• Home
  • Step 1
  • 41 – Cacciare via i pensieri rimanendo coscienti nel presente (3 parte)

41 – Cacciare via i pensieri rimanendo coscienti nel presente (3 parte)

Pagina 1

 

 

Passo dopo passo stiamo affrontando tutti gli argomenti essenziali che ogni studente ha bisogno di comprendere per costruire un proprio cammino spirituale. Oggi tratteremo del pensiero: in particolar modo vedremo come sconfiggerlo rimanendo coscienti nel presente. Quando uso il termine “sconfiggere” non intendo dire che dobbiamo lottare contro il pensiero, perché in quel caso avremmo già perso, essendo il pensiero molto più forte di noi. Il nostro scopo sarà invece quello di ingannarlo e confonderlo, affinché non sia in grado di comprendere le nostre reali intenzioni. T’insegnerò quindi come sconfiggere il pensiero senza che niente e nessuno se ne renda conto, a parte te naturalmente. Prima di cominciare vorrei premettere che non è per niente facile. Per questo motivo non dovrai scoraggiarti se le prime volte quest’operazione ti sembrerà difficile. Ognuno procederà con i suoi tempi, i quali non dipenderanno assolutamente dall’incapacità dell’allievo, ma dalla qualità del suo impegno e della motivazione nel riuscire a raggiungere l’obiettivo.
Come in ogni sfida, anche in questo caso ci sarà sempre chi parte con una forte motivazione e poi magari trascorre l’intera meditazione con la mente immersa in immagini e ricordi lontani senza sconfiggere realmente il pensiero; allo stesso tempo ci sarà anche chi si mostra debole e scoraggiato in partenza, privo di fiducia nelle proprie capacità, ma poi giorno dopo giorno con impegno e dedizione comprenderà la vera essenza del non pensiero, riuscendo perfettamente a praticarlo. Dobbiamo capire che il non pensiero è un’abilità assolutamente possibile da raggiungere. Non stiamo parlando di alzare una montagna con un dito, ma semplicemente di lasciare che la mente si rilassi e inizi a comprendere come lavorare senza pensare in modo verbale. Tutto ciò è completamente fattibile se affrontato col giusto impegno. Non devi dare per scontato di riuscirci dall’oggi al domani sicuro del fatto che il pensiero è qualcosa che controlli da tutta la vita, e allo stesso tempo non devi nemmeno lasciarti spaventare dalla difficoltà dell’impresa e darti per fallito ancora prima di aver cominciato. Magari non impiegherai due giorni precisi, ma nemmeno dieci anni come alcuni insegnano. Il metodo migliore da seguire è quello di lavorare con l’intento di farcela nell’immediato, senza però soffrire d’aspettativa.

Partiremo ora dalla fase più semplice per poi passare a quella più complicata.
Il primo consiglio che ti do è quello di non rimuginare. Come spesso accade, anche tu in passato avrai sicuramente subito azioni negative difficili da superare, situazioni che ti hanno lasciato solo ricordi dolorosi come la perdita di qualcuno, un amore finito, una figuraccia umiliante, una frase che non ti aspettavi e così via. La mente t’induce a pensare e a ripensare a quelle scene, ma così facendo, inconsapevolmente stai permettendo a quel dolore di bloccarsi nel tuo inconscio. All’apparenza non ti accorgerai di nulla, ma in realtà quel pensiero fastidioso s’insidierà come uno spillo nella tua mente e continuerà a far male chissà ancora per quanti anni, punzecchiando e punzecchiando ancora. Molti sostengono che il tempo possa curare le ferite, ma se cominci a ragionare in questo modo, finirai per aspettare in eterno senza risolvere nulla. Il mio consiglio è di agire immediatamente, affinché questo dolore passi il prima possibile.
Se non lo farai, quel pensiero negativo diventerà molto fastidioso: inizierai a sognarlo, lo vedrai ovunque guarderai, ogni persona o situazione che somiglia a quella del tuo ricordo ti farà stare male dandoti sempre nuove ragioni per rimuginare.

