052 – Domande su Il Corpo Energetico – Le varie sensazioni del Corpo Energetico (1 parte)

Pagina 1 su 7

Studente: Ciao Angel, proprio qualche giorno fa mentre meditavo, ma mi è capitato tante altre volte, mi sono sentita come “storta” dentro il mio corpo, nel senso che il mio corpo era in una posizione ma dentro mi sentivo spostata un po’ rispetto a quella. A cosa è dovuta questa sensazione e come mai mi capita spesso?

Angel: Ciao! Questa sensazione di essere spostata accade per via del corpo energetico, che in quel momento si sta allargando (dato che stai meditando, quindi stai assorbendo energia) e durante questo distendersi, senti i movimenti dentro di te. Perciò potrebbe accadere di sentirti cadere da un lato, oppure essere spostata, sebbene il corpo fisico sia nella stessa posizione in cui si trovava poco prima, quindi non si sia spostato minimamente.

Studente: Ciao Angel, sono una tua nuova studentessa. Come prima cosa volevo ringraziarti per metterci a disposizione questi fantastici scritti ed esperienze e anche per il tempo che ci dedichi; detto ciò, volevo porti una domanda riguardo alle sedute di meditazione che mi propongo; quando mi preparo per meditare, quindi liberando la mente da qualsiasi pensiero e canalizzando la prana e il respiro, è come se a un certo punto avverto una sensazione vorticosa, che quasi sembra che mi sto staccando dal mio corpo materiale per fluttuare; all’inizio mi spaventava un po’, però poi ripetendo le sessioni vedevo che si ripeteva e mi sono lasciata andare una bellissima sensazione gradevole. Volevo domandarti cosa ne pensi. Grazie.

Angel: Ciao e benvenuta! Quando pratichi può succedere che, oltre a sentirti spostare, allungare verso l’alto, oppure accorgerti di sentirti seduto storto (anche se con il corpo fisico sei perfettamente dritto), in altre occasioni potresti sentirti anche girare la testa proprio durante la meditazione, specie sul chakra della Mente o quando ti trovi sulla Corona; non devi preoccuparti perché accade solo in alcuni periodi, e può succedere sia perché l’energia del chakra si sta assestando, quindi si sta equilibrando, sia perché il corpo energetico si è mosso. Perciò entrambe ragioni positive. Poiché non siamo abituati sin da piccoli a sentire il corpo energetico, in quanto abbiamo iniziato a meditare solamente da adulti, il corpo fisico deve un attimo prendere dimestichezza con questi nuovi movimenti interni, perché non ne è abituato, quindi all’inizio può sembrarti un po’ strano; ma è tutto naturale: quando il corpo energetico si muove, puoi percepire addirittura la forte sensazione di levitare. Inoltre tutto ciò può accadere anche quando ti stai preparando al rilassamento, quindi quando non hai ancora iniziato la sessione vera e propria di meditazione; perché se ti stai rilassando bene, il corpo energetico già inizia a estendersi, quindi lo senti muovere.

Studente: Ho sentito che abbiamo molti corpi energetici e che dopo la dipartita del corpo fisico subentra il prossimo legato alla nuova dimensione, è vero?

Angel: Il termine “corpo energetico” viene utilizzato per identificare vari significati; probabilmente ti stai riferendo all’Aura, quindi ai vari strati di Aura (di cui trovi tutte le risposte nell’argomento Aura). Altrimenti, è probabile che ti stia riferendo alla differenza fra Coscienza e Anima, che poi sono “due corpi” che ci appartengono. In questo caso chiarirai tutto nell’argomento Anima, oppure leggendo i libri Il Sigillo delle Vite Passate.

 

Pagina 2 su 7

Studente: Ciao Angel! Una mattina, appena svegliata, ho pensato subito di mettermi a meditare. Essendo troppo rigida per alzarmi, mi son detta: “Ok, rimango sdraiata e inizio a connettermi subito col chakra Cuore!”, dopo un dieci minuti o forse più che ero proprio rilassatissima, mi son detta, invece: “Ora vado a sentire il chakra della Mente”. Così porto le mani a sentire il chakra e posiziono le punte delle dita in mezzo alle sopracciglia. Dopo qualche minuto, mi sentivo stanca di avere le dita nel chakra e volevo toglierle, ma… non si toglievano!! Allora, sentendomi strana, ho aperto gli occhi e ho cercato con forza di staccare le dita ma, con mia grande sorpresa, mi sono accorta di aver lasciato le mani nella stessa posizione iniziale e cioè nel chakra del Cuore! Vorrei una spiegazione in merito, cosa ne pensi? L’unica cosa che posso aggiungere a questa piccola esperienza è che ero molto cosciente di tutto.

