• Home
  • Step 1
  • 47 – Sesto Senso – La libertà di vivere (2 parte)

47 – Sesto Senso – La libertà di vivere (2 parte)

Questo articolo è disponibile anche in formato Audio, se desideri ascoltarlo clicca qui

Pagina 1 su 5

Nella lezione precedente sul Sesto Senso, ti ho spiegato come questo senso ti appartenga di natura da sempre, poiché si tratta del Senso che ti permette di amplificare gli altri, e di comprendere ciò che con gli altri 5 non potresti cogliere, vedere o sentire, né tantomeno capire. Ogni facoltà psichica che conosci, oltre le tantissime altre che non conosci, appartengono tutte insieme al Sesto senso. Ciò significa che noi potremmo essere sensitivi, ma anche preveggenti, ma anche telepatici, ma anche telecinetici, senza dover scegliere soltanto una facoltà e senza doverci limitare, con la convinzione che si possa scegliere soltanto una via nella vita. È naturale che ognuno di noi sia più spinto verso una precisa direzione, convinti che tutte le altre non ci interessino. Per fare un esempio, tu potresti essere molto interessato alla telecinesi, ma poiché non conosci l’argomento telepatia se non a grandi linee (e pure sbagliate), ti convinci che quest’ultimo argomento non ti servirebbe a nulla, o comunque non sei spronato ad approfondirlo. Oppure, potresti essere spinto alla ricerca di Dio, alla ricerca della verità sulla sua identità, sulla sua presenza, sul potere che possiede, e credere che niente oltre a questo possa interessarti davvero. Questa convinzione deriva però dalla non-conoscenza degli altri argomenti. La mia intenzione non è quella di convincerti a farti piacere tutti gli argomenti spirituali o farti perseguire tutte le facoltà psichiche, né tantomeno vorrei che tu perdessi di vista il tuo personale interesse verso una singola capacità; piuttosto, vorrei farti comprendere che la tua idea di volerti interessare ad una singola facoltà anziché scoprire anche le altre, potrebbe non essere il tuo reale desiderio, bensì una decisione presa dalla non-conoscenza degli altri argomenti. Come ho spiegato in altre lezioni, quando si tratta di capacità psichiche, è il bisogno ad aguzzare l’ingegno, nel senso che siamo abituati ad interessarci ad un preciso argomento o ad una precisa facoltà solo se in quel periodo ne abbiamo un grande bisogno; altrimenti, scegliamo di ignorarlo e convincerci che non ci interessi conoscerlo.

Ciò significa che, se stiamo vivendo un periodo di vita nel quale abbiamo davvero bisogno di sapere se le persone intorno a noi ci stanno mentendo, tradendo, ingannando, e non abbiamo modo di scoprirlo perché non ci possiamo fidare di nessuno, ecco che ci salta in mente l’idea di evolvere la nostra capacità di telepatia, in modo tale che possiamo comprendere il pensiero e le intenzioni degli altri. Se però stiamo vivendo un periodo piuttosto normale della nostra vita, ecco che ci dimentichiamo completamente di una facoltà simile come la telepatia, perché crediamo che non ci interessi. In sostanza non pensiamo al futuro, non pensiamo a quanto sarebbe utile conoscere i pensieri della gente proprio per evitare tradimenti o simili, ma preferiamo aspettare di ritrovarci all’interno del problema e quindi di venire traditi o ricevere menzogne per molti anni, per poi ricordarci dell’esistenza della telepatia e pensare a quanto sarebbe utile nella nostra vita. Il punto, è che non puoi decidere da un momento all’altro di “accendere” la tua telepatia, nel momento del bisogno, in quanto essa va allenata quotidianamente proprio per diventare molto precisa. Ciò significa che, quando senti quella grande necessità di usare la telepatia, essa non ti funzionerà, in quanto non l’hai mai allenata e non è possibile farla funzionare da un giorno all’altro, se nemmeno tu sai come funziona. Nello stesso modo, potremmo pensare alla Protezione Psichica. Tanti sottovalutano la protezione, pensando che questa si debba compiere soltanto quando ti trovi in un guaio serio, o in una situazione molto pericolosa. Il punto è che, se non ti alleni mai nella protezione, quando poi ti troverai in una situazione molto pericolosa, ovviamente non riuscirai a compiere una protezione psichica molto forte, perché non hai esperienza in questa pratica. L’idea che nel momento del bisogno le tue facoltà scattino da sole e si risveglino improvvisamente, è una brutta bugia che bisogna affrontare. Sai bene che nei momenti del bisogno, le tue facoltà non sono scattate da sole per impedirti guai grossi, perciò è solo una storia che ti racconti per restare rilassato nella tua zona comfort, senza però pensare al tuo futuro.

