017 – Movimenti di Energia – Muovere l’energia dei Chakra (1 parte)

Questo articolo è disponibile anche in formato Audio, se desideri ascoltarlo clicca qui

Pagina 1 su 9

Oggi ti spiegherò cosa sono i Movimenti di Energia.
Come intuisci dallo stesso termine, si tratta di un esercizio che ti permette di muovere l’energia sia all’interno del tuo corpo che all’esterno, e attraverso essi svilupperai tante altre capacità. La prima ragione per cui dovremmo praticare i Movimenti di Energia è quella di aiutare il nostro corpo ad assorbire meglio l’energia pranica durante i respiri coscienti in Meditazione. Muovendo l’energia del nostro corpo, andiamo a risolvere quelli che potrebbero essere dei blocchi energetici, che generalmente ostacolano i movimenti più fluidi. Tutti abbiamo dei piccoli blocchi energetici qua e là, niente di grave, se non che possono disturbare la fluidità dell’energia quando poi andiamo a praticare tecniche importanti come la Guarigione Energetica, i Viaggi Astrali, e tutto il resto. I Movimenti di Energia sono molto utili sia per migliorare la fluidità all’interno del tuo corpo, sia per aumentare le tue capacità di saper utilizzare l’energia sugli altri; per esempio ti aiutano nelle tecniche energetiche altruiste come la Guarigione Energetica su di un’altra persona.

Saper muovere l’energia è la base di qualunque altra tecnica, perché se sei capace di muovere energia, diventi rapidamente capace di compiere qualunque cosa. Difatti tutte le capacità psichiche si basano sull’energia, per cui saperla muovere è un grande aiuto per sviluppare tutte le altre facoltà che desideri. L’esercizio è molto rapido e semplice, eppure, già dalla prima sessione, ti porterà benessere fisico e miglioramenti che noterai sin da subito durante la prossima Meditazione. Ti consiglio di metterti comodo e praticare questo semplice esercizio, che ti permetterà di comprendere la validità di questa tecnica.

Se desideri ascoltare la tecnica guidata versione Audio, clicca qui, poi continua la lettura dell’articolo; altrimenti, leggi la versione scritta ed eseguila passo per passo

Iniziamo con un esercizio semplice dei movimenti di energia.

 

Inizia a rilassarti…

Siediti composto, con la schiena dritta.

Possibilmente non incrociare le gambe, oppure siediti in mezzo loto.

 

Quindi fai dei profondi respiri…

E senti l’energia bianca che entra in te.

Ad ogni respiro… ti senti rilassare.

E alzare il tuo tonale.

 

Ora scegli la mano con cui ti trovi più comodo per muovere l’energia, mentre l’altra starà ferma.

Quindi, con la mano scelta, posizionati vicino al Chi,

e dal chakra inizia a far salire l’energia sino al Plesso.

Quindi lentamente solleva la mano, partendo dal Chi, e piano piano avvicinala al Plesso.

 

Mentre la mano si solleva fisicamente, all’interno del tuo corpo devi concentrarti a sentire il movimento di energia, che segue la mano.

Quindi concentrati…

Solleva la mano…

Avvicinandoti al Plesso…

E quando hai concluso ripeti.

 

Ripartendo quindi dal Chi, senza toccare il chakra con le dita, ma solo avvicinando la mano,

sali lentamente con la mano, sino ad arrivare al Plesso.

 

Non trattenere il fiato mentre pratichi, ma ricordati di restare rilassato e quindi di respirare.

 

Ora respira profondamente…

Riparti dal Chi…

E ora, mentre sollevi la mano, concentrati soprattutto sulla sensazione fisica interna.

Quindi concentrati su questo filo di energia che dal Chi sale sino al chakra del Plesso.

 

Bene, adesso rilassa le braccia…

E pratichiamo di nuovo lo stesso esercizio ma senza l’utilizzo della mano; in questo modo sei sicuro di comprendere cos’è il Movimento di Energia.

 

In sostanza concentrati sul Chi,

e ora, immagina e visualizza questa linea bianca che dal Chi si solleva sino a giungere al Plesso.

 

Mentre lo fai respira, non trattenere il fiato, perché se respiri è più semplice che l’energia si muova.

 

Visualizza di nuovo questa linea bianca partire dal Chi e arrivare sino al Plesso, con un movimento lento…

In modo tale che lo percepisci, a differenza di un movimento troppo veloce che rischi di non sentire.

 

Potrebbe renderti l’esercizio più semplice respirare prana dal Chi e, dopo questa respirazione, sentire l’energia che hai raccolto salire sino al Plesso.

 

Quindi ora respira dal Chi, senti l’energia che entra…

Ed ora questa energia spostala, salendo su per il corpo, sino a raggiungere il chakra del Plesso.

 

Alle prime esperienze, stai solo visualizzando questo movimento, però continuando con l’esercizio inizierai a sentire davvero questo movimento, lo sentirai dentro al corpo, e sarà molto fisico.