 

Questo documento è di proprietà di https://www.accademiadicoscienzadimensionale.com/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Accademia di Coscienza Dimensionale, A.C.D. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©

 

 

Pagina 2

 

 

In realtà tutto ciò ha avuto origine da un unico problema, che la tua mente ha continuato ad alimentare, permettendo così al ricordo di espandersi, di cambiare sembianze, senza però modificare gli effetti negativi sulla tua psiche. Prima di giungere a conclusioni affrettare, prova ad analizzare i profondi meandri del tuo passato, forse non lo ricordi, ma se ci rifletti bene prima o poi capirai la vera causa di tutto il tuo dolore e potrai sconfiggerlo. La maggior parte della gente si aspetta che i problemi si risolvano da soli e rimane ferma ad aspettare senza fare nulla per sentirsi meglio. Non è la cosa migliore da fare. Puoi assumere un atteggiamento d’indifferenza nei confronti di ciò che è fuori di te, ma se ignori ciò che è dentro di te non cambierà nulla di ciò che vorresti. Naturalmente le circostanze remeranno contro di te affinché tu non muova un dito per migliorarti, per questo motivo devi comprendere il da farsi. Andando in profondità e riconoscendo il vero problema che ti ha causato questo stato negativo, infrangerai tutti i programmi creati al suo interno e smetteranno di recarti danno.
Che tu sia alle prime armi o meno, ti consiglio di prestare attenzione a tutto ciò che leggerai in questi scritti, perché non sono certa che troverai queste informazioni altrove. Il passato è accaduto per una motivazione che dovrai comprendere senza l’uso della logica, sicuramente le brutte esperienze ti hanno reso più forte di prima, ma non è detto che siano accadute proprio con questa finalità. Vivere nel presente non significa semplicemente credere di vivere nel presente, altrimenti tutti vivrebbero nel presente, è corretto?

Quest’affermazione potrebbe farti pensare: “Beh, è ovvio che sto vivendo nel presente, tutti vivono nel presente, altrimenti non sarebbero qui.” In verità non è così ed ora ti spiegherò la ragione. Quando vivi nel futuro, significa che stai pensando solo al futuro senza iniziare a costruire ora, nel presente, ciò che nel futuro dovrebbe diventare. Come potranno mai realizzarsi i tuoi desideri futuri se nel presente non agisci con fatti concreti per realizzarli? Se trascorressi le giornate sdraiato su un divano a pensare al futuro senza compiere azioni finalizzate ad esso, come potranno mai avverarsi i tuoi piani? Non stiamo parlando di colpi di fortuna o sfortuna, come il tizio che studia da anni per diventare un famoso scienziato e poi, senza volerlo, si ritrova a lavorare come spazzino, e il tizio a caso che non ha nemmeno un diploma che viene eletto (diciamo..) per essere il Presidente. Voglio farti comprendere che tutto intorno a noi viene programmato da qualcosa di esterno e se non ci liberiamo di queste catene, il nostro presente e il nostro futuro verranno stabiliti come lui desidera e non come noi vorremmo. Se ti aspetti di vincere in casa del low con le armi del low ovviamente vivrai in base al caso.
Personalmente non voglio vivere a caso, voglio raggiungere i miei obiettivi e ottenere il meglio per me e sono sicura che anche tu nutri grandi aspettative dalla vita. Per questo motivo intendo rivelarti come ci sono riuscita, ma dovrai prestare molta attenzione a ciò che dico, perché molto spesso parlo fra le righe. Innanzi tutto, per programmare il futuro come noi lo desideriamo è necessario agire nel presente, ma con “agire” intendo proprio “fare” e non “pensare di voler fare”. Ogni volta che sei presente nel tuo presente, il tuo futuro e il tuo passato si adeguano a te. Ogni volta che vivi nel passato o nel futuro, il tuo presente fallirà, andando a sgretolare anche il tuo futuro e il tuo passato e ti lascerà in preda al low. Non pensare a ciò che hai fatto nel passato, prima era passato, piuttosto rimani cosciente nel presente, affinché tutto intorno a te si manifesti come tu desideri.

 

Questo documento è di proprietà di https://www.accademiadicoscienzadimensionale.com/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Accademia di Coscienza Dimensionale, A.C.D. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©

 

 

Pagina 3

 

 

