Seleziona la porzione di testo da chiarire
Step 1 - N° 6

Cos'è la Meditazione - I primi passi (1 parte)


Pagina 1 su 4

La Meditazione è un momento in cui ti rendi conto di essere vivo, mentre tutti gli altri intorno a te vengono soffocati dal lavoro e dai problemi. Sebbene tutti noi che siamo qui a scrivere, leggere o ascoltare, sappiamo di essere vivi, in realtà questa è una consapevolezza debole perché non rispettiamo noi stessi e la nostra vita quanto dovremmo. Gli unici momenti in cui ci rendiamo conto che vorremmo vivere o vorremmo sentirci vivi capitano quando abbiamo davanti un ostacolo che ci fa provare paura, che ci fa credere che stiamo per morire e che sia la fine per noi, nonostante non abbiamo alcuna pistola puntata alla tempia. Ogni cosa che ci provoca paura ci fa pensare a quanto vorremmo vivere. Questo accade perché durante il giorno veniamo soffocati dalla routine per nostra stessa decisione; così, proprio quando dovremmo goderci la vita ed essere felici di ciò che siamo e di quello che abbiamo, sprechiamo il nostro tempo a pensare ai problemi, ai nostri fallimenti, a ciò che più ci fa stare male. Sprechiamo il nostro tempo prezioso a morire dentro anche se nel corpo siamo ancora in vita. Questo non è un po’ strano? Siamo vivi eppure ci uccidiamo dentro. La Meditazione è decidere di sentirsi vivi in ogni momento. Sentirsi vivi è una sensazione bellissima perché ti fa capire di essere nel posto giusto al momento giusto; non ti fa sentire di troppo, non ti fa sentire inopportuno né tantomeno nato per errore o con un destino crudele. 

Sentirti vivo ti fa capire che sei qui perché è giusto così e finalmente puoi sentirti in pace con te stesso. Non c’è alcun pettegolezzo né parola altrui che possa farti stare male quanto un tuo stesso giudizio negativo. Il problema è che ci viene insegnato sin da piccoli a dover rispettare la vita solo quando sta per concludersi. Questo lo vediamo nelle persone che ci circondano – ci accorgiamo infatti di voler passare più tempo con una persona solo quando è in punto di morte – e nelle situazioni interne, perché apprezziamo la nostra vita solo quando un ostacolo la mette a dura prova o quando qualcuno minaccia di togliercela. Tutto ciò è un pessimo modo di vivere, perché sprechiamo ogni singolo momento della nostra vita trascorrendolo negativamente, e solo quando stiamo per perdere ciò a cui teniamo ci accorgiamo improvvisamente di quanto avremmo voluto usare il nostro tempo per godercelo di più. Prima ancora di pensare che la Meditazione sia una tecnica in cui ti siedi e ti rilassi, renditi conto che la vera Meditazione è decidere di essere vivo proprio mentre hai tutto il tempo di vivere. Non tutte le persone sono coscienti di essere vive. Molte di quelle che ci circondano si comportano da robot: sono schiavizzate dalla routine perché lavorano, tornano a casa e guardano la tv, poi mangiano, poi dormono. Non hanno in mano una vera vita. Loro seguono un programma che gli è stato imposto da altri e altro e questo è difficile da comprendere, se non osservi chi ti circonda ma continui a guardarti i piedi, perché non ti accorgi di come tutti siano mossi da una volontà che non è più la loro. Se ti guardi intorno vedi le persone che si muovono e compiono azioni nonostante dentro di loro stiano dormendo. Sembra quasi di vedere un operaio che, stremato dalla fatica, si addormenta in fabbrica mentre le sue mani continuano a lavorare anche se non è più cosciente, perché il corpo può muoversi e compiere azioni preimpostate anche senza bisogno di rimanere svegli. In passato succedeva per le eccessive ore di lavoro, oggi succede per le eccessive ore di incoscienza. 

La Meditazione è una pratica che ci appartiene da sempre, anche se oggi il suo nome può non risultarci familiare in quanto ci siamo lasciati soffocare dall’eccessivo stress moderno. La Meditazione è prima di tutto uno stato mentale, poi è una tecnica. Praticarla è molto importante, perché la sola teoria non basta per offrirci i suoi benefici. Mettere in atto una buona sessione necessita prima di tutto la decisione interna di volerla praticare, perché ci offre uno stato di Libertà mentale dai programmi e da tutti i pesi che ci vengono addossati ogni giorno, che non è facile riconoscere e comprendere immediatamente il significato di questa sensazione. La pratica meditativa ci rende vivi in corpi vivi, perché è quello che siamo, soltanto che troppe volte ce ne dimentichiamo. In caso tu sia una persona che già conosce e pratica da tempo la Meditazione, tutto sarà più semplice e potrai leggere le seguenti pagine con più disinvoltura; in caso tu non abbia mai avuto esperienza né conoscenza teorica riguardo questo momento di benessere mentale e fisico, è arrivato il buon momento di prenderci confidenza. 