Pagina 2 su 5

Sin quando non conosci il vero significato di ogni facoltà, è comprensibile che tu non ne venga attratto. La ragione per la quale, qui in Accademia, ho deciso di insegnare a sviluppare tutte le facoltà psichiche, e di parlarti nel dettaglio di ognuna di esse, è proprio per darti la possibilità di scegliere di aprirti all’evoluzione, anziché di rimanere confinato nella non-conoscenza. Sinché non sapevi nulla delle facoltà psichiche e della loro utilità, eri “scusato”, ma attraverso questo percorso hai la possibilità di comprendere le ragioni per le quali tutte le facoltà del sesto senso sono assolutamente importanti, e non soltanto una. Il mio obiettivo non è quello di obbligarti ad evolvere anche le capacità che non desideri, perché nessuno può obbligarti a farlo: potresti evolverle solo se tu decidessi di allenarti in esse, altrimenti non si evolveranno. Il mio scopo invece è quello di metterti davanti le conoscenze, affinché tu abbia la possibilità di scegliere se apprenderle oppure no. Prima non avevi scelta, quindi se anche avessi voluto Risvegliarti, non sapevi come fare, quali passi muovere. Attraverso questo percorso ti sto mostrando i passi che bisogna compiere per evolversi psichicamente, ma soprattutto, desidero farti comprendere le ragioni che dovrebbero motivarti a farlo. Se poi deciderai di non evolvere le tue capacità, sarà una scelta tua, una tua responsabilità, ma perlomeno hai avuto una scelta grazie all’Accademia, che prima non avevi.

Anni prima che io decidessi di mettere su l’Accademia, anche io credevo che mi interessassero solo alcune delle facoltà psichiche. Quando ero piccola avevo, o meglio subivo, molte esperienze con delle entità negative, perciò il bisogno di salvarmi da loro e di cacciarle dalla mia vita, mi indirizzò ad evolvermi psichicamente verso la forte protezione psichica. Quando ero bambina facevo sogni premonitori molto precisi, ma per qualche ragione pensavo che fosse tutto lì, che non potessi evolverli maggiormente, o meglio, non sapevo proprio che ci si potesse esercitare per migliorarsi e diventare più precisi nella premonizione, perché nessuno me l’aveva spiegato; quindi credevo che con un “dono” ci nasci, ma non puoi fare più di così. Certe volte, quando vivevo precise situazioni della mia vita, vivevo esperienze di telecinesi, ma che erroneamente, nella mia ignoranza, mi convincevo fossero sempre e comunque derivate dalla presenze di entità che si muovevano in casa. Mi resi conto della differenza solo dopo che iniziai a meditare, in quanto mi accorsi che, in giornate in cui il mio tonale era più alto e possedevo più energia – grazie alle sessioni di meditazione quotidiane – se fissavo un oggetto questo iniziava ad oscillare, oppure cadeva a terra. Mi resi conto che il momento era diverso da quello prodotto dalle entità, perché loro muovevano oggetti o li facevano cadere, sempre mentre io non li guardavo, quindi ai miei lati o alle mie spalle, proprio per farmi spaventare. Invece, se con il tonale alto e con una forte intenzione, fissavo un oggetto – magari per guardargli l’aura – questo iniziava ad oscillare. Una volta accadde con il lampadario, che oscillava così tanto che non potevo credere ai miei occhi, difatti presi quasi paura. Eppure, ero stata io a muoverlo, con la telecinesi. Però quando ero bambina, non comprendevo l’importanza di tutte queste capacità psichiche, perciò erroneamente, mi lasciavo ingannare dalla mia non-conoscenza, convincendomi che la telecinesi non mi servisse, che non fosse una facoltà importante per me, perché dicevo fra me e me: “A cosa mi dovrebbe servire muovere un oggetto con la mente? Ci sono cose molto più importanti! Come ad esempio proteggermi dalle entità!”

