• Home
  • Step 1
  • 38 – Domande su il Sesto Senso (1 parte)

38 – Domande su il Sesto Senso (1 parte)

Pagina 1

 

 

Studente: È possibile ottenere attraverso il sesto senso l’idrocinesi? La pirocinesi, criocinesi, telecinesi?

Angel: È possibile eccome, è più complicato capire che lo è ma le tecniche di per sé non lo sono se le pratichi seriamente. Con il proprio sesto senso si può arrivare molto lontano, si può realmente cambiare il proprio futuro e il futuro dell’intero pianeta, figuriamoci se non fosse possibile muovere un oggetto. Per compiere qualunque azione c’è bisogno di energia e questa si prende attraverso la meditazione. Quando avrai accumulato abbastanza energia potremo dunque parlare di come utilizzarla.

Studente: Quindi una volta accumulato abbastanza energia ci spiegherai le tecniche?

Angel: Esattamente. La base di tutto è l’energia, prendendo energia (tramite la meditazione) inizierete a risvegliare il sesto senso e ovviamente, per velocizzare le cose, vi insegnerò le tecniche più adatte per ottenere ciò che volete raggiungere.

Studente: Quindi meditazione e concentrazione?

Angel: Esatto.

Studente: Si può anche fare del bene, ad esempio curare qualcuno?

Angel: Certo che si!

Studente: Ma la meditazione va contro Dio?

Angel: Assolutamente no. La meditazione insegna a sviluppare il sesto senso che ti avvicina maggiormente a Dio proprio perché apre o meglio fortifica il ponte che ti collega a lui. La religione invece insegna che la meditazione và contro Dio proprio perché alcune religioni vogliono totalmente allontanarci dalla verità, ma c’è sempre un pizzico di informazione corretta, perciò non consiglio l’ignoranza. E’ molto semplice: se tutti conoscessero la chiave per arrivare a Dio, nessuno più andrebbe in chiesa nè seguirebbe alcuna religione, quindi, per evitare questo disagio e questa mancanza di denari provenienti dai creduloni, insegnano che qualunque cosa possa avvicinare a Dio, nella loro realtà sia sbagliato e contro la “volontà divina”, ad esempio la pranoterapia (il curare le malattie con l’energia: la prana è estremamente vietata dalla chiesa perché viene considerata magia = stregoneria = oscurità, nonostante curi le malattie delle persone!).

Studente: Vorrei sapere se posso, la tua definizione di Dio.

Angel: Dio è l’Universo, è tutto. Non riuscirei a spiegarti cos’è Dio in due parole, ma non è un uomo barbuto come la chiesa lo identifica. Dio è tutto ciò che ci circonda, noi facciamo parte di lui quanto lui fa parte di noi. Siamo un tutt’uno.

 

Questo documento è di proprietà di https://www.accademiadicoscienzadimensionale.com/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Accademia di Coscienza Dimensionale, A.C.D. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©

 

 

Pagina 2

 

 

Studente: E noi stessi siamo il Dio delle nostre cellule?

Angel: Esattamente, c’è un uguaglianza tra un micro e un macro. Dio è l’insieme di tutto, come noi, lo siamo per le nostre cellule e c’è qualcosa di oltre, qualcosa ancora più piccolo delle cellule. C’è qualcosa di più piccolo delle cellule che ancora è difficile ma stanno finalmente riuscendo lentamente a coglierne il significato, esiste qualcosa più piccolo della cellula dell’atomo di qualunque cosa si creda che sia piccolo, questo potrebbe essere un universo a confronto. Trovi una migliore spiegazione negli articoli appositi su Dio.

Studente: Prima hai parlato dei chakra: è normale che diano fastidio/male quando si medita?

Angel: Si, le prime volte è normalissimo, è come quando inizi a camminare, ora non lo ricordi, perché eri troppo piccola ma ti facevano male le gambe e cadevi spesso;  ti è mai capitato di ammalarti e dover stare a letto per molti giorni, e quando hai ripreso a camminare ti facevano male le gambe? Questo perché non le allenavi da un po’, e come vedi bastano pochi giorni di fermo per farti “perdere la capacità” di camminare. Certo poi ti ci riabitui subito perché cammini da quando eri piccolo, ma capisci che è un muscolo che va nutrito quotidianamente e la stessa cosa vale per il sesto senso. Se tu da oggi iniziassi a correre, le gambe ti farebbero male, ma giorno dopo giorno riusciresti a correre sempre più veloce e arrivare sempre più lontano senza fermarti dal dolore o per prendere fiato. Il sesto senso deve abituarsi perché non è mai stato utilizzato. Meditando sui tuoi chakra nutrirai il tuo sesto senso. I chakra possiamo metterli a paragone con dei muscoli: se non sei abituata a correre e di punto in bianco corri per 4 chilometri di fila, ti faranno male le gambe! Ma se ogni giorno fai una piccola corsetta, giorno dopo giorno, i chilometri non saranno più faticosi per te. In poche parole, i chakra stanno iniziando a compiere movimenti, quindi è normale che i primi tempi potrebbero darti fastidio. In realtà poi è abbastanza soggettivo: ad alcuni capita, ad altri gli si evolvono senza problemi, credo dipenda da persona a persona. A me per esempio fece malissimo il chakra della mente per il primo mesetto di meditazione ma anche il chakra del cuore, poi passò, invece la maggior parte dei miei studenti non hanno provato niente nel chakra della mente se non un piccolissimo fastidio, quindi è abbastanza soggettivo.

Studente: A me dà molto fastidio, sia quello della mente sia quello del cuore. Quest’ultimo addirittura mi da una sensazione di nausea ed eccessivo calore.

Angel: E’ normale, non preoccuparti, presto non sentirai più questi disagi. Non c’è nulla di anormale, poi se ci tieni posso darti un’occhiata anche io, così ci assicuriamo che sia tutto ok, mi basterà vedere una tua foto, ma non preoccuparti davvero è tutto normalissimo, c’è a chi capita e a chi no. Dipende come reagisce il tuo corpo.

Studente: Ma dalle foto si vede l’energia?

Angel: Esatto. Attraverso una foto puoi conoscere molte informazioni. Ad esempio puoi vedere l’aura di una persona, ma questo non è niente a confronto di ciò che si può fare.

 

Questo documento è di proprietà di https://www.accademiadicoscienzadimensionale.com/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Accademia di Coscienza Dimensionale, A.C.D. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©

 

 

Pagina 3

 

 

 

In realtà si può vedere l’intera vita di una persona, passato, presente, futuro, vite passate e così via, ma ciò che a me interessa guardare di voi è la vostra energia, del resto sono fatti vostri e non intendo invadere la vostra privacy. Non mi interessa.

Studente: Sino a che punto ci si può spingere?

Angel: Sino al punto che desideri, ovviamente a seconda di quanto ti impegni a praticare e quindi evolverti in questa tecnica, tutto dipende da te. Solitamente quando guardo una foto di uno studente, le prime cose che analizzo sono i suoi miglioramenti, i suoi chakra (se stanno lavorando bene) e la sua energia, se è pulita o meno e così via.

Studente: Ma per capire se è migliorata o meno non dovresti controllare una foto già all’inizio?

Angel: Si e no. Per semplificarmi il lavoro si dato che voi studenti siete davvero tantissimi e vedere entrambe le foto mi velocizzerebbe un sacco il lavoro, ma se volessi potrei farlo comunque nonostante richieda un pò più di tempo e ovviamente di concentrazione. Mi spiego. Da una foto si può controllare anche il passato quindi potrei analizzare com’eri e come sei ora da un’unica foto, ma ovviamente essendo voi in tanti, non posso utilizzare molto tempo ad analizzarvi intensamente uno ad uno, perciò per me sarebbe molto più comodo se mi mandaste due foto, una i primi giorni che state iniziando questo percorso e una dopo un po’ di tempo, qualche settimana o un mese.

Studente: Quindi se io per esempio ti mando una foto dell’anno scorso (non sapevo nemmeno cosa fosse la meditazione) poi una di adesso (medito raramente) e poi una dopo un mese di meditazione, andrebbe bene?

Angel: Si, puoi farlo se desideri, se vuoi mostrarmi più lati della tua energia, puoi aumentare i momenti ”immortalati” della tua vita, quindi anche foto di anni scorsi non mi creano problemi, l’importante è che mi mandi anche una foto recentissima. Così sicuramente mi semplificheresti molto il lavoro e risparmierei del tempo.

Studente: Si infatti, quindi posso fare cosi? solo per vedere cosa è cambiato.

Angel: Si certo, come preferisci.

Studente: Come fai a vedere l’energia di una persona da una foto?

Angel: Quando scatti una foto a te stessa, o meglio, al corpo in cui risiedi, viene “immortalata” anche la tua energia. E’ complicato da spiegare su due piedi perché ciò di cui parlo si sente a percezione. Non parlo solo dell’aura, del colore dell’aura, che oltretutto non ha nemmeno tanta importanza in questo livello ma sto parlando a percezione, è un qualcosa che non guardi con gli occhi ma è una sensazione che si sente col sesto senso, a quel punto puoi percepire l’energia della persona capire se è pulita o sporca e ancora non si ferma qui! un piccolo esempio: i miei studenti, quelli che sono arrivati prima di voi, ogni tot di settimane mi spediscono la foto per analizzargli i chakra, ovvero, sento l’energia dei loro chakra e gli dico quali sono messi bene e quali sono messi male, ovviamente loro sanno se sto sbagliando o meno, visto che i chakra sono i loro.

