032 – I Viaggi Astrali – Primo tentativo con tecnica guidata (3 parte)

Questo articolo è disponibile anche in formato Audio, se desideri ascoltarlo clicca qui

Pagina 1 su 15

Nella lezione di oggi ti guiderò nel compimento di un Viaggio Astrale. Ti consiglio di praticare questa tecnica guidata circa un’ora prima di andare a dormire, così che non avrai l’ansia di concludere in fretta per svegliarti presto domani mattina, in quanto questa tecnica può richiedere necessariamente del tempo per riuscire. Potresti anche decidere di praticare questa tecnica nel pomeriggio, così che se riuscissi ad addormentarti per compiere il Viaggio Astrale non avrai preoccupazioni di doverti svegliare presto. Quando sei pronto per praticare, ascolta questa guida e azzera completamente tutte le tue aspettative, affinché non rovinino l’esperienza che potrebbe accadere anche molto diversa da come l’avevi immaginata.

Prima di sdraiarti per compiere il viaggio astrale, assicurati di essere andato in bagno, aver bevuto acqua perché la sete non ti disturbi e avere indossato vestiti comodi. Silenzia il cellulare e fai in modo che niente e nessuno possa disturbarti mentre stai praticando, perché uno squillo al telefono, al citofono, o qualcuno che bussa alla porta significherà che la tecnica verrà rimandata ad un altro giorno, perché oggi non riuscirai a concentrarti abbastanza per uscire dal corpo. Per questa ragione è consigliabile praticarlo di notte ma, se riesci a mantenere un’atmosfera tranquilla e silenziosa anche di giorno, ad esempio la mattina presto o il pomeriggio, va benissimo praticare la tecnica anche in quegli orari; anzi, praticare la mattina appena svegliato o il pomeriggio potrebbe anche risultarti più semplice per una questione di sicurezza: la notte fa paura a molti e se il buio ti disturba potrebbe essere un grande vantaggio praticare di giorno. Ovviamente non bere caffè o bevande gassate prima di praticare questa tecnica, perché ti risulterà difficile entrare in quella paralisi del corpo necessaria per compiere il viaggio astrale.

Per iniziare, sdraiati nel letto e sistemati comodo. Non tenere le mani sopra la pancia, ma tienile anch’esse poggiate sul letto. Tieni le gambe distese, non piegate né incrociate. Se riesci, ti consiglio di sdraiarti di pancia così che potrai compiere il viaggio uscendo dalla schiena, in quanto risulta più semplice; dipende però se riesci ad addormentarti in quella posizione. Ti consiglio di provarci, quindi di posizionarti con la pancia sotto e, in questo caso, le mani possono stare sotto al cuscino oppure accanto al busto, l’importante è che non ostacolino l’energia della schiena; perciò non tenere il braccio poggiato dietro alla schiena. A seconda della posizione in cui ti sei sdraiato, la tecnica cambierà, perciò te le spiegherò entrambe in questo documento. Puoi anche decidere di iniziare la preparazione alla tecnica stando sdraiato a pancia in su, dopodiché, quando partiremo con la tecnica vera e propria, ti consiglierò di cambiare posizione e sdraiarti con la pancia sotto. La tecnica verrà suddivisa in due fasi: durante la prima fase ti guiderò con la mia voce, mentre la seconda fase andrà compiuta senza guida, perché la voce potrebbe rischiare di distrarti. Perciò conclusa la seconda fase ti spiegherò cosa dovrai fare affinché potrai proseguire la tecnica senza bisogno della guida.

 

Iniziamo.

Ora chiudi gli occhi ed esegui ogni consegna, svolgendola in modo calmo e rilassato. Non farti prendere dalla fretta.

Se desideri ascoltare la tecnica guidata versione Audio con il sottofondo musicale, clicca qui, altrimenti se vuoi ascoltare la versione senza musica clicca qui .

Inizia a respirare prana dentro di te…

 

E sentiti rilassare…

 

Concentrati sul respiro…

E rendilo sempre più profondo…

 

Respira…

E senti la prana bianca che entra in te, ad ogni tuo respiro…

 

Rilassati…

E non pensare a niente…

 

Sai, che se resti agitato, o emozionato, non riuscirai a compiere un viaggio astrale…

E quindi devi rilassarti…

 

Respira profondamente.

 

E continua a restare concentrato sul tuo respiro.

 

Dentro di te… senti che vorresti uscire in astrale…

E concentrati su quel desiderio.

