05 – Non sei qui per caso…

non sei qui per caso

Mi è sempre stato chiesto:

“Perché la gente non capisce che i fantasmi esistono? Perché la gente non crede in Dio? Perché crede che non esistano gli alieni? Perché la maggior parte di loro non crede in queste cose o non le comprende?”

La risposta potrà sembrare scontata, ma non tutti sono uguali.

Non intendo catalogare le persone dando loro un’etichetta, ma vorrei semplicemente far comprendere la differenza.

Ci sono persone che sono pronte per conoscere certe informazioni, altre invece no.

Possiamo suddividere le persone in 3 categorie:

  • 1 –  Coloro che non credono e come tali non vogliono che si creda in tutto ciò che può essere definito come “paranormale”. Essi sono estremamente convinti del loro scetticismo o dei loro ideali a tal punto da possedere la verità assoluta nell’affermare che niente esiste o che esiste solo come dicono loro.
  • 2 –  Coloro che non credono ma che non hanno alcun interesse ad imporre il loro pensiero. Potremmo definirli come dei “menefreghisti innocui”. A questa categoria di persone possiamo aggiungere anche coloro che ascoltano il pensiero altrui e magari credono in qualcosa, ma non sono interessati ad approfondire il paranormale a grandi livelli.
  • 3 –  Coloro che dimostrano grande interesse per diversi argomenti “paranormali’’, magari non per tutti, ma intendono comunque aprire la loro mente all’ascolto prima di rinnegare l’esistenza di qualunque cosa. Spesso queste persone iniziano a praticare meditazione etc, per poter evolvere maggiormente la propria coscienza.

Più comunemente distinguerei queste persone in spirituali e non spirituali. Le prime due “categorie’’ le inserirei nel gruppo dei “non spirituali’’, perché la loro mente è radicata in ciò che vedono con gli occhi umani; la loro prospettiva è quindi estremamente ridotta.
La terza categoria la inserirei invece nel gruppo degli “spirituali’’, vale a dire persone che hanno deciso di seguire il proprio istinto nel voler conoscere la verità. Non nascono già praticanti e come gli altri non sentono immediatamente il bisogno di praticare chissà quali cose (se non in rari casi). Nonostante la pigrizia sentono in loro una forte spinta nel cercare qualcosa, vogliono conoscere e saperne sempre di più, potremmo dire che sono affamati di conoscenza. Non si sentono mai pieni.
C’è una differenza tra “spirituale” e “non spirituale”. Coloro che definirei come “spirituali” sono persone spinte nel volersi evolvere. In realtà queste persone sono già più evolute in molti aspetti anche senza saperlo, ed è per questo che sentono di voler continuare a scoprire.
I “non spirituali’’ non sentono questo forte bisogno di conoscenza. Qualche volta potrebbero dimostrarsi curiosi per certi periodi, ma il conoscere per loro non è necessario. La vera ragione di questo è che non sono pronti a conoscere.
Spesso nella lingua comune questa terminologia viene confusa. Il non essere pronti non può essere una giustifica per la propria pigrizia. Spesso sento persone che mi dicono:
“ho sognato una ragazza che ti somigliava molto, mi offriva la conoscenza e sapevo di potermi fidare e poi sei arrivata tu, però non mi sento pronto/a ad iniziare”.

Io insisto nel dire che se mi hai trovata, a prescindere da cosa stavi cercando, è perché tu sei pronto.
Non importa se mi hai sognata o se non sai minimamente chi sono, tu non cercavi realmente me, tu cercavi un mezzo per ottenere queste informazioni. Io non sono ciò che stavi cercando, io sarò il mezzo con cui troverai ciò che realmente ti interessa sapere.
Troppe volte le persone attribuiscono la paura di un nuovo inizio o la semplice pigrizia con il “non sono pronto’’, rimandando poi il proprio risveglio con la tipica frase “quando sarò pronto lo farò’’.
Mi dispiace quando conosco persone che non riescono a vedere ciò che vedo io.
Il rimandare è solo un altro metodo per dire “non accadrà mai perché sono troppo pigro’’.