 

Questo documento è di proprietà di https://www.accademiadicoscienzadimensionale.com/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Accademia di Coscienza Dimensionale, A.C.D. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©

 

 

Pagina 4

 

 

Quindi la mia è solo una conferma e un punto di vista più avanzato. A questo punto io gli consiglio ad esempio in quale chakra concentrarsi meglio, quale deve ripulire e così anche per tante altre cose, quali tecniche deve praticare di più etc etc. Ogni certo periodo di tempo richiedo la foto ai miei studenti (se la vogliono inviare, non è un obbligo), così che posso constatare se realmente si stanno applicando e quali sono i miglioramenti così da decidere se portarli avanti o meno, così, a seconda di quanto si impegnano e dei loro miglioramenti che posso percepire dalle foto, concludo decidendo chi portare avanti nei livelli successivi e chi invece ha bisogno di più tempo.

Studente: Ma quindi l’energia la percepisci guardando il corpo? O l’insieme? Nel senso, su che genere di foto ti soffermi?

Angel: Il corpo è solo la macchina che contiene il tuo vero Io. Beh certo, chiedo una foto del tuo viso, se mi mandi la foto di un albero è più difficile vedere la tua energia.  Per velocizzarmi il lavoro, chiedo una foto possibilmente del viso della persona, ma non è precisamente guardando una parte del corpo che riesco a sentirne l’energia. Certo, sicuramente guardare i tuoi occhi, ad esempio mi aiuterebbe di più piuttosto che se tenessi gli occhiali da sole, ma in realtà è l’insieme dell’energia che è dentro te e che ti circonda che mi fa capire quale sia la tua vibrazione, quindi migliore è la qualità della foto, più veloce sarà il mio lavoro. Sicuramente è preferibile una foto dove ti si riesce a vedere bene, piuttosto che una foto dove sei tutta imbacucata. Ma nel peggior dei casi, ci si arrangia con ciò che si ha. Ti ricordo però che se guardo la tua energia lo sto facendo per fare un favore a te, non stai facendo tu un favore a me, perché io non ci guadagno nulla, quindi è a tuo favore inviarmi una foto ben visibile!

Studente: Ecco, questo mi interessava. Grazie.

Angel: Domande?

Studente: Si. Tramite la foto, quindi, puoi vedere anche la vita passata dell’individuo in questione?

Angel: Si, infatti alcuni dei miei studenti li ho riconosciuti non appena sono arrivati, perché ho vissuto altre vite passate con loro, molti altri invece è la prima volta che li vedo, ma riesco comunque a vedere le loro vite.

Studente: Nella vita passata si può essere anche di un’altra specie o eravamo sempre degli umani?

Angel: No, assolutamente. Siamo stati alieni, esseri dimensionali senza un corpo fisico, e tanto altro. Non solo umani, altrimenti che evoluzione è, sempre umano?!

Studente: Beh, tanto la maggior parte di noi non se lo ricorda.

Angel: Ahahah.

 

Questo documento è di proprietà di https://www.accademiadicoscienzadimensionale.com/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Accademia di Coscienza Dimensionale, A.C.D. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©

 

 

Pagina 5

 

 

Studente: Grazie.

Angel: Per poterle ricordare, bisogna evolversi, è sempre il solito discorso, tutto gira sempre intorno al Sesto Senso.

Studente: Come hai scoperto il tuo potere interiore?

Angel: In realtà ho probabilmente iniziato come tutti voi, alla cieca, o meglio, diciamo che sono stata spinta per sopravvivenza, che forse è stato un passo ancor più strano. Avevo delle entità in casa mia che giocavano pesante su di me, giocavano nell’ambito fisico, quindi non si scherzava. Mi aggredivano fisicamente, oltre che distruggermi moralmente. Mi graffiavano, mordevano, mi facevano cadere dalle scale, casualmente mi arrivavano oggetti addosso, ero terrorizzata insomma, ma se non fosse per loro probabilmente ora non sarei qui. Quindi cercai aiuto, cercai aiuto nella religione, ma trovai solo gente che non capiva niente, i preti per ”consolarmi” dicevano che avevo il demonio in casa e che presto sarebbe riuscito ad uccidermi. Non erano cose belle da sentirsi dire.

Studente: Angel a quanti anni è successo?

Angel: Avevo 13 anni quando il prete me lo disse, ma tutto iniziò quando avevo 11 anni. Le entità stavano in casa mia da prima che io nascessi, ma quando avevo 13 anni decisi di informarmi e di iniziare a cercare risposte, che trovai poi solo a 16 anni. La situazione diventò molto pesante, perciò cercai nuovamente aiuti, ma stavolta cercai fuori dai soliti schemi e trovai uno spiritualista che diceva di conoscere delle tecniche per proteggersi dalle entità maligne, così lo contattai e da lui conobbi altri spirituali che me ne presentarono altri e così via. Ero disperata, quindi lo contattai, con poca fiducia ma volevo comunque tentare, tanto non avevo nient’altro da perdere.  Beh, da quel giorno, non volli più smettere. Ho seguito a migliorare le mie pratiche scoprendone sempre delle migliori, decidendo quindi di evolvermi con esse e studiare quali fossero più pure ed evolutive di altre, grazie anche alle innumerevoli persone che testavano queste pratiche. Ci sono cose che non si possono negare e sono certa che tutti quelli che tra voi si impegneranno a praticare queste mie tecniche, rimarranno soddisfatti.

Studente: Quindi da una cosa negativa è nata una cosa positiva. Come sempre.

Angel: O meglio il mio Essere superiore voleva risvegliarsi, ma personalmente avevo un carattere troppo pigro, quindi avevo bisogno di una motivazione ahahah e ricevere morsi e lividi nel bel mezzo della notte o sentirsi le unghie scendere giù per la schiena era un’ottima motivazione per imparare a difendermi.  E ora mi ritrovo a saper fare cose che la gente comune nemmeno può immaginare. Il nostro Io si vuole risvegliare, siamo qui per questo. Ognuno tenta di risvegliarsi a modo suo, il mio, ha deciso di mettermi davanti delle prove difficili, così da poter diventare quel che sono ora. Ora, guardando il mio passato, non reputo nessuno di quegli avvenimenti negativi, anzi, sono stati positivi, perché se non li avessi avuti non avrei potuto superarli, e ora non saprei fare ciò che so fare ora.

 

Questo documento è di proprietà di https://www.accademiadicoscienzadimensionale.com/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Accademia di Coscienza Dimensionale, A.C.D. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©

 

 

Pagina 6

 

 

Studente: Io sono terrorizzata da queste cose, sono una fifona, devo lavorarci su.

Angel: Non preoccuparti, nessuno ti obbliga a fare questo genere di esperienze prima che tu senta di essere pronta. Quando lo farai, sarà perché tu lo vorrai e non perché qualcuno ti ha obbligata a farlo, ricordalo. Non è nemmeno un obbligo che lo farai, ma io conosco bene le frasi del “io ho troppa paura, non ci riuscirei mai” e poi dopo un po’ di tempo “Angel ti prego, mi insegni a vedere i fantasmi?” ahahah.

Studente: Si si lo so, diciamo però che è una cosa che devo riuscire a fare.

Angel: Capisco cosa vuoi dire, ragioni un pò come me, vuoi imparare a fare tutto, giusto?

Studente: Esatto, diciamo che più imparo, più mi sento in pace con me stessa. Ci riflettevo proprio in questi giorni, anche con la scuola in generale ragiono così.

Angel: Si capisco bene cosa intendi, è ciò che piace pure a me, infatti sono sempre molto motivata perché più vado avanti più imparo cose nuove e più ne imparo più le voglio approfondire, è ciò che preferisco. La paura uccide il risveglio, se hai paura, ti blocchi e non vai avanti, ma la paura è solo una bugia del Low per tenerti incatenato.

Studente: Il massimo sarebbe superare il limite, riuscire a conoscere tutto e poter lasciare questo mondo sapendo di non aver sprecato niente.

Angel: I limiti ce li mettiamo da soli e giorno dopo giorno ci saranno sempre altri limiti da superare; il bello è proprio questo, che noi possiamo superarli.

Studente: Ci vuole tanto coraggio e molta forza interiore e di volontà.

Studente 2: Il problema è sempre quello, la paura di volare.

Angel: Ci vuole motivazione così si potrà fare tutto! Se sei motivato a volare ci riuscirai. Il punto è che il Low proverà a toglierti qualunque motivazione a cui ti aggrappi, così che ti passerà la voglia di provare, quindi tenete ben strette le vostre motivazioni così niente potrà togliervele dalle mani e pian piano, avrete sempre maggiori motivi per continuare, ve lo garantisco! Quando inizierete ad aprire il sesto senso vi sentirete così ignoranti, da avere paura di richiuderlo! Perché sino a ieri eravate convinti di sapere tutto o comunque gran parte delle cose che vi circondano, ma durante questo percorso vi renderete conto, come me ne sono resa conto io, che in realtà non sapevate un bel nulla.

Studente: Sì davvero, ormai siam tutti curiosissimi!

Studente 2: La meditazione che svolgiamo, serve anche per sostenere Gaia?

