscersi per ciò che siamo veramente. Infatti la mente del Pianeta oltre la Natura possiede un’altra coscienza, nient’altro che l’altra faccia della medaglia, che sfrutta il suo potere per legarci a questa vita e impedirci di scegliere come debba andare secondo il nostro volere: questo blocco è il Low Frequency.

La Natura decide come la nostra vita debba andare, aggiungendo dettagli ed eventi che conducano il nostro futuro verso la direzione che ha scelto; il Low Frequency nel frattempo, provvede a sfruttare la Natura per aggiungere distrazioni e contrattempo alla nostra vita, con l’obiettivo di farci concentrare su questi imprevisti e non avere tempo per concentrarci sulla scoperta della nostra vera identità. Il Low ci mette sullo stesso piano evolutivo degli insetti, ma noi non siamo insetti. Gli insetti seguono la loro vita con l’unico obiettivo di procreare, e ad atto concluso possono anche morire. Noi non siamo nati solo per procreare e poi dedicare la nostra vita unicamente a questo: abbiamo qualcosa di molto più evoluto degli insetti, ovvero una Coscienza molto più antica e costruita da vita in vita. Possiamo procreare, possiamo amare i nostri figli più di noi stessi, ma non siamo nati soltanto per questo: nel frattempo possiamo anche scegliere di scoprire chi siamo realmente. Mentre la natura ci spinge a compiere dei passi, che alla fine ci porteranno proprio nella direzione scelta da lei, il Low Frequency ci impedisce in qualunque modo di intraprendere, nel frattempo, un percorso di Risveglio, che ci faccia ricordare chi siamo davvero, perché siamo qui, ma soprattutto, che ci faccia scoprire che non siamo nati qui per vivere come burattini controllati da qualcuno che sta al vertice: Il Low Frequency.

Pagina 3 su 3

Di conseguenza comprendi che il problema non è la Natura, bensì il Low Frequency che in qualche modo ci confonde e ci fa credere di essere “naturale”. Se scoprissimo la nostra vera identità, ci renderemo conto che non siamo qui per sottostare al Low Frequency, ma che siamo nati per perseguire obiettivi molto più importanti.

Ed è proprio questa la ragione per la quale il Low fa di tutto per tenerci lontani dal Risveglio, riempiendo le nostre giornate di qualunque cosa da fare, pur di non pensare a noi stessi, impedendoci così di scoprire Chi siamo. Esso vuole farci credere che noi dovremmo vivere come tutti gli altri, dormienti, che non hanno altri obiettivi di vita se non quelli imposti dal Low Frequency. Il Low sa molto meglio di noi che, se ci Risvegliassimo, la situazione cambierebbe drasticamente e noi non saremmo più sotto al suo controllo, ma saremmo liberi. Perciò è evidente che, se ci tiene così tanto a farci dormire nell’incoscienza, il suo obiettivo non è soltanto quello di farci seguire la natura, ma è anche quello di farci completamente dimenticare chi siamo e chi siamo stati, per impedirci così di compiere in questa vita ciò che siamo venuti a fare qui. Il Low Frequency ci tiene ad una bassa frequenza, nella quale stiamo davvero dormendo da tutta la vita, seppure crediamo di essere svegli. L’unico modo per uscire dal Low e iniziare a comprendere come esso funzioni e imparare a raggirarlo – per diventare liberi dalle sue catene – è alzare la nostra vibrazione ad un livello più alto di quello in cui si trova il Low, e in cui ci troviamo tutti i giorni. Alzandoci di vibrazione, e quindi di tonale, riusciamo a vedere i meccanismi che il Low utilizza per tenerci bassi, imparando così a destreggiarci fra di essi affinché non riescano più a toccarci. L’unico modo per alzare realmente il proprio tonale è quello di praticare la Meditazione, che ti permette di evolvere la tua Coscienza, ricordare chi sei, evolvere le tue facoltà psichiche, e riconoscere così che tutto ciò che non ti piace della tua vita può essere cambiato, in quanto prima è stato deciso dal Low Frequency, ma attraverso la Meditazione puoi decidere tu come debba andare. Come il Matrix è il videogioco in cui stiamo vivendo senza rendercene conto, il Low Frequency è colui che vuole bloccarci all’interno di questa realtà virtuale per farci dimenticare chi siamo realmente.