Angel: Ciao! Ciò che hai spostato era la tua mano energetica, quindi la mano fisica è sempre rimasta sul chakra del Cuore ma ciò che hai spostato era la mano energetica. Questa è un’ottima prima esperienza, mica piccola! La stessa cosa può succedere quando inizi a compiere un viaggio astrale spontaneo: le tue mani, poi le braccia escono dal corpo fisico e quasi nemmeno te ne accorgi, stessa cosa per le gambe, perché ti sembra davvero di stare muovendo il corpo fisico. Le sensazioni sono le stesse perché stiamo parlando in entrambi i casi del corpo energetico.

Studente: Ciao Angel, ho una domanda riguardante una persona a me molto cara. Le capita, fin da quando è piccola, che ogni volta che entra in una casa in cui non è mai stata (ed a volte anche a casa sua) vive un momento (fra uno e due secondi) di dissociazione, non saprei definire meglio la cosa. Mi ha detto che è come se per un momento non fosse più nel suo corpo e qualcosa la attraversasse. Quando finisce questa sensazione, prova un senso di caduta come quello che avviene da un brusco risveglio (tutto questo processo dura appunto pochissimi attimi). Potresti darmi una spiegazione? Grazie in anticipo!

Angel: Ciao! Da quanto hai detto, mi fa pensare subito al movimento del corpo energetico, per via della descrizione sul sentirsi cadere (tipico da movimento energetico), seppure non sia così normale che le accada in momenti del tutto normali, in cui probabilmente è meno cosciente, etc. Infatti mi sorge il dubbio che le succeda per via di alcune presenze che la disturbano, dato che le accade sia quando si trova in case in cui non era mai stata, che in casa propria. Può darsi che sia molto debole energeticamente e la sola presenza di entità o di programmi energetici forti in quelle case la spingano a provare queste sensazioni così forti. Essere deboli energeticamente non dev’essere presa come un’offesa, bensì bisogna sapere che per svariate ragioni (soprattutto per via della poca energia in corpo) c’è chi è più forte energeticamente e chi invece è più debole, quindi la prima persona è più resistente mentre la seconda, seppure viva le stesse esperienze o si trova nella stessa casa, subisce quelle influenze in maniera molto più forte su di lei, tanto da farle provare sensazioni in cui perde la concezione del luogo in cui si trova, eccetera. Certo che raccontare queste esperienze provate da altre persone non è mai preciso come quando è la persona che le vive, a raccontarle nel dettaglio. Quindi sarebbe meglio che lei indagasse per se stessa, in quanto il passaparola porterà sempre errori di comprensione o dettagli modificati.

Studente: Ciao Angel. Mi è successo che mentre ero nel dormiveglia, dopo aver sentito delle strane ed intense vibrazioni in tutto il corpo, ho sentito come se qualcosa o qualcuno mi tirasse dai piedi, cosa può essere?

Angel: Potrebbe essere un tuo stesso movimento d’energia, delle volte capita di allungarsi energeticamente, e ti sembra come se ci fosse qualcuno a tirarti, sebbene sia la tua stessa energia a tirare. Quando sei in dormiveglia, o in paralisi notturna, il tuo stato mentale è molto più aperto quindi certe esperienze sono molto più facili da compiere.

Pagina 3 su 7

Studente: Quando medito sento il mio corpo energetico e dopo un po’ di tempo sento che prova ad uscire dal corpo; avevo gli stessi sentimenti di quando ho provato a fare l’oobe e quasi ci ero riuscita ad uscire. Cosa devo fare? Provare a farlo ritornare dentro o lasciare che tutto accada, concentrandomi solo ed esclusivamente sul chakra?

Angel: È normale, il corpo energetico si muove e delle volte potrà capitare, semplicemente osserva senza perdere il non pensiero, quindi non farti aspettative, osserva quel che accade e lascia che accada. Sarà una bella esperienza, ma dal momento che pensi: “Sto per fare un oobe?”, questa si spezzerà e ovviamente non avrai goduto dell’esperienza spontanea.

Studente: Quando ero piccola e mi addormentavo la sera, subito dopo sentivo di cadere nel vuoto, quasi ogni giorno; era per uno spostamento del mio corpo energetico? Mi succedeva quasi ogni sera.

Angel: Per quanto tempo è accaduto? Dipende da diversi fattori, se era un periodo molto agitato per te poteva essere anche lo stress a farti questo effetto, dato che non meditavi. Inoltre, anche la presenza di entità può provocarti questi effetti, specialmente se non ti proteggi (come appunto accadeva quand’eri piccola), perciò si tratta sempre di movimenti di energia ma in questo caso venivano provocati da fonti negative o comunque esterne. Diverso è quando accade durante la meditazione o durante la pratica in generale, perché in tal caso succede per via del corpo energetico che si sta riempiendo di energia e, attraverso questo assorbimento di prana, si gonfia e si muove anche al di fuori del corpo.