Senza pensarci, ma tieni impresso questo intento…

 

Sentilo come desiderio, ma senza pensarci troppo…

Così che il desiderio rimanga nel tuo petto, ma la tua testa non resti piena di pensieri…

 

Tieni il silenzio mentale.

 

E rilassati…

 

Senti le braccia diventare pesanti…

Le spalle diventano pesanti…

 

E l’intero corpo diventa pesante…

 

E tu lo lasci fare… lo lasci rilassare…

Ti lasci rilassare dentro e fuori…

 

E respiri prana…

Senza forzarti, senti la prana bianca che entra ad ogni tuo respiro.

 

Senti la testa diventare pesante.

Il collo diventa pesante.

E pian piano abbandoni il volere di muoverti…

 

Senti come ogni muscolo del tuo viso e del tuo corpo non vada più mosso… e vuoi restare fermo…

Perché tutto… si sta rilassando.

 

E dentro di te resta il sentimento di voler uscire dal corpo…

Ma devi rilassarti…

 

Senti il cuore rilassarsi…

 

Mentre respiri prana, il cuore si calma…

Tutto si calma, dentro e intorno a te.

 

E tutto diventa più pesante…

Anche l’aria intorno a te… diventa più pesante.

 

E senti… come diventa difficile muovere il corpo…

E senti… che per rilassarti è giusto stare fermo… e non provare a muoverti… così che resti rilassato…

 

Concentrati sull’energia delle gambe…

Non muoverle fisicamente, ma concentrati sull’energia interna…

Mentre resti rilassato.

 

Senti l’energia pranica che entra nelle tue gambe.

 

Senti l’energia che entra… e si muove all’interno delle gambe.

 

Senti come l’energia entra dalle dita e lentamente si muove per raggiungere il ginocchio.

 

Senti l’energia che si muove all’interno delle gambe…

 

Continua a far entrare l’energia dalle dita…

E falla muovere sino ad arrivare alle ginocchia.

 

E dalle ginocchia falla scendere… senza farla uscire dai piedi…

 

E di nuovo… fai salire l’energia dai piedi sino alle ginocchia.

 

E falla riscendere…

Sentendo il movimento all’interno delle gambe.

 

Senti come l’energia si muove…

 

Tenendo le gambe fisiche ferme, prova a sentire le gambe energetiche uscire da quelle fisiche.

 

Concentrati soltanto a sentire i piedi e le gambe, sino al ginocchio, uscire dal corpo fisico.

 

Senza fretta, metti solo l’intento…

Senza pensieri per la testa…

Concentrati solo sull’intento di far uscire le gambe.

 

E anche se all’inizio non ci riesci, senti questa sensazione fisica alle gambe…

Sembra quasi un dolore, ma molo leggero…

Ed è un buon inizio, perché sono le tue gambe energetiche che stanno iniziando a compiere i loro primi movimenti.

 

Quindi non avere fretta…

 

Ora rilassati…

Rilassa le gambe…

E riprendi a far entrare l’energia dai piedi… facendola salire sino alle ginocchia.

 

Falla muovere dai piedi, salendo su…

 

Poi falla scendere giù, falla tornare nei piedi.

 

Falla tornare su… e supera le ginocchia, sino ad arrivare alle cosce…

Lentamente…

 

Fai entrare prana dai piedi…

E lentamente falla salire su, sino alle cosce.

 

E concentrati sui movimenti di energia che stai compiendo dentro le gambe.

 

Riempi le tue gambe di prana…

Più possiedi prana all’interno più sarà semplice muoverla…

E sentirne i movimenti fisici, anche se fisicamente non ti stai muovendo.

 

Eppure più ti concentri su questo movimento di energia, più ti sembrerà diventare fisico.

 

Rilassati…

 

E ora prova ad alzare le gambe energetiche… tenendo ferme quelle fisiche.

 

Rilassati, mentre lo fai… non farti prendere dalla fretta.

 

Senti i piedi, le gambe, le ginocchia, le cosce, uscire…

 

Senti l’energia uscire…

 

Torna a rilassarti… e respira prana… rilassandoti.

 

Ora concentrati, dalla punta della spina dorsale…

E con calma e delicatezza, senti l’energia spostarsi lungo la spina dorsale.

 

Parti dalla punta sino ad arrivare al centro della spina dorsale…

Con calma, riempila di energia…

E questa energia muovila dal basso verso l’alto.

