• Home
  • Step 2
  • 060 – Le Entità – orbs, shadow people, vampiri energetici, etc (3 parte)

060 – Le Entità – orbs, shadow people, vampiri energetici, etc (3 parte)

Pagina 1

 

 

Come hai letto nella prima parte del documento sulle entità, stiamo parlando di menti senza corpo fisico. Come dicevo, ci sono alcuni tipi di entità che non hanno mai vissuto una vita da umano, bensì hanno sempre vissuto da semplici ”entità”, perché loro sono esseri di energia che non bisognano di un corpo umano. Loro sono nati come entità e continueranno la loro vita così, salvo eccezioni. Parliamo prima di cosa accade realmente per un’entità che possedeva prima un corpo fisico. Quando si muore in non coscienza, quindi non eri cosciente né prima di morire e né durante, accade che non riuscirai a reincarnarti (vedi documento sull’anima), pertanto potrai o finire nella dimensione di Gaia, oppure rimanere in questa dimensione bloccato, come fantasma, sino a quando poi Gaia non riuscirà a prenderti o tu riuscirai a reincarnarti. Sto parlando in seconda persona ma ovviamente mi riferisco a chi appunto non sta guadagnandosi una coscienza e, se tu prosegui con la pratica, lo stai facendo benissimo, quindi non devi spaventarti. Per una persona non cosciente, quindi un Gaia’s Low (una persona che appartiene totalmente a Gaia, alla sua bassa frequenza) non si accorgerà di essere morto e sembrerà tutto un grandissimo sogno, che però non ha fine. Durante il sogno non senti il tempo che passa, te ne sei mai reso conto?

Lo stesso accade quando non possiedi un corpo fisico, perché il tempo è un illusione del Matrix per chi sta vivendo in questa dimensione: un’ entità ad esempio non sta vivendo nella nostra vibrazione ma in un altra, quindi abbiamo centinaia di migliaia di dimensioni su cui possiamo lavorare. L’illusione funziona solo su chi vive solo su questa dimensione. Il suo sogno diventerà velocemente un incubo, dato che non solo non avrà un cervello quindi non avrà chissà che modo di ragionare e agire in questa dimensione (perché appunto, ripeto, non è cosciente, perciò la mancanza del cervello gli è un peso, lo stesso non vale per chi è cosciente) ritrovandosi quindi a non saper ragionare, rimuginare sempre e solo sui loro vecchi ricordi dolorosi, ma oltretutto si ritroveranno persone sconosciute in casa loro, che toccheranno i loro oggetti e glieli butteranno, sconosciuti che distruggeranno la sua casa o la rimodelleranno totalmente…. Si ritroveranno sconosciuti che abiteranno nella loro casa e che nemmeno lo salutino! Per l’entità, quella è casa sua e non si rende conto di averla abbandonata essendo deceduto. Lui non sa di esser morto, quindi vive ancora nella convinzione che quella sia casa sua, si sentirà sfrattato da degli sconosciuti, come reagiresti tu in questa situazione?

Ovviamente non ne saresti felice, ed è per questo che nelle case “abbandonate” o quelle in cui all’interno c’è un entità (non tutti coloro che muoiono ritornano a casa, altrimenti tutte le case sarebbero infestate!) ciò che accade è che le entità cercano di proteggere casa propria, quindi quando qualcuno calpesta il proprio territorio loro tentano di difendersi, non è per cattiveria, tutti lo farebbero, l’unica differenza è che loro non sanno di non essere più umani. Ovviamente non significa che tutte le case dove è morto qualcuno, per forza ti ritroverai davanti ad entità imbestialite (come molti purtroppo temono), solo delle volte capita che ci sia un entità e non per forza negativa, semplicemente passa di là e ti ignora. Non è detto che lei ti veda, anche loro possono non vederci, dipende quanto sono accanto a questa dimensione.
Queste entità quindi, quando riescono a fare effetto su questa dimensione, vengono chiamate Poltergeist. I poltergeist non sono ‘una razza’ di entità, ma si definiscono così semplicemente coloro che sanno fare effetto fisico (spesso definito violento) in questa dimensione fisica; in altre parole, se riesce a spostare un oggetto, possiamo definirlo poltergeist.