Studente: Quando durante il giorno succede che senti come se ci fosse il terremoto, ma non c’è ovviamente, è il corpo energetico, giusto? Cosa accade?

Angel: Sì, si sta muovendo, sono movimenti che compie il corpo energetico, oppure l’energia dei tuoi chakra, dipende; in fondo sono molto collegati.

Studente: Fare guarigione energetica al proprio corpo energetico con l’intento di rinforzarlo, aumentarne la mobilità, e guarire possibili danni, se ve ne sono, può essere una tecnica utile sia per migliorare la percezione del proprio corpo interno che per migliorarne il controllo e mobilità?

Angel: Assolutamente sì! Quindi ti consiglio di praticarlo.

Studente: Ciao Angel, c’è stato un periodo in cui mi capitava ogni tanto, mentre meditavo, di sentire il mio corpo dondolarsi in avanti. Cioè, io avevo proprio la sensazione allo stomaco del movimento, ma in realtà il mio corpo era fermo. Mi è anche capitato di sentirmi come se il corpo energetico facesse la verticale. Provo a spiegarmi meglio: l’energia nella testa era ferma, mentre il corpo andava in avanti ruotando, così mi sono sentito come se fossi a testa in giù. Quindi la testa era nella stessa posizione, ma sentivo il busto sopra la testa reale, come se avessi fatto una verticale sopra la mia testa. Mi capitava di sentire l’energia del busto che dondolava intorno al busto fisico, talvolta finendo sopra la testa e quindi mi sentivo a testa in giù. Grazie mille.

Pagina 4 su 7

Angel: Ciao! Davvero molto particolare, ma d’altronde i movimenti che il nostro corpo energetico compie sono fra i più vari!

Studente: Ciao Angel. Prima di arrivare in ACD mi imbattei nei viaggi astrali, così ci fu un’estate in cui cercavo molto spesso di uscire sfruttando una tecnica che mi agevolava molto la possibile uscita. In pratica mi rilassavo il più possibile e più mi rilassavo più iniziavo a sentire espandersi il corpo, sentivo proprio come il mio corpo che si ingrandiva e si espandeva e, se mi concentravo su di esso, quasi sempre riuscivo ad avvicinarmi all’uscita in astrale. Anche qualche giorno fa, mentre praticavo il rinforzo dell’aura, mi è capitata la stessa percezione, ma la cosa forte è stata che sentivo proprio come se quello che stavo riempiendo stesse respirando! Proprio come nel logo di ACD sul sito! Si trattava dell’aura o del corpo energetico? Quando mi concentro su questa percezione ho capito che mi aiuta ad avere esperienze dimensionali, come quella del viaggio astrale, come se fosse un ponte.

Angel: Ciao! Mentre pratichi la tecnica per rinforzare l’Aura, stai anche riempiendo di energia il corpo energetico; quindi potrebbe darsi che ciò che hai sentito sia proprio il corpo energetico e non solo l’aura! Praticaci ancora e di sicuro lo sentirai nuovamente, così che potrai approfondire l’esperienza e capire da cosa deriva esattamente.

Studente: Ciao Angel! Innanzitutto grazie per tutto, perché ciò che fai e hai fatto è a dir poco incredibile. La domanda è la seguente: quando medito mi capita spesso, soprattutto la sera, di percepire la sensazione di cadere, mentre la sensazione di ‘ascensione’ verso l’alto mi viene nitidissima quando compio il Rinforzo Aura, nel momento in cui va espansa in tutte le direzioni. Io ho sempre pensato fosse l’aura, ma ora mi hai fatto venire il dubbio. È dunque l’aura o il corpo energetico? Grazie Angel per tutte le opportunità che ci regali, compresa questa, a presto!

Angel: Mentre pratichi sul rinforzo dell’Aura, stai dando energia e rinforzando anche il corpo energetico; quindi è normale che accada che, mentre pratichi sull’aura, anche il corpo energetico dia segni di movimento, come la sensazione fortissima di allungarsi verso l’alto o in altre direzioni, oppure di espandersi. È assolutamente normale! Quindi tutto di positivo.

Studente: Ciao Angel, grazie per questo documento ricchissimo! Hai toccato tantissimi punti con la maestria e la chiarezza che ti contraddistinguono sempre, mi ha davvero stimolato!