In questo modo potrai diventare ciò che vuoi (pittore, professore, qualunque cosa.) e potrai anche Illuminarti se cerchi l’illuminazione.
E’ necessario comprendere che agire non significa semplicemente studiare e apprendere, ma anche fare esperienza. Se vuoi diventare professore non devi solamente dedicarti agli studi universitari, ma hai bisogno anche di fare pratica e di imparare metodi di insegnamento. In questo percorso, oltre alla meditazione, avrai a disposizione tutte le tecniche per poter decidere come cambiare (anche totalmente) il tuo presente, il tuo futuro e il tuo passato e non dovrai aspettare un mio comando o mie indicazioni per farlo. Attraverso questi scritti, ti sto insegnando molto più di quello che sembra: molte volte scrivo tra le righe e spesso nascondo messaggi ancora più profondi nei miei insegnamenti, ma potrai capirli solo se avrai orecchie per intendere e sesto senso per percepire. Ti rivelerò parecchie informazioni nascoste nei miei testi, ma dovrai essere in grado di scovarle e decidere di metterle in pratica, perché una semplice lettura non basterà. Quando avrai realmente compreso ciò che ti sto rivelando, non ci sarà più bisogno di invitarti a vivere nel presente, perché già lo starai facendo.
Spesso mi viene chiesto come sia possibile costruire il proprio futuro, a questa domanda rispondo sempre che per fare ciò è necessario rimanere presenti nel presente. Ricorda che ogni tua azione presente potrà cambiare anche totalmente il tuo futuro. Questo però non deve portarti a rimuginare su come hai agito in passato, ma dovrai prendere coscienza del presente e, nello specifico, proprio del presente in cui stai vivendo ora. Solamente in questo modo potrai assicurarti un futuro da persona consapevole e sveglia. Se ora dormi, stai creando il tuo futuro da sonnambulo, ma se ti svegli e comprendi di voler rimanere sveglio per tutto il presente, il futuro smetterà di essere un sogno e un programma e diventerà realtà. Se desideri dunque creare il tuo futuro, piuttosto che pensare, inizia ad agire.

Molti credono, erroneamente, che le tecniche psichiche che insegno debbano essere praticate solo in casa quando non si è disturbati come una specie di hobby. Io non insegno dei passatempi, io insegno tecniche che ti permetteranno di cambiare totalmente ogni ambito della tua vita (salute, benessere, amore, lavoro, successo, realizzazione dei propri desideri, potere,  ecc.) dandoti il pieno controllo su ognuno di essi.
Ciò non significa che per ottenere il comando del tuo futuro sia necessario organizzare ogni singolo secondo della tua vita, altrimenti il programma non funzionerebbe più. Questo, infatti, è uno dei tipici pensieri negativi che vengono inseriti nella mente delle persone perché si auto-addormentino. Il futuro andrà avanti, gli avvenimenti accadranno, ma se qualcosa non ti piacerà, potrai cambiarlo affinché non avvenga o potrai farlo accadere diversamente, programmando anche l’opposto di ciò che sarebbe dovuto succedere.
La vita continuerà ad andare avanti, niente si bloccherà, ma tu potrai decidere come gestire la tua esistenza, magari dando inizio a qualcosa di nuovo o mettendo fine a ciò che ti opprime. In questo modo potrai migliorare ogni aspetto della tua vita. Tutto ciò, però, non accadrà semplicemente pensando, ma agendo concretamente per te stesso. Certamente potrai studiare, lavorare e fare piani, ma ti consiglio soprattutto di agire praticando le tecniche psichiche che ti rivelerò, perché se agire significasse semplicemente svegliarsi la mattina e andare a lavoro, quasi tutti gli umani di questo mondo ora sarebbero grandissimi Illuminati.

 

Questo documento è di proprietà di https://www.accademiadicoscienzadimensionale.com/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Accademia di Coscienza Dimensionale, A.C.D. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©

 

 

Pagina 4

 

 

Naturalmente essere Illuminati non significa rinunciare per forza a tutti i piaceri che questa dimensione ha da offrire, ma non dobbiamo nemmeno esserne schiavi. La maggior parte della popolazione è facilmente dominata da quasi tutti i meccanismi di questa dimensione, quindi probabilmente anche tu lo sei in questo momento. Per questa ragione il mio obiettivo è quello di farti comprendere come essere realmente presente, perché gran parte della popolazione di questo pianeta non lo è affatto. Proiettandoti nel futuro non solo ti rovinerai il presente ma anche il futuro, mentre pensando al passato, ti rovinerai il presente e il passato. In altre parole, è necessario che ti focalizzi solo sul presente. Cinque minuti fa è passato, tra cinque minuti sarà presente. Sia chiaro non devi smettere di fare progetti per il futuro, ma non pensarci continuamente. Ad esempio se hai in programma di fare un viaggio è giusto organizzarlo, ma dopo che l’hai organizzato, è davvero necessario pensare continuamente a cosa potrebbe accadere in quel viaggio? A quanto ti divertirai e a quante belle persone incontrerai? Non fantasticare troppo, non farti aspettative a riguardo e non aspettare con ansia quel momento. Manca una settimana? Organizza ora tutto ciò che serve per ottenere il massimo da quel viaggio, ma goditi il presente. Prepara le valigie e la tua mente, perché dovrai memorizzare e godere di tutte le informazioni che quell’esperienza potrà offrirti, ma non vivere già nel futuro. Manca solo una settimana? Goditi questa settimana nel luogo e nel tempo in cui stai, senza aspettare con ansia sperando che il tempo passi veloce. Il tempo passa già troppo veloce e viene continuamente sprecato, perché non si ha coscienza di ciò che accade. Costantemente veniamo addormentati da qualcosa che manipola le nostre menti, ci hai mai pensato?