 

Questo documento è di proprietà di https://www.accademiadicoscienzadimensionale.com/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Accademia di Coscienza Dimensionale, A.C.D. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©

 

 

Pagina 2

 

 

Spesso vengono reputati violenti, perché si pensa che se sanno spostare oggetti, significa per forza che li useranno per aggredirti, ma questo non è sempre vero. Una persona che sta compiendo un viaggio astrale e che riesce a muovere oggetti durante un o.o.b.e., verrà scambiata per Poltergeist nonostante egli non sia morto e non sia aggressivo, ma semplicemente per l’aver spostato un oggetto verrà preso dalle persone comuni come un essere oscurissimo, demoniaco, figlio del demonio. E’ importante riconoscere quale sia la verità dalla presunzione. Reputo la ‘vita’ di un entità parecchio difficile e comprensibile per le sue azioni. Un entità si ritrova a fluttuare per aria convinto di essere in un sogno o semplicemente non rendendosi conto di ciò che sta accadendo; si ritrova a non possedere più una famiglia, una casa, una vita umana. Per chi è cosciente, questa non è la morte ma anzi un ottimo nuovo inizio da cui poter svolgere una nuova esperienza, ma per chi è morto incosciente, la morte del corpo fisico è quasi come una vera e propria morte, dato che poi non riuscirà a reincarnarsi o ad evadere da Gaia (salvo rari casi).

Pertanto il punto è: sono davvero oscure? O semplicemente non sanno quel che stanno facendo?
Non ne hanno colpa, loro non sanno di essere morti.
E’ ovvio che loro provano a ‘cacciar via’ i nuovi abitanti della propria casa che, non solo sono entrati senza il suo permesso, non solo hanno frugato qua e là sui mobili, documenti, etc, ma hanno addirittura piazzato i loro mobili e preso il comando della casa senza portar rispetto al loro spazio. È normale, ma con ciò non sto dicendo che bisogna sopportare le loro “lamentele”, sto solo spiegandoti come riconoscere una vera entità oscura da una semplice entità sofferenze, ovvero il 90% di quelle che si incontrano in giro.
La prima cosa che vien fatta da chi prova pietà per questi viventi, è desiderare di portarli alla luce.
Moltissime persone dicono “io sono nato per portare alla luce i defunti” e io mi chiedo, sai realmente qual è la luce? Sapresti riconoscere la luce ingannevole che mostra Gaia per farti entrare dentro lei, dalla vera Luce di dimensioni elevate quali quelle della Forza?

La maggior parte non lo sanno fare, e per questo, anziché aiutare le anime ad evolversi e quindi ad evadere, ad incarnarsi o uscire da questo pianeta, mandano questi viventi dritti dritti dentro la mente di Gaia, vantandosi poi di averli salvati. Non è proprio così, mi dispiace dirlo.
Non sono qui per criticare il lavoro di nessuno, ci mancherebbe, ma prima di ‘mandare un entità alla luce’, credo sia necessario comprendere ciò che realmente stai facendo. Delle volte è un bene, delle altre volte no, perché loro come altri meriterebbero un proseguimento, e non solo la fine di tutto. Quando incontri un entità negativa, è giusto che prima di tutto l’aiuti a ripulirsi e, se proprio non ne vuole sapere, lei andrà via da sola. Mi è capitato spesso di incontrare entità negative, come pessimiste quali ne stiamo parlando oggi, semplici entità con un umore negativo. Stiamo parlando di semplicissime entità, non demoni o qualsiasi cosa la gente voglia far credere per ignoranza.

 

Questo documento è di proprietà di https://www.accademiadicoscienzadimensionale.com/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Accademia di Coscienza Dimensionale, A.C.D. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©

 

 

Pagina 3

 

 

Sono semplici entità negative, i demoni sono ben altro, è come confondere un gattino con un leone, certo sono entrambi felini, ma il gattino puoi accudirlo e al massimo ti graffia, il leone invece minimo ti sbrana. Quando incontro un entità negativa, non sto a fare preghiere o riti o chissà cosa, semplicemente mi riempio di luce in me e nella zona in cui risiedo. Se desidero che l’entità che ‘si muove’ accanto a me stia bene, semplicemente la riempio di luce, di prana, e faccio in modo che le sue sofferenze smettano di possederla. In questo modo lei starà meglio, si sentirà più lucida, e potrà decidere cosa fare, se l’energia pura che gli mostro non le piace andrà via. Se il mio intento è invece quella di cacciarla (perché è troppo pesante, abbastanza negativa da non volersi proprio convertire) allora fortifico la mia bolla con l’intento però di cacciare anche le entità di casa. Come sai la bolla di protezione va fatta a prescindere, perché ti proteggerà da eventi negativi della tua vita, e, se lo desideri, ovviamente ti proteggerà anche da entità in modo che quelle negative non possano entrare.