Fortunatamente, in poco tempo ho aperto la mia mente e ho deciso di osservare ciò che prima non volevo vedere. Infatti la non-conoscenza è anche una scelta, nel senso che certe volte ti vengono messe davanti dalla vita tante ragioni per cui dovresti dedicarti all’evoluzione delle tue facoltà psichiche; eppure scegli comunque di ignorarle, di restare ignorante, nella convinzione che non ti serva sapere e conoscere. Il sesto senso possiede facoltà che non si possono nemmeno contare, per quante esse siano.

Pagina 3 su 5

Eppure, ci convinciamo che tutto ciò che ci serva sia solo una, massimo due capacità, per vivere la nostra vita piacevolmente; inoltre, crediamo che queste facoltà debbano “accendersi” solo quando lo desideriamo noi, senza che ci sia alcuna necessità di allenarle, per evolverle a livelli molto più alti e precisi nel minimo dettaglio. Per qualche assurda ragione ci illudiamo che il sesto senso abbia un limite, cioè che si debba nascere con un pacchetto preimpostato di capacità, che dovranno rimanere per sempre allo stesso livello, e che quello sia il massimo che si possa raggiungere. Per fortuna, la realtà è molto diversa. Il sesto senso possiede numerose facoltà psichiche e, attraverso gli Steps, ti insegnerò ad evolvere più facoltà possibili, affinché il Risveglio sia sempre più vicino. Difatti molte persone preferiscono illudersi che essere un po’ sensitivi o compiere qualche sogno premonitore spontaneo sia esso stesso sinonimo di Risveglio. Il Risveglio spirituale però è molto di più, e non si limita ad una singola facoltà che, fra l’altro, nemmeno riesci a controllare. Infatti non scegli tu quando compiere i sogni premonitori o quale situazione vorresti sognare per conoscerla in anticipo, ma è il sogno a decidere tutto; perciò potresti sognare un evento che accadrà domani ma che in verità nemmeno ti è servito prevedere, e invece omettere il futuro della settimana prossima in cui accadrà qualcosa di molto pesante per te. Ecco a cosa serve evolvere le proprie capacità psichiche: per fare in modo che non sia inutile possedere quel “dono”.

Chissà quante volte, se ti è capitato di fare sogni premonitori, hai pensato: “Beh, a cosa mi serve sapere che domani incontrerò quella persona che non vedevo da 5 anni? Anche se è un evento raro, non è poi così importante conoscerlo in anticipo. Non poteva invece avvisarmi di qualcosa di molto più importante, che invece è accaduto a causa di un errore che ho commesso ma che non ho potuto evitare?” Questa situazione potrebbe averti fatto pensare, decine di volte, che le facoltà che possiedi sin da bambino siano pressappoco inutili, perché ti rivelano “ciò che vogliono loro” ma non ciò che vorresti conoscere tu. Per esempio: “La mia storia d’amore finirà?” oppure “Avrò successo nel mio lavoro?” o ancora “Farò carriera se seguirò il mio sogno?”, eppure la tua sensitività spontanea non ha mai dato risposte alle domande che ti interessano di più. Tutto questo avviene perché non hai il controllo delle tue facoltà, perciò ogni tanto il tuo sesto senso ti dà qualche “spruzzo di conoscenza”, che poi devi interpretare e imparare a comprendere, eppure è raro che ti dia ciò che vuoi, ovvero una risposta dettagliata e ben precisa. Ecco perché serve allenarsi per evolvere il proprio sesto senso: per prendere il comando delle tue facoltà e usarlo come serve a te, anziché ricevere segnali che sceglie lui, e che tante volte potresti ritenere nemmeno tanto utile. Le facoltà psichiche servono per migliorare la tua vita, perché ti danno le risposte su ciò che ti serve davvero sapere, e non su faccende random che nemmeno ti interessano. Hai vissuto tutta la vita senza tutte le facoltà psichiche evolute, perciò sei talmente abituato a vivere senza sesto senso evoluto, che non comprendi, nemmeno se ti impegni, come sarebbe la tua vita se possedessi tutte le facoltà psichiche attive; perciò ti convinci che non cambierebbe poi tanto, o addirittura potresti pensare che la tua vita potrebbe, per qualche ragione, peggiorare. Questo perché sei cresciuto con idee e teorie che hanno tentato, da tutta la vita, di manipolarti e farti sottostare alle basse frequenze, affinché ti facessero scegliere di tua iniziativa di restare dormiente. Perciò per tutta la vita ti hanno riempito di messaggi sbagliati, come “avere facoltà psichiche attive ti porterà a diventare sempre più agitato e triste”, o “chi possiede il sesto senso attivo è destinato a rimanere solo”, ed altre bugie che chiaramente, se ti convinci che siano vere, deciderai di allontanarti dall’evoluzione del sesto senso, perché nessuno “vuole restare solo”. Eppure è stato tutto organizzato affinché le persone come te, scegliessero di spontanea volontà di rimanere dormienti per sempre, e quindi sottomessi alle regole di chi, in modo invisibile, ci comanda.