La ragione per cui ti ho parlato della Natura è per farti comprendere che il Low sfrutta la Natura per “nascondersi” e non farti scoprire della sua presenza, affinché tu rimanga incosciente della sua influenza nella tua quotidianità e continui a dormire per tutta la vita. Comprendere il Low può sembrare facile, ma ci vuole tempo e non devi avere fretta, perché si tratta di un argomento molto più vasto di quanto sembri. Inoltre, uscire dai suoi meccanismi e liberarsi della sua oppressione che tenta di farti rimanere dormiente, richiederà tempo, pazienza e concentrazione. Questo perché sfrutterà la tua stessa mente per mettere in dubbio la tua evoluzione e, se non dovesse bastare, sfrutterà le persone che ti circondano per farti perdere tempo e non averne per praticare e alzare la tua vibrazione, che ti farebbe diventare più cosciente della tua vita e quindi libero dal Low. Nella prossima lezione sul Low Frequency ti spiegherò come esso funziona e come riesce a sfruttare la tua mente, oltre che le persone che ti circondano, per impedirti di trovare il tuo Risveglio. Nel frattempo, ti consiglio di proseguire con gli articoli del 1 Step e iniziare a praticare la prima sessione di Meditazione. Sinché non saprai che cosa si prova ad essere liberi dal Low, non puoi riconoscere il grande potere che ti offre essere liberi dalle sue catene. Iniziando a mettere in pratica la Meditazione e alzando la tua vibrazione, però, te ne renderai conto e ti chiederai perché tu non abbia iniziato prima. Abbi pazienza e inizia a metabolizzare questo concetto, perché ti sarà molto utile durante il tuo percorso.

Se desideri iniziare a leggere le domande e risposte su questa prima lezione, puoi trovarla Qui.

Fine pagina 3 su 3. Se hai gradito l’articolo, commenta qui sotto descrivendo le tue sensazioni durante la lettura o la pratica della tecnica proposta.

 

Questo documento è di proprietà di https://www.accademiadicoscienzadimensionale.com/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Accademia di Coscienza Dimensionale, A.C.D. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©
208+

1.245 Commenti

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commento *

Nome *
Email (opzionale)


  1. Foto del profilo di gina35

    Mi hai chiarito alcune situazioni misteriose che ho vissuto. Grazie

  2. Foto del profilo di ILIA

    Non so cosa dire. Se inizio a commentare seriamente rubo una pagina. Cerco di sintetizzare. All’inizio dell’articolo ho pensato :Dopo Matrix pure il Low. E poi che altro?. Ma andando avanti nella lettura e come se avessi riletto e srotolato parte della mia vita. Direi l’ultimo anno. Assurdo come sembra spiegare certe situazioni, stati d’animo, apparizioni improbabili, situazioni paradossali. Al momento mi sento confusa. C’è davvero molto su cui riflettere.. Ma molto torna. Mi viene da chiedere. Ma come diavolo ci siete arrivati?

  3. Foto del profilo di Donriz

    Ho letto l’articolo per ben quattro volte mi piace leggere i concetti esposti sono tutti veritieri.
    Sono deciso di proseguire con il corso.
    Sento che sarà stupendo.

  4. Queste pagine sono utilissime per comprendere un po’ di quello che succede durante la vita.

  5. Sempre più interessante! Anch’io sperimento ogni giorno la sensazione di una forza che cerca di tenere bassa la mia energia e di farmi rimandare ad esempio gli esercizi di yoga tenendomi incollata per ore a fare giochi stupidi sul tablet. Non vedo l’ora di liberarmi.