Vivere nel presente significa essere coscienti di ciò che sta accadendo in questo momento. Ora io sono seduta accanto alla scrivania a scrivere questo documento e non sto pensando a quando lo posterò sul sito, o quando la gente lo leggerà e commenterà, a quando un giorno arriverà qualcuno che potrà farne una critica o un’ammirazione estremamente valorosa, ma semplicemente mi godo il momento, lascio che le mie informazioni fluiscano e che si espandano fuori da queste pagine perché sono costantemente in uno stato meditativo. Non sto pensando a quando scrissi il mio primo documento o a quando scriverò il prossimo, ma ogni scritto per me è pieno di vita nel momento in cui lo compongo e voglio viverlo nel presente. Non mi piace spezzare i documenti e concluderli in una prossima occasione, amo iniziarli e proseguirli in più tempi al presente, perché solo in questo modo so che i miei insegnamenti rimarranno incisi in chi vorrà apprenderli.
Ti consiglio quindi di non rimandare a domani quello che puoi fare oggi, perché è proprio questa la catena che ti allontanerà dal risveglio. Piuttosto impara a “rimandare il rimandare”, in modo tale da agire subito al presente rimandando a mai più la voglia di non fare niente. Quando vivi nel passato, significa che stai rimuginando continuamente su avvenimenti già accaduti che ti hanno ferito, mentre quando vivi nel futuro stai pensando continuamente ai progetti che vorresti realizzare o a ciò di negativo che potrebbe accadere con il tuo partner, con il tuo lavoro, ecc. Abbiamo già abbastanza negatività addosso imposta dall’esterno, perché attirarne ancora di più? Se vuoi imparare ad allontanare la negatività dalla tua vita in qualunque faccia essa si mostri, devi comprendere in modo approfondito ciò che sto dicendo (e questo non avviene solo ad una prima lettura). Rifletti su queste mie parole, non pensare.

 

Questo documento è di proprietà di https://www.accademiadicoscienzadimensionale.com/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Accademia di Coscienza Dimensionale, A.C.D. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©

 

 

Pagina 5

 

 

Quando inizierai a collegare la tua vita ai miei insegnamenti, a comprendere il modo in cui sono collegati e a renderti conto di quante cose credevi di sapere, allora starai riflettendo. Quando si accenderà una lampadina nella tua mente e ti farà dire: “Cavolo!!! Wow!!! Allora è questo che intendeva?!” starai iniziando a riflettere. Quando mediti o quando non stai meditando non pensare al passato o al futuro, caccia via anche i pensieri più semplici come “mi fa soffrire ciò che mi ha detto ieri Tizio” o “dopo devo andare a fare la spesa” e concentrati solo sul presente. Stai meditando? Bene, concentrati solo sulla tua meditazione. Stai disegnando? Bene, concentrati solo sul tuo disegno. Stai lavando i piatti? Bene, sii cosciente che stai lavando i piatti, non farlo inconsapevolmente, perché ogni volta che vivi da incosciente, riduci la tua vita. Lava i piatti sapendo che li stai lavando e comprendi perché hai deciso di lavarli proprio in questo preciso momento.
Le risposte sembreranno banali, ma se avevi voglia di meditare e di botto ti vien voglia di lavare i piatti, capisci che non è per buon senso, ma solo per rimandare la tua meditazione. Se dovevi seguire una lezione e ti ritrovi a lavare la cuccia del tuo cane, capisci che non è per buon senso ma solo per perderti una lezione che ti avrebbe fatto evolvere. La cuccia del cane poteva attendere ancora mezz’ora, ma quando perdi il momento migliore in cui avresti potuto meditare o riflettere su una nuova lezione, ti accorgi che non era il tuo buon senso, ma il low che è riuscito ad ingannarti ancora una volta. Rifletti su questo, quando vai a compiere qualunque azione renditi conto di come, quando e perché la stai compiendo. Tutte le risposte sembreranno banali, ma ti garantisco che riflettendo su ciò, arriverai al motivo per cui tu debba risvegliarti, lo comprenderai da solo anche prima di renderti conto di averlo compreso. Questa è la prima regola per imparare il non pensiero. Sarà complicato, ma ci riuscirai se realmente ci lavorerai sopra. Ti sto insegnando a smettere di esser pigro, perché è questo che ti frega. Questo ti farà rimanere sonnambulo per tutta la tua vita, se non decidi di svegliarti.