 

Dall’alto verso il basso…

 

Concentrati a sentire l’energia che si muove, dal basso verso l’alto…

Seguendo la spina dorsale.

 

E ora con calma, sali lungo il resto della spina dorsale…

Respira per rilassarti.

 

E senti l’energia che dal centro della schiena sale lungo la spina dorsale…

Sino ad arrivare al collo.

 

E ora continua a salire…

Sentila dietro la testa… sino ad arrivare alla Corona.

 

Ritorna al centro della schiena, e ricomincia a far salire l’energia… lentamente.

 

Arriva sino al collo… e poi sali… sino alla Corona.

 

Ritorna al centro della schiena…

E con maggiore intensità, porta su l’energia…

 

Ora concentrati sulla punta della spina dorsale…

E lentamente porta su l’energia sino a raggiungere la Corona…

 

Segui la spina dorsale… e senti il movimento che compie l’energia.

Seguilo, per ogni centimetro della tua spina dorsale.

 

E quando hai finito… ricomincia dalla punta…

Porta l’energia su, per tutta la spina dorsale.

 

E concentrati davvero, per tutta la lunghezza, a sentire il movimento di energia.

 

Ora rilassati…

Non pensare a nient’altro…

 

Rilassati e stai in silenzio mentale…

 

Concentrati ora sull’intento di voler far uscire dal corpo le gambe energetiche…

Seguite dal busto energetico…

 

Quindi senti tutto il corpo tranne la testa… uscire energeticamente dal corpo fisico.

 

Stando fermo fisicamente… senti le braccia sollevarsi…

Senti le gambe sollevarsi…

Il bacino segue…

E tutta la schiena cerca di sollevarsi…

 

Respira mentre lo fai…

Non trattenere il fiato…

 

E continua a sentire le braccia sollevarsi…

Insieme a tutto il resto del corpo.

 

Senti come se il copro fisico fosse troppo pesante…

Mentre il corpo energetico è leggero e inizia a sollevarsi…

 

Ti senti come galleggiare in aria…

 

L’unica cosa che ti trattiene è la testa energetica connessa a quella fisica…

Ma tutto il resto si sta sollevando…

 

E lo senti dai movimenti energetici che stai compiendo dentro di te.

 

Continua…

 

Con calma… senti piano piano anche la testa energetica distaccarsi…

 

Rilassa la testa…

E non pensare più a niente…

 

Ora fai entrare energia dalla Corona…

E senti questa energia muoversi all’interno della testa.

 

Sentila muovere dal basso verso l’alto…

Dall’alto verso il basso…

E continua così, a muovere l’energia all’interno della testa.

 

Ora cambia genere di movimento, fallo partire dalla nuca…

E questo movimento deve raggiungere il chakra della Mente…

 

Quindi senti l’energia mentre oltrepassa tutta la testa…

A partire dalla nuca, e arriva sino al chakra della Mente.

 

Continua a rilassarti, mentre compi questo movimento interno.

 

Ora dal chakra della Mente senti questa energia muoversi…

Sino ad arrivare alla nuca.

 

Sentila come si sposta…

 

Riparti dalla nuca e sposta l’energia facendola arrivare alla fronte…

 

Ora respira prana dalla Corona…

E senti come riempie tutta la testa di energia, che ti aiuterà a fluire meglio.

 

Respira… e rilassati…

 

Mentre la prana entra nella tua testa…

E si riempie…

 

Continua a sentire tutto il corpo molto pesante…

Così pesante che ne perdi il controllo…

 

Non lo muovi più, senti solo che vuoi uscire da questo corpo…

E ti senti diventare leggero… mentre il corpo è pesante…

 

Ora concentrati… a partire dalle gambe…

Concentrati a sollevarle…

Insieme alle braccia.

E mentre il corpo fisico è rilassato…

Tu inserisci questo intento di voler uscire dal corpo…

 

E senti le braccia… e le gambe sollevarsi.

Il bacino segue…

E tutto il busto…

 

E il collo…

E la testa…

 

Sentiti sollevare tutto, con l’intento di uscire dal corpo…

 

Respira…

Non trattenere il fiato…

 

Ora si conclude la prima fase… e puoi iniziare la seconda.