Se sei qui è perché tu sei pronto a conoscere.

Nessuno in questo sito ti butterà in una stanza chiusa piena di fantasmi, nessuno in questo sito ti obbligherà a fare ciò che non vuoi, quindi smetti di mentire a te stesso.

Non è un caso che tu sia qui a leggere queste parole. Tu stavi cercando la verità.
Dentro di te qualcosa urlava, ti spingeva a cercare, qualcosa voleva esplodere e dirti: “E’ lì, è lì!!!’’, ma tu non eri pronto ad ascoltarlo, avevi troppa paura. Poi, per puro caso, sei arrivato qui. Nessuno ti ha obbligato a leggere i miei scritti, se non il tuo stesso Istinto. Potrei essere una persona qualunque, ma qualcosa ti spinge a leggere a continuare a nutrirti delle mie parole, perché sai che non sono solo parole.
Non possiedo abbastanza ego per dirti che ti offrirò la Verità Assoluta, ma è probabile che mi ci sia avvicinata molto più di altri. Mettimi alla prova leggendo, sperimentando e verificando ciò che segue.
Ci sono due persone al mondo: coloro che non sono pronti e coloro che oggi otterranno un inizio d’illuminazione.

Mentre stai leggendo questi documenti, potrà capitarti che piccoli brividi positivi attraversino il tuo corpo, brividi che ti fanno stare bene, brividi che ti emozioneranno. Questo avviene a coloro che definisco “spirituali”.

Tu sei pronto, non avere dubbi inutili.

Le persone non spirituali non possono comprendere ciò che uno spirituale riesce ad afferrare. Non si tratta di intelligenza, ma di evoluzione. Le persone spirituali lo sono da tanto tempo, da prima ancora di nascere. Hanno una conoscenza più ampliata dentro di loro, non sanno perché, ma sanno che tutto ciò esiste. Ci sono persone spirituali che conoscono molto bene l’esistenza di tutto ciò, altre iniziano con la convinzione che i fantasmi non esistano o che siamo soli al mondo, ma non è importante: col tempo e con l’esperienza affineranno le loro conoscenze.

Nonostante questo però, qualcosa li spinge a voler conoscere e a saperne sempre di più.

Tu sei un essere spirituale, un essere molto potente che vuole risvegliarsi il prima possibile.

 

Tu sei pronto.

 

Nutriti di prana… otterrai tutto ciò che desideri.

 

I non spirituali non possono comprendere ciò che hai da dire, non capirebbero nemmeno se tu iniziassi a spostare oggetti con la mente davanti ai loro occhi; direbbero che è un semplice trucco di magia. Potresti far bruciare qualcosa o potresti cambiare il meteo, facendo iniziare a piovere in una giornata di sole che spacca le rocce, ma loro risponderebbero che hai semplicemente guardato il meteo alla tv e sapevi che a tale ora sarebbe successo. Potresti bucare una nuvola e dargli la forma che più desideri, ma loro non lo vedrebbero, direbbero che è solo una tua illusione ottica. Loro non hanno la capacità di comprendere ciò che potresti fare tu. Non sono pronti, il loro cervello glielo impedisce.  Le poche persone “non spirituali” che noterebbero le tue capacità, inizierebbero a temerle come se tu fossi una persona oscura e malvagia, o semplicemente dimenticherebbero tutto dopo qualche giorno, dando scarsa importanza all’accaduto. Si allontanerebbero da te, reputandoti ‘strano’ e pericoloso.

C’è un importante differenza tra “spirituale” e “non spirituale”.

 

Tu sei un ospite in questo pianeta, sei diverso da loro.. sei di passaggio.

 

Hai delle missioni in questo tempo, ma cerchi continuamente di negarlo.

 

Tu non ricordi, ma sei qui per un motivo.

 

Non sei qui per caso.

 

 

Questo documento è di proprietà di https://www.accademiadicoscienzadimensionale.com/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Accademia di Coscienza Dimensionale, A.C.D. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©

 

133+

739 Commenti

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commento *

Nome *
Email (opzionale)


  1. Foto del profilo di Silvy Maddalena

    Niente é un caso ed ognuno di noi ha uno scopo nella sua vita terrena. C’è un disegno divino dietro ogni cosa e sono certa che intraprendendo un cammino spirituale si possa giungere alla comprensione di esso e del significato profondo della nodtra esistenza.