Pagina 2 su 4

Al giorno d’oggi il rilassamento viene spesso preso sotto gamba, quasi pensando che il benessere sia qualcosa che non ci deve appartenere, perché noioso o inutile, proprio come una perdita di tempo. Sarò felice di dimostrarti il contrario. 

Stare bene non significa perdere tempo, stare male invece sì: ci fa sprecare davvero un sacco di occasioni buttandole dritte nella spazzatura. Desidero che tu comprenda cos’è davvero la Meditazione e che non la interpreti come qualcosa per pochi, per eletti, o per chi non ha nulla da fare. Scoprendola nel modo giusto aumenterà in te la voglia di metterla in pratica e inglobarla nella tua vita. Non avere fretta di ottenere tutto e subito se non sai nemmeno che cosa vorresti raggiungere con tutto ciò. Quindi rilassati, prendi il tuo tempo e passo dopo passo migliorerai la tua vita e il tuo modo di viverla. Ti invito a provare il primo assaggio della vera Meditazione che sono pronta ad insegnarti. Probabilmente per te è la prima volta, quindi partiremo dalla base più semplice sino ad arrivare alla tecnica più approfondita. Lo scopo di questa Meditazione è il benessere mentale, quindi il rilassamento: il primo obiettivo che dobbiamo raggiungere. Senza di questo la Meditazione non funzionerà quanto dovrebbe, rischiando di dimezzare la sua efficacia e apparire quasi inutile. Il passo più difficile ma anche il più importante è quello di imparare a rilassarsi; imparato questo il resto sarà una passeggiata. Stiamo per incominciare una sessione che durerà 10 minuti. Ti guiderò per tutto il tempo, elencandoti i passaggi che dovrai svolgere per completare una magnifica esperienza di Meditazione. Ti consiglio di ascoltare la versione audio con le cuffie, altrimenti puoi continuare a leggere questa pagina e seguire le stesse indicazioni in versione scritta. In questo caso, dedica almeno un minuto di tempo a mettere in pratica ogni consegna. 



Mettiti comodo e rilassati. 

  

Concentrati unicamente sulle mie parole… 

  

Non pensare a nulla, togli qualunque pensiero che in questo momento non ti serve. 
Concentrati unicamente sul rilassamento. 

  

Respira… e concentrati sulla profondità del tuo respiro. 

  

Degna della tua attenzione ogni tuo singolo respiro… 

  

Inizia a respirare profondamente e con calma… respira con la pancia. 


Pagina 3 su 4

Non pensare a niente… 

  

Senti i muscoli del collo sciogliersi…. e rilassalo. 

  

Rilassa le spalle… 

  

Rilassa i muscoli del viso… 

  

Concentrati solo sul battito del tuo cuore e rilassati… 

  

Sentilo battere… 

  

Sentilo come non lo hai mai sentito prima d’ora… 

  

Respira… e sentiti rilassare… 

  

Rilassa il collo… 

Le spalle… 

Il viso… 

  

Ora rilassa la schiena… 

  

Ora… 

Rilassa la mente… 


Pagina 4 su 4  

Senti la leggerezza che si crea nella tua mente… 

  

Senti com’è bello rilassarsi… e non pensare a niente… 

  

Ti fa sentire… per un attimo… vivo…. 

  

Per un attimo ancora… un attimo solo… sentiti felice di essere qui… nel presente… 

  

Concediti un attimo solo… non andare subito via… 

È così bello stare con te stesso… 

  

Rilassati… il tuo corpo te lo chiede… la tua mente ti implora… 

  

Non essere timido… in fondo… ci sei solo tu con te stesso… 

  

Rilassati ancora un po’… respira profondamente… 

  

Ti ringrazio… per avermi permesso di farti rilassare… 

  

Ora sei pronto per aprire gli occhi… in ogni senso. 

  

Questo è stato solo un assaggio della Meditazione e spero che abbia acceso in te un piccolo desiderio di volerti rilassare più spesso, perché come hai potuto constatare, non c’è nessun motivo per cui tu non debba farlo. Se lo desideri, pratica di nuovo questa sessione di rilassamento, sino a quando non ti sentirai pronto ad andare avanti con il passo successivo. Ti aspetto. 

Fine pagina 4 su 4. Se hai gradito l'articolo, commenta qui sotto descrivendo le tue sensazioni durante la lettura o la pratica della tecnica proposta.