 

Ora inizia la seconda fase della tecnica, la fase più importante perché dovrai compierla da solo. Il mio consiglio è di proseguire cambiando posizione fisica, quindi sdraiandoti con la pancia sotto, così che tu possa compiere il viaggio astrale uscendo dalla schiena. Se non te la senti puoi proseguire con la posizione assunta sinora. Nel caso tu decida di uscire dalla schiena, la seconda fase della tecnica si baserà sul muovere l’energia, di tutto il corpo, con l’intento di uscire dalla schiena. Sentiti quindi sollevare, tirandoti in alto attraversando la schiena. Questa posizione sarà più semplice soprattutto per l’uscita della testa, in quanto uscire in oobe direttamente dalla nuca è più veloce rispetto ad uscire dalla fronte. Se invece continuerai la tecnica nella stessa posizione assunta sinora, potrai proseguire l’uscita in astrale sollevandoti esattamente come abbiamo compiuto fino ad ora. Ricordati che l’importante è rilassarti e non trattenere il fiato, perché solo da rilassato il corpo riuscirà a far fluire meglio l’energia, che servirà per farti uscire in astrale. Ora dovrai proseguire da solo, senza cuffie, perché tu possa sentire i suoni dimensionali che ti aiuteranno ad uscire in astrale con maggiore semplicità; perciò le tue orecchie devono restare libere e capaci di sentire i suoni. Prosegui la tecnica senza timore, e domani torna qui a leggere il seguito di questa lezione. Pratica questa tecnica sino a quando ti addormenterai, con l’intento di uscire dal corpo. Buon viaggio astrale!

Pagina 15 su 15

Bentornato! Spero che la tecnica ti sia riuscita al primo colpo, ma se così non fosse, non ti preoccupare. La prima volta serve soprattutto a prendere confidenza con gli spostamenti di energia, che non sono tanto semplici da attuare. Infatti, questa prima esperienza ti è servita per comunicare al tuo corpo le tue intenzioni riguardanti il viaggio astrale; è come se gli avessi detto: “Da oggi ho intenzione di uscire dal corpo”, e poco a poco si abituerà sempre di più, sino a che non riuscirai a compiere l’oobe senza più fatica. Non è facile uscire in astrale già dal primo tentativo, quindi se non ci sei riuscito non ti devi preoccupare, questa è solo la prima volta e andrà sempre meglio le prossime. La chiave per riuscire nell’oobe è abituare il corpo ai movimenti di energia interni, così che durante l’uscita in astrale il corpo non si “spaventi”e non entri in difensiva; in questo modo ti lascerà libero di far uscire la sonda di energia e non si bloccherà dalla paura. È molto importante che durante la tecnica per compiere l’oobe, ti concentri a non provare forti emozioni che ti facciano battere forte il cuore, perché se il cuore batte troppo veloce il corpo si rifiuterà di farti uscire, in quanto fraintenderà quel battito accelerato per un pericolo, per cui bloccherà l’oobe. Di conseguenza, per “ingannare” il tuo corpo, è importante restare quasi impassibile, ovvero non essere troppo emozionato ed eccitato per quello che stai facendo, ma restare con un sentimento quasi distaccato, come se “non ti importasse nulla”; così facendo, il cuore resterà calmo (il battito sarà regolare) e non avrai le pulsazioni accelerate dall’eccitazione. Ovviamente se il cuore batte più veloce non succede niente di male o di pericoloso, semplicemente il corpo trattiene l’energia e quindi non riuscirai nell’oobe, ma nulla più di questo.

Per riuscire nell’oobe bisogna stare completamente rilassati, calmi e con gli occhi chiusi. È importante che non apri mai gli occhi, perché se li apri potresti perdere tutto il lavoro fatto sino a pocanzi. Inoltre è fondamentale che non trattieni mai il fiato, com’è tipico fare quando si tenta di uscire in astrale; ma devi respirare sempre regolarmente, restando cosciente del tuo respiro. Questa prima esperienza ti è servita per iniziare a muovere l’energia dalle gambe e dalla schiena, così poco a poco riuscirai sempre meglio a muovere il corpo energetico, sino a quando sarai in grado di distaccarlo dal corpo fisico e quindi partire in astrale. Inoltre hai scoperto che è possibile uscire in astrale anche dalla schiena, e che anzi, è proprio la posizione più favorevole per compiere un viaggio astrale. Detto questo, non ti resta che provare ancora, sino alla perfetta riuscita dell’oobe. Nel frattempo, se ti va di raccontarmi la tua prima esperienza con questa tecnica guidata, anche se non sei uscito completamente, puoi farlo qui sotto attraverso un commento. Raccontami com’è andata la tua prima volta e sarò felice di leggere e – nel caso servisse – di consigliarti un migliore approccio. I dettagli delle sensazioni fisiche sono fondamentali!