Personalmente ci sono periodi in cui desidero fare esperienze con entità, quindi faccio ovviamente la mia bolla di protezione ma con l’intento di proteggermi senza però cacciare le entità; in altri periodi faccio la bolla che caccino via qualunque entità passante tranne quelle neutre (ovvero quelle che non ti guardano nemmeno, vivono e se ne fregano di te) e quando voglio stare totalmente sola, faccio in modo che nessuna di loro, negativa o neutra possa entrare. Mi accorgo però, che nonostante io non stia a fare bolle con l’intento di cacciare le entità, più mi evolvo e quindi mi alzo di tonale più le entità proprio non riescono ad avvicinarsi. Per esempio quando entro nelle case infestate, anche senza che io stia a proteggermi da loro, esse si allontanano di scatto quando io mi avvicino, semplicemente per reazione: più sei evoluto e quindi alto di tonale, puro, più quelle negative proprio non riescono a starti accanto, quindi non si avvicinano proprio. Riguardo le entità positive è un altro discorso: potresti ovviamente cacciarle se lo desiderassi, ma quelle positive non ti recano alcun danno e anzi possono aiutarti anche se non te ne accorgi. Pertanto, essendo sicura che la prima domanda di ora sarebbe “come faccio a riconoscere le entità positive dalle negative per capire chi voglio cacciare e chi no?” semplicemente riempiti di luce e fai la tua solita bolla energetica, se sono negative si allontaneranno da sole, se sono positive si avvicineranno a te con l’interesse nei tuoi confronti intenzionate ad aiutarti. Come capire se in casa propria c’è un entità?

Semplicemente renditi cosciente di ciò che accade intorno a te. Senti la presenza solo quando sei da solo? E’ vero che le entità preferiscono mostrarsi quando non c’è troppo trambusto, ma delle volte potrebbe anche essere semplice paura e quindi suggestione.
Dove capita di solito di sentire la sua presenza? In bagno? In camera?  In quale momento della giornata? Cosa facevi o come ti sentivi poco prima di percepire la sua presenza? Non pensare solo al “avevo paura”, piuttosto, stavi pensando ad un argomento triste?
Stavi pensando ad un tuo parente che non c’è più? Oppure un litigio con un amica, una discussione col fidanzato? Quando pensi negativo stai vibrando di un energia negativa, quindi attrai a te presenze negative, è sempre la solita storia.

 

Questo documento è di proprietà di https://www.accademiadicoscienzadimensionale.com/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Accademia di Coscienza Dimensionale, A.C.D. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©

 

 

Pagina 4

 

 

La stessa cosa vale per quando sei positivo, più lo sei, più attrarrai a te situazioni e viventi (persone, entità, etc) positive interessate a farti del bene, spesso anche inconsciamente, senza rendersene conto.  Pertanto torniamo al discorso di una casa infestata, come e perché decidere di allontanare quest’entità? Ci sarebbero dei discorsi da fare sul giusto o sbagliato. Innanzitutto un entità, inconsciamente e senza cattiveria, ti succhia dell’energia, talvolta anche tanta, quindi la sua presenza ti farà sentire più stanco e infastidito, spesso lavorerà sul tuo umore che diventerà a pezzi, come triste senza motivo, etc.

Il pro dell’avere un entità in casa è il fare esperienza, perché puoi iniziare a imparare a comunicare con lei capendo che non si fa a parole.
Ci sono tantissime persone che ancora oggi credono che per comunicare con un entità si faccia a parole, ma non è così. Per comunicare si utilizza il linguaggio universale, nient’altro che il sentimento, che io definisco nei miei insegnamenti col nome di ‘percezione’. Pertanto, con un entità come con qualunque altro essere vivente, si utilizza la percezione, ovvero uno scambio di informazioni senza l’uso della parola. Le entità non comunicano parlando e dialogando, ma col sentimento, perciò è necessario capire cosa lui prova e cosa vorrebbe dirti, che ripeto non avviene come una semplice comunicazione a parole. Quindi reputo che sia interessante fare esperienza con delle entità (ho vissuto per 18 anni in una casa infestata, questo mi ha aiutato tanto anche se ai tempi non lo reputavo propriamente una fortuna dato che mi portavano via così tante energie da sentirmi male ogni santo giorno) ma non reputo sia una grandissima idea fare una seduta spiritica in casa per richiamare esperienze: spesso queste potrebbero andare contro le tue aspettative. Pertanto, sarebbe giusto “cacciarla da casa sua?” ora la casa appartiene a te, l’hai pagata, perciò è tua e lei è una coinquilina. Medita e svolgi le tue tecniche senza infastidirla, esprimendo a sentimento il desiderio di voler condividere i tuoi spazi con lei senza che nessuno ne risenta.

Se lei comprenderà è ottimo, ma se lei ti andrà comunque contro e ti farà passare delle notti infernali, non è giusto che tu viva una vita pessima solo per i capricci di un entità, pertanto svolgi la tua protezione psichica e invitala a non disturbarti. Non devi farle del male, semplicemente proteggiti e lei non potrà farne a te. Capirà da sola cosa deve fare, non è totalmente stupida, quindi non sottovalutarla troppo, ma non sentirti nemmeno in dovere di essere la sua “serva”. L’errore più comune, invece, è quello di legare troppo un entità (esempio un parente defunto) a questa dimensione. L’entità dev’essere libera di scegliere il suo percorso e non sempre sarà quello che noi reputiamo migliore, ma non per questo dobbiamo obbligarla ad agire come noi vogliamo: per esempio noi sappiamo che il risveglio è la via migliore, piuttosto che il dormire, ma non per questo dobbiamo obbligare le persone a risvegliarsi, è chiaro?
Pertanto non sarebbe giusto trattenere l’anima di un parente defunto in questa dimensione solo perché ‘ci manca’ o per ‘paura che sbagli strada’, semplicemente lasciatelo agire come preferisce. Ricordo ad esempio una mia conoscente che ripetutamente faceva delle ‘sedute’ per trattenere il proprio figlio (deceduto) in casa sua.