2461 commenti
  • Federica - 23:18 03/07/22

    Grazie per questo rilassamento...la parte più difficile per me è ricordarmi che la meditazione è prima di tutto rilassamento, prima che una tecnica. Dicendo a me stessa che merito questo rilassamento, che ho sempre fatto del mio meglio nella vita, mi do davvero il permesso di lasciare andare i pensieri.

  • stewild86 - 15:51 25/06/22

    Ci si rende conto di essere veramente profumo con il proprio aspetto esteriore quando siamo a stretto contatto con noi stessi riusciamo ad ascoltare quella voce che proviene da dentro... Per quanto mi riguarda più pratico meditazione e più nella vita di tutti i giorni mi sento radicato è coerente con quello che è la mia natura spirituale....

  • @chiara - 19:38 23/06/22

    Era da tanto tempo che non riuscivo a sentirmi così rilassata.non praticando la meditazione con costanza i pensieri ridondanti sono difficili da ignorare.la ripeterò fino a sentirla come una vosa semplice da fare. Comunque la sensazione di pace e serenità è tangibile. Grazie

  • rosy79 - 23:09 21/06/22

    Io ero una di quelle persone che sprecava il proprio tempo, convinta che la tv fosse un modo per rilassarsi e non pensare appunto ai problemi e a tutto quello che mi portava solo stress. Mentre invece era solo riposo fisico e non mentale. Sono circa due settimane che medito ogni giorno e terminato il rilassamento, mi sento davvero bene mentalmente. Sono solo all'inizio e voglio imparare a meditare per godere di tutti i benefici che porta. Ho iniziato a vedere sotto un altro aspetto determinate cose e ad allontare tanti pensieri inutili, per dare più spazio al mio benessere. Pensare troppo mi ha solo portato via del tempo prezioso e non è servito a nulla, se non a farmi stare peggio. Sentirmi viva dentro e stare bene, ora è la prima cosa a cui ogni mattina al risveglio do la priorità assoluta, poi c'è tutto il resto. Il solo pensiero di non praticare mi angoscia, più medito e più non vedo l'ora di tornare a meditare, per cui spesso faccio più sessioni al giorno e non solo sto bene, sono anche felice e finalmente inizio a sorridere di nuovo.... anche se i problemi ci sono sempre purtroppo....! Ma non mi importa, sto bene e sono felice e questo è semplicemente meraviglioso!!!

  • flowers - 16:34 21/06/22

    Io non avevo mai meditato prima e non mi riesce facile ma questa meditazione qui è stata molto rilassante e ti fa dimenticare tutto e pensare solo ate e alla tua evoluzione. Molto bello

  • ivano-traina - 15:30 20/06/22

    Da quando ho iniziata a meditare, anni fa partii con la meditazine transcendentale, numerosi cose sono cambiate sopratutto nella mia vita che mi hanno portato a comprenderla e applicarla sempre più. Oggi medito addirittura mentre cammino o mentre guido sfruttando ogni momento, Ognuno di essi è un esperienza e una consapevolezza sempre migliore e capace di portarmi valori aggiunti di volta in volta più alti e rilevanti. La meditazione è spesso utilizzata e conosciuta nei modi più disparati e non concretamente validi. Quando si medita adeguatamente ciò che si vede all'esterno di noi sono cambiamenti che ti confermano la meravigliosa pratica e dinamica della stessa

    • alessandro320 - 00:09 21/06/22

      La cosa più bella è la meditazione, si avverte sempre un senso di distacco dalla realtà che ci circonda 😍

  • azoyep - 16:28 19/06/22

    Mi ricordo quando ero ragazzo l'impressione che mi faceva osservare la gente per strada che mi appariva come tanti morti che camminano... Non come gli zombie; vedevo proprio gli scheletri!... Erano situazioni assurde che si creavano proprio da questo sentirmi vivo dentro di me e vedere solo inerzia e rassegnazione in quelle persone automatizzate che mi circondavano. Ricordo che anche semplicemente auto-pensandomi: "Io sono Io", mi arrivava un fiotto di energia di vita che per me era il salvagente per ogni emergenza. Poi col tempo ho scoperto la meditazione e la pratica che di fatto si sono rivelate essere momenti preziosi di ricarica energetica... proprio come nelle stazioni di rifornimento... Il silenzio mentale era quasi impossibile, ma la concentrazione sul respiro, meglio ancora il focus nella sensazione sul punto del naso in cui l'aria fredda entra e quella calda esce, ritornando pazientemente sul focus ogni volta che interveniva la distrazione, beh solo questo era come attaccare la spina del caricabatteria...