Pagina 4 su 5

La verità sul sesto senso è che, se decidi di allenarlo e di evolverlo, la tua vita diventerà sempre più positiva in tutti gli ambiti che la compongono. Se pensi che “sapere tutto” sia noioso e che ti porterebbe a vivere una vita monotona, ti sbagli di grosso. In primo luogo perché “sapere tutto” non esiste, nemmeno “Dio” sa tutto; ma sarebbe ben diversa la tua vita se potessi sapere in anticipo chi è assolutamente deciso a farti del male da chi invece farebbe di tutto per renderti felice. Sarebbe ben diversa la tua vita se conoscessi in anticipo una tua futura malattia, conoscendone anche la causa, affinché tu possa evitare di commettere eventuali errori che ti dovrebbero portare ad essa o iniziare un percorso migliore (come uno sport, una dieta migliore, oppure eliminare lo stress eccessivo dalle tue giornate) per evitare che questa si realizzi. Sarebbe ben diversa la tua vita, se potessi conoscere in anticipo che cosa succederebbe se percorressi una precisa via, come scegliere un determinato mestiere, anziché seguirne un’altra, come scegliere di impegnarti per raggiungere tutt’altro impiego; poter sapere se il futuro di una precisa passione ti porterà alla felicità, oppure se la felicità si trova da tutt’altra parte, affinché tu possa scegliere di cambiare rotta e viaggiare in quella direzione. Sapere come raggiungere la tua felicità, il tuo benessere, la tua indipendenza economica, prima di commettere errori o fidarti e affidarti alle persone sbagliate, non è affatto noioso, ma anzi un grande sollievo, perché ti fa sentire di vivere una vita felice e soddisfacente, anziché una vita di sofferenza.

Ciò che è più complesso da raggiungere, durante il proprio percorso spirituale, è il distacco dalle false e sbagliate idee che ci hanno radicalizzato nella mente sin da quando eravamo bambini. Come ad esempio l’idea che per evolvere il proprio sesto senso sia necessario distaccare tutto ciò che ci appartiene nella vita materiale, che dobbiamo sacrificarci e svolgere una vita povera, senza affetti, senza materiali, senza sicurezze. La realtà del sesto senso è molto diversa, perché esso può migliorare la tua vita quotidiana grazie alle tue facoltà psichiche, anziché portartela via e indurti ad una vita fatta di sacrifici, come ci hanno fatto credere da tutta la vita. Eppure, anche quando crederai di aver superato quella fase e di non credere “alle dicerie”, ci sarà ancora un filo di queste bugie, che ci hanno radicalizzato nelle nostre menti, per farti pensare: “Sto bene così, non voglio evolvermi di più perché… Ho paura”. La paura che il sesto senso evoluto possa portarti a soffrire, o a portarti via ciò che ti è caro, è la paura che appartiene a tutti perché la società in cui viviamo ha lavorato molto nelle nostre menti bambine per imprimerci l’obbligo di non Risvegliarci, altrimenti diventeremmo liberi dalle loro manipolazioni e sottomissioni. Perciò da tutta la vita riceviamo lavaggi del cervello che ci portano a pensare che evolversi psichicamente equivalga a sacrificare la propria vita, affinché saremo noi, con le nostre mani, a decidere di rimanere dormienti e sottomessi, con l’assurdo pensiero che ci culla: “Almeno così sarò sicuro che non mi accadrà niente di male…”