 

Questo documento è di proprietà di https://www.accademiadicoscienzadimensionale.com/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Accademia di Coscienza Dimensionale, A.C.D. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©

 

 

Pagina 5

 

 

Capisco benissimo che ci sia sofferenza, che faccia male lasciar andare i propri amati, ma proprio perché li amiamo dobbiamo lasciare che scelgano la loro vita che non per forza comprenderemo o ne verremo a conoscenza subito. Quell’anima era pronta a reincarnarsi ma per 10 anni circa, è stata trattenuta dalla madre per paura di mollarlo. Un anima non può aspettare per sempre, se sente di doversi reincarnare bisogna lasciarla fare subito, e non farla rimandare per chissà quanto tempo, perché ogni possibilità è persa e lui ne stava perdendo tante. Perciò ciò che posso dirti con assoluta certezza è che non è giusto che tu soffra, ma neanche che tu faccia soffrire il prossimo, quindi se ti difendi non stai facendo del male a nessuno, ma se trattieni qualcuno in questo mondo solo per un tuo capriccio, allora si.
Per tornare al discorso principale quindi, non si può definire un entità positiva o negativa a seconda del fatto che muova oggetti o meno, o definirla oscura a seconda di cosa provi quando lei si avvicina, perché la paura che senti potrebbe invece essere la sua stessa paura che percepisci, oppure un sentimento che lei ti inserisce per spaventarti (così si sentirà lei protetta da te) e così via, perciò è necessario prima di giudicare un entità e catalogarla in una lista, studiarla e comprendere bene le sue intenzioni.

Il punto è che spesso lei non ha intenzioni, semplicemente agisce d’impulso. Spesso mi viene chiesto “cosa vuole quell’entità da me?” il punto è questo, non vuole niente da te, ti sta solo comunicando ciò che lei sta provando, ma la logica umana impone di credere che se qualcuno ti comunica qualcosa debba per forza voler qualcosa da te, un po’ come se qualcuno ti saluta per strada vai subito a pensare che sia un maniaco che voglia rapirti e ucciderti, anziché pensare alla possibilità che sia un amico di famiglia che voleva solo salutarti.
Parliamo molto di entità dato che è comunissimo sentire le presenze, ma bisogna comprendere di cosa realmente stiamo parlando, perché presenze non significa per forza entità negative. Ci sono quindi entità che decidono di rimanere in una casa infestata e presenze che stanno per un attimo o per un brevissimo periodo di tempo e poi vanno via. Ciò non dipende dalla ‘razza’ di entità, ma semplicemente da ciò che desiderano fare. Molti parlano di questo argomento in modo davvero troppo strutturato, dicendo che c’è un tipo di entità che fa questo genere di cose, un altro tipo che fa altre cose, come possiamo catalogarle in questa maniera? Sarebbe come dire che ci sono persone che uccidono e persone che non lo fanno, ma come possiamo parlare di questo?

Ci sono persone che uccidono altre persone, ci sono persone che uccidono animali per divertimento e c’è chi lo fa per fame, ok non è possibile catalogare un entità in un modo così schematico e volgare, perché quando diciamo che ci sono entità che muovono oggetti, stiamo dicendo che loro sanno muoverli sempre a differenza di altre entità che non sanno farlo. Come possiamo dire ciò? Ci sono quelle molto positive che potrebbero farlo, sarebbero capaci anche di far crollare una casa, ma non lo fanno perché sono buone. Non si può strutturalizzare in un modo così generico, ognuno è diverso, come lo siamo noi umani. Cos’è un entità in fondo? Non è troppo diverso da noi, l’unica differenza è che non possiede un corpo fisico. Su internet potrete trovare varie definizioni e divisioni di categorie riguardante le entità, come poltergeist etc, ma la vera divisione di entità non si basa su ciò che commette, ma cos’è realmente. È un entità vera e propria, o è un anima senza un corpo?