 

Questo documento è di proprietà di https://www.accademiadicoscienzadimensionale.com/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Accademia di Coscienza Dimensionale, A.C.D. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©

 

 

Pagina 7

 

 

Angel: Esatto. Quando mediti stai alzando l’energia di tutto il tuo quartiere tutta la tua città tutta la tua regione tutta l’energia di Gaia! E non solo, stai alzando il tonale di tutto l’Universo, ovviamente sto parlando della Meditazione di Coscienza Dimensionale, perché dire ”meditazione” è troppo vago e io non mi prendo responsabilità delle tecniche trovate sugli altri siti ma solo della mia. Esistono centinaia di meditazioni e tutte opposte tra loro. Ad esempio la tecnica che trovate nel mio sito insegna a non pensare. Se invece andate ad utilizzare altre meditazioni anche tra le più famose, troviamo insegnamenti come: pensa ai colori, pensa ai simboli, pensa a quel momento della tua vita eeee pensa pensare pensa pensa confusione. La tecnica che insegno io è l’opposto e non tutti la capiranno e non tutti la seguiranno, infatti esiste il libero arbitrio, ma dal momento in cui io dico ”meditazione” sappiate che mi sto riferendo sempre solo ed esclusivamente alla tecnica che insegno Io, quindi se uno studente mi dice che sta meditando ma che non ha alcun miglioramento, io sono certa che lui stia meditando con una tecnica diversa dalla mia, oppure stia provando a meditare con la mia ma con le sue “genialate” aggiungendoci o togliendoci passaggi; di conseguenza, se modificate la tecnica che insegno, non state più svolgendola perfettamente ma anzi è come se la state cambiando, quindi io non posso rendermi responsabile di ciò che avviene. Io sono responsabile solo di chi esegue esattamente la Meditazione A.C.D. come è scritta, allora si, che sono certa, che avrete miglioramenti. Se utilizzate altro, non sono responsabile delle vostre azioni.

Studente: Quindi, in poche parole, meditazione = zero pensieri. Io cerco sempre di non pensare a niente mentre lo faccio però mi chiedevo giusto come si notino i miglioramenti non pensando. Scusa il gioco di parole.

Angel: Innanzitutto la meditazione dice brevemente: vuota la mente dai pensieri che in questo momento non devono interessarti e focalizzati solo sul tocco del tuo chakra, rilassato e calmo, rimani concentrato solo sul tocco delle tue dita sul chakra. Ora arriva il bello, questa è la meditazione ma gli errori comuni sono quelli di pensare “e ora cosa accade? e ora cosa succede? ma sto sbagliando? ma sto meditando bene? ma cosa dovrei sentire? Perché non sento ciò che gli altri dicono di sentire?”.  Troppe aspettative!!! Le aspettative distruggono le vostre meditazioni!

Studente: In poche parole la meditazione tende a dare spazio all’inconscio, ovvero la coscienza divina.

Angel: Coscienza divina è una terminologia che non utilizzo ma si, il significato è quello. Se tu smetti di pensare in modo umano riaffiora il tuo Io interiore, quello più vicino a Dio. Il punto è che quasi tutti si fanno aspettative: “cosa devo sentire?” e così facendo rovinate la vostra meditazione.

Studente: Ma tra i non pensieri è incluso anche l’immaginarsi o meglio visualizzarsi il prana che entra?

Angel: Prima ti rilassi e visualizzi la prana che entra in te per qualche minuto, poi togli tutti i pensieri tutti tutti tutti dalla tua mente e rimani solo ed esclusivamente concentrata sul tuo chakra. La fase della prana che entra è un’anteprima, chiamiamola così, che serve per iniziare meglio la meditazione ed è essenziale perché la prana è importantissima per compiere una buona meditazione che ti porti pace e soprattutto energia.

 

Questo documento è di proprietà di https://www.accademiadicoscienzadimensionale.com/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Accademia di Coscienza Dimensionale, A.C.D. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©

 

 

Pagina 8

 

 

Se non respiri prana non respiri energia. Se non compi prima la fase del ”respira prana” salti praticamente il passaggio più importante. La tecnica della Meditazione è stata scritta nei minimi dettagli, qualunque passaggio verrà saltato cambierà il processo della meditazione. I passaggi sono importanti: mettiti comodo, rilassati, respira prana, vuota la mente, tocca i tuoi chakra uno alla volta dedicando i suoi giusti minuti ad ognuno e concentrati su di loro. Questo è. Ogni minimo cambiamento datogli alla tecnica, cambierà di gran lunga il processo della vostra meditazione. È semplice, se volete eseguire una meditazione A.C.D. corretta, eseguite i punti che sono stati elencati. Non è difficile.

Studente: Quando capisco che sono pieno e devo passare al chakra successivo?

Angel: La meditazione dice: fai 10 minuti di chakra chi, quindi cambia in quel momento.

Studente: si ok ma dice anche “quando ti senti pronto!”.

Angel: Si, ma per “pronto”, significa che se non sono 10 minuti precisi, possono essere 9 o 11, ok, ma non è che fai 20 minuti in un chakra 2 minuti in un altro e così via, no. La meditazione dice di fare 10? Allora compine 10 circa. Stiamo comunque parlando dell’inizio. Stai appena iniziando, quindi è essenziale che tu segui questa ‘regola’, altrimenti diventerai subito squilibrato. Una meditazione deve durare 30 minuti, mai di meno. Se però vuoi farla durare di più puoi farlo, quindi se la meditazione dice 7 minuti chakra chi, 2 minuti plesso, etc, ma tu puoi meditare di più, potresti fare ad esempio 10 minuti chi, 5 minuti plesso, e così via. L’importante è che il tempo sia equilibato sui vari chakra. Voglio dire non è qualche minuto in più che crea il problema, ma è qualche minuto in meno che lo crea.

Studente: Ok, ora è tutto chiaro.

Studente 2: Io sono molto interessato a queste applicazioni pratiche dell’energia, da quanto ho capito noi non abbiamo limiti se non quello dell’energia che dobbiamo accumulare. Ci vuole veramente tanta energia per iniziare a giocarci su?

Angel: All’inizio si, perché non sai ancora come si utilizzano le tecniche, non conosci i meccanismi, per cui utilizzerai molta energia, ma andando avanti imparerai ad utilizzare le stesse tecniche consumando sempre meno energia sino ad imparare a compiere le tecniche senza la minima fatica. Ogni tecnica viene insegnata con delle certe regole, ma quando diventi pratico in quella tecnica e ti riesce bene, scopri i meccanismi che per te vanno a velocizzare quindi a funzionare meglio senza il consumo di troppa energia. Ovviamente mi riferisco alle tecniche fuori dalla Meditazione, che rimane sempre e comunque invariata. Ma agli inizi si, ci vuole energia per svolgere le pratiche altrimenti non verranno bene.

Studente: Io mi sento sempre molto stanca, dormo poco, la meditazione mi darà più energia anche in questo campo?

 

Questo documento è di proprietà di https://www.accademiadicoscienzadimensionale.com/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Accademia di Coscienza Dimensionale, A.C.D. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©

 

 

Pagina 9

 

 

Angel: Si certo, quando mediti prendi energia che ti aiuterà su tutto. In primo luogo il tuo corpo utilizzerà l’energia per migliorarsi, quindi migliorerà la tua salute, il tuo benessere interno ed esterno, umore, problemi fisici etc.. quindi ti darà più energia, sarai più rilassata, riuscirai a svolgere le faccende nel miglior modo, sarai più attenta e sveglia, memorizzerai di più, ti sentirai più energica, poi ovviamente potrai utilizzare l’energia anche per svolgere le tecniche, ma per prima cosa verrà il tuo benessere fisico ed emotivo.

Studente: Immagino che prima di poter curare qualcuno bisogni essere capaci di curare se stessi, dunque la mia domanda è questa: Come faccio a curare me stesso con la prana se non ho la possibilità di vedere il mio Io? Inoltre credo di avere il primo chakra otturato o danneggiato, come posso rimediare? Se ho capito bene è da lì che parte il tutto.

Angel: Innanzitutto la tua domanda è da spiegar bene, altrimenti chi legge potrebbe non capire. Vuoi curare il tuo corpo fisico o la tua anima? Sono due cose estremamente diverse. Se tu vuoi curare qualcuno, significa che vuoi curare il suo corpo fisico, da malattie etc.. se tu vuoi curare il suo corpo fisico, hai bisogno di energia, ma prima di tutto sicuramente devi curare te stesso. Quando mediti ti stai già curando perché la prana in primo luogo cerca i tuoi punti danneggiati per poi ripararli, ecco perché c’è bisogno di meditare almeno un mese prima di poter parlare di miglioramenti perché la prana deve avere il tempo prima di sistemare il tuo fisico quindi problemi dolori malattie etc, lavorerà sul tuo umore ovviamente, quindi ti sentirai meglio, energico, felice e positivo, poi, possiamo parlare di miglioramenti sul sesto senso. Il primo mese tipicamente è basato sul riparare i problemi di questo genere, ma varia da persona a persona perché c’è chi già dal primo mese ha avuto grossi miglioramenti sul sesto senso, quindi si, prima di poter curare qualcuno, devi “guarire” tu almeno in base e per guarire non intendo per forza di malattie etc, mi riferisco anche semplicemente all’essere puliti dentro, se hai l’energia sporca non puoi riuscire a curare nessuno, ma anzi lo sporcheresti ancor di più, quindi è essenziale tenere un’ energia pulita e l’energia si pulisce meditando, ovvio poi ci sono certi problemi fisici che avranno bisogno di una tua sessione diretta di guarigione e non solo meditare. Ma la meditazione rimane sempre la base. Meditando assimili energia, se non prendi energia non puoi compiere al meglio le tecniche di tuo interesse.