Questa paura ci è stata inculcata talmente bene nelle nostre menti che sarà il tuo primo ostacolo da superare, ma non per questo il più semplice. Eppure, dovresti renderti conto che se essi ti desiderano dormiente, è perché se ti Risvegliassi loro non potrebbero fare nulla per fermarti. Anche io credevo, molti anni fa, che più avessi evoluto le mie facoltà psichiche e più avrei “rischiato” qualcosa; ma ringrazio Dio per la forza che mi ha dato per superare quell’assurda paura, che come tanti avrebbe potuto fermarmi. Grazie a Dio ho scelto di andare avanti e di provare a scoprire se fosse vero che possedere le facoltà psichiche evolute mi avrebbe reso la vita difficile. All’inizio è normale pensarlo perché te lo hanno fatto credere da tutta la vita; eppure andando avanti, passo dopo passo, mi accorgevo che quanto più praticavo, più la mia vita andava meglio, mentre invece quando non praticavo, la mia vita tornava ad essere “normale”, e con normale intendo dire con i problemi quotidiani che una persona vive abitualmente ma che accetta nella sua vita, perché convinta di “non poter fare nulla per cambiare la situazione”. Quando praticavo, le situazioni diventavano sempre più lineari per farmi raggiungere i miei obiettivi, anche quelli più piccoli, ma avveniva in un modo così “normale” che quasi non mi accorgevo che fosse grazie alle mie facoltà psichiche.

Pagina 5 su 5

Il tutto avveniva molto spontaneamente, perché laddove c’era un ostacolo da superare, con grande naturalezza lo superavo, oppure questo scompariva prima che ci fosse bisogno che io intervenissi. Invece, quando non praticavo, con la scusa che quel giorno non avessi tempo per praticare, o che non ce ne fosse bisogno, ecco che nella mia vita quotidiana nascevano di nuovo quei tipici problemi che una persona deve affrontare abitualmente: per esempio vuoi fare qualcosa, ma qualcuno deve sempre mettersi in mezzo e dire l’ultima parola; oppure vuoi ottenere qualcosa, ma arriva qualcun altro prima di te e se la prende. Siamo da sempre abituati a questo genere di problemi che non pensiamo nemmeno all’idea di poterli risolvere, perché diciamo dentro di noi “non posso fare nulla, succede così, è la vita”, ma non ci rendiamo conto che noi potremmo fare invece qualcosa per cambiare la nostra vita, ma non lo facciamo perché non ne abbiamo voglia.

Perciò pensiamo alle facoltà psichiche come ai sensitivi dei film: voci alle orecchie che fanno impazzire, visioni terribili, tutto destinato a spaventarci e allontanarci dalla verità del Risveglio. Ti posso assicurare che non è nulla di tutto ciò, in quanto il sesto senso è molto più naturale e connesso alla vita di quanto ce lo vogliano far sembrare, proprio per tenerci dormienti. Però sinché rimani nella paura non puoi comprenderlo davvero e rimarrai nel dubbio per sempre. Scegliendo invece, poco a poco, di aprire la tua mente alla comprensione del sesto senso, ti rendi conto che è tutto ciò che cercavi per rendere migliore la tua vita: nessuna rinuncia, piuttosto è tutto di guadagnato! Non c’è bisogno che ti metti fretta o ansia di fare tutto e subito, ma quantomeno permettiti di conoscere ciò che prima ti era stato mostrato con una visione completamente distorta, per tenerti bloccato e immobile, attraverso l’utilizzo della tua stessa paura. Ti renderai conto che per vivere una vita molto più soddisfacente hai bisogno di molte più facoltà attive e non soltanto qualcuna e di poco livello, quindi senza che tu ne abbia davvero il controllo totale. Forse pensi che l’unica facoltà che ti possa essere utile è quella della Protezione, affinché tu possa proteggerti dalle persone che non ti piacciono o dalle presenze negative; ma sarebbe ancora migliore se tu avessi anche la facoltà di realizzare qualcosa di bello per la tua vita, che in apparenza proviene dal nulla, affinché tutto intorno a te si mobiliti per farti avere ciò che speravi. Non importa in che modo arrivi o dalle mani di chi, ciò che conta è che ti arrivi. Sarebbe bello se, oltre a questo, tu sapessi dare una mano anche agli altri perché raggiungano il loro obiettivo, senza necessariamente avere conoscenze in quell’ambito, ma con il solo aiuto delle tue facoltà psichiche. Ecco, questo è solo un anticipo del sesto senso, perché esso può essere molto utile per te, e per la vita di chi ti sta intorno, se solo metti da parte le convinzioni che ti sono state inculcate dall’infanzia e scegli di scoprire la vera realtà dell’avere il sesto senso attivo. È arrivato il momento che tu prenda coraggio e apra la tua mente, con i tuoi tempi, con i tuoi ritmi, ma metti da parte la non-conoscenza e inizia a conoscere tutto ciò che può offrirti il tuo Sesto senso sviluppato.