 

Questo documento è di proprietà di https://www.accademiadicoscienzadimensionale.com/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Accademia di Coscienza Dimensionale, A.C.D. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©

 

 

Pagina 6

 

 

Per capire la differenza, ti spiegherò cos’è una Shadow People. Chiunque potrà muovere oggetti e diventare nervoso, sia un’entità senza corpo sia un’entità ‘’pura’’, non possiamo dare una razza alle entità e tanto meno possiamo dire che sono buone o cattive a seconda dell’aspetto in cui si mostrano. È ovvio che un entità nervosa-triste-arrabbiata, si mostrerà con un aspetto non per forza ‘’bellissimo’’, ma non per questo significa che vuole uccidere. Prestate molta attenzione, prima di giudicare, cercate di capire meglio di cosa si tratta ciò che avete davanti. Le entità tendono a comunicarti ciò che stanno provando non tanto a parole, bensì a gesti e fatti: se si sente arrabbiata, non ti dirà parolacce bensì sbatterà oggetti. Non devi spaventarti e scappare via, anzi, prova a farla calmare pulendo l’energia della tua casa e la tua stessa. Così facendo si sentirà meglio e non avrà più motivo d’essere arrabbiata. So che sembra difficile ma ti insegnerò a liberarti della rabbia e dell’odio che girerà per casa, ma soprattutto, ti aiuterò a non temerla!

Perciò arriviamo al dunque: volgarmente parlando, quali altri generi vengono citati riguardante le entità? Ne conosciamo diversi, come le shadow people, le shadow person, le larve, gli insetti o esserini energetici, gli orbs, etc. Le shadow people sono delle entità spesso definite vampiri energetici. Si presentano quasi sempre sotto forma di ‘uomo nero’, semplicemente un ombra nera famosissima dato che sin da piccoli si ‘teme l’uomo nero sotto il letto’ o dentro l’armadio, si tratta di una semplice entità che sta vivendo una vita propria e che passava per caso di là, con nessuna intenzione negativa. Ovviamente ci sono sempre le eccezioni. In genere le shadow people non sono intenzionate a fare del male pesante, dato che sono come ‘persone’ di un altra dimensione. Le shadow people vengono molto spesso confuse con altre entità delle stesse sembianze, ma la caratteristica che delle volte si può notare è che possiedono una sorta di capello a cilindro sopra la testa. Che siano vere persone che vivono in una dimensione vicinissima alla nostra? Molto spesso però vengono definite negative, perché queste ombre (senza capello) succhiano diverse quantità di energia, andando purtroppo a seminare in casa la negatività. Io non le reputo oscure, ma molto simili a persone pessimiste che ti passano per casa e ti inquinano le energie, a differenza che non sono persone ma entità. Io credo che le persone confondano troppo la shadow people da altre entità, solo perché sono ombre nere.

C’è chi dice che le shadow people siano quelle col cappello mentre le shadow person siano semplicemente le ombre nere e che siano oscure, c’è invece chi dice che le shadow people siano le persone ombra mentre le shadow person siano le entità a forma ovale (comunque nere) e quindi non umanoidi, il punto è: come puoi dare un nome ad un entità seguendo solamente la sua forma e il suo colore, considerando che, non avendo un corpo fisico, potrebbe decidere di cambiare sembianze? Potrebbe apparire oggi nero e domani bianco, perciò fingersi buono solo perché è color bianco? Non bisogna guardare con gli occhi. Pertanto, esistono queste ombre nere tra cui le shadow people, che sono esseri viventi di un altra dimensione molto vicina alla nostra con questo grande cappello cilindrico, ed esistono tante altre entità che gli somigliano parecchio. Probabilmente per velocizzare e semplificare, useremo dire ‘shadow people’ quando si tratta di un entità ombra che ti gira in casa senza che gliene freghi nulla di te, o vampiro energetico le entità che ti succhiano anche grandi quantità di energia sporcando anche casa. In realtà è raro che queste attacchino, ma come per tutto esistono le eccezioni.

 

Questo documento è di proprietà di https://www.accademiadicoscienzadimensionale.com/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Accademia di Coscienza Dimensionale, A.C.D. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©

 

 

Pagina 7

 

 

Quando un entità attacca? Quando loro sentono la tua paura. Le entità (in generale) comunicano attraverso la percezione, sensazione, pertanto non andranno a parlare, ma a farti sentire ciò che vogliono che tu senta, provando ciò che tu stai provando. Il senso è: se hai paura, loro lo sentono e ti aggrediscono, se non hai paura, loro non riescono ad attaccare. Vi ricordate il documento sul bullismo? Perché un bullo aggredisce chi ha paura? Perché c’è quella telepatia, quella comunicazione telepatica in cui il bullo invia il sentimento di voler attaccare e, se trova via libera (perché l’altro ha paura) allora decide di farlo, se invece il suo sentimento viene bloccato (perché l’altra persona ha la mente ferma, quindi non ha paura e l’energia esterna non riesce a smuovere la propria) allora il bullo non attacca per paura che l’altro si difenda. Le entità hanno molta paura, perché loro non possono fare effetto sulla realtà se non con una grande fatica (esempio muovere un oggetto) non avendo un corpo fisico che è la macchina adatta a muoversi in questa dimensione (in questa dimensione senza corpo fisico non puoi fare tantissime cose, perciò sei davvero troppo ostacolato, ecco perché noi ci reincarniamo!) ma sanno anche che noi temiamo ciò che non vediamo con gli occhi, perciò ne approfittano.