Fine pagina 15 su 15. Se hai gradito l’articolo, commenta qui sotto descrivendo le tue sensazioni durante la lettura o la pratica della tecnica proposta.
Questo documento è di proprietà di https://www.accademiadicoscienzadimensionale.com/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Accademia di Coscienza Dimensionale, A.C.D. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©
47+

165 Commenti

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commento *

Nome *
Email (opzionale)


  1. Ho provato per la prima volta questa tecnica oggi notte, innanzitutto andava bene, sentivo tutte le sensazioni descritte. Mi ero sdraiato con la pancia in su, sentivo il mio corpo fisico pesante e soprattutto riuscivo a muovere l’energia e sentirla. In alcuni momenti, ogni volta che respiravo sentivo come se il mio corpo energetico si alzasse, ovviamente tenendo sempre gli occhi chiusi con il non pensiero, la sensazione era sempre più intensa, sentivo i suoni dimensionali diventare più acuti, ma il mio corpo energetico non voleva uscire dalla testa. Allora ho fatto entrare e muovere energia sulla Corona poi tutta la testa, poi di nuovo su tutto il resto del corpo, ma purtroppo mi sono distratto per un banalissimo motivo 😌 avendo messo il video dalla cartella dei mi piace su YouTube, alla fine della pratica descritta invece di continuare a concentrarmi sulla tecnica, (siccome alla fine del video, va avanti un’altro) senza rendermene conto stavo praticando una bolla sulla casa, mentalmente pensavo perché una bolla se dovevo compiere un viaggio astrale? 😂😂😂
    Comunque l’importante che mentalmente so come procedere in questa tecnica.

  2. Ho provato diverse volte questa tecnica, ma solo due volte sono riuscita ad andare fino in fondo senza addormentarmi o avete altri problemi. Credo che sia la tecnica giusta per prepararsi a questa esperienza. Sento molto i movimenti di energia, ma devo migliorare quelli nella testa. Nella seconda parte ho provato molte sensazioni, soprattutto scatti del corpo e altre sensazioni che non saprei spiegare. Ma niente oobe… Continuero’ ad esercitarmi finché riusciro’.

  3. Ieri sera ho provato la tecnica prima di andare a dormire ed è stata davvero un’esperienza molto bella, non sono riuscita a compiere il viaggio astrale perché verso la fine ho iniziato un po’ ad agitarmi presa dall’eccitazione di come stesse riuscendo bene la tecnica 😓 ad ogni modo ho sentito molto bene l’energia muoversi all’interno del mio corpo e il corpo diventare pesante pesante, mi sono lasciata andare in uno stato davvero profondo, stavo benissimo, sentivo i pensieri che cercavano di entrarmi in testa ma non ci riuscivano, ero come isolata dal low…ero davvero felice di ciò, sentivo moltissima prana, la sentivo proprio bene, sia dentro che fuori dal corpo, come se fosse qualcosa di fisico e tangibile, sentivo molto bene i toni…il mio udito sembrava amplificato, riuscivo a percepire ogni minimo suono attorno a me, anche lontano…peccato che quando la parte guidata si è conclusa qualcosa è cambiato, il cuore ha iniziato a battere più velocemente e mi sono deconcentrata uffa…ad ogni modo, per quanto non completamente riuscita, è stata un’esperienza davvero molto bella e intensa, che riproverò sicuramente al più presto, sperando questa volta di non lasciarmi prendere dal troppo entusiasmo e di restare più distaccata, come consigli tu Angel….grazie per aver condiviso con noi questa tecnica fantastica!

  4. L’audio di questo articolo mi piace davvero molto perche mi mette in quella giusta condizione che ricerco per fare questo genere di esperienza.. nella fase del rilassamento avverto gli arti piu pesanti e talvolta ho proprio la sensazione di non avreli. Infatti poi la mente cerca subito di entrare in azione per scatenare “il controllo”, ma cerco di ignorare ogni forna di distrazione. Non mancano degli spasmi muscolari.. e poi, durante la respirazione avverto lungo l’asse centrale del mio corpo in parallelo alla colonna vertebrale un flusso forte, come se in me ci fosse una torrente di acqua. Lo avverto tantissimo..in seguito cosciente mi rendo conto di come il mio rilassamento stia diventando proficuo e in un certo senso leggero. Non ho piu nulla nella mente.. sento l’audio e mi sembra quasi di stare altrove nel mentre. Lo step successivo é quello che tende purtroppo ed ancora a riproporsi, ovvero mi addormento e non succede da quel momento in poi proprio nulla.. 😭🌻

  5. Grazie mille per questa tecnica incredibile, quando ho visto l’audio su YouTube non ci credevo e ho provato subito, purtroppo però non era l’orario ottimale per svolgerla e quindi sono stata interrotta più volte finché ho rinunciato…stasera prima di andare a dormire ci riprovo! Grazie grazie grazie Angel per questa tecnica guidata e per tutte le indicazioni e i consigli che ci dai!!

