070 – Ripulire l’energia – Pulire l’energia dell’ambiente (2 parte)

Questo articolo è disponibile anche in formato Audio, se desideri ascoltarlo clicca qui

Pagina 1 su 5

In ogni casa sono presenti programmi energetici, in alcune più negativi di altre. Bisogna pensare ai programmi come se fossero tanti cartelli stradali che vorrebbero indirizzarti e quindi farti imboccare una precisa strada da loro dettata, sebbene tu potresti benissimo tagliare corto e passare da un’altra strada scelta da te. I programmi vogliono spingerti a prendere una direzione, ma tu puoi scegliere ogni volta di prendere una strada diversa diventando cosciente dell’errore verso cui vogliono dirigerti. Siccome i programmi vengono creati dai nostri pensieri e sentimenti – quando sono troppo forti ed esprimono un intento – o dai pensieri e sentimenti delle persone che ci circondano, esistono infiniti programmi e non soltanto positivi o negativi. Infatti, quando si parla di programmi, si pensa solo a quello che ti spingerà ad essere triste, o a quello che ti spingerà ad essere felice, quindi negativo o positivo. Ma in quali delle due parti inseriresti il programma dell’apatia? Sicuramente non è positivo, ma non si può nemmeno paragonare al programma che ti spinge a piangere o ad arrabbiarti contro qualcuno; perciò potresti pensare che andrebbe inserito nel mezzo, quindi nel “neutro”, ma in realtà il programma dell’apatia è tutt’altro che neutro, perché vuole spingerti a prendere una strada da lui imposta. Per semplicità parleremo spesso di programmi positivi o negativi, ma devi essere consapevole che esistono infiniti programmi e non solo tristi o felici. Una casa ha tantissimi programmi energetici, questi si trovano un po’ ovunque e continuano ad influenzare i tuoi pensieri e le tue decisioni ogni giorno. E pensare che ogni programma è nato a causa tua o per via delle persone che abitano con te!

Un programma è nato da un evento che è accaduto, per esempio da un giorno in cui sei tornato a casa particolarmente svogliato e hai impresso – inconsapevolmente – un intento molto forte in camera tua o nel luogo in cui ti trovavi. Però, anche gli altri possono imprimere programmi in casa tua, anche a distanza! Perciò qualcuno che sia una persona che non è mai entrata in casa tua, o anche un’entità che ci è passata, ha impresso un programma apatico che ti porti a non riuscire a fare nulla quando sei a casa, facendoti perdere tempo pur di non compiere nulla di sensato. Quindi un programma si attiva quando sei in quel luogo, infatti potresti ad esempio accorgerti di un programma in quanto, quando sei in una determinata stanza, inizierai a sentirti in un preciso modo (per esempio apatico) e poi, quando uscirai di casa, ecco che ti tornerà la voglia e ti sentirai meglio. Ciò può accadere con tanti altri programmi, per esempio quello che ti farà sentire molto triste o depresso non appena entrerai dalla porta di casa, oppure molto nervoso, oppresso, con i nervi a fior di pelle. Probabilmente darai le colpe a ciò che ti circonda, dicendo che la casa è troppo stretta, che è piccola e ti fa sentire oppresso, o che ti dà fastidio vedere le stesse persone ogni giorno, ma ciò che fa scattare la molla del tuo nervosismo sono i programmi energetici che ti circondano oppure le energie negative impresse nelle aure delle persone che ti provocano tanto fastidio; sempre di energie negative si parla! I programmi energetici ti spingono a comportarti in una certa maniera, quindi a ricascare spesso nello stesso programma, affinché tu lo nutra e lo renda più forte.

Un esempio di programma decisamente tipico di tutti è quello dell’anti meditazione. Stavi facendo dell’altro e ti sentivi ispirato, quindi scegli di andare a meditare perché senti che è davvero un’ottima scelta praticarla ora. Ti dirigi in stanza da letto – o nel tuo luogo di meditazione – e non appena varchi la porta di camera si attiva qualcosa, un programma che ti fa dimenticare completamente di essere andato lì apposta per meditare. Così ti metti al computer, chatti un po’, o fai tutt’altro. Sembravi molto deciso, eppure ti sei distratto con altrettanta facilità. Come definiremo questo programma? Non ti ha reso triste, non ti ha reso sofferente, ti ha però fatto dimenticare una decisione molto importante che avevi preso per te e per la tua evoluzione personale, quindi di certo non è un programma positivo e nemmeno neutrale. Ogni programma energetico che non è del tutto positivo va eliminato, perché anche se in modo leggero contribuisce alla tua sottomissione energetica.