  2. Foto del profilo di zael

    benedetto quel giorno che stavo cercando prove sul paranormale!

  3. Foto del profilo di Maury

    Io sinceramente non lo so. Dio ha mandato nella mia vita quella che da trent’anni è la mia migliore amica. La mia luce. La mia anima gemella! Abbiamo cercato insieme di evolvere come meglio potevamo. Con i mezzi che avevamo poveracce! Poi un giorno lei chiede aiuto è siete arrivati voi! Mi prende per mano e mi dice: non puoi non venire nel mio mondo! È io che la seguirei in capo al mondo sono qui!

  4. Foto del profilo di Viorel

    Stavo cercando info sul Libro secreto d gessu di Daniel Meurois e tra le prime risposte di google stavate voi ,mi sono detto : vediammo . Casualita ? niente e casuale .

  5. Foto del profilo di Adam

    Non credo nel caso e spero di evolvere per aiutare me e poi gli altri come te, come esempio grazie per far conoscere la verita alle persone

  6. Foto del profilo di Dejodrel

    continuo a ripetermelo da un sacco di tempo. Non posso essere qui per caso. non è possibile, non avrebbe senso.
    Sono sicura che c’è una ragione per la mia esistenza e non vedo l’ora di scoprire quale sia.
    Grazie!!

  7. Foto del profilo di Terry

    Nel mondo dove ho vissuto fin ora tutto mi è stretto, estraneo e non ha nulla che mi dia stimoli. Non sono qui per caso, c’è un perché, c’è uno scopo, ho tanta sete di spiritualità ne ho bisogno per conoscere il significato di questa esistenza momentanea. Sono pronta perché voglio evolvere, voglio essere libera di essere me in tutte le mie forme, in tutto il mio essere, finalmente ho trovato la strada, la mia scuola, grazie!

  8. Foto del profilo di Tella

    Sì lo so bene, non sono qui per caso, qualcosa mi ha attratta in questo sito, anche se non ne conoscevo l”esistenza

  9. Foto del profilo di mary

    Non sono qui per caso… cerco la spiegazione a qualcosa che non so neanche cosa sia ma so che c’è, la sento .

  10. Foto del profilo di Neni

    Sono convinta che non sia un caso che Angel e i suoi aiutanti si siano messi a disposizione per un disegno divino evoluto. Tutti noi che leggiamo e impariamo nuovi concetti, siamo qui perché curiosi e per dare spazio a quella parte di noi che sa di Esserci. Grazie ancora.

  11. Bellissimo documento.Certo niente e’ a caso.Tantomeno l’incontro con questo insegnamento.Grande stimolo ad usarlo nel modo migliore.

  12. Foto del profilo di Biagio71

    Ganzo che parli dei brividi, quando riesco a comprendere un concetto spirituale, o lo sento particolarmente affine, mi sento attraversato nella schiena braccia e testa da brividi…

  13. Foto del profilo di mrpolo

    Spero di essere davvero qui di passaggio… spero che la spiritualità mi aiuti davvero, perchè questo mondo mi sta stretto.

  14. Che non sono qui per caso ne sono consapevole e mi sento spirituale.. A volte mi sento sola perché chi mi circondata a una visione diversa.