  6. Wow spettacolare!!! Mentre l’energia si spostava lungo la spina dorsale e raggiungeva la testa ho sentito tantissimi suoni come lo schiocco delle dita, principalmente nell’orecchio destro, ma anche vicino al chakra della mente, è stato molto rilassante e intenso sentire l’energia, le gambe energetiche e le braccia! Sono entrato quasi subito in paralisi, ma poi nel corso della tecnica mi sono addormentato. Peccato, riproverò con più intensità! Prima di usare questa tecnica mi ero fatto un lasciarsi andare e ad un certo punto mi sono ritrovato in paralisi, ero tutto contento perché volevo provare a uscire ma ha suonato il corriere al citofono e sono dovuto andare ad aprire. Puff, riproverò! Grazie di cuore!! 🙂

  7. Wow ma che bel documento e tecnica! Purtroppo io in questi giorni ho problemi a rimanere sveglio mentre sto a letto 🙁 , quindi sto trovando difficoltà a provare questa tecnica. Infatti la stavo per fare, ma dopo aver fatto una bolla mi sono addormentato di botto e ho dovuto rimandare il tentativo di astrale. Non mi fermerò! Grazie Angel 🙂

  8. Wow che tecnica! Grazie di cuore! Sentivo benissimo l’energia e il corpo pesante! Questa pratica l’ho trascurata, anche se mi incuriosisce davvero tanto e grazie a te Angel ora mi eserciterò! Grazieeee per tutti questi insegnamenti fantastici 💜

  9. ho provato questa tecnica bellissima, non sono andato in astrale ma mi sto allenando sono sicuro che riuscirò

  10. Questa ,per me, è una delle più belle lezioni… il viaggio astrale lo provo con insistenza da 8 mesi…
    Ma purtroppo ancora niente…
    Le paralisi non riesco a provocarle….
    Ma non mollo …
    GRAZIE ANGEL

  11. Grazie per questa guida! Continuerò a provare finche non ci riuscirò! 🙂

  12. P.S.: La paralisi del corpo mi sono accorto di averla gia sperimentata un sacco di volte con tecniche di visualizzazione ecc anche anni fa, non pensavo si chiamasse cosi! Bellissima sensazione.

  13. Non avevo visto la guida vera e propria, la aspettavo nonostante fosse stata qua da tanto (ogni volta che scrollavo lo step 2 non la “notavo”).
    Avevo gia provato molte volte ad uscire in astrale ma con movimenti di energia molto generali (energia bianca solo tra i 5 chackra senza considerare gambe e braccia).
    Posso dire che quando sono uscito con le gambe le ho storte in maniera molto innaturale (al contrario) sapendo che l’energia non ha forma se non quella decisa da me.
    Ho sentito scariche elettriche quando mi sono distratto, quando sono uscito con la testa un sacco di suoni come una sirena dell’ambulanza solo acutissima e velocissima che passava da un orecchio all’altro; mi sono ritrovato sospeso a mezz aria con molta più energia degli altri tentativi (quelli non guidati e con pochi movimenti di energia), sentivo il mio corpo energetico pieno di energia e anche una sensazione di “attacco psichico” come causato da un entita (ho rinforzato la bolla ed è andato via subito), ho deciso però di rientrare cadendo nell’ inganno del low (non so se era low o una voglia giusta di essere completamente sicuro di come uscire) “devi leggere la seconda parte sennò non riesci ad uscire”, quando stavo già facendo tutti i passaggi giusti ed ero già nello stato intermedio tra completamente conscio dell’ astrale e il normale fisico, vedendo però ancora nero (e per pochi secondi le immagini della stanza attorno a me, ma non lo considero completamente astrale). Quindi mi sono svegliato con un po di dolori per il brusco rientro passati nel giro di 4 secondi.
    Ho capito che il viaggio astrale è una delle cose più intense che abbia mai provato fuori dal low, sta sera ci riprovo fino in fondo, mi sento pronto.
    Grazie Angel