Fine pagina 5 su 5. Se hai gradito l’articolo, commenta qui sotto descrivendo le tue sensazioni durante la lettura o la pratica della tecnica proposta.
Questo documento è di proprietà di https://www.accademiadicoscienzadimensionale.com/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Accademia di Coscienza Dimensionale, A.C.D. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©
108+

416 Commenti

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commento *

Nome *
Email (opzionale)


  1. Il sesto senso può aiutarci veramente a migliorare la nostra vita grazie molto interessante

  2. Sapere prima, per per essere preparati dopo. Grazie Angel.

  3. Saper riconoscere le menzogne, sapersi proteggere, saper fare le scelte per il futuro, sapersi realizzare, saper aiutare veramente gli altri, sono tutti grandi obbiettivi. Dopo essere riusciti a superare tante difficoltà il fatto di aiutare gli altri è un grande gesto dovuto all’amore. Se lo si fa per il senso che ci travolge è un grande evento di coscienza, se lo si fa per dovere è una devozione che ancora tenta di spronarci a proseguire nella nostra evoluzione spirituale, se lo si fa per costrizione allora il cammino è ancora lungo. Quella della realizzazione è un percorso che non ha mai fine, ma ogni passo verso la meta è un obbiettivo raggiunto e sopratutto un allontanamento dall’essere addormentati.

  4. Credo di essere pronto e di non avere credenze limitanti: se scopriro’ strada facendo di averne, le rimuovero’…

  5. Sempre piu’ Interessante grazie

  6. L’argomento molto utile.Grazie
    Allenerò il sesto senso.

  7. Questa cosa è incredibile…proprio ieri scrivevo alla mia tutor della mia paura su certi temi e lei, prontamente, mi ha risposto rassicurandomi che non sono obbligata a fare nulla che io non voglia, di rasserenarmi e proseguire, decidendo col tempo cosa vorrò approfondire. E ora trovo quest’articolo aggiornato che mi spiega più nel dettaglio quello che Sonia aveva messo in poche righe. Non ho parole. Continuo a ricevere segni che sono sulla strada giusta. Grazie!!!!!

  8. Ho capito che sviluppare il sesto senso vuol dire avere una marcia in più

  9. E’ arrivato il momento della Liberazione dalle manipolazioni che “questa Società” in cui viviamo ci racconta per tenerci sottomessi ai Dark Men. Finalmente liberi di vivere!!!
    Grazie delle preziose ed utili informazioni.
    Pietro

  10. non ho paura! meglio la realtà e non l’illusione, sempre!!!

  11. Non c’è una tecnica specifica per il sesto senso .
    Se ho ben capito bisogna alzare il l tonale con la meditazione…..
    Ascoltare ( quindi non pensiero) e intento……
    Grazie per tutto quello che fai.

  12. Mi servirebbe davvero tanto sviluppare il sesto senso, per capire quali situazioni sono nocive o positive per me

  13. ho sempre sostenuto che tutto quello che ci fanno vedere riguardo il sesto senso siano menzogne, proprio per il timore di non poter più manipolare nessuno evitandoci il risveglio…
    Altro che paura, io non vedo l’ora di poterne usufruire

  14. Si parte con il ripasso dello step II per il test..
    Il 6o senso, pian piano mi rendo conto di quali capacità siano più sviluppate di altre!

  15. Grazie per i tuoi insegnamenti sono pronto per l’evoluzione non vedo l’ora so che probabilmente ci vorrà il tempo necessario .. bene cominciamo, il primo passo è quello più importante.

  16. È da molto tempo che penso che tutto ciò sia possibile!..finalmente è arrivato il momento di vivere la mia vita e quindi sperimentare ed evolvermi..è un percorso e comprendo che ci vuole tempo,ma sono qui per questo…Grazie!

  17. Grazieee che Bello sará averlo attivo