  6. Ora capisco!!! mi succede in continuazione di essere distratta dalle mie ricerche spirituali.. ora più che mai!! È molto dura opporsi al Low soprattutto quando le distrazioni sono gentili intriganti e seducenti!! Ma non mi arrendo!! Voglio sapere!🙏

  7. Foto del profilo di Serval

    Non mi capita troppo spesso che quando medito qualcuno mi disturbi, però la voglia diminuisce, penso a tutte le cose che dovrei fare (per esempio mettere in ordine) e adesso che ci penso ogni volta che mi metto a leggere uno di questi articoli il telefono è scarico, in sala qualcuno ascolta la TV a un volume altissimo o qualcun’altro passa l’aspirapolvere. Ieri mattina mi sono anche messa la sveglia per meditare (sono sicura di averla messa e anche che ci fosse il volume) e non mi sono svegliata!

  8. Foto del profilo di achille

    CHIARA SPIEGAZIONE DEL FUNZIONAMENTO DEL LOWCHE CI BLOCCA DENTRO QUESTA REALTA’ DI MATRIX ATTRAVERSO IL REGOLATORE ALL’INTERNO DEL NOSTRO CERVELLO CHE CI INVIA IN CONTINUAZIONE CHIACCHIERE E CI COMANDA CON IL SUSSEGUIRSI DEI PENSIERI .CI PARLA CON LA NOSTRA STESSA VOCE.

  9. Foto del profilo di Flavia

    Si ho notato come il low ti inganna distraendoti. A volte anche in semplici modi subdoli. Il fatto che ho notato e che ci vuole una pratica costante, bisogna rimanere svegli tutto il tempo altrimenti ci si dimentica della meraviglia di cui possiamo essere capaci con la nostra sola mente e le nostre emozioni, e della fiducia che dobbiamo porre nell’Universo . Si dobbiamo impegnarci. È dura ma non troppo se lo vuoi realmente.

  10. Foto del profilo di Gabriel

    Grazie mille, mi sta piacendo rileggere i doc, ci trovo sempre cose che il low mi ha fatto dimenticare, direi non a caso.

  11. Foto del profilo di thegladiator

    .. quello che ho capito è che il Low è come un grande freno che ci impedisce di progredire nel nostro risveglio .. tolto il freno, apriamo la strada al risveglio, alla crescita, allo sviluppo delle nostre reali capacità ..

  12. Lo Percepisco DENTRO di me ,È la mia SENSAZIONE ,è quella andare avanti e fare PRATICA,NAMASTE 🙏❤🌹

  13. Foto del profilo di NestOfSnowdrops

    Questo articolo é di una potenza inaudita e guarda a caso ho posticipato la sua rilettura per una decina di giorni, io che credevo di star migliorando nella gestione del Low.
    Il fatto é che esso mi da l’idea di un programma debole perché non ha la forza (o la volontá) di eliminarti subito per far fronte alla minaccia, ma allo stesso tempo potentissimo perché utilizza i metodi di subdoli e le parole piú soavi per farti cadere sotto il peso dei tuoi stessi pensieri, senza fatica.
    Ora mi rendo conto che la mente é il nostro piú grande alleato ma anche il peggior nemico a seconda del livello di consapevolezza che abbiamo raggiunto.

  14. Mentre leggo mia figlia all’una di notte si sveglia che vuole il latte. Sarebbe stato normale se non fosse che ultimamente non chiedeva più il latte nelle ore notturne. Ho pensato che il low volesse distrarmi, non glielo data vinta, fatto il latte ho subito ricominciato a leggere nonostante nel frattempo avessi pensato che sono stanco ed era ora di andare a letto.

  15. Foto del profilo di FLYHIGH

    non posso dire se quello ho letto è verita assoluta o meno..posso solo dirvi quello che sento, bhe ogni volta che rileggo questi articoli sento un qualcosa dentro che mi spinge a continuare..

  16. Foto del profilo di achille

    il low attraverso il regolatore del nostro cervello ci tiene incatenati a una vita spesso incosciente e robotica attraverso cui tante influenze esterne che pensiamo essere noi ci spingono verso le loro regole.la meditazione,il prendere consapevolezza ,accumulo di energia attraverso il prana per evolverci