  14. Da quanto aspettavo una guida per uscire in astrale! Devo imparare a non emozionarmi mentre compio la tecnica se no il battito del mio cuore non mi permetterà mai di svolgerla al meglio

  15. Sono felicissimo di essermi approciato alla tecnica seguendo la parte audio , durante la guida ho avuto bellissime sensazioni e ho avuto la paralisi del corpo (che figata) , penso d’esser uscito solo per metà corpo fino alla testa , come dici tu il resto del corpo sembrava fosse pesante , sentivo le sensazioni di freschezza tipo venticello ma non sui miei piedi, gambe o braccia fisiche , non so come spiegartelo le sensazioni le sentivo sulla parte energetica , esempio come se il corpo energetico fosse incollato a Modo di adesivo e mano mano si alzava staccandosi… peccato che nn sono riuscito a staccare la testa , forse ho sbagliato a girarmi di pancia in giù 😁 e dovevo riprovare come nella guida , la sensazione che ho avuto alla testa è come un tirarla , in maniera energetico intendo, Ma non ci sono riuscito …. 😣 ma non demordo anche perché non mi sembra impossibile da praticarla 😁 quindi la riproverò subito , un altro errore che ho fatto , forse, per mancanza di tempo , è stato non meditare prima 😣.
    Comunque Angel grazie Ancora ❤

  16. Ho provato soltanto la prima parte della tecnica con la voce guida perché essendo le 13:30 , diciamo non proprio un orario consono per provare a dormire 😅 mi sono concentrata a svolgere solo quella. Ho preferito non aspettare a quando ne sarei stata possibilitata a svolgerla completamente perché è sempre meglio agire che aspettare e infatti sono contenta di aver iniziato a prendere confidenza con questa tecnica e con i movimenti di energia. Innanzitutto posso dire che l’audio guida é fantastico e molto rilassante. Non ho mai provato a svolgere un oobe quindi per me era proprio tutto nuovo. Durante la tecnica mi sono rilassata in una maniera fantastica 😍, merito anche del fatto che avessi meditato e praticato varie tecniche prima di provare a svolgere questa. Ho sentito il corpo pesante già dopo poco che avessi iniziato a svolgere la tecnica, mi sono sentita ben concentrata e avevo pochi momenti in cui i pensieri mi facevano distrarre. Sentivo a volte di volermi muovere ma ho desistito dal farlo perché qualcosa di più forte mi diceva di continuare a star ferma e di persistere a mantenere quello stato di rilassamento. Non mi sono fatta aspettative ma ho semplicemente seguito l’istinto che mi diceva dai prova la tecnica anche se forse non è il momento giusto. A volte sentivo il cuore battere un pó più forte come se fosse un’imposizione contro il mio volere, infatti a me non interessava farmi prendere dall’agitazione ma volevo restare calma e vedere cosa mi accadesse, che passaggio c’era dopo ecc. Ho respirato per tutto il tempo profondamente anche se pure sul respiro qualcosa pareva volesse velocizzarmelo ma io mi sono fidata e sono rimasta calma. I movimenti di energia li ho avvertiti abbastanza, anche se a tratti perdevo la concentrazione, quindi a volte li sentivo di più e a volte di meno. A volte ho sentito del formicolio nelle gambe e anche in tutto il corpo nella parte in cui la guida ci dice di sollevare il corpo energetico per intero. Quel leggero dolore che si avverte quando il corpo energetico si solleva l’ho avvertito un pó ma non tantissimo. Quando mi sono alzata dal letto ho sentito il mio corpo molto leggero, una sensazione strana e piacevole dovuta allo stato di rilassamento in cui è stato immagino. Quasi come se si fosse svuotato ma non di energia ma di pesantezza. Non so se sono riuscita a far fuoriuscire il corpo energetico almeno in parte durante la tecnica però qualche sensazione di quelle descritte io le ho avvertite per cui sono fiduciosa che non sia andata male . Voglio riprovarci stasera a svolgere la tecnica per intero cercando di non addormentarmi e mi auguro di avere esperienze interessanti da raccontare al mio risveglio 😃.

  17. Letto e riletto ascoltato…. Devo imparare a muovere l,energia, e paralizzare il corpo…. Proverò anche il pomeriggio…….. Grazie per l’insegnamento meraviglioso.