È affascinante, e fondamentale, percepirsi nella propria vera natura: esseri di pura energia al comando di organismi fisici, di macchine, che sfruttiamo per interagire con questa dimensione fisica, per riportare sul piano fisico il volere della nostra Coscienza/Anima. Personalmente, quando ci hai detto la prima volta di osservare le nostre mani e il loro movimento meccanico di apertura/chiusura, consapevoli di non essere il corpo, è stata una rivelazione. E ogni tanto sfrutto questo trucchetto per prendere più coscienza. Ti ringrazio!

Pagina 5 su 7

Angel: Mi fa davvero piacere! Continua con questo percorso e troverai moltissime altre rivelazioni.

Studente: Ciao Angel, grazie per questa interessantissima lezione. Premetto che per me tutto è iniziato spontaneamente un anno fa, in seguito alla scoperta della malattia di mio padre, seguita recentemente con la sua fine di vita terrena. Come un “ingranaggio” che si attiva autonomamente, una forza interiore dirompente mi ha spinto quasi “obbligandomi” ad intraprendere il percorso della verità. Ora, in merito a questo, poiché è avvenuto in modo del tutto così spontaneo, è possibile che l’anima nella mia vita precedente, o più vite, abbia già avuto esperienze psichiche e quindi aver già maturato un livello evolutivo superiore? Per quanto riguarda il Corpo Energetico, molto di frequente mi capita di percepire a livello fisico una violenta vibrazione partire dai piedi ed attraversare tutto il corpo fino al capo o viceversa (anche quando medito sui chakra); non si tratta dei classici brividi di freddo o pelle d’oca, è una percezione più profonda. Altre volte, invece, solo su punti del corpo specifici, una sorta di scossa di corrente elettrica. Inoltre, mi capita sempre, soprattutto in stato di dormiveglia, di avere la percezione di precipitare nel vuoto e mi desto di soprassalto impedendomi di lasciarmi andare. In questi tre casi quindi è il mio Corpo Energetico che si muove? Grazie anticipatamente.

Angel: Ciao, è possibile che tu abbia vissuto delle vite passate in cui hai avuto esperienze simili, che ti hanno spinta dove sei oggi. La vibrazione che percepisci, compresa la scossa, potrebbe derivare dal corpo energetico, ma da qui bisogna capire se accade perché il corpo si sta espandendo come detto prima, oppure se ti provoca queste sensazioni perché il tuo corpo sta subendo danni, quindi attacchi dall’esterno mirati a danneggiarti; in quest’ultimo caso le sensazioni non sarebbero affatto piacevoli. Quindi bisogna che indaghi per capire se sta accadendo durante la pratica, perché il tuo corpo energetico si allarga, o se accade in momenti del tutto quotidiani, in cui, chiaramente, ciò che accade nasce da influenze o attacchi esterni che ti colpiscono e ti provocano queste sensazioni fastidiose. Ti consiglio di praticare maggiormente la Meditazione e la Protezione psichica.

Studente: Ciao Angel, vorrei alcuni chiarimenti in merito ad alcune domande. Sono un appassionato della tematica spirituale “Legge dell’attrazione”, mi piacerebbe sapere quanto si possa estendere in termini di chilometri fisici un corpo energetico ben allenato e se questo possa influenzare in qualche modo l’attrazione esercitata verso oggetti o persone che si desidera incontrare o possedere.

Angel: Ciao, la Legge dell’Attrazione la insegno in questo percorso ma non è connessa al corpo energetico; probabilmente ti riferivi all’Aura! Ed in tal caso si tratta di una 15ina di metri; questo per quanto riguarda la legge dell’attrazione basata sull’attrarre, per l’appunto, le vibrazioni più simili alla propria. Se invece ti riferisci alla tecnica mirata per ottenere degli obiettivi, non si tratta della legge dell’Attrazione, ma di una tecnica molto più diretta, che ti insegnerò nei prossimi Steps.

Studente: Come ultima domanda, mi piacerebbe sapere se una persona risvegliata con una capacità del sesto senso attiva, possa, se non pratica tecniche energetiche da 4 o 5 anni, ad esempio, retrocedere e perdere i gusci energetici (vivendo nel Low ma senza grossi sconvolgimenti), o deve accadere un evento forte per poter retrocedere a livello di coscienza? Grazie in anticipo delle risposte.