  17. Ti seguirò verso il risveglio

  18. Foto del profilo di 1R1D3

    Ci sono così tante cose da dire su questo argomento.
    Leggendolo mi sono rivista in ogni punto elencato! Mi sono avvicinata a questo mondo più o meno a Maggio, da lì ho cominciato a meditare, ogni qualvolta meditavo accadeva sempre qualcosa, entrava mia mamma in stanza, mi addormentavo meditando, squillava il telefono, amici mi chiedevano di uscire, e purtroppo mi sono fatta influenzare, mi chiedevano di uscire? Decidevo di uscire e rimandare la meditazione. Rimandavo, rimandavo e continuavo a rimandare.
    La paura della solitudine è da sempre stata una delle mie paure più grandi, quindi ogni volta che mi si presentava l’occasione di stare con qualcuno, preferivo stare con quest’ultimo, piuttosto che dedicare del tempo a me stessa. Ho provato paura nel meditare da sola, perché avendo gli occhi chiusi avevo paura che qualcosa di brutto sarebbe potuto succedere. Così ho smesso completamente di meditare. La mia fortuna è stata quella di trovare al mio fianco una persona che ha da sempre creduto fortemente a questo mondo e mi ha aiutata tantissimo, facendomi riflettete, a fare le scelte giuste. Così ripresi a meditare giornalmente.
    Nel mentre i miei genitori, per via di problemi economici abbastanza gravi, decisero di trasferirsi in Germania, un paese totalmente estraneo per me, dove non conoscevo nessuno, in poche parole un incubo per me, diedi la colpa alla mia conoscenza, pensai “se solo non mi fossi avvicinata a questo mondo, probabilmente, non sarebbe successo nulla, più sai, più soffri”, così cominciò un periodo difficile e duro per me, cominciai a stare molto male psicologicamente, cominciai ad avere pensieri molto negativi, piangevo ogni giorno, mi chiusi in me stessa, fin quando un giorno, non so per quale ragione, sentivo fortemente il desiderio di rilassarmi e staccare la spina da ogni tipo di pensiero negativo che mi frullasse in testa, così decisi di meditare nuovamente, le cose cominciarono ad andare meglio e così presi la decisione di tornare da sola in Italia e provare a superare la paura della solitudine andando a vivere da sola e credendo che qui avessi potuto trovare un clima più accogliente, tutto il contrario, mi sono sentita ancora più sola di quanto lo fossi in Germania, amici che di punto in bianco litigano con me senza una motivazione valida, parenti che si sono completamente dimenticati di me, in poche parole qualcosa voleva farmi credere che informandomi o meditando sarei completamente rimasta sola, giocando dunque con una delle mie paure più grandi. Nonostante tutto ho perseverato.. ed eccomi qui!
    Purtroppo ad ostacolare il mio cammino ci sono state anche tantissime altre componenti come la pigrizia o altre cose che non mi sembra il caso di elencare, farò in modo di non farmi coinvolgere ulteriolmente e di continuare questo mio cammino spirituale meditando e informandomi giornalmente.

  19. Foto del profilo di andrea09

    ora tutto e più chiaro . ecco perche quando programmo di fare una cosa misteriosamente finisce nel verso opposto, oppure capita che le persone hanno una reazione scortese nei tuoi confronti senza motivo.. in pratica il low fa di tutto per allontanarti dall’evoluzione spirituale.. per ora ho vinto io , voleva dissuadermi dal leggere un articolo così lungo 🙂

  20. Foto del profilo di Trotto

    Ho letto ieri e riletto oggi. Penso di doverlo leggere anche domani perché non solo i concetti sono tanti, ma sono diametralmente opposti a quello che é sempre stato il mio modo di pensare. Ultimamente ho vagato per i meandri della rete in cerca di risposte. Questo é indice che devo iniziare un viaggio. Non mi pongo la domando se credo o non credo a questo. Mi dico che devo muovermi.