Studente: E riguardo al primo chakra. Non è da lì che si incanala la prana? Forse ho capito male.

Angel: Intendi il tuo chakra chi?

Studente: Esatto.

Angel: Non credo affatto sia otturato, semplicemente alla maggior parte delle persone quello è il chakra un pochino più complicato da caricare perché si occupa dell’energia di tutto il corpo e quindi si scarica più velocemente a confronto degli altri, ma non preoccuparti minimamente, tu provaci e vedrai che col tempo andrà a migliorare, non si ottiene tutto e subito, come già vi dissi, ci vuole almeno un mese di costante pratica, ma se fate passare il mese senza allenarvi, ovviamente un mese non basterà.

 

Questo documento è di proprietà di https://www.accademiadicoscienzadimensionale.com/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Accademia di Coscienza Dimensionale, A.C.D. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©

 

 

Pagina 10

 

 

Capite che non è il tempo che passa a farvi migliorare, ma è la qualità, è il come utilizzate il vostro tempo, oltretutto l’energia entra da tutti e 5 i chakra da entrate diverse non solo da una, non solo dal chakra chi. Noi meditiamo sui 5 chakra, ma in realtà tutti si ricaricano, quindi non preoccuparti, tu meditaci e vedrai che andrà tutto bene.

Studente: Io ho un problema che però non voglio dire scusate, riguarda un mio organo, credi che io possa curarlo?

Angel: Certo, anche io ho avuto problemi molto seri in 2 organi importanti e li ho curati semplicemente meditando, poi ovviamente se i problemi sono molto gravi, abbiamo l’aggiunta di una tecnica per velocizzare le cose che si chiama guarigione energetica, ma la tecnica per essere utilizzata necessita di prana e se non meditate non ne possedete, quindi è inutile passarvela ora. Prima dovete imparare a meditare e a prendere energia, poi potrò insegnarvi come utilizzarla.

Studente: Grazie mille.

Angel: E’ un processo che bisogna seguire, ma vedrai che con la meditazione inizierai a sentirti già molto meglio.

Studente: Il dentro è lo specchio del fuori.

Angel: Fuori puoi anche fingere, ma se riesci a vedere oltre, nessuno può ingannarti.

Studente: Beh quello è collegato alla mappa del territorio che tu hai. Uno vede il mondo esteriore a seconda del suo grado di coscienza che ha tenendo presente che l’esteriore è lo specchio dell’interiore.

Angel: Se tu guardi una persona, vedi il suo corpo fisico, quindi vedi ciò che sembra e ciò che dice, ma se tu riesci a vederlo dentro, a leggergli la mente nel profondo, non potrà nasconderti nulla.

Studente: Beh, la dualità è solo un illusione perché tutti siamo connessi attraverso la coscienza che per me è Dio, il principio maschile ed il principio femminile ad esempio, un uomo e una donna. L’uomo è l’opposto della donna come la donna e l’opposto dell’ uomo però dentro di loro esiste la coscienza che è uno. Quindi in realtà noi tutti siamo uno.

Angel: Ciò che il Matrix vuole.

Studente: Si, il Matrix vuole l’illusione della dualità, pero in realtà noi siamo tutti connessi a livello di coscienza (Dio) che è in noi, e il mondo cattolico fa di tutto per allontanarci da esso.

Angel: A parte il cattolicesimo, direi proprio la società. Ognuno di noi è già completo, dentro di noi, il vero Noi, c’è tutto, il punto è che il Matrix di questo pianeta per poter far sopravvivere Gaia, desidera che tutti noi cerchiamo all’esterno, fuori da noi, qualcosa che in realtà abbiamo già dentro noi, e questo non è per forza un male eh, altrimenti in questo pianeta la specie umana non sopravvivrebbe un secolo di più, perché tutti andrebbero via.

 

Questo documento è di proprietà di https://www.accademiadicoscienzadimensionale.com/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Accademia di Coscienza Dimensionale, A.C.D. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©

 

 

Pagina 11

 

 

Il punto è che anche molte religioni insegnano che tutto ciò che possiamo possedere sia fuori, la felicità la trovi nei soldi, nel cibo; l’amore lo trovi in un fidanzato, un partner. Insegnano che il nostro bene sia fuori, come ad esempio l’anima gemella che dicono sia l’anima che ci completa, altrimenti la nostra non lo sarà mai e questo è estremamente scorretto da insegnare secondo me, perché l’umano passa tutta la vita a cercare la sua metà mancante fuori e non dentro sè, ma il punto è che è dentro! L’Io è già completo,  l’uomo è già completo la donna è già completa, ma vi sentite vuoti, vi sentite a metà solo perché non avete ancora trovato quella parte mancante dentro voi in profondità, che non è in superficie. Tutto ciò che cercate è già dentro voi, dovete solo trovarlo, perché è nascosto, dovete andare più in profondità. Non è in superfice. Se fosse facile tutti ci sarebbero già riusciti.

Studente: Giorni fa, dopo aver meditato mi son disteso, ero particolarmente rilassato e fissavo il soffitto, dopo un pò ho alzato le braccia verso il soffitto ed ho messo l’indice sinistro vicino a quello destro e concentrandomi su di loro ho notato che erano circondati di luce e le dita diventavano più scure, però la cosa era molto instabile perché appena chiudevo gli occhi perdevo la concentrazione e dovevo ricominciare. Credi sia qualcosa di spirituale o un effetto ottico della luce tipo alone?

Angel: Assolutamente no, non era un effetto ottico. Stavi vedendo la tua aura. Soprattutto dopo la meditazione la tua energia è più ampia quindi più luminosa, più evidente. È stata un’ottima prima esperienza, molto bravo! Per poter guardare la vostra aura, trovate la tecnica dentro il sito nel 1 step.

Studente: Quando saremo pronti, preparati o altro, vedremo l’aura come vediamo gli oggetti materiali o rimarrà sfocata, trasparente?

Angel: La vedrete molto meglio quando andrete a cercarla, ma non la vedrete 24 su 24 se non è questo il vostro interesse. Più vi allenerete in questa tecnica più andrete ad approfondirla, non si tratta tanto di “quando sarò pronto”, ma si tratta di quanto ti ci impegnerai ad utilizzarla. Non è il tempo che passa che ti darà miglioramenti, è piuttosto come utilizzi questo tempo. Considera che l’aura semplicemente è ampia 15 metri e ora che avete appena iniziato a vederla, riuscite a coglierne circa 1-2 centimetri, quindi c’è molto da scoprire ancora, anche perché non si tratta solo di guardarne il colore, alla fine dopo un pò ci si annoia secondo me! Forse sbaglio? Ma è mooolto più ampio. Attraverso l’aura puoi fare molte cose, tu per primo puoi utilizzare la tua aura per compiere altre tecniche, in secondo luogo osservando l’aura degli altri puoi saperne molto di più sul loro conto, ma questo è niente a confronto di ciò che realmente si potrebbe fare, tutto a vostro interesse insomma.

Studente: Io vedo la mia aura e quella degli altri bianca. Mi devo allenare di più per vedere gli altri colori?

Angel: Si, devi allenarti di più, per ora vedi solo il primo strato, quindi allenarti a vederne il colore vero e proprio. Il primo strato è in genere bianchino, poi diventa giallino o celestino, ma ancora non ci siamo. Devi andare molto oltre. Capirai che stai vedendo la sua aura quando non sarà più un semplice colore sbiadito, ma anzi un colore fortissimo come se fosse un fuoco colorato acceso intorno la persona.

 

Questo documento è di proprietà di https://www.accademiadicoscienzadimensionale.com/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Accademia di Coscienza Dimensionale, A.C.D. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©

 

 

Pagina 12

 

 

Studente: Quando guardo la mia mano e osservo l’aura, noto che quando sposto la mano si vede una scia. L’energia si disperde?

Angel: Bello anche questo, bravo! Si l’energia lascia una scia, influenza tutto ciò che ti circonda proprio per questo insegno sempre a possedere un’ energia positiva, così che ciò che influenzerete sarà appunto positivo piuttosto che negativo, quindi si, la tua aura lascia una scia ovunque passi, ma non significa che stai perdendo energia, significa semplicemente che stai influenzando il posto dove passi. Ripeto, è ampia 15 metri, quindi entro 15 metri circa tu stai influenzando (senza accorgertene) la zona in cui risiedi. Non oserei utilizzare il termine “disperdere”, perché fa quasi pensare che la tua energia esca e inizi a mancarti, ma non è così.

Studente: Essendo energia positiva, influenzo positivamente chi mi sta accanto?