Pagina 6 su 7

Angel: Certo che sì, si può retrocedere, perché scegliendo di non praticare più, o meglio, abbandonarsi alla propria routine Low, la propria esistenza psichica non avrà più nutrimento, e peggio ancora, non avrà più protezione adatta a difendersi dalle influenze e dagli attacchi esterni. Se non esistesse l’oscurità e le persone, entità, e altre presenze oscure, sarebbe tutto più facile! Ma purtroppo esistono e sono numerosissime, e sarebbe assurdo pensare di ignorare il peso che loro hanno su questo universo, quindi su questo pianeta e sulla nostra vita. Perciò non dipende solo dai sconvolgimenti che attua da sé, ma dipende dal fatto che psichicamente viviamo “per strada”, una strada che non conosci e in cui sono presenti molti approfittatori pronti a strapparti energia e fortune e farti del male. Perciò se ti proteggi la tua vita migliora, perché ti togli di dosso anche le energie negative che ti portavi da anni prima ma che non sapevi di avere, in quanto eri completamente incosciente; però, praticando meditazione e protezione, un po’ per volta inizi a renderti conto che certi problemi che avevi da sempre stanno iniziando a sparire, e se ci rifletti, ti rendi conto che se quei problemi fossero stati “normali” non sarebbero dovuti sparire solamente perché hai iniziato a proteggerti. Allora ti rendi conto che quelli derivavano da energie negative mandateti da terzi. Ma questo è un discorso molto lungo che richiede tempo per essere compreso; ciò che conta ora è che la risposta alla tua domanda è sì, se non si pratica si retrocede, a prescindere che lo si voglia capire e accettare oppure no, succede comunque.

Studente: Ciao Angel. Vorrei porti un’altra domanda, se posso. Mi è sorto un dubbio forse un po’ strutturato su cosa componga la nostra energia interna. Dal documento ho compreso che quando andiamo a ripulire la nostra energia interna andiamo anche a smuovere il nostro corpo energetico ma l’energia interna e il nostro corpo energetico, sebbene si trovino entrambi all’interno del nostro corpo fisico, sono due cose diverse, giusto? Potresti spiegarmi meglio la differenza? Grazie in anticipo per la risposta.

Angel: Ciao! Il nostro corpo energetico è fatto di energia, un’energia molto personale, è la nostra energia che ci identifica, essa ci dà moto e vita. Quando respiriamo prana, stiamo aggiungendo al nostro corpo energetico maggiore nutrimento perché, essendo composto da energia, ovviamente si nutre della stessa. In un certo senso è come l’acqua: il nostro corpo è composto per la gran maggioranza di acqua e, infatti, per sopravvivere ha necessità di quantità di acqua di cui nutrirsi tutti i giorni. Tra il sopravvivere e il vivere bene però c’è un’enorme differenza, che molti non sanno. Per esempio, molti non sanno che molto spesso il mal di testa – come per altri dolori – deriva dalla carenza di acqua in corpo, e che basterebbe bere acqua per farglielo passare e non farglielo tornare. Quindi sopravvivere con poca acqua significa berne poca al giorno e restare in vita, certamente, ma vivere bene significa avere un corpo ben idratato che risolve dalla nascita tanti problemi e dolori che chi non beve abbastanza acqua durante il giorno prova molto spesso. Sappiamo di essere composti in maggioranza di acqua, eppure ce ne dimentichiamo e pensiamo che essa non sia poi così importante per il nostro corpo fisico! È ovvio che, se un organo o varie parti del corpo si ritrovano ad avere pochissima acqua da assorbire, iniziano a provocare dolori. Per la stessa ragione, è assurdo pensare che il corpo energetico non abbia bisogno di nutrimento energetico! Il corpo di per sé ha la sua piccola riserva di energia, ma non basta. Quando mediti e assorbi prana, stai nutrendo il corpo energetico perché gli stai dando tantissima energia nuova, con cui si riempie, si fortifica, si cura i danni. Quindi dell’energia prana che assorbi in meditazione, in parte andrà a riempire il corpo energetico e lo renderà più forte; in parte rimarrà sui chakra e andrà sul Sesto senso, un’altra parte ancora sarà sparsa per il corpo fisico per curarlo e proteggerlo maggiormente. Questo significa che la tua energia verrà distribuita perfettamente, senza problemi. Più pratichi, maggiore sarà la quantità di energia che assorbi, quindi avrai miglioramenti su tutti i fronti!

Pagina 7 su 7

Studente: Ciao Angel. Grazie per questo prezioso documento sul corpo energetico, è davvero ricco d’informazioni e consigli utilissimi! Volevo farti una domanda in merito ai blocchi energetici che abbiamo. Allenandoci nei movimenti di energia, possiamo rendere il nostro corpo energetico più elastico, ma quando percepiamo un blocco, e quindi una difficoltà a far muovere fluidamente la nostra energia in un determinato punto, succede perché semplicemente non ci siamo allenati a farlo in quella zona, oppure ci sarebbe bisogno di una sorta di “guarigione”? I blocchi si sciolgono semplicemente allenandoci nei movimenti di energia? Grazie infinite per la risposta.