  21. Foto del profilo di Rosy

    Mi ci ritrovo in pieno!Da alcuni anni sono appassionata e cerco di dedicarmi alla crescita spirituale.E guarda caso prima o poi succede sempre qualcosa che mi distrae dall’essere costante nella meditazione,nelle letture,nella pratica di alcune tecniche energetiche.Pensare che sono ciò che mi fa stare bene…Grazie per queste informazioni così illuminanti.Ho intenzione di farne buon uso

  22. Foto del profilo di FyreSuki

    Questo documento mi è stato molto utile, grazie ad esso ho capito il reale motivo per cui ogni volta che vorrei meditare o comunque praticare venivo interrotto.
    Anche mentre leggevo il documento venivo bombardato da messaggi o dai parenti in casa, guarda caso mentre leggevo tutti si miserò a gridare come dei pazzi e appena smisi si calmarono…

  23. Foto del profilo di Danilo

    Dopo questa lettura è un’oceano di emozioni.. COME NO.. Ecco cosa erano le centinaia e centinaia di volte che mi veniva sonno, o quando mi capitavano inconvenienti da risolvere di ogni tipo, disturbi improvvisi da ogni parte.. perfino in questo momento che sto commentando le mie 3 figlie sono piu scatenate che mai <3 !!! non sono pazzo ….. non lo ero..ci avevo visto bene,ma non bastava!! ..era il low….. questo è il suo NOME??? capisco ora il suo scopo ..avevo come la certezza che il suo scopo fosse però meno nobile ''da un lato..'' perchè è giustissimo e grazie di averlo scritto <3 …già.. è proprio corretto il suo scopo di salvaguardare il pianeta appunto come dici te 🙂 altrimenti finiremo che anche le persone con scopi di natura NON nobile.. finirebbero per distruggere il prossimo con qualsiasi tecnica possibile lui o lei sia in grado di padroneggiare !! già.. Capisco di avere le idee un po' più chiare sei stata illuminante, ma sento forte dentro che non sarà comunque facile appunto… orà sò che quello che dici è quello che pensavo che fosse.. mi hai aggiornato in modo estremamente dettagliato, ma non per questo ora sento che sarà piu facile ecc ecc … mi sento piu forte ad'andare avanti e voglio combatterlo. rifacendomi a ciò che hai scritto ti volevo aggiungere un profondo e immenso grazie per questo articolo.. ho avuto la sensazione che ti rivolgessi a me medesimo ! Mi sento felice ma non mi faccio illusioni…..SPERO…voglio vedere ancora che c'è dopo.. voglio non potermi piu fermare.. hai proprio ragione A QUEST'ORA POTEVO AVERE PARECCHI SOLDINI CONSERVATI… 🙂 😉 😉 😉

  24. Foto del profilo di Epso2019

    Durante la lettura ho ritrovato tanti scenari quotidiani che puntualmente costituiscono un impedimento alla crescita spirituale. Percepisco il Low come una corrente avversa che, nonostante gli sforzi scomposti, ti riconduce al punto di partenza. Credo che oltre a tanta buona volontà sia necessaria anche autodisciplina per intraprendere questo percorso. Ma sicuramente ne vale la pena.

  25. Foto del profilo di alfio788

    Un’ottima lezione che io leggo e credo che i termini da te usati sono solo una rappresentazione del Tutto e cioè la vera realtà, Il Low è senz’altro il nostro alter Ego con il quale dobbiamo lottare ogni giorno per crescere spiritualmente e allo stesso tempo il nostro allenatore che ci costringere ad allenarci sempre perche la via del risveglio e della crescita spirituale è fatta senz’altro di Allenamento continuo, infondo per crescere si deve lottare e il Low e da stimolo non si cresce da fermi e solo crescendo si sale la scala della crescita Nell’Universo tutto è in movimento tutto è Energia dipende solo a che livello si trova e noi siamo Energia Intelligente parte di Dio stesso.
    grazie per aver confermato ciò che giaà intuivo e che hai spiegato e integrato con sapienza.

  26. É la terza volta che riscrivo un commento…che sia il low? Insisto perché sento che questi argomenti mi appartengono perché voglio affidarmi e scoprire quanto di bello c’è da scoprire…anche se non nascondo che subito leggendo quest articolo mi ha pervaso un sentimento di paura ( sempre il law?) …perché è difficile credere che ciò che stiamo vivendo nn sia reale… Certo viverla più consapevolmente ha senso…

  27. Foto del profilo di Daniele Shenlong

    Purtroppo il Low ci ha sempre tenuti sotto scacco, ma è giunto il momento di impedire che continui ad avere effetto su di noi bloccandoci.