Pagina 2 su 5

Perciò, anche se può sembrare innocuo o leggermente invadente come quello dell’apatia, ricorda che a lungo andare ti rovinerà l’evoluzione spirituale e non solo quella, ma anche tanti altri fattori della tua vita; quindi è meglio abbatterla subito. Decidere di ripulire tutti gli oggetti della casa, uno per uno, è un’azione alquanto improbabile, ma puoi praticare la tecnica per ripulire l’ambiente così che anche gli oggetti e ciò che ti circonda assorbiranno l’energia positiva e verranno riprogrammati. Poi potrai dedicarti agli oggetti precisi che ritieni siano più importanti, senza doverli però toccare tutti uno per uno. In primo luogo, devi imparare a pulire la tua energia interna, perché devi prendere confidenza con la prana e imparare a focalizzarti sull’intento di pulire l’energia; dopodiché impari a ripulire l’energia del luogo. La tecnica non si basa unicamente sul richiamare prana in casa, ma devi imparare a dirigerla perché ti faccia ottenere i risultati per cui hai scelto di praticare.

Quando pratichi la pulizia interna, stai richiamando prana dentro di te con l’intento che purifichi ogni tuo strato energetico e ti levi di dosso le energie negative raccolte con il tempo. Ogni giorno ne raccogliamo tante e non possiamo impedirlo, proprio come ogni giorno ci sporchiamo e abbiamo bisogno di fare la doccia; puoi anche scegliere di rimanere rinchiuso in casa per evitare di entrare in contatto con gli ambienti esterni nella speranza di non sporcarti, ma il tuo corpo si sporcherà e dovrai farti comunque la doccia. Perciò rinchiudersi in casa non è una soluzione per evitare di sporcare la propria energia, dato che anche i tuoi pensieri rischierebbero di sporcarla e talvolta anche peggio di quanto riuscirebbero a fare gli altri. Perciò è importante che pratichi la pulizia dell’energia interna, molto spesso. Questa ti aiuterà in gran parte a ripulire anche quella esterna, ovvero l’energia dell’ambiente che frequenti, ma soprattutto del luogo in cui pratichi la tecnica di meditazione e di pulizia. Infatti, la meditazione è una bomba di energia positiva che pervade tutto l’ambiente in cui pratichi, perciò è normale se la tua stanza di meditazione diventa molto più positiva e luminosa anche se non avevi mai praticato la tecnica di pulizia energetica prima d’ora, perché in realtà lo hai sempre fatto già solo meditando. Però, praticando la tecnica di pulizia, aumenti ancor più l’effetto e velocizzi i risultati positivi. Il fatto è che non devi impegnarti per portare negatività in camera tua, mettendo alla prova l’energia positiva pensando “Toh, beccati questo, ora starò triste per un po’ dentro la mia stanza e vediamo se l’energia positiva riuscirà ad impedirmelo!” perché è ovvio che se tu riprenderai a pensare negativo, sia la tua energia interna che quella dell’ambiente che frequenti ricominceranno a sporcarsi. Però, se tu sarai coerente con le tecniche e con i fatti quotidiani, praticando la pulizia energetica e impegnandoti a non pensare negativamente mentre sei in casa – e durante tutto il giorno – allora l’effetto positivo sarà di gran lunga più visibile.

La casa deve diventare come il tuo luogo di relax. Sinora l’hai trattata come fosse un magazzino di programmi, inserendoci tutti i tuoi pensieri e più energie possibili. Senza saperlo hai continuato per anni a tornare a casa e portare da fuori i problemi, i pensieri negativi, sfogandoli dentro le quattro mura e conservandoli in ogni stanza. È giusto vedere la propria casa come luogo in cui si può essere sé stessi e lasciare che le tue emozioni escano fuori, ma scaricare tutta la rabbia e tutte le tue frustrazioni nello stesso luogo in cui mangi, dormi e vivi per molto tempo della tua vita non può che portarti altri problemi seguiti da sofferenza. La tua casa deve diventare il luogo di benessere, perché quando torni a casa stanco dal lavoro e apri la porta, l’energia deve accoglierti, assalirti e rigenerarti, devi sentirti come fossi appena entrato in un luogo davvero positivo per te, non il contrario: in casa devi sentirti meglio e non più stanco di prima. Sei stato abituato a pensare che fuori casa, quando tutti ti vedono, devi sempre essere perfetto, impeccabile, la persona migliore del mondo, poi quando torni a casa dai il peggio di te, convinto che nessuno ti veda. Fuori casa devi sempre essere sorridente, poi dentro casa sei infuriato con tutti, tratti male la tua famiglia e pugnali continuamente te stesso.