Angel: Ciao! Quando senti resistenza su una zona del corpo, durante i movimenti di energia, può darsi che si tratti di una zona in cui è meno presente energia, oppure una zona che ha bisogno di essere equilibrata energeticamente. In entrambi i casi concentrati particolarmente su quel punto e pratica i movimenti di energia sino a che la situazione non si sblocca! Non c’è da preoccuparsi, accade spesso di trovare una zona del corpo in cui l’energia si muove con meno fluidità o addirittura viene interrotta, ma non è un problema: pratica di più su quel punto per sbloccarlo e successivamente noterai come l’energia fluirà molto meglio su tutto il corpo, compreso quel punto!

Studente: Ciao Angel. Innanzitutto volevo farti i miei ringraziamenti per tutto quello che fai per noi, sono molto contenta di far parte di questa meravigliosa accademia con gente fantastica e soprattutto ricevere i Tuoi insegnamenti. Riguardo il corpo energetico, mi chiedevo: quando si avrà la capacità di gestire quelle sensazioni del corpo energetico a nostro piacimento, si potrebbe cambiare forma a nostro piacimento? Per esempio, invece che allungarsi, potrebbe assumere una forma totalmente diversa? Oppure si potrebbe avere la sensazione che il corpo energetico si trovi fuori dal corpo? Grazie mille.

Angel: Sì certo, tutte queste esperienze le puoi vivere, sia in astrale che da sveglia, innanzitutto in astrale cambiando forma e assumendone una diversa tutte le volte che vorrai, oppure potrai – attraverso i movimenti di energia – imparare a muovere l’energia all’interno del tuo corpo talmente tanto bene da vivere esperienze molto forti attraverso il tuo corpo energetico, ma da sveglia.

Studente: Un grande e caloroso abbraccio, Angel! Dici che il corpo energetico muove il corpo fisico, quindi chiaramente il corpo energetico influisce su quello fisico, perciò più meditiamo e più alimentiamo il corpo energetico, ecco che di conseguenza andiamo a rafforzare anche quello fisico. E in termini contrari? Se io mi alleno in palestra e rafforzo il corpo fisico, di conseguenza rafforzo il corpo energetico? Grazie, come sempre, hai salvato la vita alla nostra anima!

Angel: Sì assolutamente, come ho sempre detto in varie lezioni e libri, lo sport e quindi il movimento fisico, compresa la palestra (ma ancor meglio se è associata ad uno sport, anche solo andare a correre ogni tanto durante la settimana), aiuta moltissimo a rinforzare il proprio corpo energetico che avrà tutte le sue conseguenze positive. Naturalmente non confondere il corpo energetico con il Sesto senso, perché non deve passare erroneamente il messaggio che andare in palestra ti possa fare Risvegliare o far evolvere le tue Capacità Psichiche! Certo che no! Però il movimento fisico continuo, quindi non il semplice movimento che facciamo in casa o quando andiamo a portare a spasso il cane, ma parlo dello sport e della palestra, rinforzano molto il corpo energetico e aiutano molto anche l’Aura a diventare più elastica e resistente. Quindi lo sport e l’attività fisica sono grandissimi alleati del corpo energetico. Sia chiaro, però, che non basta andare in palestra per sostituire la pratica energetica, perché quella non si può sostituire con nessuna azione materiale. Per oggi è tutto, ma se avete altre domande potete cliccare qui e scriverle nel box apposito. A presto!

Fine pagina 7 su 7. Se hai gradito l’articolo, commenta qui sotto descrivendo le tue sensazioni durante la lettura o la pratica della tecnica proposta.
Questo documento è di proprietà di https://www.accademiadicoscienzadimensionale.com/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Accademia di Coscienza Dimensionale, A.C.D. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©
47+

189 Commenti

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commento *

Nome *
Email (opzionale)


  1. Anche a me in qualche occasione è capitato di sentire il mio corpo energetico muoversi, mi ero ripromessa di praticare su di esso per rinforzarlo ma ancora non sono riuscita a farlo…grazie, rileggere questo documento mi ha ricordato quanto è importante

  2. Durante la meditazione sui chakra, qualche volta mi è capitato di provare in me un movimento ondulatorio come se io fossi energia che mi muovevo in maniera ondulatoria come un serpente , per fare un esempio. La cosa non era per nulla fastidiosa , anzi devo dire che era piuttosto piacevole e rilassante. 🙏

  3. Grazie per queste domande e risposte. Sono state di grande aiuto

  4. Purtroppo non ho mai avvertito movimenti del mio corpo energetico, nè durante la meditazione, nè durante altre tecniche. Il blocco invece del movimento di energia l’ho provato ed è frustrante perchè non riesco a toglierlo. Grazie.