 

Questo documento è di proprietà di https://www.accademiadicoscienzadimensionale.com/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Accademia di Coscienza Dimensionale, A.C.D. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©
76+

327 Commenti

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commento *

Nome *
Email (opzionale)


  1. Foto del profilo di Simo_o

    Vivere in modo cosciente è davvero molto importante anche se a volte risulta un po’ difficile perché ci perdiamo nei pensieri.

  2. Foto del profilo di reporter

    Sicuramente da applicare immediatamente e tenerlo sempre presente nella mente

  3. Foto del profilo di Faby7770

    Ho dovuto rileggerlo… il low gioca brutti scherzi e prova in ogni modo e ogni minuto a intrappolarti….

  4. Foto del profilo di Maya

    Oltre il pensiero rimane la sensazione e l’emozione che legano ad esso, ricordo ancora la difficoltà provata le prime volte, riguardo al non pensare al passato. Ho sempre molta strada da fare ma dopo aver sperimentato questa possibilità che porta a un reale cambiamento, anche con alti e bassi cerco il più possibile di stare nel momento presente. Sento che la pratica mi aiuta a sgretolare ciò che non è utile per la mia vita. Grazie infinite

  5. Foto del profilo di Docar

    E’ inutile rimuginare, pensare al passato e al futuro, senza agire nel presente.
    E’ questo l’ unico modo per essere autori del proprio destino: cacciare via qualunque pensiero e rimanere coscienti del presente.
    Grazie Angel, mi hai salvato la vita.

  6. Foto del profilo di Pollihannah

    bellissimo e molto utile, devo dire, che forse l’ho provato ora, invece di uscire per fare un acquisto che puo attendere anche domani sono rimasta qui a leggere i tuoi documenti.
    per imparare a meditare meglio ogni giorno .

    grazie mille

  7. Voglio davvero impegnarmi per raggiungere il non pensiero ed essere più cosciente!

  8. Foto del profilo di Manu 80

    Riletto grazie Angel è proprio vero bisogna decidere di svegliarsi e il non pensiero arriva senza fretta o ansia solo con tanto impegno. 😊

  9. Foto del profilo di Ap1

    Una grande lezione, rileggerla mi ha dato una scossa interiore, proprio quello di cui avevo bisogno, grazie

  10. Foto del profilo di Luca

    Bellisima lezione, difficile da tenere il non pensiero ma non bisogna mollare.

  11. Foto del profilo di NLo1

    Importantissimo! Mi rendo conto leggendo tra le tue righe che nel passato (anche quando non sapevo della meditazione), lo facevo inconsciamente ed infatti erano le volte in cui avevo più successo nelle cose in cui facevo. E’ la soluzione di tutto! Grazie Angel.. <3

  12. Foto del profilo di Francesca

    Uno degli argomenti più tosti, fondamentali e apparentemente irraggiungibili che ho letto finora. Il non pensiero questo sconosciuto! Che dire è tra le cose più difficili che sto cercando di realizzare. Essere cosciente… lo faccio diverse volte al giorno, però tenerlo è veramente difficile. A volte mi chiedo se ho compreso davvero cosa significhi essere cosciente. Ma so che sono tutti trucchetti del low per mettermi in difficoltà e farmi dubitare delle mie capacità, quindi cerco di ignorare e andare avanti, devo riuscirci non ci sono ne se ne ma! Grazie Angel.

  13. Foto del profilo di Simone

    La chiave è proprio non rimandare mai, il non pensiero è un allenamento continuo, non si puo stare fermi si regredisce. Quindi dobbiamo allenarlo continuamente senza mai dimenticarcene. La lettura dei doc sul non pensiero ce lo ricorda sempre, dobbiamo solo metterlo in pratica. Grazie di tutto Angel!

  14. Foto del profilo di ruslana

    Solo mettendo in pratica si riesce a capire cosa vuoi dire…le risposte e le intuizioni migliori arrivano in non pensiero…il benessere più bello è durante il non pensiero…senza parlare del bloccare o inquinare il nostro futuro con paure e pensieri..dunque il non pensiero è la prima protezione…da affinare.

  15. Foto del profilo di nausicaa

    Quanta verita’ in questi scritti…ne rimango sempre sbalordita!
    Purtroppo mi rendo conto di essere la prima a non vivere nel presente….la mia mente mi conduce sempre altrove…
    Grazie Angel per questi preziosi insegnamenti

  16. Foto del profilo di Davide

    Grazie per questi consigli d’oro!! A mio parere sono…in un certo senso…la struttura portante sulla quale costruire il proprio risveglio.