 

Ora ricominciamo con l’aiuto della mano.

Quindi concentrati avvicinando la mano al Chi, e lentamente con la mano fai segno di far salire l’energia sino a raggiungere il chakra del Cuore.

 

Mentre muovi la mano, all’interno del tuo corpo visualizza questa linea bianca che si sposta seguendo il movimento della tua mano.

 

Quindi dal Chi, questa linea bianca arriva sino al chakra del Cuore.

 

Quando hai finito ricomincia da capo, perciò riposiziona la mano vicino al Chi, e lentamente sali sino al chakra del Cuore.

 

Anche se all’inizio non sentirai questo movimento fluido, o come te lo aspetti, potresti accorgerti del movimento, dal semplice fatto che potrebbe arrivarti qualche leggerissima fitta allo stomaco, quindi al chakra del Plesso, oppure il chakra del Cuore potrebbe iniziare a battere un pochino più veloce; o ancora potresti percepire qualche leggerissima fitta alla zona del chakra del Cuore.

Pertanto, anche se non hai sentito il movimento fluido che parte dal Chi e arriva al chakra del Cuore, comunque potresti aver sentito qualche leggero segno, come una leggera fitta. Questa è solo la prima esperienza, quindi non avere fretta di sentire tutti i movimenti, uno per uno, ma concentrati per iniziare a sentire quei piccoli movimenti, qua e là, che possono dimostrarti che la tecnica sta funzionando. Come sempre non avere aspettative, in modo tale che la tecnica funzioni davvero.

Quindi ricominciamo,

Concentrati sul Chi, avvicina la mano, e lentamente sali con la mano sino a raggiungere il chakra della Gola.

Mentre lo fai, concentrati a sentire – o visualizzare, all’inizio – questo filo di energia che si muove all’interno del corpo.

 

Inizia…

Senti la mano, che si sposta lentamente…

E l’energia interna segue.

 

Non trattenere il fiato, ma continua a respirare…

 

Raggiungi la gola…

E ricomincia da capo.

Quindi ritorna dal Chi, sali con la mano…

L’energia interna segue…

E arriva sino al chakra della Gola.

 

Anche in questo caso potresti esserti accorto che forse non sentivi tutto il filo di energia che segue la mano, però, arrivato vicino ai chakra, inizi a sentire qualche pulsazione o qualche piccola fitta. Questo ovviamente è tutto positivo e ti dimostra che qualcosa sta succedendo. Per esempio, potresti non aver mai meditato sul chakra della Gola, eppure arrivato alla vicinanza del chakra della Gola durante il movimento di energia, potresti aver sentito qualche sensazione fisica, come una stretta molto leggera, o delle piccole fitte, e questo ovviamente dimostra che l’energia si sta muovendo.

 

Ora ripetiamo l’esercizio, però senza l’utilizzo della mano.

Quindi rilassa le braccia,

concentrati ora sul Chi, e concentrati a percepire internamente questo filo di energia che dal chakra Chi inizia a salire, lentamente, sino a giungere al chakra del Plesso.

 

Respira profondamente… mentre muovi l’energia… senza avere fretta.

 

Quando raggiungi il Plesso, visualizza questa energia dentro di te che si sposta arrivando sino al chakra del Cuore.

 

Anche se visivamente la distanza fra il Plesso e il Cuore è molto piccola, quando senti l’energia muoversi dentro di te, ti rendi conto che la distanza è maggiore, molto più di quello che sembra.

 

Quindi, arriva sino al Cuore…

E ora, dal chakra del Cuore, sposta quest’energia sino a giungere al chakra della Gola.

Con calma.

 

Molto bene, adesso compiamo l’esercizio scendendo verso il basso.

Perciò, dal chakra della Gola, piano piano facciamo scendere l’energia sino ad arrivare al chakra del Cuore.

 

Ora dal chakra del Cuore, scendi sino al Plesso…

 

Dal Plesso, scendi sino al Chi… con calma.

 

Molto bene. Ora, anche se il filo che hai visualizzato passava al centro del corpo, potresti aver sentito dei movimenti di energia ad altezza delle costole, o ai lati del collo, oppure ai lati del torace; questa sensazione non è sbagliata, perché quando muovi l’energia, anche quando ti concentri su un leggerissimo filo di prana, in realtà l’energia che si sta spostando all’interno del tuo corpo è maggiore, quindi anche se tu la sposti visualizzando un leggerissimo filo, in realtà quello che si sposta è una quantità molto, molto più grande di energia, che al momento non percepisci, però c’è.

 

Ora ricominciamo l’esercizio, con l’utilizzo della mano.

Avvicina la mano al Chi…

Respira profondamente…

Assicurati di essere rilassato.