Pagina 3 su 5

La casa deve essere il luogo in cui ti senti rigenerare, in cui non vedi l’ora di tornarci non tanto per scappare dai problemi, ma per riprendere quel benessere fisico e mentale che ti aiuteranno ad essere ancor più forte di prima contro i tuoi avversari. A maggior ragione in casa devi cercare di essere positivo, di non far entrare i pensieri negativi in te e di non far entrare dolore nei tuoi familiari a causa tua. Per questo devi essere cosciente, ma anche ripulire l’energia interna e quella dell’ambiente.

Il luogo in cui mediti viene già ripulito attraverso la meditazione, ma puoi aumentarne l’efficacia con la pulizia energetica. Si potrebbe pensare che una soluzione per ottenere due effetti con una sola mossa sia meditare ogni giorno in un punto diverso della casa, e non è un’idea cattiva, però quando mediti ciò che deve passare in primo piano è la riuscita della meditazione stessa, e non della pulizia della casa. La pulizia dell’ambiente durante la meditazione è un effetto secondario, ma quando mediti devi focalizzarti soprattutto sull’intento di far riuscire bene la sessione meditativa. A furia di volere ottenere tutto troppo in fretta, ci si perde per strada. Perciò piuttosto che meditare ogni giorno in un luogo diverso per purificare la casa, e poi finire per non meditare affatto bene, concentrati a meditare bene e, quando puoi ripulire la casa, pratichi la tecnica apposta per la pulizia. Ciò non toglie che tu ogni tanto puoi scegliere di cambiare luogo di meditazione, che anzi è una buona idea, però devi ricordare che quando si medita si medita, quando si pulisce l’energia si deve pulire l’energia; non mischiare troppo le cose pensando di fare in fretta, perché l’idea di fare in fretta non va d’accordo con l’evoluzione. Per ripulire l’energia dell’ambiente in cui ti trovi, inizialmente dovrai occuparti di richiamare prana. Non serve che io ti dica che per richiamare prana devi prima rilassarti, concentrandoti bene sull’intento di calmare la tua mente ed entrare in contatto con l’energia positiva. Per aiutarti, ti spiegherò passo per passo la tecnica per ripulire l’energia della stanza in cui ti trovi; dopodiché potrai allargarti per tutta la casa. La tua camera dovrà essere il tuo piccolo luogo di pace assoluta, ma non lasciare che il resto della casa si riempia di negatività. Quindi ricordati di fare, ogni tanto, una pulizia energetica più approfondita anche al resto della casa.

Pratichiamo quindi una sessione di pulizia energetica dell’ambiente. Questa sessione durerà dai 10 ai 15 minuti circa, ma ovviamente potresti decidere di farla durare meno o più tempo a seconda dell’occasione e della necessità di pulizia; ricordati che se la casa possiede tante energie negative, programmi di litigi e di tristezza, problemi di vario genere, è molto meglio praticare di più e soffrire di meno, che praticare di meno a causa della propria pigrizia e poi rimanere i giorni a litigare in famiglia o avere disturbi personali.

Puoi decidere di stare seduto o sdraiato, in quanto non si tratta di una meditazione. Il mio consiglio è di alternare e di praticare più spesso da seduto, poiché ti concentrerai meglio.

 

Se desideri ascoltare la tecnica guidata versione Audio, clicca qui, poi continua la lettura dell’articolo; altrimenti, leggi la versione scritta ed eseguila passo per passo.

Inizia a rilassarti… respirando prana in te.

 

Per pulire l’energia di un luogo, prima di tutto respira prana dentro di te.

 

Rilassati e concentrati unicamente sul respirare prana.

 

 

Senti la prana bianchissima che entra dentro di te e ripulisce la tua energia.

 

Ora richiama l’energia più pura e positiva che ci sia, direttamente dall’universo.

 

Richiamala e falla entrare nella tua casa.

 

Concentrati in particolare sulla stanza in cui ti trovi ora, richiamando l’energia dell’universo dentro la tua stanza.

 

Visualizza l’energia bianca e purissima che entra nella tua stanza e si espande.

 

Senti questo ponte che si crea fra l’energia più pura e casa tua, richiamandola in grosse quantità.