  5. Bellissima lezione, mi allenero’ di più a rinforzare l’aura e a fare guarigioni sul corpo energetico, questo aiuterà nei viaggi astrali. Grazie ✨

  6. E’ utile ogni tanto tornare a rileggere i documenti sul corpo energetico, perché l’attenzione si posa sempre su argomenti diversi! Stavolta mi ha ricordato… di fargli guarigione ogni tanto!!!

  7. Anche a me è capitato di sentirmi storta durante meditazione, aprivo gli occhi mi sistemavo, chiudevo gli occhi e di nuovo mi sentivo storta, mi capita anche con il collo… ora capisco il perché 😊
    .

  8. Quando sembra di spostarsi, sebbene si sia fisicamente fermi, è dovuto al nostro Corpo Energetico che si sta allargando. Si può sentire anche girare la testa o levitare e può succedere anche prima di iniziare a meditare.
    Può anche capitare di muovere mani o braccia energetiche pensando di avere mosso quelle fisiche.
    Può succedere, durante il giorno o durante la tecnica del Rinforzo dell’Aura, di sentire l’Energia dei Chakra o del Corpo Energetico muoversi.
    Se ad un certo punto, dopo tanto tempo di pratica, smettessimo di praticare, ritornando così nel Low, saremmo in balìa di tutte quelle influenze esterne che ci colpivano prima di iniziare il nostro percorso e non saremmo più in grado di difenderci dagli attacchi psichici che potrebbero arrivarci.
    Il nostro Corpo Energetico è fatto della nostra Energia: essa è personale e ci identifica.
    Quando respiriamo Prana, stiamo aggiungendo Energia al nostro Corpo Energetico, dandogli nutrimento; una parte di Prana andrà a riempire il Corpo Energetico, un’altra parte rimarrà nei Chakra e andrà al Sesto Senso, un’altra parte ancora si spargerà per il corpo curandolo e proteggendolo.
    È normale trovare dei punti del nostro corpo in cui l’Energia non è fluida, bensì ha dei blocchi: basta praticare ed esercitarsi su questi punti.
    Fare movimento, fare sport e andare in palestra, rinforzano anche il nostro Corpo Energetico, però, naturalmente, tutto ciò non potrà mai farci Risvegliare.

  9. Grazie come sempre gli step domanda e risposta mi risolvono piccoli dubbi.

  10. Anch’io richiedevo da cosa dipendesse il fatto di”sentirsi storti “all’interno del proprio corpo!…e ho avuto la mia risposta….Grazie

  11. Interessante rileggere questo documento… sento che devo sperimentare molto di più con i movimenti di energia, sia interni che esterni. Alcune delle esperienze raccontate sono davvero bizzarre e mi fanno venire voglia di impegnarmi di più per farne delle nuove anche io!

  12. Sempre molto interessante questi articoli che chiariscono molti dubbi , in questo periodo storico non pratico più spesso le mie camminate ma conto di tornare a farle quotidianamente. Grazie infinite

  13. Mettere a confronto le esperienze degli studenti è veramente utile, ho letto con interesse le domande e le risposte date in quanto mi incuriosisce molto questo argomento. Interessante la correlazione con il corpo energetico e l’attività fisica, l’una aiuta l’altra e ci permettono entrambi uno stato di salute migliore di quanto si possa pensare. Interessante anche il fatto che possiamo modellare il nostro corpo energetico come più vogliamo, specialmente in astrale.

  14. È veramente utile leggere le esperienze anche degli altri studenti così da capire che quello che stiamo sperimentando succede anche ad altri. Anche a me è capitato di sentirmi ondeggiare o avere dei sussulti durante la pratica, questo mi motiva a continuare anche negli esercizi sullo spostamento di energia.

  15. Un altro tassello aggiunto al mio grande puzzle…. ahahahah….un tre volte mi è successo che durante la meditazione dondolavo e un paio di volte percepivo come se il mio corpo si era ingigantito,mi ricordo la sensazione di avere delle grandissime labbra…..ora so che tutto questo proveniva dal mio corpo energetico

  16. È molto bello leggere delle varie esperienze vissute dagli studenti del percorso, mi aiutano a capire e comprendere anche le mie.
    Anche a me è capitato durante la Meditazione o altre pratiche di sentire il corpo spostato in avanti o di lato nonostante fossi composta, o avvertire la sensazione come di lievitare.
    Anche praticare i movimenti di energia mi piace molto, sento proprio lo spostamento dell’energia nelle varie zone e mi fa prendere consapevolezza del mio corpo energetico.
    Davvero interessante!