Angel: Si, ma il primo che ne trarrà beneficio sarai tu stesso, perché non solo influenzi positivamente gli avvenimenti dalla più piccola alla più grande intorno a te, ma soprattutto ciò che riguarda te. La più grande potrebbe essere una catastrofe, che grazie alla tua influenza non ci sarà o sarà estremamente ridotta; la più piccola potrebbe essere un litigio tra due persone, o proprio qualcuno che vuole discutere con te che poi all’improvviso cambia idea e calmandosi non vuole più arrabbiarsi con te. Proprio per questo è stupido tenerla negativa perché più sei sporco dentro, più chi ti circonda lo percepisce e non sa il perché ma sente di doverti andare contro. Tenere l’energia sporca avvicina maggiormente problemi, avvenimenti negativi e mi dispiace dirlo, capita anche malattie che potrebbero definirsi piuttosto gravi, perciò, se abbiamo la possibilità di scegliere di evitare, non vedo perché non farlo.

Studente: Quando si è carichi di energia si sentono le mani calde oppure è soggettivo?

Angel: E’ soggettivo ma capita a molte persone, però non a tutte. È molto più importante però sentire il chakra carico piuttosto che le mani: il chakra è la base, le mani solo uno strumento.

Studente: E’ meglio sentire vibrazioni nel chakra o calore?

Angel: E’ soggettivo, non è tanto importante come il tuo chakra reagisce all’energia, l’importante è che entri. Su due piedi ti direi le vibrazioni, perché più tipicamente il chakra ottiene delle vibrazioni o dei strani movimenti quando si sta caricando, ma ripeto è soggettivo.

Studente: Io sento le vibrazioni solitamente.

Angel: Si pure io e sento anche il calore, però non ci si può basare su questo, perché il chakra può caricarsi anche senza bisogno di fare troppi movimenti. Dipende.

 

Questo documento è di proprietà di https://www.accademiadicoscienzadimensionale.com/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Accademia di Coscienza Dimensionale, A.C.D. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©

 

 

Pagina 13

 

 

Studente: E’ possibile ricostruire il midollo spinale danneggiato? Sono paralizzato dalla vita in giù da 5 anni.

Angel: Si, è possibile. Come capisci bene non si riesce da oggi a domani ma è possibilissimo. La tecnica a cui mi riferisco tratta di curare qualunque problema attraverso l’energia (prana) e si chiama per l’appunto Guarigione Energetica. Ne parlo nel 2 Step.

Studente: Si possono curare gli altri e in particolare persone che soffrono di schizofrenia quindi malattie mentali?

Angel: Si assolutamente, personalmente mi è capitato di curare problemi anche gravi agli altri tra cui anche mentali.

Studente: La sindrome di down si può curare?

Angel: Si può curare, ma quasi nessuno ci prova. Personalmente ho avuto studenti con ritardi mentali che grazie alla meditazione hanno curato con miglioramenti molto ampi, davvero molto, ma che io sappia pochi hanno provato a curare persone con la sindrome down e sino ad ora non mi è mai capitato che qualcuno proponesse questa domanda, molto bravo.

Studente: Il motivo?

Angel: Io non lo conosco, ognuno prende le proprie decisioni.

Studente: E’ una cosa complicata?

Angel: Sicuramente molto complicata, ma non impossibile, assolutamente non impossibile. Non ho ancora avuto la possibilità di conoscere studenti con questa sindrome, ma quando avverrà otterrà sicuramente il massimo dai miei insegnamenti.

Studente: Forse pensano che siccome è un problema di cromosomi, non si possa più agire.

Angel: Esatto, potrebbe essere per questo motivo, più pigrizia e tanto altro. Ma sino ad oggi non si sono ancora presentati studenti con la sindrome di down, quindi quando capiterà potremo fare questo genere di esperienza. Come sai sono gli studenti che decidono se praticare ACD o meno, non siamo di certo noi che li andiamo a cercare.

Studente: Credi che sia la cosa più difficile da curare?

Angel: No, ci sono cose molto più difficili, ma non mi è mai capitato sino ad ora uno studente down, perciò non ho ancora avuto l’occasione di potergli dare una mano. Un esempio che posso farti è un ragazzo in carrozzella che si alza e ricomincia a camminare o un bambino nato cieco che riacquista la vista, sono problemi difficili da curare, eppure è successo e non una volta, ma centinaia di volte.

 

Questo documento è di proprietà di https://www.accademiadicoscienzadimensionale.com/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Accademia di Coscienza Dimensionale, A.C.D. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©

 

 

Pagina 14

 

 

Il problema che ho constatato più di una volta è un altro: quando curi una malattia ad una persona, questa persona dovrebbe continuare a prendersi cura di se stessa anzichè fregarsene, ”perché tanto ormai è stata curata” perché così facendo potrebbe venirgli una ricaduta, perciò è anche per questo motivo che poche persone decidono di curare gli altri, perché gli altri dovrebbero continuare il lavoro su se stessi, invece prima si fanno curare, poi se ne fregano, si riammalano e tornano di nuovo a chiederti di essere curato, o peggio ancora indicano il dito a chi lo ha curato dandogli dell’incapace. Per questo io personalmente curo solo alcune persone che io reputo meritino davvero, perché se dovessi rimanere a curare tutti non vivrei più la mia vita! Preferisco invece insegnarvi la tecnica per curarvi, così che possiate farlo da soli e non dipendere da me e da nessun altro.  Curare una persona prende moltissima energia, più è grave la sua patologia più ovviamente sarà stancante per te curarlo. Io credo che ci voglia grande cuore nel decidere di diventare curatore, soprattutto grandissima pazienza perché troverai nella vita di tutti i giorni innumerevoli persone che tenteranno di approfittare di te. Ma credo anche che sia una delle migliori tecniche in assoluto e per questo insegno a praticarla e a rendere generosi i miei studenti. Ammiro molto i grandi curatori e personalmente sto affinando incredibili tecniche semplificandole per i nuovi curatori del secolo, affinché tutti riescano a curare anche grandi casi di malattia. In ogni caso comunque, che tu voglia diventare un ottimo guaritore o voglia intraprendere qualunque altra strada, è essenziale che impari questa tecnica. È indispensabile divenire autonomi. Non devi mai pesare sugli altri, se potresti riuscirci anche da solo!

Studente: Fare il curatore potrebbe diventare un mestiere? Alla fine stai dando molto in cambio.

Angel: Beh volendo si, infatti esistono molti pranoterapeuti, ma su questo c’è un lungo discorso da fare. Il tutto gira su chi si prende gioco di te. Se non fosse per questo, sarebbe molto più interessante curare le persone senza chiedere soldi in cambio, la maggior parte della gente preferisce andare a chiedere aiuto ad altri piuttosto che affrontare i propri problemi da soli, perciò si finisce col chiedere denaro in cambio, ma è così dannatamente brutto chiedere soldi in cambio della salute. Di questi tempi poi, si finisce per diventare curatore non per il desiderio di fare del bene alla gente, ma solo per ricevere soldi, è straziante! Vedo innumerevoli “pranoterapeuti” che fingono di possedere grandi doti, solo per ottenere denaro in cambio, vedo gente disperata che paga centinaia e migliaia di euro a persone che son brave solo a parole solo ad ingannare. Ciò che voglio insegnarvi è di non soffermarsi in una sola capacità, piuttosto a migliorarvi, se non specializzarvi in Tutte le tecniche, così da non dover dipendere da nessuno, di certo male non fa.

Studente: Per la vita umana non basta nemmeno tutto l’oro del mondo, ma pranoterapeuti seri mi sà che ce ne sono molto pochi.

Angel: Molto molto pochi, perché alla fine lo fanno solo per soldi, oltretutto a molti di loro l’energia non è al quanto pulita quindi inseriscono all’interno delle altre persone energie sporche e influenzanti e manovranti.

Studente: Per la mentalità che c’è adesso, non ci crede nessuno a queste cose e magari i curatori potrebbero pure passare guai.

 

Questo documento è di proprietà di https://www.accademiadicoscienzadimensionale.com/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Accademia di Coscienza Dimensionale, A.C.D. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©

 

 

Pagina 15

 

 

Angel: Crederci, ci credono. In questi ultimi anni (io credo che abbia iniziato intorno il 2010) l’Italia si sta aprendo alla spiritualità; certo, lentamente, ma vedo che si sta espandendo. Ovviamente stiamo generalizzando troppo. C’è chi crede ad ogni parola che si dice senza minimamente bisogno di prove (il chè non è ottimo) e chi non ci crede nemmeno se gli mostri tutte le prove possibili ed inimmaginabili (il chè è anche peggio). Credo sia normale desiderare prove, ovviamente anche su di me, non ci credeva nessuno, io per prima non credevo di riuscire a farcela appena iniziai questo percorso, poi col tempo ho imparato e ho potuto dare le prove a chi desideravo le potesse vedere. Se sono qui e sono seguita da centinaia di studenti è perché a quanto pare non sono solo parole.

Quando ho mostrato le mie capacità, non si poteva più dubitare, ma come vedi io insegno e aiuto gratis, quindi personalmente non mi interessa “vendermi” e dare il contentino a tutti, perché io non sono qui per “venderti” le mie capacità, io sono qui per insegnarti ad evolverti quindi ti sto facendo un favore, non sei tu a farlo a me, quindi se ti fidi di me bene ci guadagni tu, se non ti fidi a me non cambia proprio nulla quindi puoi anche andartene. Ci sono pochissimi guaritori qua in Italia che lavorano gratis e la maggior parte preferiscono non farsi pubblicità e rimanere abbastanza incogniti, semplicemente perché il guaio più grande è quando le persone pretendono di essere curati da te per ogni loro piccolo capriccio, senza capire quanto ti costa in fatica, tempo e tutto il resto, con la semplice scusa del ”perché tu sai farlo”. Perciò ragazzi, da questo momento smettete di aggrapparvi alle spalle degli altri: avete le tecniche per poter compiere qualunque cosa e migliorare la vostra vita in qualunque ambito, semplicemente usatele.