 

Respira prana… sentiti positivo, in pace, e con questo sentimento richiama energia positiva nella tua stanza, perché anch’essa diventi un luogo di assoluta pace.

 

Continua a richiamare prana in camera, come se un oceano di energia bianchissima dovesse entrare in camera tua.

Immagina come se la tua stanza esplodesse di energia positiva, emanando luce e purezza per quanta ne contiene.

 

 

Respira… e concentrati a richiamare talmente tanta energia che la stanza si riempia di luce bianchissima, come neve.

 

Visualizza l’energia pranica che si espande per tutta la stanza con l’intento di purificarla.

 

Senti l’energia bianca, luminosa, che scioglie qualunque programma negativo e lo rimpiazza con energia bella e positiva.

 

La prana continua ad arrivare e riempire camera tua in abbondanza.

Senti il senso di pienezza.

Senti la tua stanza che si riempie di energia positiva, di felicità e di gioia.

 

Espandi l’energia, sentila penetrare nei mobili, negli oggetti, infine nei muri.

 

Senti come l’energia bianca purifica tutte le superfici, l’arredamento, ripulendo ogni punto della tua stanza.

 

Ora espandi l’energia per tutta la casa.

 

Richiama prana dentro la casa ed espandila in ogni stanza, con il forte intento di ripulire l’energia e sciogliere qualunque programma energetico.

 

Abbonda di energia pranica.

 

Rilassati… per il momento puoi concludere qui la sessione di pulizia.

Pagina 5 su 5

Come ti senti? Sono sicura che avresti voluto continuare ancora un bel po’, e potrai ripetere la sessione tutte le volte che vorrai. In questo momento ci siamo concentrati in particolare sulla tua camera, ma sarà importante praticare per espandere l’energia in tutta la casa; ovviamente potrai farlo anche senza bisogno di andare fisicamente nell’altra stanza, però, se ne avessi la possibilità – purché nessun altro ti disturbi mentre ti trovi in giro per la casa – puoi praticare la tecnica dirigendoti fisicamente direttamente nel luogo interessato e sedendoti lì. In entrambi i casi andrà benissimo. La tecnica della pulizia energetica puoi praticarla in qualunque momento desideri, prima o dopo la meditazione, perché in entrambi i casi porterà bene. Se decidessi di praticarla prima della meditazione, pulirai il luogo da energie negative e ti aiuterà a iniziare una sessione meditativa molto più leggera e rilassante del solito, dato che hai abbassato il livello di negatività e di Low che si trova in stanza. Se praticherai la pulizia energetica dopo aver meditato avrai più energie, perciò la pulizia avrà un effetto maggiore e più positivo nell’ambiente in cui ti trovi. Quindi in entrambi i casi avrai un effetto molto positivo, ancor meglio se vari spesso l’ordine delle due pratiche. Anche se dovessi praticarla distante dalle sessioni meditative andrà bene, perché si tratta di una tecnica a sé stante e non per forza unita alla meditazione. Per aumentare l’efficacia e la durata della pulizia energetica, è davvero molto importante che pratichi la Protezione energetica almeno una volta al giorno, tutti i giorni! La Protezione mantiene l’energia pulita per più tempo perché trattiene le energie negative fuori dalla tua abitazione.

Molti commettono l’errore di proteggere solo la propria stanza e non l’intera casa, stessa cosa pulire solo l’energia di camera propria e non di tutto l’appartamento. Proteggere soltanto camera propria significa permettere all’energia negativa di entrare in casa e disturbare i tuoi familiari o colpire te stesso mentre ti trovi in una delle altre stanze. Anche l’energia va ripulita in tutta la casa, perché pulire solo la tua stanza può non bastare per evitarti di cadere negli altri programmi che prenderai mentre ti trovi nelle altre stanze e trasporterai di nuovo dentro camera tua. Ecco perché è importante che tutta l’abitazione sia protetta e pulita energeticamente, e non solo camera tua. Proteggi tutta la casa ogni giorno e quando puoi ripulisci la sua energia; fai una bolla protettiva a te, alla tua camera e alla tua casa, perché così la negatività riuscirà sempre meno ad entrare, sino a quando riuscirai a bloccarla all’esterno e troverà estrema difficoltà ad entrare. Per riuscirci ricorda di ripulire casa tua anche se la proteggi sempre, perché l’energia negativa si crea anche attraverso di te, che pensi negativo, o quando entri in casa portando problemi provenienti dall’esterno. Ricordati di tagliare anche i fili per aumentare la durata della Protezione. Ogni volta che dimentichi di proteggere casa lasci che la negatività abbia vie di entrata, così entrerà anche in camera tua nonostante tu pensassi di averla protetta. Ogni volta che pratichi la tecnica della pulizia energetica prova ad entrare più in profondità e scoprire nuovi livelli, per esempio entrando nel dettaglio della casa, potenziando la purificazione dell’ambiente anche più internamente dei muri, del soffitto, del pavimento, di ogni stanza della casa, anche del bagno! Non credere che in bagno non possano nascere energie negative che potrebbero crearti danno: quante volte hai avuto paura di andare in bagno da solo la notte? Eccoti la risposta: avevi paura perché inconsciamente percepivi che in bagno era presente energia negativa o qualche entità che è riuscita ad entrarvi grazie all’assenza di protezione in quella stanza. Proteggendo meglio casa e ripulendo l’energia di ogni stanza, compreso il bagno, il corridoio e i punti della casa che frequenti poco, diminuirà la tua paura di quelle zone perché diminuirà in loro l’accesso della negatività e delle presenze negative. Aumenta l’intensità della difesa e noterai una grande differenza.