  17. Grande lezione su un’argomento che richiede più approfondimento e chiarimento di quello che si crede. Mi capita molto spesso durante la meditazione di sentirmi spostato o comunque sentire movimenti, ultimamente mi è capitato proprio di sentire come un giramento di testa mentre stavo meditando, però percepivo che non era qualcosa di negativo e adesso ne ho avuto conferma. Non pensavo che i movimenti di energia avessero queste potenzialità, addirittura da far vivere esperienze molto forti di movimento anche da sveglio. È proprio vero che c’è molto da imparare! Grazie mille!

  18. Questo tipo di post con domande e risposte è molto utile!

  19. Queste domande/risposte permettono sempre di assimilare meglio i concetti, perché anche se alcune cose vengono spesso ripetute, vengono esposte in modi diversi e quindi permettono di avere più padronanza del tema.
    Mi fa anche piacere sapere che l’allenamento fisico influisce positivamente sul corpo energetico. Mi alleno spesso e la combinazione di allenamento fisico ed energetico mi fa sentire molto bene. Avevo diversi problemi fisici in passato, che non sono mai riuscito a curare con il semplice allenamento fisico. L’allenamento fisico migliorava leggermente la situazione ma non la risolveva. Da quando ho iniziato ad allenare anche il corpo energetico tramite la meditazione, questi problemi sono completamente spariti, e tutt’oggi continuano a sparirne altri.
    Un enorme grazie!🥰

  20. Leggere le esperienze degli studenti aiuta molto e ti fa comprendere molte cose interessanti

  21. Allora è anche per questo che nei periodi in cui faccio più sport sto meglio, dopo una lunga corsa ci sono sì stanchezza e dolori ma mentalmente subentrano uno stato di pace e soddisfazione profondi. Proprio durante l’attività inoltre i pensieri scompaiono e conta solo l’attimo presente, come nella meditazione, a volte il corpo sembra andare da solo e seguire questa sensazione è un ottimo trucco per non sentire la fatica.

  22. i doc con le domande risultano sempre illuminanti per rispondere alle proprie e per soddisfare dubbi che ci poniamo. L’ attività fisica aiuta tantissimo, rinforza corpo e mente, io andando in bici e quando ci vado percorro molti km, mi piace a dismisura e torno a casa che sono un altra persona, invogliata a fare di tutto, migliora tutto, migliora la pratica, le sessioni meditative, la mia Aura ne trae beneficio e non solo lei, tutto si trasforma in positivo e ti trovi in uno stato emotivo che niente è impossibile risolvere o cambiare nella tua vita.Tutto è collegato una cosa migliora l’altra, non facciamo che il low ci porti a dimenticarlo, purtroppo è lui l’ostacolo da superare per migliorare la nostra esistenza e la nostra evoluzione spirituale. grazie
    .

  23. Sono molto interessanti le sensazioni dei movimenti di energia nel corpo energetico. Notavo in questi giorni come spesso mi capita di sentire come se al mio respiro, anche il corpo energetico facesse una sorta di respiro però con un ritmo differente e più lento, oppure sento soprattutto sul chakra cuore come se ci fosse un altro battito oltre a quello del mio cuore. Spesso in fase iniziale di rilassamento sento subito attivarsi un po’ ovunque come dei movimenti circolari di energia, anche esterni al corpo, tutte sensazioni molto gradevoli. A differenza invece dei movimenti che provavo prima di incontrare ACD che erano causati da influenze negative esterne e infatti mi sentivo distrutto dentro, debole, anche fisicamente e son certo che molti pseudo-maestri si vantano di ciò col prossimo quando in realtà ciò che sentono deriva dai danni che stanno subendo e dalle energie che si infilano nel loro corpo, bisogna stare attenti e capire da cosa derivano certe esperienze senza dare nulla per scontato, anche perchè noi umani siamo ancora troppo ignoranti e sottomessi, dobbiamo smettere di saltare a conclusioni affrettate e approfondire le conoscenze attraverso tanta esperienza pratica. Grazie della lezione Angel

  24. Grazie per queste domande, sempre utili a comprendere meglio le tecniche e risolvere i dubbi.

  25. mi piace sempre moltissimo l’esempio dello sport e dell’incremento del volume del corpo fisico praticandolo e il paragone con quello energetico che, se non viene rafforzato e alimentato a dovere, si comporta esattamente nello steso modo.
    Grazie

  26. La sensazione di cadere nel vuoto l’ho avuta da piccola spesso,la associavo allo stress emotivo….o forse c’era altro…?