  18. Che meraviglia! Aspettavo con ansia una guida per il viaggio astrale! Ho appena letto.il documento ed è fantastico! Ammetto di aver avuto sempre paura di fare questa esperienza ma le tue parole mi hanno molto rassicurata ed anche incoraggiato a provare! Non vedo l’ora di sperimentare e raccontare le mie prime esperienze! So di poter vincere anche la paura! Grazie, grazie, grazie 🥰💗💗💗💗💗💗

  19. L’ ho provata ieri pomeriggio per la prima volta. Purtroppo non sono riuscita ad uscire in astrale anche perché devo prendere più dimistichezza con l’ intento da mettere e insomma con tutto l’ insieme della tecnica. Però devo dire che il rilassamento è andato bene. Innanzitutto il respiro più andavo avanti con la tecnica e più diventava profondo e calmo (e mentre cercavo di uscire purtroppo mi veniva di trattenerlo) e il corpo lo sentivo come un macigno. Per gli spostamenti di energia, alle gambe li ho sentiti soprattutto dal piede alle ginocchia, l’ energia la sentivo leggera. Per la parte superiore zone testa devo migliorare di più. A un punto mi sono sentita leggera però mi sono emozionata e quindi ho perso tutto ciò che avevo fatto. Ad ogni modo, quando mi sono svegliata il corpo era molto rilassato tanto che per farlo ripartire ci ho messo un po’ soprattutto le gambe che erano praticamente addormentate. È una tecnica che mi incuriosisce parecchio ed è bellissimo praticarla. Mi sono accorta anche della “paura inconscia” che ho nell’ uscire dal corpo ma dopo mi sono calmata e so che a furia di praticarla questa paura senza senso svanirà. Grazie Angel!

  20. L’ho provata nel pomeriggio x la prima volta mi è piaciuta tantissimo, ho seguito la voce di Angel che la considero meravigliosa e piena di forza nello spiegare le tecniche. Sono riuscita anche a non trattenere il respiro ma penso sia prevalsa l’emozione delle sensazioni che stavo provando x la prima volta. L ho provata a pancia in giù, soffro in po’ di mal di schiena ma sono riuscita lo stesso a resistere in quella posizione considerando che poteva facilitare l ‘oobe. La riproverò sicuramente domani pomeriggio.

  21. Angel sei fantastica! Aspettavo proprio una tecnica guidata e vocale per i viaggi astrali grazieee!!
    Mi aiuterà tantissimo! Ieri ho provato, ho sentito il corpo pesante ma poi mi sono addormentata ahahah! Vabbeh ci riproverò in queste sere. :DD

  22. proverò a farlo con questo audio. La prima volta è successo spontaneamente. per fortuna avevo già letto su ACD come succedeva,, quindi non ho avuto paura e sono andata facilmente sopra di me e sono arrivata al soffitto, ero consapevole di quanto stava succedendo, quando mi sono chiesta : mi sono ritrovata nel letto. Ho poi riprovato ma non è successo nulla, Sono contenta che cè l’audio, provo già stasera e quando succederà di andare in astrale tornerò a commentare. grazie mille

  23. Ho sperato tanto di poter leggere e sperimentare il tuo insegnamento sul viaggio Astrale .
    Ora che mi sono armato di pazienza e fare tabula rasa dei vecchi e obsoleti percorsi spirituali.e cominciare il tuo insegnamento, trovo questo articolo. Quasi che Tu volessi premiarmi….. non lo merito … ma se posso ,Con grande STIMA E RISPETTO.ti dico.GRAZIE , GRAZIE ,GRAZIE

  24. Sono 3 mesi che provo a fare un viaggio astrale, tutte le sere prima di andare a letto. Devo dire che così facendo ho migliorato molto la tecnica del non pensiero e sono diventata molto brava. Pultroppo uno vero e proprio non lho mai fatto. Ciò che più mi piace anche se non riesco ad uscirne, e che quando arrivano quelle forti vibrazioni, mi da la sensazione di casa, di familiarità.
    Spero invece che questa nuova tecnica mi aiuti davvero con l’uscita. Grazie mille

  25. Wow grazie!!! Stanotte metterò in pratica le tecniche lette ieri e questo bellissimo video @[email protected] ! Non sapevo che stare a pancia sotto agevolasse. GRAZIE 🙂

  26. Ho letto il documento! La tecnica è fighissima, inizierò a provarla da stanotte! Grazie per questa bellissima lezione, non vedo l’ora di provare❤️