Studente: Quanto tempo può rimanere dentro di te l’energia sporca di altre persone che ti hanno curato una malattia?

Angel: Prima di tutto la domanda è: è riuscito realmente a curartela o te l’ha semplicemente tamponata? Se è riuscito a curartela totalmente e ora stai da Dio, una meraviglia, dubito fosse energia sporca, anzi tutto l’opposto. Se invece ti ha solo tamponato il problema fingendo di averlo risolto, ma poi è tornato, allora possiamo procedere con la risposta, nonostante ci sia anche la possibilità che semplicemente non si sia impegnato davvero o che non ha dato il suo massimo. Dipende se mediti o meno. Se non mediti potrebbe rimanere anche per tutta la vita, semplicemente perché è dentro di te quindi la lavori nutrendola di altri problemi, rendendola ancora più negativa, è una catena e vivrà dentro di te. Se mediti, invece, ripulendo la tua energia, toglierai il programma che quell’energia negativa ha inserito dentro di te, ma il tempo che ci impiegherai dipende da quanto mediti, da quanto era forte quel programma negativo, da quanto tu ci tieni a spezzarlo o piuttosto a ingrandirlo e così via.

Studente: Una volta ho assistito ad una sessione di pranoterapia, si usa il fuoco?

Angel: In che senso?

 

Questo documento è di proprietà di https://www.accademiadicoscienzadimensionale.com/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Accademia di Coscienza Dimensionale, A.C.D. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©

 

 

Pagina 16

 

 

Studente: Questo pranoterapeuta ha messo spirito (alcool) in una padella e lo ha acceso, ed il fuoco si muoveva a suo piacimento, era abbastanza strano.

Angel: Che dire, ognuno fa il suo effetto speciale per incuriosire la gente e per racimolare contatti. Io personalmente, se devo curare qualcuno, sono diretta alla sua guarigione, senza troppi giochetti di magia.

Studente: Ah.. era uno spettacolino?

Angel: Già.

Studente: Quando ci si accorge che si è liberi da negatività?

Angel: Quando avrai la mente ferma e riuscirai a tenere distanti le negatività ed essere in pace dentro di te, sarà un buon inizio, ma non ci si libera una volta e basta: è come un giardino a cui và spesso data un occhiata per curarlo migliorarlo e renderlo più bello.

Studente: Che significa la mente ferma?

Angel: La mente ferma la si ottiene dopo tempo e qualità di meditazione. Un esempio è quando niente riesce ad entrare, nessun ossessione, nessun pensiero negativo, nessuna sega mentale, nessun dubbio, nessuna incapacità, hai un ottimo controllo della tua mente e se tu ad esempio desideri fare una tecnica o una qualunque cosa, riesci a concentrarti senza che niente ti distragga. Detto così suona anche troppo facile, ma la mente ferma è molto di più, per ottenere una mente ferma si inizia dal principio: allontanare i pensieri e meditare in non pensiero. Pian piano, con allenamento e costanza, si otterrà la mente ferma.

Studente: A me hanno spiegato la teoria dei pranoterapeuti: una mano è quella che assorbe l’energia e l’altra mano è quella che la espelle, si deve capire qual è una e qual è l’altra, loro ti prelevano l’energia brutta e sporca e ti mettono quella buona, oppure se i chakra sono squilibrati loro ti spostano l’energia da un chakra all’altro tramite sempre la mano che assorbe e quella che espelle, in genere dopo una seduta loro usano lavarsi le mani con l’acqua e il sale per pulire l’energia oppure usano delle piastre di metallo mi sembra, inoltre che i pranoterapeuti utilizzino anche fare massaggi ma non sono sicuro, a me avevano spiegato così tempo fa. Questo dovrebbe essere come loro agiscono.

Angel: Si è come loro agiscono ma non come agiamo noi, semplicemente perché abbiamo tecniche più avanzate, non voglio permettermi di reputarmi migliore a nessuno, ci mancherebbe. Ciò che voglio dire è che loro assorbono il dolore degli altri e lo trattengono dentro sè e poi danno la loro energia agli altri, roba più pericolosa di così non esiste, è come togliere tutte le tue difese immunitarie, tutte tutte tutte e poi andare a mangiare chessò un alimento ammuffito.

Studente: Tipo il film “il miglio verde”?

 

Questo documento è di proprietà di https://www.accademiadicoscienzadimensionale.com/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Accademia di Coscienza Dimensionale, A.C.D. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©

 

 

Pagina 17

 

 

Angel: Si, è molto simile a ciò che accade nella realtà. È pericolosissimo, scherziamo? Infatti ciò che insegna A.C.D. è molto diverso da ciò, la tecnica che insegno si tratta di curare la persona utilizzando la prana dell’Universo, che non solo è sicuramente più pulita e guaritrice di quella che abbiamo dentro il nostro corpo (essendo prana pura, elevata, che non ha ricevuto precedentemente la minima influenza) ma ci fa evitare anche di stancarci troppo proprio perché non andiamo a togliere la nostra energia interna. Quando curiamo una persona facciamo uscire dal suo corpo la malattia, o il problema, senza prendercelo noi dentro il nostro corpo. È molto più semplice non prendere la sua malattia dentro di noi, piuttosto che prendercela e poi andare a lavorare per togliercela via (con acqua sale e tutto ciò che utilizzano) non credete? Con tutto il rispetto per i pranoterapeuti, che sicuramente non sono tutti uguali e che stanno dando molto aiuto all’Italia. Ma personalmente ho provato diverse tecniche consigliate da diversi pranoterapeuti e non mi si addicevano affatto. Preferisco evitare danni al mio corpo fisico e morale, se posso farlo non vedo perché no. Oltretutto si può curare benissimo una persona anche a distanza, quindi non c’è bisogno di utilizzare le mani. E’ un buon mezzo, sicuramente, anche i piedi lo sono, ma dubito che ti faresti calpestare da qualcuno per farti curare, ahahah. A parte gli scherzi, non è un obbligo utilizzare le mani anzi, puoi curare semplicemente utilizzando la tua mente. Puoi curare anche a distanza, il chè non necessita di mani visto che non puoi toccare quella persona. Ci sono anche pranoterapeuti che hanno tecniche più simili alle nostre e che non hanno l’abitudine di “assorbire”, piuttosto vanno diretti al punto come è giusto che sia.

Studente: Dove va a finire poi quell’energia sporca che era dentro la persona curata?

Angel: Esce fuori e viene frantumata.

Studente: Si disperde nell’aria?

Angel: Si ma viene ridotta in briciole, viene eliminata, quindi non può più commettere danni.

Studente: Per arrivare subito al terzo step si può meditare più di un’ora al giorno o è inutile?

Angel: Ahahah, se vuoi puoi meditare quanto desideri. Sicuramente velocizzerà il tuo processo evolutivo ma non deve diventare un ossessione, medita prima di tutto per stare bene. Non deve diventare noioso o quasi doloroso solo per superare gli altri. Non è questo lo scopo.

Studente: Visto che si possono fare molte cose vorrei sapere se esiste un tipo di meditazione per visitare le persone lontane. Ho conosciuto una persona che abita lontano da me, vorrei andare da lei ma per motivi personali non posso.

Angel: Probabilmente intendi se esiste una tecnica, non tanto una meditazione, perché la meditazione che insegno è sempre quella  spiegata precedentemente e non cambia, ma esistono tecniche per compiere queste azioni, esempio i viaggi astrali (che è abbastanza famosa come tecnica) oppure altre tecniche dove tu puoi vedere esattamente cosa sta facendo quella persona attraverso la visione remota ed è molto diverso dal viaggio astrale, perché durante un viaggio (oobe) si tratta di tipicamente addormentarsi e spedire una parte della propria energia fuori dal proprio corpo e farla viaggiare e andare nella città di quella persona, etc etc, è una tecnica abbastanza lenta ma molto conosciuta.

 

Questo documento è di proprietà di https://www.accademiadicoscienzadimensionale.com/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Accademia di Coscienza Dimensionale, A.C.D. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©

 

 

Pagina 18

 

 

Quindi ci sono tecniche che ti permettono di vedere tutto sul momento reale, in diretta, senza dover fare tecniche o rituali strani, semplicemente riesci a vedere tutto ciò che ti interessa a distanza semplicemente concentrandoti, ma per compiere queste tecniche devi ottenere un buon stato mentale fermo e senza chiacchiere, in più non credo sia corretto spiare una persona, ma prima di arrivare a riuscire a compiere queste tecniche, capirai da solo cos’è giusto e cosa meno. Andiamo oltre.

Studente: Provai a meditare anni fa ma io non riesco a meditare ed ho dei problemi spirituali piuttosto gravi, non credo più in Dio perché nessuno mi dà un conforto.