E’ come un elefante che ha paura di un topo, certo potremmo discuterne molto su questo, ma è solo un esempio banale. Noi siamo l’elefante possente grande e grosso, e loro sono il topolino che potremmo schiacciare come un insetto (è un modo di dire, non c’è bisogno di farle realmente del male!) ma crediamo che sia l’opposto, perciò li rendiamo più forti di noi. Faccio ancora un altro esempio, è come se loro fossero un alga di mare, e noi siamo quelle persone che quando entrano in acqua e sentono qualcosa che si muove pensano che sia uno squalo o una medusa che ti ucciderà etc etc, quando invece era solo una piccola alghetta che si muoveva, è comprensibile come esempio? Il senso è: loro non potrebbero farti nulla, se tu non glielo permettessi, ma tu glielo stai permettendo. Ogni volta che li temi, tu li stai nutrendo e quindi rendendoli più forte di te, ma cosa significa esattamente ‘nutrendo’? Loro si nutrono di energia come noi di cibo, perciò assorbono l’energia dell’abitazione in cui risiedono. Se tu possiedi un energia positiva e molto elevata, questo è ciò che mangeranno, se tu invece possiedi un sentimento pessimistico, negativo e depressivo, questo è ciò di cui si nutriranno. Assorbendo quindi il tuo pessimismo, la tua paura, i tuoi sentimenti negativi, l’entità diventerà questo.

Si dice spesso che noi siamo quel che mangiamo, e questo ha davvero molto senso, perché se tu decidi di nutrirti di prana, tu diventi positivo, se tu decidi di nutrirti di pessimismo e negatività, questo è ciò che diventi. La maggioranza di loro non è capace di comprendere e quindi decidere di cosa nutrirsi, quindi assorbono la prima cosa che capita. Se in sua presenza tu hai paura, la stai nutrendo di paura, ma andando ancora più in profondità, capiamo che la tua energia esce da te per andare da lei, quindi ti svuoti e lei si riempie di negatività.
Perché insegno a respirare prana? Perché così dentro te sarà sempre pieno, e più sei pieno più l’oscurità (attraverso tutti i suoi mezzi possibili) troverà difficoltà ad entrare in te; più sei vuoto, più sei facile da manipolare. Le persone che non meditano sono estremamente più facili da manipolare piuttosto che qualcuno che medita, proprio perché sono ‘vuote’. Ricordi l’esempio della bottiglia piena e di quella vuota? Più ti riempi di prana, più la paura non può entrare in te.

 

Questo documento è di proprietà di https://www.accademiadicoscienzadimensionale.com/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Accademia di Coscienza Dimensionale, A.C.D. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©

 

 

Pagina 8

 

 

Spesso le entità, per farti ‘aprire’ alla manipolazione, ti buttano addosso quantità di paura, affinché tu provandola possa aprirti a loro in senso negativo. Mi spiego meglio. Quando hai paura, la tua energia inizia a vibrare in un modo incontrollabile, inizia a spruzzarsi fuori dal tuo corpo e tu cali di energia sempre di più, svuotandoti sempre più. Più ti svuoti più la paura può entrare in te, la negatività può fare effetto su di te, quindi è necessario bloccare questa catena sin dall’inizio. Quando hai paura, significa che un po’ di negatività è riuscita ad entrare, quindi anziché farti prendere dal panico, inizia a fare dei respiri profondi in cui fai entrare la prana bianca e riempiti di luce affinché nessuna negatività possa entrare. Già questo basterà, ma potrai continuare, decidendo di farti la bolla sul momento, tagliare i fili immediatamente, etc.

Quando hai paura, in qualunque situazione ti trovi, per qualunque motivazione tu ne abbia (che sia un esame, che sia un animale feroce davanti a te, che sia un entità etc) la tua energia inizia a vibrare e rimbambire tutto ciò che gli circonda, quindi farà vibrare negativamente anche i fili del Matrix in modo che andranno poi a creare situazioni negative riguardante ciò che ti circonda, il tuo futuro, etc. Ecco perché insegno a non aver paura, ad essere positivi sempre, perché più avrai paura che qualcosa vada storto, più quello andrà storto. Quindi, se senti la paura (che è esterna, anche se non sembra) comprendi che ti porterà dei guai grossi, perciò respira prana e toglila di mezzo subito.
Se non hai paura, l’entità non riuscirà a proseguire il suo intento e quindi, non riuscendo a fare effetto su di te, andrà via e si ‘offenderà’, ci rimarrà male, e deciderà di andarsene via anche per sempre (se tu la cacci con le tecniche di protezione, sarà così senza il ‘se’ o ‘probabilmente’, perché sarà una tua decisione. Pertanto, hai un entità davanti che tenta di mandarti addosso paura affinché tu lasci uscire da te l’energia che ti protegge. Fai l’opposto, respira prana e fai entrare più energia in te, così che l’entità non solo non potrà farti niente, ma ci farà anche una figuraccia e ci rimarrà malissimo! Questo è probabilmente più divertente di quando invece siete voi ad entrare in panico e spaventarvi da morire.