  • Renée - 06:03 18/06/22

    Bella meditazione di rilassamento, grazie. La meditazione è la chiave però con la vita che facciamo non sempre risulta facile praticare, io mi sto impegnando, sto evolvendo verso questa consapevolezza e ci lavoro ogni giorno. Grazie

  • Tella - 11:01 17/06/22

    La meditazione ti salva la vita, ci salva dal malessere che ci trasmettono le varie energie negative che incrociano la nostra strada, l'energia assorbita grazie alla meditazione ci salva da spiacevoli inconvenienti se usata come si deve

  • mr_nobody - 13:59 16/06/22

    Bellissima sessione di rilassamento, sono stato distratto dai pensieri leggermente verso la metà dell'esercizio ma nel complesso mi sono goduto moltissimo questa sessione riuscendo a rilassare ogni parte del corpo. In più sono molto contento che ci sia la respirazione diaframmatica all'interno della tecnica perché so che una respirazione profonda, porta subito dei benefici al corpo rilassandolo ulteriormente. grazie mille Angel! ora bisogna andare avanti e praticare la meditazione sui chakra molto più potente anche se senza questa base non avrebbe così tanto l'efficacia. Non vedo l'ora di riuscire a fare le tecniche più complesse.

  • vitty Medaglia per aver completato lo Step 1 Medaglia per aver completato il libro Prendiamo Coscienza degli ALIENI - Vol. 1 Medaglia per aver completato il libro Prendiamo Coscienza degli ALIENI - Vol. 4 - 12:08 15/06/22

    Mi ha molto emozionato l'accenno al fatto che dobbiamo sentirci vivi sempre, e non solo quando abbiamo paura che la vita stia per finire. Può sembrare un qualcosa di banale ad impatto, ma la realtà è che tante (troppe) volte si sceglie di condurre le giornate con il "pilota automatico" e non si riesce a vivere nulla che arricchisca. Così come ho trovato molto significativo il fatto che, alla base di ogni sessione, debba di conseguenza esserci il forte intento di essere vivi, di essere coscienti, di esistere e di voler aumentare il peso della propria esistenza in questa dimensione. La tecnica è pazzesca, per me fu una scoperta la prima volta che la provai e continua ad esserlo tuttora; rilassarsi è la cosa più difficile, superficialmente si pensa che ci si rilassi spesso nel corso di una giornata quando ci si abbandona all'apatia e alla noia, ma in realtà rilassarsi è tutt'altra cosa e questa tecnica è indicativa dello stato profondo di benessere che si può raggiungere praticando e migliorando costantemente la pratica. Grazie!

  • valentina82 - 17:58 14/06/22

    Avrebbero dovuto insegnarcelo da piccoli ..e di sicuro ora sarebbe molto più facile e naturale sedersi e prendere consapevolezza del proprio respiro, rendersi conto di essere vivi sempre e non solo nei momenti di grande difficoltà.. Al giorno d'oggi sembra la cosa più difficile ed ostica da fare ..eppure in fondo potrebbe essere così semplice..

  • Gianmarco Medaglia per aver completato lo Step 1 - 21:48 12/06/22

    È una sensazione bellissima quella data dalla meditazione. Qui Angel ci insegna anche che la meditazione è sentirsi vivi, avere la voglia di vivere, di gioire della vita. Molto spesso purtroppo la gentr non lo fa, però, grazie ad un percorso di consapevolezza e un lavoro su sé stessi è possibile appunto uscire da questa gabbia marcia che esseri oscuri hanno creato per farci vivere in questa vita di schiavitù. Man mano che proseguo nella pratica, mi rendo sempre più conto dell'importanza dell'intento: bisogna mettersi già con voglia e con intento a praticare, la differenza si sente eccome. Spesso mi ricordo quando in un documento di Angel lessi che era un bene considerare la meditazione che si stava facendo, come l'ultima ed effettivamente si percepisce un miglioramento. In più ci sono altri intenti che ho notato migliorano la meditazione come qiello di andare più profondo e di alzarsi di vibrazione. La meditazione è una tecnica bellissima e solo praticandola nel tempo si può davvero comprendere questo. Grazie mille Angel per tutto!

  • Famuzu - 13:26 11/06/22

    A me ha fatto bene mentalmente pensare che c'è una scappatoia a questa realtà. Ho sempre sentito ed intuito e desiderato che ci fosse qualcosa di più oltre ciò che percepiamo coi 5 sensi.. Ora che medito da anni non la vedo più come una prigione....

  • sony - 14:12 10/06/22

    Durante le meditazioni diverse cose sono successe e penso che siano proprio loro la causa del mio blocco... Devo tener presente però che quando ho iniziato ero totalmente allo scuro di tutto. Si era aperto un mondo nuovo e sconosciuto e questo mi ha spinta nel cercare di capire determinate cose e se effettivamente qualcosa di vero e misterioso c'è dietro a tutto questo o si tratta di brutti scherzi della nostra mente... mah!... Oggi finalmente tante cose mi sono più chiare e sono sempre più decisa ad andare avanti.