Fammi sapere, qui sotto, come ti sei trovato con questa tecnica e come ti sei sentito dopo averla praticata. Se hai già avuto risultati condividili qui sotto, affinché anche i tuoi compagni possano comprenderne l’efficacia e l’importanza di metterla in pratica.

Fine pagina 5 su 5. Se hai gradito l’articolo, commenta qui sotto descrivendo le tue sensazioni durante la lettura o la pratica della tecnica proposta.
Questo documento è di proprietà di https://www.accademiadicoscienzadimensionale.com/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Accademia di Coscienza Dimensionale, A.C.D. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©
146+

627 Commenti

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commento *

Nome *
Email (opzionale)


  1. Sentivo un po’ di apatia, ho ripulito l’ambiente. 🙂 Tecnica efficace mi sento più leggero e ripulito, abbinerei la tecnica di pulizia con la tecnica di protezione 🙂

  2. più ci si esercita più si ottiene risultati ma soprattutto consapevolezza anche in altri campi

  3. Nonostante oggi il Low ce l’abbia messa tutta per interrompermi durante questa pratica attraverso numerosi rumori esterni, sono riuscita lo stesso a mantenere il non pensiero e a concentrarmi solo sulla visualizzazione del Prana e sull’obiettivo di pulizia della mia casa. Grazie, é una tecnica che mi piace molto.

  4. Non saprei dire perchè ogni volta che richiamo la prana già mi sento Felice e al sicuro

  5. Mi ero dimenticata di commentare …non so se si è capito🙄😂 comunque Tecnica provata più volte ,molto Bella grazie

  6. Fatto. Grazie Angel.

  7. Fatto, grazie Angel.

  8. Fatto, grazie Angel.

  9. Tecnica efficace,un po’ come la protezione psichica

  10. Molto bella la tecnica, ho fatto affluire moltissima prana. Sento la stanza più pura, grazie!

  11. Tecnica che si concentra sulla stanza e poco sulla casa, chiaramente va personalizzata, come descritto qui, e vanno aggiunti il taglio fili e la pulizia nei dettagli oltre che farsi le bolle e mettere molto intento. Con la pratica si migliora sempre più. Ottima tecnica di partenza per praticare la pulizia.

  12. Molto bella questa meditazione , anche io mi sono sentito alleggerito.

  13. Cosa vuol dire o meglio cosa si intende per “tagliare i fili”?

  14. Mi sento più leggera dopo aver praticato questa pulizia energetica, forse ha avuto effetto anche su di me oltre che sugli oggetti.
    Grazie!

  15. Bella tecnica sento la positivita’ nei locali che ho purificato. Grazie

  16. speriamo di eliminare totalmente le “scorie” negative che circolano dentro casa

  17. Mi sento sempre meglio dopo la pulizia dell’energia..a volte sottovaluto la tecnica.Devo impegnarmi a praticarla più spesso anche perché non vivo sola e quindi di programmi energetici ce ne sono molti in casa!Grazie

  18. É meraviglioso poter pulire le energie della casa!!Grazie di cuore

  19. spero che con questa pulizia piano piano si azzerino anche i vecchi programmi energetici per dare forma ad una nuova realtà

  20. Non so se avevo mai letto questo articolo, francamente credo di no eppure lo trovo di una importanza unica, In effetti casa mia non è ancora pulita, lo sento chiaramente ogni volta che rientro e mi sento privo di energie. Pratichiamo.