Oltre a questo, i vampiri energetici, si occupano anche di succhiarti energia in modo che il tuo ‘svuotamento’ sia più veloce. Non lo fanno per cattiveria vera e propria, ma perché è il loro metodo di nutrimento, che è comunque negativo. Più ti privano della tua energia più tu puoi finire in tristezza, angoscia, depressione, e anche malattie fisiche (dato che ti abbasseranno le difese immunitarie), pertanto è necessario difendersi. Per prima cosa stai concentrato sul tuo Ki, respira prana da esso affinché nessun vampiro energetico (anche umano) non riesca a portarti via ciò che è tuo, poi, io ti consiglio vivamente di proteggerti con la bolla, non perché l’entità possa ucciderti o altro, ma perché ti farà abbassare di tonale e pertanto non sarà il massimo per la tua spiritualità. Pertanto passiamo alle larve, tanto temute quanto i fantasmi in generale. Le larve (di cui poi c’è chi, ovviamente come tutto, dice che non esistono) sono piccoli (solitamente, ma non è una regola) esseri di energia che si attaccano ad un altro essere vivente per succhiargli energia a più non posso. Questo è diverso da un vampiro energetico, poiché una larva si appiccica proprio all’essere vivente da cui desidera prenderne l’energia ed è un poco più difficile da levarsi di dosso, soprattutto perché è più complicato sentirne la presenza e quindi non si nota di averlo addosso. Per le larve funziona comunque allo stesso modo, respira prana, fatti la bolla, etc.

 

Questo documento è di proprietà di https://www.accademiadicoscienzadimensionale.com/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Accademia di Coscienza Dimensionale, A.C.D. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©

 

 

Pagina 9

 

 

Per chi lo avesse addosso, potrebbe accorgersi di ciò auto-studiandosi: di solito provocano un dolore forte e perenne (come un dolore senza motivazione ad un’ anca o un altro punto del corpo su cui riesce bene a poggiarsi (quindi non un dito, come esempio, ma un punto dove prenderebbe meno attenzioni da parte tua e riuscirebbe a viverci meglio) accompagnate da fitte e mancanze molto pesanti di energie, pessimismo, etc, che andrà poi a cadere facilmente in malattia. Questa però non deve diventare una fissazione, pertanto prima di ‘incolpare’ una larva, rifletti sul come puoi esserti fatto quel dolore, non vorrei ritrovarmi 3mila email dove ognuno mi racconterà i propri dolori dando per ovvio che sia dovuto ad una larva. Non è roba da tutti i giorni, quindi rimanete tranquillissimi. Se capita lo toglierete come un’ entità, sapete le tecniche. Gli orbs invece sono delle palle di luce (solitamente piccole) molto simili alla ‘polvere’ o alla ‘luce’ che si vede durante una fotografia, infatti si crede che questi non esistano perché molto simili a questi effetti fotografici, ma se così fosse, non si potrebbero vedere anche ad occhio nudo ma si vedrebbero solo in fotografia.

Gli orbs esistono davvero, sono piccoli esseri di energia molto semplici, solitamente positivi (ma anch’essi si nutrono di ciò che gira per la stanza, anche se tipicamente vengono attratti da eventi positivi) che somigliano a piccole sfere di luce che si muovono molto veloci ma comunque possibili da vedere ad occhio nudo con un minimo di allenamento. C’è chi dice che gli orbs siano anime di persone morte, non lo reputo corretto, poiché sono semplici esserini energetici, piccoli frammenti di energia. Possiamo poi certamente affermare che un anima che prima viveva in un corpo umano, potrà prendere le sembianze di un piccolo cerchio molto simile ad un orb, ma non sarà (a frequenza) identico ad esso, perché come ogni essere vivente, ognuno ha una propria frequenza ed è possibile riconoscere di che ‘genere’ di entità stiamo parlando a seconda della sua vibrazione. Pertanto sconsiglio nuovamente di guardare la loro forma o il loro colore, perché ci sono entità umanoide che non sono mai stati umani e ci sono entità negative che si presentano di color bianco grigiastro, quindi non possiamo catalogarle a seconda di colore o forma, ma vi ho comunque spiegato un attimo per farvi un idea. Pertanto, chiunque esso sia, orbs, shadow, qualunque, non avere timore di loro, ma nutriti di energia positiva e difenditi sempre e comunque.