E ora, dal Chi, sali con la mano e senti l’energia interna che si muove…

 

Portala sino al Plesso…

 

Arriva sino al Cuore…

 

Senti il Cuore, come aumenta il suo battito…

 

Arriva sino al chakra della Gola….

 

Senti il chakra della Gola come si attiva…

 

Ora spostati sino al chakra della Mente… con calma…

 

E ora, sali sino al chakra della Corona…

E posiziona la mano ben più in alto della testa, così che l’energia si sposti anche al di fuori di essa…

Così da allungare la Corona anche all’esterno…

 

E se presti attenzione, potresti sentire davvero la Corona anche all’esterno della testa…

 

Da questa esperienza potresti capire che il chakra della Corona è molto di più.

 

Ora ritorna con la mano vicino al chakra della Corona…

E lentamente scendi facendo muovere l’energia interna sino a giungere al chakra della Mente.

 

Arriva sino alla Gola…

 

Arriva sino al chakra del Cuore…

 

Sino al Plesso…

 

Scendi sino al Chi…

 

E ora, rilassa le braccia…

 

Respira…

E rilassati.

 

E abbiamo concluso il primo esercizio dei movimenti di energia.

 

Pagina 9 su 9

Bentornato! Come hai potuto sperimentare in prima persona, i movimenti di energia ti alzano di tonale e ti fanno sentire meglio. Praticare questo esercizio prima della Meditazione, o di qualunque altra tecnica, ti farà sentire più capace in quello che starai facendo, in altre parole ti sentirai più forte. Questa sensazione è reale, perché Muovere Energia ti permette di allenare la tua capacità di saper utilizzare l’energia e manipolarla a tuo piacimento. Ciò significa che avrai più potere sull’energia, tanto da saper imprimere il tuo intento su di essa con maggiore rapidità. Durante questo percorso ti insegnerò svariati esercizi sui Movimenti di Energia, affinché tu riesca a muovere sia quella interna che quella esterna. Con l’andare del tempo capirai quant’è importante esercitarsi su questi movimenti.

Ciò che hai imparato oggi è il primo passo del Movimento, ovvero muovere l’energia dei chakra. In realtà potresti muovere l’energia di qualunque zona del corpo, però ti ho fatto iniziare con i chakra perché sono i punti più energetici del corpo, quindi ciò ti ha aiutato a sentire già le prime sensazioni. Ovviamente muovere energia in altre parti del corpo sarà altrettanto utile e benefico.

Durante questi movimenti, potresti aver sentito dei brontolii alla pancia, mentre ti trovavi sul Chi o sul Plesso, oppure dei leggeri giramenti di testa mentre ti trovavi sul chakra Mente e sul Corona. Queste sensazioni ti hanno permesso di comprendere che qualcosa stava succedendo, anche se il tuo Regolatore voleva farti credere che tu non fossi capace di compiere l’esercizio! Attraverso questa prima esperienza puoi già iniziare a silenziare il tuo Regolatore, in quanto i movimenti ci sono stati e continueranno ad aumentare nelle prossime sessioni di pratica! Per questa ragione ti consiglio di esercitarti sui Movimenti di Energia, perché ti aiuteranno a migliorare in tutti i campi sensoriali e psichici. Nella prossima lezione ti insegnerò un altro esercizio e ti spiegherò meglio le funzioni dei Movimenti di Energia. Nel frattempo, ti invito a raccontare la tua prima esperienza con questa tecnica, qui sotto attraverso un commento!

Fine pagina 9 su 9. Se hai gradito l’articolo, commenta qui sotto descrivendo le tue sensazioni durante la lettura o la pratica della tecnica proposta.
Questo documento è di proprietà di https://www.accademiadicoscienzadimensionale.com/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Accademia di Coscienza Dimensionale, A.C.D. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©
96+

414 Commenti

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commento *

Nome *
Email (opzionale)


  1. io la fitta l ho sentita al petto e alle spalle..
    proverò a ripeterlo prima delle meditazioni.
    fra l altro è la prima volta che ci si sofferma sul Chakra della gola e la cosa mi piace.. aiuta a scaricare ancora di più tutta la negatività che inevitabilmente si accumula.
    grazie 🙏

  2. Questa è una di quelle tecniche che personalmente mi ha dato risultati fin dalla prima volta, ammetto che senza l’aiuto della mano mi viene un po’ difficile sentire il movimento, ma con la mano passando per i chackra si sente bene. Ho provato la tecnica in versione audio e alla fine della pratica ho avuto grande dolore tra il plesso e il cuore. Finita la sessione sono andato avanti in quella zona e il dolore aumentava allora ho iniziato a farci guarigione finché poi si è dissolto. Già in passato in quella zona particolare avevo provato dolore soprattutto quando praticavo molto, ad esempio ai tour, come se ci fosse qualcosa da rompere che però necessitava diversa pratica. Adesso forse qualcosa ho rotto, devo continuare a farci un po’ di guarigione.