Angel: Io ti consiglio di meditare e sviluppare il tuo sesto senso. Qui non si tratta di ciò che dice la gente o ciò che si crede sia Dio, si tratta invece di te, del tuo sviluppo, quindi ti consiglio di meditare e sviluppare il sesto senso che ti farà scoprire la vera verità e non quella che la gente ti impone di credere, ma soprattutto consiglio di meditare con la tecnica che insegno io altrimenti non ha molto senso lamentarsi della meditazione con me se nemmeno utilizzi le mie tecniche, capisci cosa intendo? Io insegno una precisa tecnica, quindi puoi espormi i tuoi problemi, ma se tu non riesci a meditare con altri tipi di tecniche meditative e vorresti espormi i tuoi problemi e pregiudizi, il punto è, che colpa ne ho io? Io prendo responsabilità delle mie tecniche, delle tecniche che trovi in questo preciso sito, non delle tecniche esterne da questo. Io non sono voce delle centinaia di meditazioni che trovi in tutto il mondo, io sono voce della Meditazione Coscienza Dimensionale e ti garantisco che con questa tecnica non puoi ricevere problemi, disagi, brutte avventure. Semplicemente medita con la mia tecnica, poi ne riparleremo. Non credere in Dio è come non credere all’esistenza dell’Universo, visto che è quello che è. Ma se ti riferisci al Dio di cui insegna la chiesa, allora è un altro discorso e di certo nemmeno io credo in quello, ma ad ogni modo stai pur certa che io non obbligo a credere in lui, io ti spiegherò cos’è e proverò ad aiutarti a comprenderlo e ad avvicinarti a lui se è questo il tuo interesse, ma se non è questo quello che vuoi allora non troverai di certo qualcuno che ti obbligherà qui. Fai ciò che senti di fare, sono questioni tue non mie.

Studente: Per molti anni ho dato veramente tanto, diciamo cosi, “ho lavorato per la Madonna”. Sono molto deluso, perché non ho mai avuto una grazia spirituale e non riesco ad aprire il terzo occhio per dare maggiore supporto a Dio, perciò i miei tentativi sono inutili.

Angel: Il Dio di cui sto parlando Io è molto più profondo di come ne parla la Chiesa, oltretutto, cosa intendi per lavorare per la Madonna?

Studente: Si, capisco, quindi provare la tua tecnica è l’unica cosa da fare. Comunque l’ho pregata per molto tempo, ecco cosa intendo. Non riesco ad aprire il terzo occhio per dare maggiore supporto a Dio, vorrei sfruttare la mia anima al meglio.

Angel: Pregare la Madonna significa lavorare per lei? Questa mi è nuova.

 

Questo documento è di proprietà di https://www.accademiadicoscienzadimensionale.com/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Accademia di Coscienza Dimensionale, A.C.D. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©

 

 

Pagina 19

 

 

Ma ora ho capito cosa intendi. Beh, pregare io non la intendo propriamente come agire, quindi pregare non la intendo assolutamente come lavorare. Comunque si, dovresti aprire il sesto senso per comunicare con Dio. Il terzo occhio è solo una piccola parte del sesto senso, ma non è tutto ciò che è il sesto senso. Di certo non lo si apre pregando, altrimenti tutti i cattolici o comunque tutti quelli che pregano sarebbero già tutti illuminati, perché non lo sono? Semplice, perché non è la preghiera che ti fa risvegliare. Ma è la pratica.

Studente: Se ho delle capacità particolari mi sembra ingiusto non sfruttarle, tutti dovrebbero usufruirne.

Angel: Esatto, ma ricorda che per comunicare con Dio è essenziale il Sesto Senso, che si sviluppa meditando.

Studente: Ma con la tua tecnica si sveglia anche la Kundalini, no?

Angel: Si, ma in modo estremamente più equilibrato a confronto di altre meditazioni. Ogni chakra è diverso ed è sbagliatissimo credere che siano tutti uguali. Noi non ci meditiamo direttamente su questo chakra proprio perché ha un diverso “metabolismo” se possiamo definirlo così, ma in contemporanea, mentre meditiamo sul Chi, anche gli altri chakra vicini si ricaricano. Il Kundalini non va preso a gioco, proprio perché è un chakra molto più complicato a confronto di altri quindi non lo si deve squilibrare, soprattutto perché può portare grossi problemi fisici se forzato troppo e squilibrato (problemi alla schiena, ai dischi, etc) per questo motivo noi meditiamo su 5 chakra fondamentali e non meditiamo sin da subito sul chakra kundalini, perché è un chakra che riesce a nutrirsi anche semplicemente se noi meditiamo sul chi, quindi non ha necessità di particolari attenzioni sin da subito. Perciò anche se non tocchiamo tutti e 8 i chakra, si caricano comunque tutti equilibratamente. Perciò si, il kundalini non avrà nessuna carenza con questa tecnica di meditazione.

Studente: Per trovare conforto mi sono avvicinato alla meditazione satanica però nemmeno questa mi dà conforto.

Angel: Ah beh ci credo, ahahhahah i satanisti ti insegnano a nutrirti di oscurità dicendo che è vita ahahhah almeno recitassero meglio. Scusa ma non ci vuole un genio per capirlo, se il bianco è vita il nero è ovviamente morte, come puoi sperare anche solo minimamente che se decidi di meditare sul nero e quindi di respirare nero al tuo interno, questa possa renderti forte e felice? Nero e rosso sono due energie oscure. E’ ovvio che consiglio di evitare di meditare sul colore rosso come insegnano altre pratiche, se vuoi sentirti bene, curarti ed essere felice, l’unica energia realmente pura che può realizzarti è il bianco, e il blu giusto per variare essendo anch’essa positiva.

Studente: All’inizio credevo di sentirmi bene però la rabbia repressa ribolliva dentro me e ho dovuto abbandonare la meditazione satanica.

 

Questo documento è di proprietà di https://www.accademiadicoscienzadimensionale.com/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Accademia di Coscienza Dimensionale, A.C.D. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©

 

 

Pagina 20

 

 

Angel: Ahahah e ci credo, e direi che hai fatto un’ottima scelta ad abbandonarla.

Studente 2: Io penso che se lui si è rivolto alla meditazione Satanica, inconsciamente crede in Dio e ha voluto fargli un dispetto perché credendo che Dio non si manifesti nella sua vita o almeno ciò che crede, abbia voluto vendicarsi. In realtà dovrà comprendere come tutta la sua realtà positiva o negativa sia rivolta all’evoluzione della sua anima. Un giorno capirà che tutte le cose negative che ci capitano non sono mai per farci del male.

Angel: Certo. Tutti desiderano una prova dell’esistenza di Dio, ma pochi decidono di ottenere i mezzi per poterci comunicare.

Studente 2: Io dico sempre ai miei amici: quando la tua vita va male è paragonata ad una caduta in un burrone. Cosa si fa quando si cade? Si guarda giù e si precipita fino ad un certo punto. Più di quel punto c’è la morte. Allora cosa si fa? Si guarda in alto verso il cielo (Dio) e si comincia a fare un cammino duro verso la meta.

Angel: Ottimo paragone.

Studente: Deve piantarla Dio di mandarmi disgrazie, per questo sto cercando di aprire il terzo occhio, almeno ci vado di persona e mi darà delle spiegazioni.

Angel: Le disgrazie non te le manda lui. Pulisci la tua energia, rendila positiva e vedi che non ti arriveranno più. Medita, le disgrazie te le manda qualcun altro proprio per allontanarti da lui. Quando arrivano disgrazie subito si danno le colpe a Dio, immediatamente.

Studente: E’ ovvio.

Angel: Appunto, se fosse lui sarebbe proprio stupido visto che lo si scoprirebbe subito. Il punto sai qual’è? Che nessuno nota le disgrazie che Non arrivano grazie a Dio, quindi questo è. Apri il sesto senso, solo così noterai chi ti manda le disgrazie e chi ti salva da quelle, altrimenti rimarrai sempre col dubbio, sempre con le mille domande non risposte.

Studente: Si, ma ho chiesto a Dio di farmelo aprire, ma non c’è nulla da fare, allora a cosa serve pregare?

Angel: Di certo non sarà pregando Dio, che ti si svilupperà il sesto senso. Se così fosse, ancora ti dico che tutti già lo avrebbero sviluppato. Non ho niente contro la preghiera, ma c’è una differenza abissale tra pregare e meditare. Quando preghi non fai altro che parlare. Quando mediti, tu stai sviluppando il sesto senso per comunicare con Dio, stai risvegliando le tue capacità che con la semplice preghiera non otterrai.

Studente: A me disturba vedere la Madonna che appare a Medjugorie 4 volte al mese ed io passo le pene dell’inferno e nessuno mi dà conforto.

 

Questo documento è di proprietà di https://www.accademiadicoscienzadimensionale.com/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Accademia di Coscienza Dimensionale, A.C.D. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©

 

 

Pagina 21

 

 

Angel: A me poco importa delle apparizioni che avvengono in altri luoghi, perché se lo desidero posso comunicare con loro senza dovermi spostare di città. Voglio dirti che sia della Madonna o chiunque altro, ti ricordo che Gesù, la Madonna etc sono messaggeri di Dio, ma non sono Dio stesso. Ciò significa che puoi invocarli per chiedere conforto, ma non devi dipendere da loro. Devi dipendere solo da te stesso. Attraverso la meditazione tu e Dio diventerete davvero una cosa sola, non servirà più chiedere un aiuto alla Madonna perché tu saprai già fare tutto da solo. Io non passo le mie giornate ad andare a vedere le apparizioni della Madonna nelle città in cui accade, o del Cristo, l’Arcangelo Michele e tanti altri. Dio è l’unico che conosce la verità assoluta. È sicuramente interessante e una prova che tutto ciò esiste.