 

Questo documento è di proprietà di https://www.accademiadicoscienzadimensionale.com/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Accademia di Coscienza Dimensionale, A.C.D. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©

 

 

73+

371 Commenti

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commento *

Nome *
Email (opzionale)


  1. Ho sempre avuto una paura tremenda del mondo invisibile, quindi di ogni cosa vivente che non si vede! Le entità non sono più adesso un problema, ma per superare del tutto la paura inconscia, secondo me, vederle me la migliorerebbe di gran lunga 😔

  2. Per il momento non desidero vederle.

  3. Bellissimo articolo e chiarificante apre gli occhi su molte cose come la disinformazione che si trova su internet e soprattutto toglie la paura e fa riflettere molto… Credo che il punto in cui parli di emanare energia positiva respirando prana sia molto importante perché disinnesca meccanismi e invita a vivere una vita di consapevolezza e di positività e un inno alla liberta di ogni essere a prescindere che sia corporeo o no e per me il rispetto che emani in questo scritto e come inviti a correlarsi con amore è importantissimo… Grazie Angel

  4. Credo che a volte alcune entità ci possano aprire gli occhi alla visione di un mondo che non conosciamo, chissà se potrebbe essere anche la nostra stessa anima a volerci indicare che esiste un qualche cosa d’altro oltre al semplice vedere con gli occhi.

  5. Sicuramente le entità sono esistenti e potremo diventare pure noi, chissà 🙂

  6. Ho capito ,ma io non le ho mai viste,come non ho mai sentito presenze.Come si fa?

      • Ciao.La mia domanda era se c’è una tecnica per vedere le entità.Ma mi interessava sapere anche perchè io non sento le presenze.Addirittura io non mi accorgo nemmeno di quelle fisiche.Hai presente quando senti che qualcuno ti osserva?! io no.Come mai?

        • Ciao Battistina! Di sicuro il fatto che non ti accorgi se qualcuno ti osserva e quindi delle persone fisiche presenti, deriva dalla poca coscienza in quel momento; ti aiuterà praticare le tecniche per Essere Coscienti durante il giorno. Riguardo le tecniche per vedere le entità e quindi rendersi conto della loro presenza, le troverai durante il percorso degli Steps, come ad esempio i documenti sul vedere l’energia. Ti consiglio di allenarti a guardare le Aure, perché aiuta moltissimo a sviluppare le proprie capacità visive.

  7. Lezione interessante, un altro passo di esperienza, verso un nuovo stato di consapevolezza

  8. eintein affermava che il tempo non e’ un modo in cui viviamo ,ma un modo in cui pensiamo e cosi’come lo viviamo e’ solo una illusione anche se molto persistente.LA presenza di larve,gusci, fantasmi,vampiri energetici esistono in tutti i cammini tradizionali. nel mondo antico il demone (colui che ti controlla)o il jinn nel mondo medioorientale sono enti energetici parassitari sottili che si nutrono della nostra energia.lo stesso vale per gli Arconti di cui trattano ampiamente i vangeli gnostici.Loro si nutrono di energia che e’ il loro cibo.e dobbiamo renderci conto che con la paura li stiamo nutrendo

  9. Io voglio vederle assolutamente. Ho avuto esperienze con spiriti ma le entità sono davvero affascinanti da studiare

  10. Articolo bellissimo! Grazie mille Angel!

  11. Un tempo mi dissero che avevo una larva addosso.. Era un periodo buio, sentivo questa presenza (ma non addosso, nella stanza accanto e poi nella mia) e non sapevo che fare. Qualunque cosa fosse, mi terrorizzava.. Ad aver saputo prima di queste tecniche mi sarei risparmiata tanta ansia e paura..

  12. Leggere questo articolo sulle entità è stato molto bello, non avrei pensato mai a quanto questo mondo possa essere vario e a quanti esseri si possano incontrare. Che dire non vedo l’ora di fare esperienza e scoprire!

  13. documento molto interessante, però non mi è chiara una cosa, come possiamo capire se invece si sono intorno a noi entità talmente negative da paragonarli a demoni, o se ci sono proprio loro intorno a noi?
    grazie

  14. Interessantissimo, non conoscevo tutte queste distinzioni

  15. Argomento bellissimo..un po’ inquietante…ma nello stesso tempo rassicurante visto che abbiamo tutte le tecniche per poterci proteggere..siamo avvantaggiati

  16. Passerei le ore a leggere di queste cose!! Interessantissimo e utile!! Grazie Angel!!!❤❤

  17. Wow spettacolare, ho trovato tantissime informazioni davvero interessanti sulle entità qui! grazie

  18. Grazie, adoro questo tema! 🙂

  19. Interessante tema, grazie!

  20. Tutte queste informazioni non le ho mai lette da nessuna parte, incredibile, spero che questo sito diventi sempre più famoso. Grazie!