  15. Foto del profilo di Scarlett

    Infatti forse l unica cosa a cui non credo e il caso! E non che non gli abbia dato opportunita, anche troppe cose ho chiuso con “mah sara’ un caso”. Pero’ tutte le volte queste “coincidenze” hanno portato con se (magari dopo giorni,mesi o anni) una spiegazione. Infatti credo che tutto viene al suo tempo. Tutte queste cose “sopprannaturali” e spirituali che cercavo di esaminare non le ho condivise con troppa gente, perche per qualche “caso” non intendevano e non capivano proprio la domanda che mi facevo, ancora meno volevano risposte. Con le persone invece che ci ho parlato di queste cose e’ stato come un click dal nulla ci siamo messi a discutere di cose che “impiniscono” l anima, e tuttora ci parlo con piu persone..magari quelli attorno si pensano “ma guarda che cosa devo ascoltare, stupidate” …un po mi facevano pena quelli che non capivano perche Non volevano…ma penso comunque che non e’ arrivato il loro momento ancora.. tipo il low io all inizio me lo immaginavo come un energia dentro a certe persone che cercono di farti stare al basso livello, ci sono un paio di persone che credono di avere il dono e lo urlano in faccia a tutti ..magari anche a quelli che ce l hanno veramente e Vedono che questa persona non ce l’ha. Cmq io sto zitta non ho bisogno di allargarmi agli occhi degli altri come il mondo ci fa credere che debba essere..io le mie emozioni e le mie sensazioni le tengo per se, perche so che chi ne avra l intenzione le vedra! 🙂 Continuo a leggere 😀

  16. Foto del profilo di Panda

    Nulla succede x caso… Noi tutti non siamo qui x caso… Io non mi sento migliore o peggiore degli altri. Sono diverso. E se sono qui qualcosa di importante sta per succedere!

  17. Foto del profilo di nando

    Sono contento di aver scoperto “non per caso” l’A.C.D. Spero con tutto il mio cuore di trovare risposte a tante domande che negli anni mi son posto

  18. Foto del profilo di Rosy

    Fin da piccola mi mancava qualcosa…sono da sempre alla ricerca…mi sembra che non può essere tutto qui ci dev essere dell’ altro …e ora penso di averlo trovato 😊

  19. Foto del profilo di Pulce

    2) Il Caos non esiste, è semplicemente un ordine che non capiamo. Ed è certo che nessuno approda qui per caso, per quel che credo, forse, la vera differenza tra uno spirituale e un non-spirituale è che in questi scritti il primo riconoscerà tutto ciò che è scritto e si sentirà a casa, in mezzo a persone care, anche senza averle mai viste. Il secondo invece si farà quattro risate, darà a tutti noi degli squilibrati mentali e poi continuerà come sempre ha fatto a vivere la propria vita condizionata, in maniera pure compiaciuta per il fatto di non credere a queste cose, senza capire che ha tagliato l’ancora della salvezza, o perlomeno senza capire che ha perso una delle più grandi e vere occasioni della sua vita, anche fosse solo la possibilità di comprendere il mondo dentro e fuori di lui. Io vedo verità in questi testi e non voglio perdermi questa occasione, sono caduto molte volte, e non importa se cadrò anche qui davanti a molti, so di potermi rialzare…, ma un’ occasione così quando può ricapitare?

  20. Foto del profilo di Chance

    Evolvendosi e crescendo si vede tutto con un testa diversa e si capisce che certe situazioni persone ecc è quasi meglio abbandonarle per stare bene con se stessi. Condivido il pensiero di altri utenti che dicono che parlando di argomenti più profondi la gente abbia quasi paura a parlarne e preferisce ignorare e parlare di cose più superflue

  21. Foto del profilo di Eros

    Sì, tutto vero ! Quando semplicemente parlo di queste cose, della ricerca interiore in generale noto un blocco percettivo da parte della maggioranza delle persone con cui cerco di condividere…e quindi smetto, allontanandomi dai vari gruppi, isolandomi.
    Ancora sì…mi sento stanco di stare in questo gruppo umano, a mio avviso, molto superficiale e che continuamente si stordisce con le cose mondane.

  22. Ho riletto l’articolo, è vero non sono qui per caso, da sempre cerco delle informazioni su cose che sento è che mi capitano, questa volta sento di essere nel posto giusto

  23. Foto del profilo di ILIA

    Avevo già letto questo articolo in precedenza. È vero! Se sei pronto lo senti. Ciò che mi frenava soprattutto all’inizio era l’allontanamento fisiologico delle persone che mi percepivano diversa. Ma ho fatto la mia scelta. So che il percorso non sarà facile. So che i gradini sono molti. Ma ora sono pronta.