Ma non confondiamo quest’esperienza con il diventarne schiavi. Mi sento dire spesso che è più importante andare a vedere le apparizioni in quelle città piuttosto che meditare e io ti dico che se tu meditassi e ti sviluppassi il sesto senso potresti richiamare chiunque tu voglia a casa tua e lui/lei potrebbe decidere di apparire davanti a te, e non ci sarà bisogno che sia tu a spostarti. Ma non lo si fa pregando.  Vado diretta a ciò che voglio ottenere, senza bisogno di passare da altre strade o attraverso altri esseri. Sei qui per risvegliarti o vedere gli altri che si fanno i loro affari? Sei qui per risvegliare le tue capacità o per stare per tutta la tua vita a sperare in un apparizione della madonna che poi, scusa la domanda, ma dopo che la vedi? Tutto finito? Finisce qua il tuo scopo della vita?

Io credo che sia importante avere un confronto, sicuramente. Ho imparato tanto da loro quando decisi di raggiungere un confronto, invocandoli. Sono molto forti. Ma ciò che io desidero và oltre, và oltre tutto ciò, io desidero una connessione sempre più forte con il tutto, con Dio, che è estremamente più evoluto della Madonna o di chiunque altro essere, senza offesa nei suoi confronti come Gesù, Buddha, e tutti gli altri, sono davvero davvero molto forti e hanno tantissimo da insegnare, ma continuo a ripetere che loro sono grandissimi Illuminati ma non sono Dio.

Studente: Una volta in sogno ho sentito una voce che mi diceva che potevo fare poco per poche persone.

Angel: I sogni sono spesso manovrati, così che tu ci creda, per farti crollare. Quando aprirai il sesto senso capirai perfettamente perché io insisto così tanto ad invogliarvi ad aprirlo, perché senza quello non si arriva da nessuna parte. Sempre ad ascoltare ciò che dicono gli altri o a interpretare a proprio pensiero ciò che sembra sia la realtà, ma così non si otterrà un bel niente, solo mezze verità e a me non piacciono le robe a metà. O tutto o niente. Dipende quanto voi siete vicini a questa filosofia di vita. Vi accontentate di poco o preferite ottenere il meglio? In questo caso non esiste assolutamente il “chi si accontenta gode”. Qui chi si accontenta, cade, altroché.

Studente: È ciò che cerco di fare, ma sto fallendo su tutti i punti di vista.

Angel: Stai fallendo perché non ti stai applicando come si deve, le tecniche ce le hai, quindi usale anziché fissarle e pensare come e quando. Usale ora, usale e basta e tutto andrà meglio, non cambierà mai niente se rimarrai fermo come stai facendo ora.

 

Questo documento è di proprietà di https://www.accademiadicoscienzadimensionale.com/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Accademia di Coscienza Dimensionale, A.C.D. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©

 

 

Pagina 22

 

 

Studente: Come ci si accorge di avere il Sesto Senso aperto?

Angel: È la domanda più tipica: come faccio a capire di essere risvegliato? Come so di saper fare questa tecnica? Domande troppo tipiche di chi vuole tutto e subito. Il sesto senso non è una scatola che si apre e fine, ma anzi, non ha limite e andrà ad aprirsi sempre di più, ecco perché sarebbe anche scorretto dire “aprire”, perché fa pensare ad un qualcosa che possiede un limite di apertura. Il sesto senso è immenso, andrà sempre a diffondersi maggiormente, non ha un limite. Capirete che state raggiungendo un buon stato di risveglio quando non avrete più nessun dubbio, avrete una connessione estrema con Dio che tutto ciò che desiderate lo otterrete senza pensarci e tutto ciò che accade, già sapevate che sarebbe accaduto e già conoscete le conseguenze e le motivazioni del perché è accaduto, saprete tutto e niente vi farà venire il dubbio, starete bene con tutti e con voi stessi. E questo ancora non sarà il limite, ma probabilmente solo l’inizio.

Se siete qua è perché ciò non lo avete ancora raggiunto ed è per questo che, ancora una volta, vi consiglio di meditare, proprio come la tecnica dice, più di consigliarvi questo non posso fare e se sperate che Dio vi regali così, mi chiedo come e il perché, il sesto senso aperto senza che voi non moviate un dito, solo perché siete pigri e non avete voglia di fare una tecnica che vi rilassa 30 minuti, vi sbagliate di grosso. Mi dispiace sembrare arrogante e presuntuosa, ma dico le cose come stanno. Se aspetti senza agire, non otterrai mai un bel niente dalla vita. Il sesto senso è l’unico ponte che potete utilizzare per connettervi a Dio. È come un patto, voi lo aprite così potrete comunicare con Dio e lui in cambio vi darà tutto. Mi chiedo quale altra scusa inventerai per dare sfogo alla tua pigrizia: “ho chiesto a Dio di farmelo aprire, ma non c’è nulla da fare”. È davvero divertente. Medita, anziché pregare che i miracoli accadano a te che non hai voglia di muovere un dito. Medita e sarai tu a saper compiere i miracoli. Lavora e apri il tuo sesto senso, la Forza in cambio ti darà tutto. Se vuoi il tutto, lavora per ottenerlo, se non ne hai voglia, rimani pure nella tua pigrizia e continua a piangere dei tuoi problemi, questa non è responsabilità mia. Hai le tecniche per compiere il cambiamento, usala. È molto bella, ma fissarla senza utilizzarla non ti darà alcun beneficio.

Studente: Avrei anch’io una domanda.

Angel: Si, dimmi pure.

Studente: Grazie. Dunque, non essendo ancora brava a caricarmi di energia, mi capita spesso che magari esco di casa sentendomi bene e poi tra la gente che si incontra per strada, nei bus e le persone con cui parli ecc… mi ritrovo che mi sento come se mi risucchiassero via quel poco poco di positività che ho, ritrovandomi letteralmente prosciugata spesso stanca e se mi parla qualcuno che magari ha problemi, mi ritrovo anche depressa senza che ho veri problemi per cui esserlo, quindi mi chiedevo se c’è un modo per evitarlo.

Angel: Molto molto interessante brava, mi piace molto la tua domanda. Assolutamente si, c’è un modo. La tecnica è quella di rimanere cosciente della tua vita momento per momento. E’ una tecnica difficile i primi tempi ma già in due settimane, se ti alleni seriamente, noterai che grossissimi cambiamenti li avrai già ottenuti.

 

Questo documento è di proprietà di https://www.accademiadicoscienzadimensionale.com/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Accademia di Coscienza Dimensionale, A.C.D. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©

 

 

Pagina 23

 

 

Si tratta di prendere coscienza, di vivere nel qui e ora; mentre cammini sii cosciente che stai camminando, semplicemente nota, fai attenzione che stai camminando, osserva ciò che ti circonda, fai attenzione a ciò che stai vedendo odorando assaporando; quando stai a lavoro sii cosciente che stai lavorando, che stai facendo questa precisa azione, che stai muovendo le mani. Quando sei in pullman sii cosciente di tutte le persone che sono intorno a te che stanno pensando, che stanno provando sentimenti che hanno fame o che sono assonnati. Prendi coscienza di tutto e senti la tua energia luminosa che ti protegge da qualunque influenza esterna, per aiutarti a prendere coscienza puoi guardarti le mani (anche guardarsi allo specchio aiuta, ma credo maggiormente guardarsi le mani) guardale e muovile lentamente, chiudile e riaprile.  Noti quanto sia meccanica? È una macchina, non sei davvero tu. È la macchina in cui risiedi. I primi tempi sarà una tecnica difficile da fare, non preoccuparti, poi diventerà talmente facile che nemmeno te ne accorgerai, ma sarai percettiva in ogni istante della tua vita, anche mentre dormi.

Studente: Ok lo farò!!! Grazie mille, penso che sarà dura per me che sono sempre evaso dalla realtà.

Angel: Questa tecnica è difficile per tutti agli inizi, ma ce la farai! Ogni giorno concentrati sul prestare attenzione a cosa succede intorno a te e vedrai come tutto andrà meglio! La tua evoluzione spirituale si alzerà a mille!!!

Studente: Grazie Angel!!!

Angel: E’ stato un piacere. Credo sia momento di lasciarci, ci saranno sicuramente altre occasioni in cui vi farò lezione, per il momento tenete d’occhio il sito e la mia pagina Facebook, dove scriverò le prossime attività di chat. A presto!

 

Questo documento è di proprietà di https://www.accademiadicoscienzadimensionale.com/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Accademia di Coscienza Dimensionale, A.C.D. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©
59+

472 Commenti

Rispondi a veronica bolea Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commento *

Nome *
Email (opzionale)


  1. Foto del profilo di David

    ottimo documento, interessantissimo.. grazie!

  2. Foto del profilo di Gioia

    Argomento davvero molto interessante su cui riflettere!grazie mille

  3. Foto del profilo di Niki

    Molto interessante e utile queste domande e risposte grazie